UNIFIL: il saluto del gen Paolo Serra alle autorità politiche e militari libanesi in prossimità del termine del mandato. Con lui il futuro Force Commander, gen Portolano

Il comandante di UNIFIL, generale Paolo Serra, accompagnato dal futuro Force Commander, generale Luciano Portolano, ha incontrato a Beirut lo speaker del Parlamento, Mr. Nabih Berri, il capo del Governo, Mr. Tammam Salam, il comandante delle Forze Armate Libanesi (LAF), generale Jean Kahwagi, e il capo della General Directorate of General Security, generale Abbas Ibrahim, fa sapere il comunicato stampa odierno di UNIFIL.

Nel prosieguo degli incontri il generale Serra, in previsione del termine del proprio mandato, ha colto l’occasione per formulare il  ringraziamento per il lodevole sostegno ricevuto e ha affrontato gli aspetti connessi al mandato dell’UNIFIL relativamente all’attuazione della risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite con particolare riguardo ai concreti risultati conseguiti negli ultimi due anni e mezzo di mandato grazie alla cooperazione tra UNIFIL e le Forze Armate libanesi (LAF).

Il generale Serra, esprimendo il suo vivo apprezzamento, ha sottolineato che “in un contesto regionale complesso la stabilità nel sud del Libano è stata mantenuta grazie  alla stretta collaborazione in corso con le LAF, consolidando il comune impegno nel rispetto della risoluzione 1701 delle Nazioni Unite”.

Al termine dei colloqui i vertici politici e militari libanesi unanimemente hanno espresso profonda gratitudine per il concreto sostegno ricevuto dalla missione UNIFIL,  sottolineando come l’operato del generale Serra abbia garantito l’efficace svolgimento delle operazioni nel sud del Libano nel pieno rispetto del mandato definito dalla risoluzione delle Nazioni Unite, e hanno formulato al suo successore gli auguri per un mandato di soddisfazione.

Il generale Serra ha ricevuto l’onorificenza della Légion d’honneur dall’Ambasciatore di Francia e l’Ordem do mérito da Defensa e l’Ordem do mérito naval dall’Ambasciatore del Brasile a Beirut.

UNIFIL opera in un contesto molto delicato che dal 1978 a oggi è in continua evoluzione.  L’Head of Mission e Force Commander di UNIFIL esercita le funzioni assegnate nell’ambito della risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite del 2006, grazie all’azione portata avanti sul terreno da 38 differenti nazioni che contribuiscono alla missione con circa 12.000 peacekeeper.

Articoli correlati:

UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: UNIFIL MPIO