TAAC W (RS): i militari italiani tornano a Qal’he-Ye Now. Ma è per una shura

20161004_taac-w_qal-he-ye-now_saluto-con-le-truppe-afghaneEra un nome ricorrente ai tempi di ISAF, Qal’he-Ye Now. Là c’era un contingente di militari spagnoli e nelle cronache il nome della località nel nord ovest dell’Afghanistan, sede di una FOB (Forward Operating Base) dell’International Security Assistance Force (ISAF, appunto) nella provincia di Badghis, ricorreva spesso.

Ieri, 4 ottobre, i militari della coalizione vi hanno fatto ritorno.

Più nel dettaglio, alcuni rappresentanti del Train Advise Assist Command West (TAAC W) hanno partecipato ieri a una shura (riunione degli anziani) sulla situazione operativa e di sicurezza nella provincia di Badghis.

È lo stesso TAAC W, che su base brigata Pinerolo opera nell’ambito di Resolute Support (RS), la missione a guida NATO in Afghanistan, a darne notizia oggi, 5 ottobre.

20161004_taac-w_gen-mirra-con-governatore-della-provincia-di-badghisL’incontro si inquadra nel progetto “Expeditionary Advisor Team” (EAT), che prevede l’invio periodico di team di advisor “a domicilio”, con il compito specifico di addestramento e formazione delle unità dell’esercito e della polizia dislocati nell’area di responsabilità del TAAC W.

Al meeting hanno partecipato il comandante del TAAC-W, gen Gianpaolo Mirra, il comandante del 207° Corpo d’armata e le più alte cariche istituzionali e militari della provincia di Badghis.

“Erano diversi anni – sottolinea il TAAC W nel dare notizia dell’evento – che personale della coalizione internazionale non accedeva alla base, che in passato ha ospitato un contingente di militari a maggioranza spagnola ma che da alcuni anni era stata ceduta agli afgani”.

20161004_taac-w_qal-he-ye-now_resa-onori-arrivoSecondo la tradizione afgana, la shura è una riunione di rappresentanti istituzionali e della comunità in cui ci si confronta e si prendono decisioni condivise su temi rilevanti per la vita quotidiana della popolazione.

L’incontro si è tenuto in località Qal’he-Ye Now, appunto, a circa 180 chilometri da Herat, nell’area di competenza del comando a guida italiana TAAC W.

Dopo i saluti da parte del governatore della Provincia di Badghis, Mohammad Anwar Eshaqzai, il col Shirhamza Darbandi, Executive Officer della 3^ Brigata, ha tenuto un briefing sulla attuale situazione operativa nella provincia.

20161004_taac-w_shuraAl termine dell’incontro il gen Mirra ha ringraziato per la disponibilità e l’accoglienza dimostrata da parte di tutti gli intervenuti.

Articoli correlati:

Il TAAC W in Paola Casoli il Blog

La brigata Pinerolo in Paola Casoli il Blog

Qal’he-Ye Now in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: TAAC W (RS)