UNIFIL: CIMIC e ITALBATT inaugurano due pozzi in due villaggi del sud del Libano

20150806_UNIFIL_progetti idrici CIMIC e ITALBATT_6Le componenti della Cooperazione civile-militare (CIMIC) del contingente italiano di UNIFIL, su base brigata aeromobile Friuli al comando del generale Salvatore Cuoci, e della Task Force ITALBATT, su base reggimento Genova Cavalleria (4°) al comando del colonnello Giovanni Biondi, hanno concluso e inaugurato due importanti progetti nelle municipalità di Zibquine e di Al Knaysah, nel sud del Libano.

Nello specifico, fa sapere lo stesso contingente italiano in Libano, sono state implementate le capacità idriche dei due villaggi, fornendo due pompe di captazione per i pozzi già presenti e realizzati dai precedenti contingenti italiani della missione UNIFIL.

20150806_UNIFIL_progetti idrici CIMIC e ITALBATT_5Durante le cerimonie di inaugurazione, le autorità locali hanno espresso profonda gratitudine e apprezzamento nei confronti dei Caschi Blu italiani. Questo genere di collaborazioni, oltre a testimoniare la profonda vicinanza del contingente italiano alle istituzioni locali libanesi, contribuisce in maniera sostanziale allo sviluppo sociale e infrastrutturale delle aree a sud del fiume Litani.

Il supporto alle istituzioni locali attraverso la realizzazione di progetti di cooperazione civile-militare è uno dei molti compiti del contingente italiano, che opera nell’ambito della missione UNIFIL in attuazione della risoluzione 1701 delle Nazioni Unite.

20150806_UNIFIL_progetti idrici CIMIC e ITALBATT_3Articoli correlati:

Il CIMIC in Libano in Paola Casoli il Blog

ITALBATT in Libano in Paola Casoli il Blog

La brigata Friuli in Paola Casoli il Blog

Il reggimento Genova Cavalleria (4°) in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Sector West UNIFIL

20150806_UNIFIL_progetti idrici CIMIC e ITALBATT_7

20150806_UNIFIL_progetti idrici CIMIC e ITALBATT

20150806_UNIFIL_progetti idrici CIMIC e ITALBATT_2

20150806_UNIFIL_progetti idrici CIMIC e ITALBATT_1