Esercito e Comunicazione: a Palermo si è parlato di empatia Aspettando il 2° meeting

Si è svolto il 28 giugno scorso, a Palermo, presso il Circolo Unificato di Presidio, l’evento “Aspettando il…2° Meeting sulla Comunicazione”, organizzato dallo Stato Maggiore dell’Esercito Italiano come fase di avvicinamento al meeting nazionale sulla comunicazione che si terrà a Milano nel mese di dicembre, fa sapere in una nota stampa del 28 giugno il Comando Forze Operative Sud (COMFOPSUD).

Il meeting, moderato dalla dottoressa Elvira Terranova, giornalista di AdnKronos, ha avuto come tema principale “L’Empatia nella comunicazione” e si è articolato in conferenze tematiche e attività culturali in cui militari e civili hanno affrontato insieme il tema dell’empatia e le sue implicazioni nell’attuale scenario comunicativo, con specifica attenzione al mondo mediatico e ai settori dell’editoria, stampa, TV, radio e social media. Sono stati discussi, con esperti del settore, aspetti relativi al cambiamento nei messaggi e nei simboli della comunicazione anche con risvolti psicologici e pedagogici, si apprende.

All’evento, organizzato in sinergia con l’Università degli Studi di Palermo, l’Ordine dei Giornalisti della Sicilia, e in collaborazione con il Centro Siciliano Sturzo e il Palermo University Press, hanno partecipato numerosi giornalisti e operatori del settore della comunicazione dell’Esercito provenienti da tutta Italia, che si sono confrontati sull’evoluzione della comunicazione e il cambiamento del rapporto tra Esercito e mondo dell’informazione, alla presenza di numerose autorità locali e molti studenti universitari.

Il meeting è stato aperto dagli interventi del Comandante delle Forze Operative Sud, Generale di Corpo d’Armata Rosario Castellano; del Generale di Divisione Claudio Minghetti, Comandante Militare dell’Esercito in Sicilia, e del Rettore dell’Università degli Studi di Palermo, Prof. Fabrizio Micari.

Nei giardini del Circolo di Presidio è stato allestito un percorso di animazione per bambini, con giochi interattivi e attrazioni varie tra le quali la mascotte dell’Esercito Lupetto Vittorio, mentre nelle sale interne è stato dedicato un angolo alla pubblicistica militare, con l’esposizione in particolare della “Rivista Militare”, oltre a una mostra di cimeli e volumi storici della Grande Guerra.

Fonte e foto: COMFOPSUD