Mohamed Sheikh Hassan Hamud

EUTM Somalia: il ministro della Difesa somalo firma il primo documento di policy della difesa, la direttiva ministeriale per il prossimo biennio

Lo scorso 23 marzo, a Villa Somalia, sede del Governo federale della Somalia, il ministro della Difesa Mohamed Sheikh Hassan Hamud ha firmato la Direttiva Ministeriale sulla politica di difesa per gli anni 2014-2016 durante una riunione con il generale Massimo Mingiardi, comandante della missione EUTM Somalia, e il colonnello Massimiliano Perrotta, membro di EUTM Somalia e Consigliere strategico del ministro della Difesa, alla presenza del Segretario permanente per la Difesa, Sheikh Musse Abdulle Mohamud.

Si tratta del primo documento di policy nel campo della Difesa e fornisce un orientamento riguardo il quadro politico e strategico, il ruolo della Difesa nel contesto del servizio pubblico, il futuro delle Forze Armate Somale, le attuali operazioni militari, le attività della Difesa che favoriscono lo sviluppo economico e tecnologico, la gestione finanziaria nel settore della Difesa, la dimensione internazionale e le linee guida per una Difesa bilanciata e sostenibile.

Il documento è stato redatto dallo Strategic Advisory Team di EUTM Somalia, su commissione del ministero della Difesa somalo, e in coordinazione con tutti i partner che operano nel settore della Difesa nell’ambito del continuo supporto e dell’ assistenza alle autorità somale forniti nel quadro dell’impegno globale dell’UE in Somalia, sviluppato allo scopo di rispondere ai bisogni prioritari del popolo Somalo e del suo Governo e per il rafforzamento delle istituzioni e la stabilizzazione del paese.

Articoli correlati:

EUTM Somalia in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto d’archivio: EUTM Somalia

EUTM Somalia: l’Italia al comando della missione. A fine febbraio al via i corsi Train the trainer con 8 istruttori italiani

Il generale Massimo Mingiardi ha da poco assunto la guida della missione europea di addestramento in Somalia (EUTM SOMALIA – European Union Training Mission Somalia) sostituendo il collega irlandese Gerald Aherne, ha fatto sapere lo stato maggiore della Difesa.

Alla cerimonia erano presenti il contrammiraglio Bruce Williams, vicedirettore generale e capo di stato maggiore dello staff militare dell’Unione Europea; l’ambasciatore Michele Cervone D’Urso, inviato speciale dell’Unione Europea in Somalia; autorità di vertice del governo somalo – Mohamed Sheikh Hassan Hamud, ministro della Difesa; generale Dahir Adan Elmi, comandante delle Forze Armate; generale Abdirizak Khalif Elmi, vicecomandante delle Forze Armate; Musse Abdulle Mohamud, segretario permanente del ministero della Difesa – oltre ad ambasciatori provenienti dalle nazioni contributrici, tra cui l’ambasciatore italiano per la Somalia Andrea Mazzella. Presente anche il comandante del comando Operativo di Vertice Interforze (COI), generale Marco Bertolini.

La missione EUTM Somalia, lanciata nel 2010 in Uganda e poi trasferita completamente a Mogadiscio dal dicembre scorso, ha addestrato sino a ora 3.600 soldati somali contribuendo in maniera significativa al miglioramento del comparto di difesa della nazione. L’Italia, con il personale dell’Esercito Italiano e dell’Arma dei Carabinieri, fornisce circa il 50% del personale, che proviene da 9 diverse nazioni dell’Unione Europea e dalla Serbia, tra cui il comandante della missione, generale Mingiardi; il vicecomandante, colonnello Lorenzo Cucciniello, a Mogadiscio dal settembre scorso; il personale del Security Support Element, paracadutisti del 186° reggimento della brigata Folgore, responsabili della sicurezza, e numerosi trainer, mentor e advisor tra cui il consigliere strategico del ministro della Difesa. Entro la fine di febbraio prenderanno il via i corsi del programma Train the trainers, che vede impiegati 8 istruttori italiani, attraverso il quale verranno formati gli istruttori dell’esercito somalo destinati ad addestrare i loro stessi colleghi.

Articoli correlati:

EUTM Somalia in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: stato maggiore Difesa