battaglia del Piave

Smart Sapper 2014: il Genio militare in festa celebra la Battaglia del Piave (1918) alla presenza del COMFOTER

Si è svolta mercoledì 25 giugno scorso, a Roma, alla presenza del Comandante delle Forze Operative Terrestri (COMFOTER), generale Roberto Bernardini, la Smart Sapper 2014, l’attività dimostrativa che ha celebrato i fatti d’arme della battaglia del Piave del 1918, Festa dell’Arma del Genio.

L’attività ha avuto luogo nella Forward Operating Base (FOB) Caccia Dominioni, zona addestrativa realizzata in accordo con gli attuali riferimenti dottrinali nel poligono guastatori S.Ten.M.O.V.M. Gigli, alla Cecchignola.

L’esercitazione si è basata su tecniche, procedure d’impiego e tecnologie disponibili per la protezione delle forze in teatro operativo (Force Protection), per la bonifica di itinerari  (Route Clearance) e per la bonifica di ordigni esplosivi a caricamento nucleare, chimico e batteriologico (CBRN EOD) .

Il generale Bernardini, nel suo intervento di saluto, si è complimentato per  la dedizione e la professionalità dei genieri, ha sottolineato il ruolo fondamentale  dell’Arma del Genio, pedina fondamentale e versatile dell’Esercito Italiano, e ha messo in risalto come essa rappresenti una delle più efficaci espressioni di modernità, capacità di trasformazione e propensione all’innovazione.

Articoli correlati:

Il Genio militare in Paola Casoli il Blog

Il COMFOTER in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMFOTER

COMFOTER: il gen Bernardini alla festa dell’Arma delle Trasmissioni nel 96° della Battaglia del Piave

Questa mattina, 20 giugno, nell’aula magna della caserma Perotti a Roma, sede della Scuola delle trasmissioni e informatica, si è celebrato il 96° anniversario della Battaglia del Piave del 20 giugno 1918, festa dell’Arma delle Trasmissioni, alla presenza del Comandante delle Forze Operative Terresti (COMFOTER), generale Roberto Bernardini.

Nel corso dell’evento sono stati consegnati alcuni riconoscimenti, tra cui un encomio solenne al caporal maggiore Matteo Barbieri del 2° reggimento Trasmissioni alpino di Bolzano.

Al termine della cerimonia il gen Bernardini, accompagnato dal generale Adriano Vieceli, comandante delle Comando Trasmissioni e Informazioni Esercito (COTIE), e dal generale Lorenzo Santella, ispettore dell’Arma delle Trasmissioni e comandante della scuola, ha assistito alla fase conclusiva dell’esercitazione denominata “Marconi 2014”, nel corso della quale ha potuto verificare l’efficacia del Sistema Automatizzato di Comando e Controllo (SIACCON 2) e delle componenti Cyber Defence, Electronic Warfare (EW) e Reconnaissance, Surveillance e Target Acquisition (RSTA).

L’alto ufficiale, nell’indirizzo di saluto che ha voluto rivolgere ai presenti, ha sottolineato l’importanza delle comunicazioni nei moderni teatri operativi, posto in risalto il ruolo svolto dalle unità delle trasmissioni nell’assicurare il supporto alla funzione di comando e controllo e di comunicazione e ha espresso, infine, il proprio plauso ai trasmettitori che quotidianamente svolgono il loro lavoro in maniera impeccabile, sia in Italia sia nei teatri operativi all’estero.

Articoli correlati:

 

Il COMFOTER in Paola Casoli il Blog

Il COTIE in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMFOTER