caserma Ugo Mara

NRDC-ITA: la caserma Mara aperta alla cittadinanza venerdì 3 novembre nel Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate

La Caserma Ugo Mara di Solbiate Olona, in provincia di Varese, sede del Comando di reazione rapida della NATO in Italia (NRDC-ITA, NATO Rapid Deployable Corps-Italy), sarà aperta alla cittadinanza il prossimo venerdì 3 novembre, in occasione della ricorrenza del “Giorno dell’Unità Nazionale” e “Giornata delle Forze Armate”, dalle 9.30 fino alle 15.00.

È lo stesso NRDC-ITA a renderlo noto con un comunicato stampa odierno.

La cittadinanza, fa sapere il Comando solbiatese, avrà modo di vedere da vicino i principali materiali e mezzi in dotazione e potrà assistere anche a un’esibizione di Metodo di Combattimento Militare (MCM), un addestramento specifico e mirato alle capacità di reazione corpo a corpo a diversi tipi di aggressione.

L’evento, che si colloca tra le tante iniziative organizzate su tutto il territorio nazionale dal Ministero della Difesa per celebrare il 4 novembre, rappresenta un’opportunità di dialogo, di approfondimento e di conoscenza della presenza militare.

L’incontro permetterà di rendere più evidente la contiguità della Caserma con la realtà locale in cui è inserita, favorendo così l’unione d’intenti tra istituzioni, comunità e forze vive della nazione.

Unità Nazionale e Forze Armate: un legame indivisibile

“Il 4 novembre 1918 – ricorda NRDC-ITA nel suo comunicato – aveva termine la Grande Guerra, un evento che ha segnato in modo profondo l’inizio del Novecento. In quella giornata si completò il processo dell’unificazione nazionale che, iniziato in epoca risorgimentale, aveva portato alla proclamazione del Regno d’Italia il 17 marzo 1861.

Fu proprio durante la Prima Guerra Mondiale che gli italiani si trovarono per la prima volta fianco a fianco, legati indissolubilmente l’un l’altro sotto la stessa bandiera nella prima drammatica esperienza collettiva che si verificava dopo la proclamazione del Regno.

La data del 4 novembre 1918 rappresenta il traguardo di un lungo e travagliato percorso, raggiunto attraverso uno sforzo collettivo, mai compiuto prima nel nostro Paese: un moto di coscienze che scosse le genti di allora e le rese un Popolo.

Le Forze Armate sono state “parte attiva” di tale processo: sui campi di battaglia; nell’amalgama educativo e sociale delle tante realtà della penisola; nell’impulso al progresso tecnologico ed economico; nell’arricchimento del rango della nostra giovane Nazione nel consesso internazionale.

Non a caso Luigi Settembrini – scrittore e patriota italiano – definì l’Istituzione Militare uscita dal Risorgimento come “… il filo di ferro che ha cucito insieme l’Italia”.

Commemorare il “Giorno dell’Unità Nazionale” e “Giornata delle Forze Armate” significa, pertanto, dedicare la giusta attenzione a un momento di portata nazionale dal forte carattere storico-culturale; che serva a mantenere viva verso le nuove generazioni una coscienza collettiva sulle radici e sull’identità nazionale”.

Articoli correlati:

NRDC-ITA in Paola Casoli il Blog

Il 4 novembre in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: NRDC-ITA

NRDC-ITA: 15° International Day all’insegna di charity, music band e saggio ginnico dei Bersaglieri del RESTAL

Ha raggiunto la 15^ edizione l’ormai tradizionale International Day, ospitato anche quest’anno presso la caserma Ugo Mara, sede del Comando del Corpo d’Armata di Reazione Rapida della NATO in Italia (NRDC-ITA).

È lo stesso NRDC-ITA a darne notizia, evidenziando che lo spirito della manifestazione è quello di avvicinare i rappresentanti delle 13 nazioni che vi aderiscono alla realtà sociale ed economica del territorio, condividendo le reciproche tradizioni, tra cui quelle gastronomiche.

Alla manifestazione erano presenti anche alcuni sindaci in rappresentanza dei Comuni della Valle Olona. Tra questi, Solbiate Olona con Luigi Melis; Olgiate Olona con Giovanni Montano e Castellanza con Mirella Cerini.

L’evento ha dato anche l’opportunità ai circa 2.000 militari in servizio presso la Mara, e ai loro famigliari, di manifestare concretamente il proprio sostegno a una realtà operativa nel territorio, incentrata sui bisogni di salute della persona, con l’erogazione di prestazioni sanitarie specialistiche, di servizi ospedalieri e sociosanitari, con particolare riferimento al mondo dei minori.

Quest’anno, infatti, NRDC-ITA ha scelto di devolvere sia una parte del ricavato delle sponsorizzazioni sia quanto raccolto dalle offerte libere del personale militare internazionale a favore del potenziamento delle strutture ospedaliere di Pediatria dell’Azienda Socio Sanitaria Territoriale – ASST della Valle Olona, Rete territoriale alla quale appartengono gli Ospedali di Busto Arsizio, Saronno, Gallarate, Somma Lombardo e Angera (www.asstvalleolona.it).

“L’International Day – spiega il comunicato stampa -è una giornata speciale, pensata per accrescere lo spirito di corpo e che offre al personale in servizio, Ufficiali, Sottufficiali, Soldati, Marinai, Avieri e Carabinieri, e alle loro famiglie, l’opportunità di apprezzare le differenti culture delle nazioni contributrici del Comando NRDC-ITA”.

Oltre all’Italia, nazione alla guida del Comando, anche Albania, Bulgaria, Francia, Germania, Grecia, Olanda, Regno Unito, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Turchia e Ungheria sono stati presenti con i loro stand promozionali, di tradizioni locali e cultura gastronomica.

In aggiunta agli stand allestiti dai 13 paesi membri dell’NRDC-ITA, anche quest’anno sono state realizzate cartoline celebrative dell’evento, per le quali è stato richiesto a Poste Italiane un annullo filatelico dedicato, nonché la possibilità dell’invio postale direttamente dalla Caserma Ugo Mara.

Una parata di mezzi militari d’epoca ha accompagnato la manifestazione, animata da un fitto programma di eventi artistici e di intrattenimento e dalla esibizione di alcuni gruppi musicali.

Particolarmente gradito dal pubblico, fa sapere NRDC-ITA nel suo comunicato, il Saggio Ginnico della Compagnia Bersaglieri del reggimento di Supporto Tattico e Logistico all’NRDC-ITA, accompagnato dal concerto della Fanfara dell’11° reggimento Bersaglieri con il suo tradizionale repertorio di marce e inni bersagliereschi.

I militari della Ugo Mara hanno anche dato dimostrazione delle tecniche del Metodo di Combattimento Militare (MCM), un addestramento specifico mirato a incrementare le capacità di reazione corpo a corpo a diversi tipi di aggressione.

A tarda sera, un suggestivo spettacolo di fuochi d’artificio ha chiuso la manifestazione, alla quale hanno partecipato circa 4.000 persone.

Articoli correlati:

NRDC-ITA in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: NRDC-ITA

NRDC-ITA: un corso salvavita con defibrillatori (BLS-D) per insegnanti delle scuole locali

Sabato 13 maggio scorso si è svolta, nella Caserma Ugo Mara di Solbiate Olona (Varese), sede del Comando del Corpo d’Armata di Reazione Rapida della NATO in Italia (NRDC-ITA), una nuova edizione del corso Basic Life Support-Defibrillation (BLS-D), fa sapere lo stesso NRDC-ITA con un comunicato stampa.

La sessione di formazione è stata organizzata a favore dell’Istituto Comprensivo Statale Aldo Moro: vi hanno partecipato 20 insegnanti di scuola materna, elementare e media dei cinque plessi scolastici di Solbiate Olona e di Gorla Maggiore, rispettivamente il Comune su cui insiste la caserma e uno dei comuni limitrofi della Valle Olona.

La necessità di formare il personale docente nasce dal recente posizionamento negli edifici scolastici dell’Istituto Comprensivo Statale Moro di defibrillatori, voluto dalle amministrazioni comunali di pertinenza, e il corso ha quindi fornito agli insegnanti le conoscenze necessarie per utilizzare i dispositivi DAE (Defibrillatore Automatico Esterno) e per eseguire le manovre di rianimazione cardio polmonare (RCP), contribuendo a rendere la scuola un luogo più sicuro.

A dare il via a questa speciale sessione del Corso è stato il col Michele Tirico, Chief Med e Medical Advisor di NRDC-ITA, che dopo una breve presentazione del Comando e delle sue attività, ha illustrato gli scopi del corso e i suoi lineamenti organizzativi.

Questa edizione del corso estende dunque la partecipazione, già accordata in altre sessioni ai famigliari (adulti e adolescenti) del personale in servizio, a personale civile esterno di altre amministrazioni e contribuisce così a diffondere ulteriormente la cultura di primo soccorso.

I corsi si avvalgono della professionalità acquisita dagli istruttori dello staff medico di NRDC-ITA e già abilitati alla formazione di nuovi soccorritori nel Corso per istruttori BLS-D, organizzato nel dicembre 2015 presso la Caserma Ugo Mara e tenutosi a cura dell’American Heart Association (link articolo in calce), un’organizzazione impegnata dal 1915 nella riduzione del numero di vittime di patologie cardiache.

Il personale medico del Comando ha dunque potuto formare altre persone, ora addestrate in attività teoriche e pratiche, a prestare soccorso mediante manovre salvavita standardizzate e certificate, che includono ove richiesto l’utilizzo dei Defibrillatori Automatici Esterni.

Tali manovre, da eseguirsi con prontezza nell’attesa dell’arrivo dei soccorsi avanzati, sono state simulate nella parte pratica del corso, e sono quelle che permettono di allungare i tempi nei quali un soccorso avanzato può giungere ed essere maggiormente efficace garantendo così più elevate probabilità di sopravvivenza a chi è colto da malore.

Articoli correlati:

NRDC-ITA: corso salvavita con defibrillatori per 8 militari della caserma Mara (16 dicembre 2015)

NRDC-ITA in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: NRDC-ITA

NRDC-ITA cambia il comandante e la cerimonia è live su Facebook: il gen Marchiò cede il comando al gen Perretti

20160930_nrdc-ita_cambio-comando-marchio-perretti-2È la prima cerimonia di cambio di comando trasmessa online live sul canale social Facebook quella che stamattina, 29 settembre, è andata in onda dalla caserma Ugo Mara di Solbiate Olona, in provincia di Varese, sede dell’unico corpo d’armata italiano di reazione rapida assegnato alla NATO in Italia, il NATO Rapid Deployable Corps-Italy (NRDC-ITA), sottolineano i Public Affair Officers dello stesso comando.

La cerimonia di cambio di comando dal generale di corpo d’armata Riccardo Marchiò al generale di divisione Roberto Perretti si è svolta alla presenza del Capo di stato maggiore dell’Esercito (CaSME), gen Danilo Errico.

L’aspetto innovativo che NRDC-ITA ha posto in essere fin dallo scorso anno in vista della condotta dell’esercitazione Trident Jaguar 15 a Stavanger, in Norvegia, ovvero la Influence Division (link articoli in calce), è stato ben evidenziato dal CaSME gen Errico durante il suo discorso, in cui ha definito NRDC-ITA “un Comando che, grazie all’intuizione e alla perseveranza del gen Marchiò, si è riorganizzato su una struttura “three pillars” che include, oltre alle aree “operazioni” e “supporti”, anche la Divisione “Influence”, responsabile del coordinamento delle attività operative cinetiche e non cinetiche, i cui effetti, per queste ultime, rivestono negli attuali scenari un’importanza risolutiva nelle crisi”.

20160930_nrdc-ita_cambio-comando-marchio-perretti-3Uno sforzo di trasformazione che ha coinvolto tutto il personale della Mara, come ha sottolineato il comandante uscente, gen Marchiò, che ha ricordato le eccellenti capacità dei suoi uomini e donne nel pianificare e condurre interventi in scenari di crisi complessi.

NRDC-ITA è perfettamente inserito nel tessuto territoriale che lo ospita, come ha dimostrato la presenza alla cerimonia del Prefetto di Varese, dott Franco Zanzi, dei Sindaci di Solbiate Olona, Luigi Melis, e di Busto Arsizio, Emanuele Antonelli, e delle autorità locali.

Alla cerimonia era presente il gen Fabrizio Castagnetti, già comandante di NRDC – ITA e Capo di stato maggiore dell’Esercito.

Il gen Marchiò, nel discorso di commiato, si è rivolto direttamente anche alle autorità locali intervenute, enfatizzando il forte impulso economico e culturale dato dalla presenza sul territorio del Comando multinazionale della Nato.

Da oggi il gen Perretti, bersagliere, è dunque il nuovo comandante di NRDC-ITA, mentre il gen Marchiò assumerà a breve l’incarico di Comandante del neo costituito Comando delle Forze Terrestri e Centro Operativo dell’Esercito (COMFOTER/COE), di stanza a Roma (link articolo in calce).

Articoli correlati:

NRDC-ITA, cambio comando: il gen Perretti succede al gen Marchiò, destinato al nuovo COMFOTER/COE a Roma (19 settembre 2016)

La Trident Jaguar 2015 in Paola Casoli il Blog (esclusiva da Stavanger, Norvegia)

Sulla Influence Division di NRDC-ITA in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto (Facebook): NRDC-ITA

NRDC-ITA: la nuova Influence Division e la Sea Eagle Land 16 al centro della visita dell’Istituto di formazione militare dell’Ungheria

20160415_NRDC-ITA_Hun Mil Staff College_area ex Sea Eagle (Land) 2016-1 (2)La caserma Ugo Mara, sede del Corpo d’armata di reazione rapida della Nato in Italia (NATO Rapid Deployable Corps-Italy, NRDC-ITA), di stanza a Solbiate Olona in provincia di Varese, ha ospitato la visita degli ufficiali frequentatori dell’Hungarian General Staff Training Course, fa sapere un comunicato stampa dello stesso NRDC-ITA del 15 aprile scorso.

La visita, che rientra nell’ambito delle attività formative organizzate dall’Hungarian Military General Staff Training Centre di Budapest, Istituto d’eccellenza per la formazione militare magiara, ha permesso ai frequentatori di avere un punto di osservazione privilegiato sull’organizzazione di NRDC-ITA, con particolare riferimento all’aliquota del personale connazionale coordinato dal generale ungherese Zoltan Gulyas, Senior National Representative e capo della nuova Influence Division.

20160415_NRDC-ITA_visita Ist Formaz Ungheria (2)Proprio la scorsa settimana, presso NRDC-ITA, si è tenuta la prima International Influence Conference (link articolo in calce), una intensa due giorni per condividere nell’ambito di un prestigioso consesso multinazionale i temi della comunicazione operativa e le modalità della loro integrazione nei processi di pianificazione delle operazioni militari.

Gli ufficiali sono stati accolti dal generale Giovanni Manione, Capo di stato maggiore di NRDC-ITA, il quale ha illustrato cenni storici, compiti e principali attività del corpo d’armata.

A seguire la visita presso l’area dell’esercitazione Sea Eagle (Land) 2016, in corso presso NRDC-ITA, per testare la capacità di rapido impiego del Comando e, nel particolare, di quelle componenti come il Forward Coordination Element (FCE) e l’Initial Command Element (ICE), essenziali a tale scopo (link articolo in calce).

Il Gen. D. Manione riceve la delegazionePrima di lasciare la caserma Mara, il professor Zoltán Szenes, ex Capo di stato maggiore della Difesa ungherese e capo delegazione, ha incontrato il Comandante del NRDC-ITA, il generale Riccardo Marchiò, con il quale ha scambiato le proprie favorevoli impressioni circa questo importante momento formativo per i frequentatori del corso.

Articoli correlati:

NRDC-ITA: due giorni di International Influence Conference alla caserma Mara (7 aprile 2016)

NRDC-ITA impegnata nella Sea Eagle Land, esercitazione focalizzata sugli ACOS e i loro staff (18 aprile 2016)

NRDC-ITA in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: NRDC-ITA

20160415_NRDC-ITA_visita Ist Formaz Ungheria (1)

20160415_NRDC-ITA_Hun Mil Staff College_area ex Sea Eagle (Land) 2016-1 (1)

NRDC-ITA impegnata nella Sea Eagle Land, esercitazione focalizzata sugli ACOS e i loro staff

NRDC-ITA_LOGO SEA EAGLE LANDIl corpo di reazione rapida della Nato in Italia (NATO Rapid Deployable Corps-Italy, NRDC-ITA) è attualmente impegnato nell’esercitazione Sea Eagle Land 2016, uno dei più importanti eventi addestrativi di quest’anno per il corpo d’armata che ha sede nella caserma Ugo Mara di Solbiate Olona, in provincia di Varese.

L’obiettivo dell’esercitazione, cominciata ufficialmente martedì 12 aprile e in programma fino al prossimo 22 aprile, è trovare eventuali criticità nelle procedure di dispiegamento di ogni divisione.

In altri termini, la Sea Eagle Land 2016 sta scomponendo analiticamente il dispiegamento dell’NRDC-ITA, focalizzando l’attenzione proprio sui capi delle branche funzionali (ACOS) e i loro rispettivi staff.

L’esercitazione si svolge all’interno della caserma Mara in un’area allestita appositamente per ricreare uno scenario d’impiego fittizio e interessa circa un migliaio di militari provenienti dalle 12 nazioni che compongono la realtà multinazionale del Comando NATO di Solbiate Olona.

20160413_NRDC-ITA_Sea Eagle Land (5)Questa esercitazione si inserisce proprio in questo periodo, ovvero a poco più di due mesi dalla fine del periodo di stand-by di NRDC-ITA quale Joint Task Force HQ, al fine di mantenere il livello di prontezza operativa prima di affrontare la fase di approntamento di “eNRF”, ovvero Enhanced NATO Response Force, si apprende dallo stesso comando.

Articoli correlati:

NRDC-ITA in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: NRDC-ITA

20160413_NRDC-ITA_Sea Eagle Land (3)

20160413_NRDC-ITA_Sea Eagle Land (2)

20160413_NRDC-ITA_Sea Eagle Land (1)

20160413_NRDC-ITA_Sea Eagle Land (4)

NRDC-ITA: un seminario di studi geo-strategici “per adattarsi alla rapida evoluzione dello scenario”

Discorso inaugurale del GenCA Riccardo MARCHIO'Un ciclo di studi geo-strategici incentrato sul rinnovato scenario globale è stato ospitato nella caserma Ugo Mara di Solbiate Olona, sede del corpo d’armata di reazione rapida della NATO in Italia (NATO Rapid Deployable Corps-Italy, NRDC-ITA) la scorsa settimana.

NRDC-ITA, al comando del generale Riccardo Marchiò, ha da sempre posto particolare attenzione all’aggiornamento del proprio staff sulle tematiche di maggior rilievo nell’attuale scenario mondiale, sottolinea lo stesso corpo d’armata nel suo comunicato stampa.

Nel corso della settimana insigni conferenzieri, provenienti da diversi Comandi dell’Alleanza, si sono alternati nella trattazione di argomenti legati alla preparazione per la trasformazione del Comando di Solbiate Olona quale comando per la componente terrestre di un’operazione a guida NATO (Land Component Command).

Il Prof. Lindley-French (centro) con gli altri conferenzieriLa presenza del professor Julian Lindley-French, consulente presso lo Strategic Advisory Group del Consiglio Atlantico degli Stati Uniti, e dello Strategic Advisory Panel del generale Sir John Nicholas Reynolds Houghton, Capo di stato maggiore della Difesa britannico, ha dato degno rilievo all’evento.

Il ciclo di seminari appenato terminato ha rappresentato l’occasione in cui valutare gli effetti del cambiamento della strategia d’intervento dell’Alleanza Atlantica e le relative implicazioni sulle responsabilità nazionali in termini di impegni e responsabilità.

Il generale Marchiò ha dichiarato che “gli spunti di riflessione forniti degli illustri conferenzieri e dai rappresentanti dei Comandi NATO intervenuti hanno portato a un dibattito costruttivo tra lo staff di NRDC-ITA, stimolando una profonda riflessione sulla necessità di adattarsi alla rapida evoluzione dello scenario geo-strategico”.

Il tavolo dei conferenzieri“L’evento – ha infine confermato il comandante gen Marchiò a margine del ciclo di studi – oltre a fornire un punto di vista qualitativamente elevato da parte di esperti del settore è di vitale importanza nell’ottica del nostro impegno nell’adattare la nostra realtà alle future sfide”.

Nel corso di tutto il 2016, fa sapere NRDC-ITA, sono previste ulteriori attività specifiche per il personale appartenente alle diverse aree funzionali del corpo d’armata. Tali attività spaziano dal perfezionamento dell’addestramento individuale del personale del Comando, all’effettuazione di specifici seminari ed esercitazioni che porteranno NRDC-ITA al raggiungimento degli obiettivi stabiliti dall’Alleanza.

Articoli correlati:

NRDC-ITA in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: NRDC-ITA

Il qualificato uditorio

NRDC-ITA: l’ambasciatore del Canada McGovern conferma interesse a contribuire con proprio personale

20160217_NRDC-ITA_visita amb Canada SE McGovern (1)Il corpo d’armata di reazione rapida della Nato in Italia (NATO Rapid Deployable Corps-Italy, NRDC-ITA) ha ricevuto ieri, 17 febbraio, nella propria sede a Solbiate Olona, presso la caserma Ugo Mara, la visita dell’ambasciatore del Canada in Italia, SE Peter McGovern.

L’ambasciatore è stato accolto dal vicecomandante di NRDC-ITA, Sir George Norton, essendo il comandante gen Riccardo Marchiò attualmente impegnato in una visita istituzionale presso il comando paritetico greco, l’NRDC-GR.

Il diplomatico è stato aggiornato sulle attività del corpo d’armata, e sulla joint capability recentemente acquisita dal comando, dal Capo di stato maggiore di NRDC-ITA, gen Giovanni Manione, e ha incontrato i rappresentanti delle 12 nazioni presenti con il proprio personale nella caserma Mara.

20160217_NRDC-ITA_visita amb Canada SE McGovern (5)Nel corso della visita l’ambasciatore McGovern ha confermato la volontà del Canada di contribuire con il proprio personale a NRDC-ITA, intenzione già anticipata l’8 febbraio scorso dallo stesso comandante gen Marchiò nel corso di una conferenza pubblica tenuta a Legnano (link articolo in calce).

L’ambasciatore canadese ha dunque espresso chiaramente la volontà del proprio Paese di unirsi alle altre 12 nazioni già presenti nella caserma Mara, sottolineando che NRDC-ITA viene considerato un centro di eccellenza internazionale per quanto riguarda la pianificazione e la condotta di operazioni a guida NATO e UE.

Articoli correlati:

NRDC-ITA: il COM gen Marchiò sull’evoluzione della Nato. E di NRDC-ITA, che potrebbe accogliere il Canada a breve (10 febbraio 2016)

NRDC-ITA in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: NRDC-ITA

20160217_NRDC-ITA_visita amb Canada SE McGovern (6)

20160217_NRDC-ITA_visita amb Canada SE McGovern (3)

20160217_NRDC-ITA_visita amb Canada SE McGovern (4)

20160217_NRDC-ITA_visita amb Canada SE McGovern (2)

NRDC-ITA: corso di prevenzione incendi alla caserma Mara

20160128_NRDC-ITA_corso prevenzione incendi (2)Si è tenuto oggi, 28 gennaio, nella sede del corpo d’armata di reazione rapida della Nato in Italia (NATO Rapid Deployable Corps-Italy, NRDC-ITA), a Solbiate Olona, un corso di prevenzione incidenti, incentrato sulle misure di sicurezza.

Il corso, ospitato nella caserma Ugo Mara, sede del comando, è stato condotto dall’ingegner Marco Bettin, professionista civile specializzato nel settore.

Al corso hanno partecipato 30 militari con l’obiettivo di aggiornarsi sulle nuove norme e tecniche di prevenzione.

Articoli correlati:

NRDC-ITA in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: NRDC-ITA

20160128_NRDC-ITA_corso prevenzione incendi (3)

20160128_NRDC-ITA_corso prevenzione incendi (4)

20160128_NRDC-ITA_corso prevenzione incendi (1)

NRDC-ITA festeggia Santa Barbara con il neo assunto personale della Marina

20151204_NRDC-ITA_Santa BarbaraPrima celebrazione interforze di Santa Barbara per il Corpo d’armata di reazione rapida della NATO in Italia (NRDC-ITA), comandato dal gen Riccardo Marchiò.

La ricorrenza di Santa Barbara ha infatti assunto una particolare valenza quest’anno presso NRDC-ITA: con la recente acquisizione della capacità di integrazione interforze, infatti, le celebrazioni in onore di Santa Barbara hanno coinvolto non solo gli Artiglieri e i Genieri italiani e stranieri in servizio presso la caserma Ugo Mara, sede del comando a Solbiate Olona, ma hanno visto partecipe anche il personale della Marina Militare, recentemente assunto in forza.

Il gen Maurizio Boni, Capo di stato maggiore del NRDC-ITA e decano degli Artiglieri della Mara, ha presieduto la ricorrenza, che è stata ricordata con una Santa Messa presso la cappella del Comando. “L’evento di oggi – ha ricordato il gen Boni – rappresenta un importante elemento a suggello di quei valori unanimemente riconosciuti di dedizione al servizio e assunzione di responsabilità, che prescindono dai colori delle uniformi travalicando i confini nazionali”.

Il Comando del Corpo d’Armata di Reazione Rapida della NATO in Italia costituisce uno dei nove Comandi Alleati ad alto profilo operativo attualmente operanti. L’Italia ne è la nazione guida, e fornisce circa il 70% del personale tratto dall’Esercito, dalla Marina Militare, dall’Aeronautica Militare e dall’Arma dei Carabinieri.

NRDC-ITA è un ente che rappresenta un’eccellenza internazionale nell’ambito della pianificazione operativa orientata alla gestione di operazioni in aree di crisi a guida NATO o UE, sottolinea lo stesso comando nel suo comunicato stampa.

Articoli correlati:

Le celebrazioni di Santa Barbara in Paola Casoli il Blog

NRDC-ITA in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: NRDC-ITA