elitrasporto tattico

Scuola Sottufficiali: la seconda fase della Assietta 2018 per il XX Certezza prende avvio con l’elitrasporto tattico

Ha preso avvio la seconda fase dell’esercitazione Assietta 2018, impegnativo ciclo di attività continuative fuori sede organizzate dalla Scuola Sottufficiali dell’Esercito e condotte dagli Allievi Marescialli del XX Corso Certezza, per una settimana, nell’area addestrativa di Trignano di Spoleto (PG).

La Scuola Sottufficiali ne dà notizia con un comunicato stampa del 16 aprile scorso.

Nella mattinata di lunedì 16, unità di livello plotone sono state elitrasportate, con il concorso degli elicotteri CH47 del 1° reggimento Antares dell’Aviazione dell’Esercito (AVES), dall’Aeroporto Fabbri di Viterbo nell’area di Piano degli Scopi (Massa Martana – Perugia).

Terminate le operazioni di sbarco e dopo la preventiva preparazione topografica, spiega la Scuola, gli allievi hanno iniziato il movimento lungo una serie di percorsi, di circa 14 chilometri ciascuno, nell’area compresa tra le località denominate Monte Prallongo, Montemartano, Trignano e Terzo San Severo: muniti di bussola e carta topografica, hanno proceduto all’orientamento e alle determinazioni topografiche necessarie per il riconoscimento degli itinerari durante la navigazione in ambiente vario (montano, boschivo e collinare).

L’attività si è svolta nell’ambito di una adeguata cornice di sicurezza garantita dal personale della linea di comando, costituita da ufficiali e marescialli provenienti dai reparti operativi dell’Esercito Italiano, e dagli assetti logistici (trasporti e sanità) forniti dal Reparto Supporti dell’istituto di formazione militare viterbese.

Dal 16 al 19 aprile è previsto un intenso programma che vedrà protagonisti i futuri comandanti di plotone dell’Esercito Italiano: addestramento individuale al combattimento, lavori sul campo di battaglia, esercizi di topografia, procedure di comunicazione e tecnico tattiche delle unità di livello squadra nell’ambito delle operazioni difensive.

La Scuola Sottufficiali dell’Esercito ha il compito di formare Marescialli Comandanti di plotone e Marescialli con specializzazione Sanità.

L’iter formativo si sviluppa coniugando una didattica di livello universitario con un’intensa attività ginnico-sportiva unitamente a un impegnativo programma di attività militari, teoriche e pratiche, svolte in sede, in aree e strutture addestrative sul territorio nazionale.

Articoli correlati:

Assietta 2018 (prima fase) in Paola Casoli il Blog

La Scuola Sottufficiali dell’Esercito in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Scuola Sottufficiali dell’Esercito

 

Scuola Sottufficiali Esercito: abilitazione all’elitrasporto tattico per il XX corso Certezza sul nuovo CH47F

“Si è concluso per gli Allievi Marescialli del XX corso Certezza l’addestramento finalizzato al conseguimento dell’abilitazione all’elitrasporto tattico su elicotteri CH47C e CH47F, ha fatto sapere la Scuola Sottufficiali dell’Esercito con un comunicato stampa del 15 marzo.

L’attività, organizzata e condotta con personale specializzato del 1° reggimento Antares dell’Aviazione dell’Esercito (AVES), è stata suddivisa in due fasi.

La prima, teorica, finalizzata all’acquisizione delle principali nozioni relative all’aeromobile, alle modalità di imbarco e di sbarco e alle misure di sicurezza.

La seconda, pratica, presso l’Aeroporto Militare Fabbri di Viterbo, dove sono state poste in essere le procedure relative all’imbarco (segnali, avvicinamento all’elicottero, disposizione dei posti, allacciamento cinture di sicurezza e comunicazione di ‘pronti al decollo’) e allo sbarco (rapidità nell’elisbarco, posizionamento a terra, segnalazione di ‘sbarco avvenuto’).

L’elitrasporto è una forma di supporto alle operazioni terrestri diretto ad accrescere la mobilità, la tempestività d’intervento e l’autonomia delle unità, spiega la Scuola Sottufficiali.

Ha il vantaggio di assicurare una maggiore rapidità d’intervento, la possibilità di raggiungere zone di difficile accesso ai mezzi terrestri, una spiccata flessibilità del dispositivo, minore durata dei tempi d’intervento.

L’abilitazione all’elitrasporto tattico rientra tra le competenze acquisite dagli Allievi Marescialli durante l’iter formativo ed è finalizzato allo svolgimento di specifiche attività addestrative che saranno condotte con l’impiego di aeromobili ad ala rotante.

Il 1° reggimento Antares dell’AVES dispone, tra l’altro, delle macchine ad ala rotante più “pesanti” della Forza Armata: l’elicottero CH47 nelle versioni “C”, più datata, ed “F”, di recente introduzione in linea, spiega in dettaglio il comunicato.

Impiegato a più riprese in Patria e nei teatri operativi oltremare, vanta anche una lunga esperienza nelle campagne estive anti incendi boschivi.

Il CH47 è un aeromobile estremamente versatile che ha condotto e conduce tutt’oggi sia missioni di carattere prettamente operativo sia interventi di carattere umanitario sul territorio nazionale e all’estero.

Il CH47F, evoluzione del CH47C, è una macchina di ultima generazione in grado, tra l’altro, di operare in condizioni ambientali ove i fenomeni noti come brown-out (operazioni su terreno polveroso) e white-out (operazioni su terreno innevato) possono essere causa di disorientamento spaziale degli equipaggi.

Inoltre, può interfacciarsi con i più moderni sistemi di Comando e Controllo (C2) attualmente in dotazione alle Forze Armate.

La Scuola Sottufficiali dell’Esercito ha il compito di formare Marescialli Comandanti di plotone e Marescialli con la Specializzazione Sanità.

L’iter formativo si sviluppa coniugando una didattica di livello universitario con un’intensa attività ginnico-sportiva unitamente a un impegnativo programma di attività militari, teoriche e pratiche, svolte in sede, in aree e strutture addestrative sul territorio nazionale, conclude il comunicato stampa della Scuola Sottufficiali.

Articoli correlati:

La Scuola Sottufficiali dell’Esercito in Paola Casoli il Blog

Il 1° rgt Antares in Paola Casoli il Blog

L’AVES in Paola Casoli il Blog

Il XX corso Certezza in Paola Casoli il Blog

Le campagne anti incendi boschivi in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Scuola Sottufficiali Esercito