Freccia

COMFOP SUD: i Bersaglieri della Aosta in addestramento con gli US Marines Corps per una sinergia di pianificazione e condotta

È stata condotta nei giorni scorsi, presso il Lago Rubino, area addestrativa a pochi chilometri dalla città di Trapani, un’esercitazione bilaterale tra il 6° reggimento Bersaglieri congiuntamente ai militari del US Marines Corps di stanza presso la Naval Air Station di Sigonella, ha fatto sapere con una nota stampa di oggi, 16 marzo, il Comando Forze Operative Sud (COMFOP SUD).

L’esercitazione, sviluppata in più giorni, ha dato modo ai Fanti piumati dell’Esercito e ai colleghi statunitensi di sviluppare in sinergia l’attività di pianificazione e condotta di azioni operative complesse.

L’attività ha rappresentato l’occasione per affinare le capacità di interoperabilità e compatibilità delle procedure in ambito internazionale, e si è rivelata un utile momento di confronto e crescita sulle caratteristiche tecniche di mezzi e materiali in dotazione alle due Forze Armate.

In particolare, sottolinea la nota stampa, sono state illustrate le capacità tecnico-operative del nuovo Veicolo Blindato Medio (VBM) Freccia, in dotazione al 6° reggimento Bersaglieri.

Articoli correlati:

Il 6° rgt Bersaglieri in Paola Casoli il Blog

La brigata Aosta in Paola Casoli il Blog

Il COMFOP SUD in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMFOP SUD

 

Esercito: Festa della Fanteria e cambio del drappo della Bandiera di Guerra

20160419_Scuola Fanteria Esercito Italiano_corso specializzazione sergenti (2)Domani, martedì 24 maggio 2016, avrà luogo presso la caserma MOVM sottotenente Ugo Bartolomei di Cesano di Roma la cerimonia in occasione della Festa dell’Arma di Fanteria e cambio del drappo della Bandiera di Guerra dell’Arma di Fanteria, fa sapere la stessa Scuola di Fanteria nell’invito alla stampa.

A tale ricorrenza prenderanno parte il comandante per la Formazione, specializzazione e dottrina dell’Esercito, generale Giorgio Battisti, il comandante della Scuola di Fanteria, generale Massimo Mingiardi, e numerose autorità civili e religiose della circoscrizione di Cesano.

La celebrazione, legata all’anniversario dell’entrata dell’Italia nella guerra del 1915-18, vedrà inoltre la partecipazione di un nutrito numero di bambini degli istituti d’istruzione di Cesano e dintorni.

20160419_Scuola Fanteria Esercito Italiano_corso specializzazione sergenti (1)Al termine della cerimonia, i militari della Scuola di Fanteria faranno cimentare gli alunni delle scuole sul ponte di corde tibetano e sulla parete di roccia artificiale.

Inoltre, sul piazzale della caserma sarà allestita un’esposizione dei più moderni equipaggiamenti e veicoli in dotazione alla Fanteria, tra cui il cingolato Dardo e i blindati Lince e Freccia 8×8, impiegati dai contingenti italiani all’estero.

Articoli correlati:

La Scuola di Fanteria in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto (archivio: 8° seminario di specializzazione, marzo 2016): Scuola di Fanteria

 

Brigata Pinerolo: il COM 2° FOD, gen De Leverano, in visita a staff e reparti riceve aggiornamento sulla Forza NEC

20150826_gen De Leverano_visita presso il CARA di Bari PaleseIl comandante del 2° Comando delle Forze di Difesa (2° FOD), generale Luigi Francesco De Leverano, è in visita oggi, 26 agosto, alla brigata Pinerolo, come fa sapere la stessa unità in un suo comunicato stampa.

In questa sua prima visita allo staff del comando e ai reparti dipendenti, il gen De Leverano viene accompagnato dal comandante della brigata Pinerolo, gen Gianpaolo Mirra.

La grande unità, composta da sette reggimenti dislocati su tutto il territorio pugliese dalla Capitanata al Salento, sta sperimentando il progetto Forza NEC, ovvero l’utilizzo di nuovi materiali ed equipaggiamenti in grado di consentire al personale il collegamento diretto e immediato con il centro decisionale, condividendo informazioni e dati.

20150826_gen De Leverano_visita presso il CIENel corso di questa visita, il comandante del 2° FOD ha avuto l’occasione di ricevere un aggiornamento diretto e puntuale sui progressi di tale innovativa sperimentazione.

Oggi, si apprende, il generale De Leverano ha visitato anche il C.A.R.A. e il C.I.E. di Bari Palese, strutture presso le quali i militari della grande unità garantiscono la sicurezza nel contesto dell’operazione Strade Sicure. Nell’arco della giornata ha incontrato il Presidente della Regione Puglia, dottor Michele Emiliano. Durante l’incontro si è evidenziato come la brigata Pinerolo, con i suoi oltre 5.500 militari e relative famiglie, rappresenti una importante realtà perfettamente integrata nel tessuto socio-economico della Puglia.

20150826_Gen De Leverano al centro a destra il Comandante della PineroloLa giornata è proseguita con la visita al 7° reggimento Bersaglieri di Altamura e al 31° reggimento Carri di Lecce della Scuola di Cavalleria (che attualmente dipende funzionalmente dalla Pinerolo per gli aspetti connessi con la sperimentazione delle componenti che costituiranno i futuri equipaggiamenti della Forza Armata) .

La visita proseguirà domani, 27 agosto, presso il 9° reggimento Fanteria Bari con sede a Trani e l’82° reggimento Fanteria Torino con sede a Barletta, quest’ultimo primo reparto in Italia a essere alimentato con il nuovo veicolo blindato medio a 8 ruote motrici denominato Freccia, mezzo con cui il reggimento ha anche preso parte all’operazione ISAF in Afghanistan e che, attualmente, è in dotazione a tutti i reggimenti della brigata. Presso la sede dell’ 82° reggimento, il gen De Leverano incontrerà il sindaco della città di Barletta, dottor Pasquale Cascella.

20150826_gen De Leverano_un momento dell'incontro con il Governatore della PugliaLa visita si concluderà venerdì 28 agosto a Foggia, dove il comandante del 2° FOD visiterà il 21° reggimento Artiglieria Trieste, unità che attualmente è responsabile del Raggruppamento Puglia nell’ambito dell’operazione Strade Sicure, e l’11° reggimento Genio guastatori.

Proprio l’11° reggimento Genio è stato impegnato con i propri mezzi tecnici, durante il fine settimana di Ferragosto, nell’attività di soccorso alle località alluvionate della Calabria di Rossano Calabro e Corigliano.

I reggimenti del Genio, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, sono in grado di intervenire nei casi di pubbliche calamità e utilità, in ogni momento, su tutto il territorio italiano a supporto della comunità nazionale grazie alla loro capacità dual-use.

20150826_gen De Leverano_incontro con il Governatore della PugliaArticoli correlati:

La brigata Pinerolo in Paola Casoli il Blog

La Forza NEC in Paola Casoli il Blog

Il 2° FOD in Paola Casoli il Blog

L’operazione Strade Sicure in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: brigata Pinerolo

20150826_com 2 FOD gen De Leverano_firma albo d'onore_brigata Pinerolo

Lux Ignis III: conclusa l’esercitazione della brigata Pinerolo in preparazione del Libano. Foto

Si è conclusa ieri, 22 maggio, alla presenza del Capo di stato maggiore dell’Esercito (CaSMD), generale Claudio Graziano, l’esercitazione Lux Ignis III condotta dalla brigata Pinerolo di Bari, a premessa del dispiegamento in Libano.

Circa 1.400 uomini e donne hanno sviluppato, dallo scorso 28 aprile, una serie di attività dinamiche, diurne e notturne, per la verifica della capacità di operare nel teatro operativo libanese, e sempre con l’attenzione e la responsabilità di creare le condizioni di tutela del territorio riducendo al minimo l’impatto ambientale all’interno del poligono occasionale di Torre di Nebbia.

L’esercitazione finale di ieri ha visto l’organizzazione di due differenti azioni a fuoco con il coinvolgimento di tutte le componenti operative e logistiche presenti, per un totale di 600 soldati e circa 100 mezzi tra tattici e logistici.

Durante la prima attività è stata prevista la reazione a un attacco condotto da forze ostili contro un convoglio logistico di aiuti umanitari, una situazione molto aderente a tutti gli scenari dei teatri operativi. A sostegno di questa reazione sono intervenuti i moderni sistemi d’arma ruotati da combattimento (Centauro, Freccia e Lince).

L’azione ha permesso di verificare le capacità di comando e controllo di tutti gli assetti esercitati coordinando fuoco e movimento con sincronismo e grande dinamicità.

Nella seconda attività addestrativa si è  simulato il supporto a mediatori governativi attaccati durante un incontro con altre autorità, recuperati e  messi in sicurezza da un assetto di forze con capacità di combattimento nei centri abitati e specializzato nella protezione e scorta VIP.

Questa azione ha visto l’impiego anche dei binomi a cavallo dell’Esercito, autentica novità per l’utilizzo sia nell’addestramento sia a supporto del controllo del territorio nelle aree non accessibili ai mezzi ruotati.

Tutte le attività addestrative hanno previsto l’impiego di tre elicotteri dell’Aviazione dell’Esercito (AVES), utilizzati anche per integrare il controllo del poligono e prevedere un eventuale elitrasporto di personale nei vicini ospedali.

Infine, il generale Graziano ha visitato l’innovativo posto comando  digitalizzato della brigata Pinerolo, prima unità composta da forze medie dell’Esercito e impegnata a perseguire gli obiettivi del Progetto Forza NEC (Network Enabled Capability) e soldato futuro.

Articoli correlati:

COMFOTER: il generale Bernardini in visita all’esercitazione Lux Ignis III della Pinerolo per il Libano e al 2° reggimento AVES Sirio (15 maggio 2014)

Il progetto Soldato futuro in Paola Casoli il Blog

La brigata Pinerolo in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: brigata Pinerolo

Afghanistan, RC-W ISAF: a Shindand l’op Gordian Knot promuove la presenza della base aerea

È un’area di importanza strategica, quella di Shindand, e ciò è sottolineato proprio dal nome dell’operazione condotta nei giorni scorsi, Gordian Knot, nodo gordiano. La distribuzione di oltre 100 pacchi di viveri e un ingente quantitativo di abiti per bambini nel distretto di Shindand, che avuto luogo nel corso dell’operazione condotta congiuntamente da militari ISAF della Transition Support Unit Center (TSU-C) e da afgani dell’ANA (Afghan National Army) e della polizia, aveva come obiettivo il rafforzare e migliorare i rapporti con i distretti più vicini alla base aerea.

L’operazione è stata condotta nei giorni scorsi, fa sapere il Regional Command-West (RC-W) su base brigata Julia al comando del generale Ignazio Gamba, in stretta collaborazione con un plotone dell’ANA (Afghan National Army) e con le forze di polizia afgana.

Nel corso dell’operazione Gordian Knot, il colonnello Stefano Mega, comandante della TSU-C di stanza a Shindand, ha incontrato in una shura, tradizionale riunione tra gli anziani e i capi villaggio, il Mullah Lal Mohammad, amministratore di un distretto con una popolazione di circa 45mila abitanti che si estende su quasi 10mila chilometri quadrati nell’area di confine tra il distretto di Shindand e quello di Herat, e quindi importante crocevia per le comunicazioni lungo l’importante Ring Road.

L’attività è stata condotta in sicurezza grazie all’impiego di un velivolo a pilotaggio remoto del Task Group Astore della Joint Air Task Force, che ha vegliato dall’alto sul dispiegamento delle forze per tutta la durata dell’attività, di personale proveniente dal 2° reggimento genio guastatori di Trento a bordo dei moderni veicoli Freccia e dalle forze di sicurezza afgane.

La TSU-C è l’unità di manovra su base 7° reggimento alpini di Belluno che opera per supportare le autorità afgane nel loro compito di garantire sicurezza, sviluppo e governabilità a favore della popolazione locale in quelle aree ove la presenza di strutture governative legalmente riconosciute è ancora insufficiente.

Articoli correlati:

La Transition Support Unit-Center (TSU-C) in Paola Casoli il Blog

La Ring Road afgana in Paola Casoli il Blog


Fonte: RC-W ISAF

Foto: RC-W ISAF

Il CaSME gen Graziano visita la brigata Pinerolo e discute con sindaco di Bari sinergie tra Esercito e città

Il Capo di stato maggiore dell’Esercito (CaSME), generale Claudio Graziano, ha completato ieri la sua visita ai reparti della brigata meccanizzata Pinerolo in Puglia.

Accompagnato dal generale Vincenzo Lops, comandante del 2° Comando delle Forze di Difesa (2° FOD), il generale Graziano ha visitato il comando brigata dove il generale Carlo Lamanna, comandante dell’unità, ha illustrato le principali attività addestrative e operative in corso.

Al termine del briefing, il Capo di stato maggiore dell’Esercito ha incontrato il personale militare e civile della brigata e del dipendente reparto Comando e Supporti Tattici al quale ha espresso parole di soddisfazione per le numerose attività condotte all’estero e sul territorio nazionale.

Nel corso della visita, il generale Graziano ha incontrato al Palazzo di Città il sindaco di Bari, Michele Emiliano, con il quale sono state discusse possibili ulteriori sinergie tra l’Esercito e la Città di Bari.

Ad Altamura il generale Graziano, dopo aver salutato i bersaglieri del 7° reggimento e visitato le infrastrutture del reparto, ha assistito, nel poligono di Tor di Nebbia, a un’esercitazione condotta dal personale del reggimento che ha in dotazione il veicolo blindato medio Freccia.

La visita è poi proseguita a Foggia, dove sono di stanza il 21° reggimento artiglieria terrestre Trieste e l’11° reggimento genio guastatori, e a Barletta, presso l’82° reggimento di fanteria Torino da poco rientrato dall’Afghanistan.

La brigata meccanizzata Pinerolo, rientrata recentemente dal Libano, è attualmente impegnata nell’Operazione Strade Sicure in Campania, con il 9° reggimento di fanteria Bari nelle città di Napoli e Caserta, e in Afghanistan, dove opera una compagnia equipaggiata con i veicoli blindati Freccia.

Articoli correlati:

La brigata meccanizzata Pinerolo in Paola Casoli il Blog

Fonte: stato maggiore Esercito

Foto: stato maggiore Esercito

Afghanistan, RC-W ISAF: l’operazione Southern Arrow si conclude dopo 20 giorni e 10mila chilometri di pattuglia

Si è appena conclusa dopo una ventina di giorni, e 10mila chilometri percorsi in pattugliamenti continui, l’operazione Southern Arrow nell’area di responsabilità italiana del Regional Command-West (RC-W) ISAF, su base brigata Garibaldi al comando del generale Luigi Chiapperini, nell’Afghanistan occidentale.

L’attività operativa, condotta dalla Task Force Center su base 82° reggimento fanteria Torino, ha visto impegnata una compagnia di manovra con 12 veicoli blindati Freccia e 20 veicoli tattici Lince, che quotidianamente hanno pattugliato la Ring Road, la strada che attraversa le quattro province che costituiscono l’RC-W conosciuta anche come Highway 1.

L’operazione, fa sapere il comunicato stampa dell’RC-W, ha permesso di mantenere la libertà di movimento lungo la rotabile di grande importanza strategica e commerciale, e di contrastare la criminalità e l’insorgenza locale, incrementando notevolmente le condizioni di sicurezza delle aree pattugliate.

Articoli correlati:

L’RC-W ISAF in Paola Casoli il Blog

La Highway 1 (Ring Road) in Paola Casoli il Blog

Fonte: RC-W ISAF

Foto: RC-W ISAF

Celebrazioni 151° anniversario costituzione Esercito Italiano. Il CsmE generale Graziano depone una corona d’alloro all’Altare della Patria. Domani Napolitano conferirà decorazioni

Nel corso della mattinata di oggi, giovedì 3 maggio, il Capo di stato maggiore dell’Esercito, generale Claudio Graziano, deporrà una corona d’alloro all’Altare della Patria, per rendere omaggio a quanti hanno offerto la propria vita per la Patria e per i valori su cui si fonda l’Italia.

L’evento si colloca a premessa della cerimonia militare in programma domani 4 maggio, 151° anniversario della costituzione dell’Esercito Italiano, all’Ippodromo militare “Generale di Corpo d’Armata Pietro Giannattasio” di Tor di Quinto a Roma.

Alla cerimonia di domani, che prenderà avvio alle 10.30, presenzierà il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che conferirà le seguenti decorazioni:

Croce di Cavaliere dell’Ordine Militare d’Italia alla Bandiera di Guerra dell’Esercito Italiano per l’impiego, dal 2003 al 2011, per il mantenimento della pace, la stabilizzazione e ricostruzione di aree di crisi e la salvaguardia della libertà nei teatri operativi dell’Iraq, dell’Afghanistan, del Sudan e del Libano;

Medaglia d’Oro al Valor Militare, alla memoria, al Sottotenente Mauro Gigli;

Medaglia d’Oro al Valor Militare, alla memoria, al Caporal Maggiore Capo Scelto  Pierdavide De Cillis;

Croce d’Onore, alla memoria, al Capitano Massimo Ranzani;

Croce d’ Onore, alla memoria, al Caporal Maggiore Capo Luca Sanna;

Croce d’ Onore, alla memoria, al Caporal Maggiore Capo Gaetano Tuccillo;

Croce d’ Onore, alla memoria, al Caporal Maggiore Scelto Roberto Marchini;

Croce d’Onore, alla memoria, al Caporal Maggiore Scelto David Tobini;

Croce d’Onore, alla memoria, al Primo Caporal Maggiore Matteo Miotto;

Croce d’Onore al Primo Caporal Maggiore Simone Careddu;

Croce d’Onore al Caporal Maggiore Luca Barisonzi.

Il 4 maggio 1861 a Torino, Manfredo Fanti, in qualità di Ministro della Guerra, decretò che il Regio Esercito, prima denominato Armata Sarda, avrebbe preso il nome di Esercito Italiano.

Per ricordare l’avvenimento sarà schierata una brigata costituita da Reparti operativi e Istituti di formazione che indosseranno le uniformi storiche e gli equipaggiamenti di specialità.

Alle spalle dello schieramento saranno esposti alcuni tra i principali mezzi in dotazione alla Forza Armata, tra i quali il VTLM Lince, il VBM Freccia, il VBL Puma un elicottero A-129 Mangusta, un elicottero CH-47, un elicottero NH-90, attualmente impiegati nei teatri di operazione.

Articoli correlati:

L’Esercito Italiano festeggia il 151° anniversario della costituzione. Milano, apertura della caserma Santa Barbara (2 maggio 2012)

L’Esercito Italiano festeggia il 151° anniversario della costituzione in musica (18 aprile 2012)

Fonte: stato maggiore Esercito Italiano

Foto: la Bandiera dell’Esercito Italiano è di esercito.difesa.it