MATE-HQ

Paracadutisti: onore ai caduti della battaglia di vent’anni fa al Check Point Pasta e della missione IBIS

Il 2 luglio 2013, i paracadutisti della brigata Folgore hanno commemorato a Mogadiscio, insieme ai loro colleghi italiani e stranieri, i caduti della battaglia del Check Point Pasta di 20 anni fa, ricordando con loro anche gli altri caduti durante la missione IBIS.

Sono inquadrati nell’ambito della missione addestrativa europea a favore delle Forze Armate Somale denominata EUTM-Somalia, i paracadutisti del 186° reggimento, e costituiscono la forza di reazione rapida del quartier generale dei Mentoring Advising and Training Elements (MATE HQ), comandato dal colonnello Gerolamo Demasi.

La base operativa è situata all’interno dell’aeroporto di Mogadiscio, mentre l’attività si svolge nelle sedi istituzionali del ministero della Difesa, dello stato maggiore della Difesa e del centro di addestramento di Jazeera.

Nel corso della commemorazione, dopo la messa officiata da monsignor Giorgio Bertin, vescovo di Djbouti e amministratore apostolico della diocesi di Mogadiscio, è stata eseguita la cerimonia dell’alzabandiera con la deposizione di una corona in onore ai caduti.

Tra i presenti l’ambasciatore e delegato speciale per la Somalia, S.E. Andrea Mazzella, e la Country Representative di UNHCR Somalia, Alessandra Morelli.

Nel discorso di commemorazione il comandante del MATE HQ ha sottolineato l’importanza di mantenere vivo il ricordo di chi è caduto servendo la patria, per far sì che queste perdite non siano avvenute invano e, anzi, servano da stimolo nello svolgimento delle attività future nei vari teatri operativi.

Articoli correlati:

EUTM Somalia: appena giugno a Mogadiscio un team per la sicurezza italiano (2 giugno 2013)

Fonte: stato maggiore Difesa

Foto: WorldWar Forum

EUTM, Somalia: appena giunto a Mogadiscio un team per la sicurezza italiano

Questa mattina 2 giugno alle 6 italiane, fa sapere lo stato maggiore della Difesa, un team della Security Support Element – SSET, composto da 23 militari italiani, ha raggiunto la base di Mogadiscio dove si trova il quartier generale del Monitoring Advisoring Training Element (MATE-HQ) della missione europea in Somalia.

Il team, proveniente dalla base di Gibuti, si è rischiarato nella capitale somala per svolgere il compito di forza di pronto impiego, la cosiddetta Quick Reaction Force, della missione europea preposta all’addestramento delle Forze Armate e di sicurezza locali.

Tra le iniziative assunte dalla comunità internazionale per la stabilizzazione del Corno d’Africa, con particolare riguardo alla situazione della Somalia e alle relative implicazioni a livello regionale, nel gennaio 2010 il Consiglio Europeo ha approvato l’invio di una missione militare per contribuire all’addestramento delle Forze di sicurezza somale, denominata European Union Training Mission to contribute to the training of Somali security forces (EUTM Somalia).

La missione, è schierata in Uganda, con il Mission Headquarters (MHQ) presso la capitale Kampala, una base addestrativa, il Training Cam, a Bihanga, a 250 chilometri a ovest di Kampala, e un ufficio di collegamento a Nairobi, in Kenia.

Articoli correlati:

EUTM Somalia in Paola Casoli il Blog

Fonte: stato maggiore Difesa

Foto: stato maggiore Difesa