autieri

COMLOG Esercito: a 103 anni dalla Battaglia degli Altipiani il TRAMAT resta l’arma logistica per eccellenza

Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito (CaSME), Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, ha presenziato ieri mattina, 23 maggio, a Roma, alla celebrazione del 103° anniversario della Battaglia degli Altipiani e Festa dell’Arma dei Trasporti e Materiali (TRAMAT), “Arma logistica per eccellenza dell’Esercito”, ricorda il Comando Logistico (COMLOG) dell’Esercito con una nota stampa di ieri.

Alla cerimonia, svoltasi presso il Comando dei Supporti Logistici, alla presenza delle Bandiera di guerra dell’Arma dei Trasporti e Materiali, dell’11° Reggimento Trasporti Flaminia, del Reggimento di Manovra Interforze e dell’8° Reggimento Trasporti Casilina e del Gonfalone di Roma Capitale, sono intervenuti il Comandante Logistico dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Francesco Paolo Figliuolo, il Capo dell’Arma dei Trasporti e Materiali, Maggior Generale Gerardo Restaino, e il Comandante dei Trasporti e Materiali, Maggior Generale Arnaldo Della Sala, oltre a numerose alte Autorità militari, civili e religiose.

Presenti anche il medagliere dell’Associazione Nazionale Autieri d’Italia e i labari e gli stendardi delle associazioni combattentistiche e d’arma.

Le celebrazioni sono iniziate con la deposizione di una corona al monumento degli Autieri caduti alla presenza delle autorità civili e militari. Inoltre, sono stati proiettati filmati d’epoca riportanti l’evoluzione dei mezzi e dei materiali impiegati dall’Esercito nelle diverse epoche storiche.

La ricorrenza è legata alla Battaglia degli Altipiani, che nel maggio 1916 consentì di arrestare le truppe austro-ungariche proiettate verso la pianura veneta allo scopo di aggirare il dispositivo difensivo italiano. La manovra ebbe successo anche grazie al contributo degli Autieri, che seppero trasferire in brevissimo tempo dal Fronte dell’Isonzo a quello degli Altipiani migliaia di soldati e materiali.

Al termine della cerimonia, si apprende dalla nota, alcune unità dell’Arma TRAMAT hanno condotto una dimostrazione pratica che ha evidenziato come l’Esercito, grazie alla capacità dual-use delle proprie unità, oltre all’impiego nelle operazioni sul territorio nazionale e all’estero, è una risorsa preziosa del Paese in grado di fornire, tempestivamente e con efficacia supporto alla popolazione in caso di pubblica calamità e di soccorso.

In particolare, l’esercitazione si è sviluppata attraverso l’allestimento di un posto smistamento feriti e distribuzione carburanti speditivi e di un assetto di gestione dei servizi aeroportuali.

Oggi, l’Arma dei Trasporti e Materiali assicura il sostegno alle Unità della Forza Armata in tutte le attività operative e addestrative, in Patria e all’estero.

Articoli correlati:

Il TRAMAT in Paola Casoli il Blog

La Battaglia degli Altipiani in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG Esercito

 

Ampio Raggio e gli Autieri d’Italia uniti in campo umanitario per portare la pace dove c’è la guerra

“A sole poche settimane dal lancio del nuovo progetto giungono i primi aiuti umanitari dalla Gloriosa Associazione ANAI, l’Associazione Nazionale Autieri d’Italia, che vanta una pluriennale esperienza in campo umanitario e una vasta copertura sul territorio nazionale”, scriveva a fine novembre l’Associazione Ampio Raggio a proposito di una iniziativa di aiuto in favore della popolazione del Libano.

“L’ANAI – spiega Ampio Raggio – vanta oltre ottanta Sezioni distribuite in tutta Italia e da oltre sessant’anni è attiva e partecipe alle vicende della vita nazionale, oltre che svolgere, in ambito locale e regionale, attività che abbiano per oggetto il superamento di difficoltà materiali e morali della collettività”.

È proprio sulla base di questi saldi principi che la Sezione di Roma, guidata dal Ten Gen Vincenzo De Luca, si è prodigata in una vasta raccolta di materiale didattico, e la Sezione di Bolzano, presieduta dal Gen Lorenzo Miribung, ha contribuito economicamente in modo cospicuo per l’acquisto di una ludoteca e di giochi ludico creativi.

“Ringrazio di vero cuore il Gen Vincenzo De Luca, fondatore della Gloriosa Associazione Nazionale Autieri d’Italia di cui mi onora essere parte attiva – scrive il Presidente di Ampio Raggio, Antonio Pio Autorinoe il Gen Lorenzo Miribung, per la donazione utile all’acquisto di materiale sportivo al fine di allestire un campo da tennis e basket”.

“Portare la pace in territori martoriati dalla guerra non è semplice, ma trasmetterla con piccoli gesti che in realtà sono grandi opere d’amore sì!”

Fonte e foto: Associazione Ampio Raggio

COMFOPNORD il 29° raduno degli Autieri nel ricordo del primo grande autotrasporto di truppe e materiali nella Battaglia degli Altipiani

Si è svolta a Portogruaro (VE) la cerimonia conclusiva del 29° Raduno Nazionale dell’Associazione Nazionale Autieri d’Italia dal centenario della propria nascita, ha fatto sapere il Comando Forze Operative Nord (COMFOPNORD) con un comunicato stampa del 27 maggio.

“Fu infatti alla fine della Grande Guerra quando, nel 1918, un gruppo di reduci automobilisti, motivati dallo spirito di corpo, promosse l’iniziativa di costituire un’associazione che li rappresentasse”, ricorda il COMFOPNORD nel comunicato.

Alla cerimonia ha presenziato il Comandante Logistico dell’Esercito Generale di Corpo d’Armata Luigi Francesco De Leverano, in rappresentanza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, accompagnato dal Presidente Nazionale degli Autieri d’Italia, Tenente Generale Vincenzo De Luca.

La cerimonia è iniziata con gli onori alla massima autorità che, alla presenza della Bandiera di Guerra dell’Arma dei Trasporti (TRAMAT) e di numerose Autorità civili cittadine, tra le quali il Sindaco di Portogruaro, Maria Teresa Senatore, ha rassegnato lo schieramento formato dalla Compagnia d’Onore e dalla Banda della Scuola Trasporti e Materiali, da molte centinaia di Autieri in congedo con le loro bandiere e labari e da una rappresentanza militare.

Il giorno precedente, presso la sala Colonne del Municipio di Portogruaro, è stata inaugurata la mostra “Grande Guerra” a cura del Museo storico della Motorizzazione militare di Roma e il 5° reggimento Artiglieria Terrestre Superga di Portogruaro.

Il raduno si è svolto a distanza di una settimana dalla Festa dell’Arma TRAMAT (link articolo in calce), che quest’anno è stata celebrata a Terni lo scorso 18 maggio.

La celebrazione di quest’anno ha segnato il 102° anniversario della Battaglia degli Altipiani, evento della Grande Guerra, che si svolse dal 19 al 22 maggio del 1916.

La Battaglia degli Altipiani consentì di arrestare le truppe austro-ungariche proiettate verso la pianura veneta allo scopo di aggirare il dispositivo difensivo italiano.

La manovra ebbe successo anche grazie al grande contributo degli Autieri, precursori dell’Arma Trasporti e Materiali, che seppero trasferire in brevissimo tempo dal fronte dell’Isonzo a quello degli Altipiani Vicentini migliaia di soldati.

Fu il primo grande autotrasporto strategico di truppe e materiali, oltre 120 mila uomini spostati sull’Altopiano di Asiago, in breve tempo, per arginare l’avanzata dell’esercito austroungarico, ormai in procinto di dilagare nella sottostante pianura padana.

Tale straordinaria azione, innovativa per l’epoca, vide l’impiego contemporaneo di oltre 1.000 autocarri e creò le basi per la nascita del Servizio Automobilistico diventato oggi Arma dei Trasporti e Materiali.

“Una storia lunga più di cento anni quella degli Autieri dell’Esercito, protagonisti del supporto logistico, presenti anche oggi in tutte le operazioni militari, in Patria e all’estero”, conclude il comunicato.

Articoli correlati:

TRAMAT: il Comandante Logistico gen De Leverano al 102° della Battaglia degli Altipiani e Festa dell’Arma Trasporti e Materiali (21 maggio 2018)

Il TRAMAT in Paola Casoli il Blog

Il COMFOPNORD in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMFOPNORD

Esercito, i 101 anni degli Autieri: cerimonia nello storico Polo di Mantenimento Pesante Nord di Piacenza

L’Arma dei Trasporti e Materiali dell’Esercito ha celebrato a Piacenza, nella storica cornice del Polo di Mantenimento Pesante Nord, il 101° anniversario della sua costituzione, fa sapere un comunicato stampa dell’Esercito del 26 maggio scorso.

Alla celebrazione del 101° anniversario della Battaglia degli Altipiani e Festa dell’Arma dei Trasporti e Materiali (TRAMAT), Arma logistica per eccellenza dell’Esercito, ha presenziato il Capo di stato maggiore dell’Esercito (CaSME), gen Danilo Errico.

È una storia lunga più di cento anni quella degli Autieri dell’Esercito, oggi Arma dei Trasporti e Materiali, protagonisti del supporto logistico, presenti in tutte le operazioni militari, in Patria e all’estero.

La cerimonia ha avuto luogo alla presenza della Bandiera di Guerra dell’Arma dei Trasporti e Materiali, del Gonfalone della Città e della Provincia di Piacenza e dei Labari delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.

All’evento sono intervenuti, oltre alle più alte cariche civili, militari e religiose di Piacenza, il Comandante Logistico dell’Esercito, gen Leonardo di Marco, il gen Gerardo Restaino, Decano dell’Arma TRAMAT, e il gen Arnaldo Della Sala, Comandante TRAMAT.

Presenti, inoltre, tutte le maestranze dei due stabilimenti militari della città, accompagnate dai propri familiari e alcune classi elementari di istituti scolastici piacentini.

Durante il suo intervento, il CaSME ha sottolineato l’importanza dell’Arma dei Trasporti e Materiali che assicura il sostegno alle Unità della Forza Armata sul territorio nazionale e nei teatri operativi esteri, fornendo altresì concorso in casi di pubblica calamità per il sostegno della popolazione civile come in occasione del terribile terremoto che, lo scorso anno, ha messo in ginocchio l’Italia centrale.

“Si tratta di un impegno oneroso – ha dichiarato il CaSME gen Errico – nel solco delle tradizioni e frutto di una non comune dedizione e di un silente quotidiano lavoro, che vi ha fatto guadagnare la stima della comunità nazionale e il rispetto dei commilitoni e costituisce il miglior viatico per poter raggiungere sempre nuovi successi che si concretizzano anche grazie al prezioso e competente contributo del personale e delle maestranze civili che, peraltro, celebrano oggi la loro giornata di festa”.

“Professionisti che, in costante e perfetta sinergia, affiancano i loro colleghi in uniforme, confermandosi a pieno titolo parte integrante della “grande famiglia” dell’Esercito, nonché componente essenziale per l’assolvimento di tutti i suoi molteplici e delicati compiti”, ha poi concluso il gen Errico.

L’arma dei Trasporti e Materiali dell’Esercito Italiano, responsabile del sostegno logistico alle unità della Forza Armata, settore nevralgico, critico e trasversale a tutte le attività operative e addestrative della Forza Armata, ha in Piacenza due realtà d’eccellenza di rilievo nazionale: il Polo di Mantenimento Pesante Nord, costituito con la denominazione di “Officina di Costruzione di Artiglieria” il 1º luglio 1911, enucleato dalla Direzione di Artiglieria sita dal 1863 nell’area del Castello Farnesiano, e il Polo Nazionale Rifornimenti Motorizzazione, Genio, Artiglieria e NBC, costituito con la denominazione di “Magazzino Principale Ricambi” nel 1940.

Articoli correlati:

Il TRAMAT in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Esercito

TRAMAT, “espressione di modernità” afferma il CaSME gen Graziano nel 97° della Battaglia degli altipiani

Si è celebrato il 22 maggio scorso il 97° anniversario della Battaglia degli altipiani che, per tradizione, coincide con la festa dell’Arma dei Trasporti e Materiali dell’Esercito (TRAMAT).

Il Capo di stato maggiore dell’Esercito (CaSME), generale Claudio Graziano, nel Comando Logistico di Proiezione dell’Esercito, ha rivolto un pensiero commosso ai caduti “che con supremo coraggio, hanno tenuto fede al giuramento prestato, fino all’estremo sacrificio” ed espresso “sentimenti di affettuosa vicinanza” ai feriti in operazione, dopo aver ringraziato le autorità e gli ospiti intervenuti “a questa significativa ricorrenza, celebrata all’insegna della massima sobrietà, come si conviene in un momento di grave crisi economica”.

Nel suo intervento, il generale Graziano, rivolgendosi al generale Vincenzo Porrazzo, decano dell’Arma dei Trasporti e Materiali, e a tutti gli autieri ha sottolineato che “senza il fondamentale apporto dell’Arma dei Trasporti e Materiali, le operazioni di trasporto di personale e mezzi, di rifornimento, di mantenimento in efficienza di sistemi d’arma sempre più sofisticati, non sarebbero possibili. L’Arma dei Trasporti e Materiali riveste un ruolo fondamentale per l’intera Forza Armata, nell’ambito della quale rappresenta una delle più efficaci espressioni di modernità, capacità di trasformazione e propensione all’innovazione”.

Nella sala polifunzionale del Comando logistico di proiezione, che ha sede nella città militare della Cecchignola, erano schierati la Bandiera di guerra dell’Arma dei Trasporti e Materiali, il Labaro e il Medagliere dell’Associazione Nazionale Autieri d’Italia.

Nell’ambito della cerimonia militare il generale Graziano ha consegnato la Croce di Bronzo al Merito dell’Esercito al tenente colonnello Santo Saitta, per aver pianificato e condotto, nel 2010, una rischiosa operazione di recupero in Afghanistan.

La ricorrenza celebra la Battaglia degli altipiani di Asiago che fu combattuta, nel corso della Prima Guerra Mondiale, tra il 19 e il 22 maggio 1916. In quell’occasione si distinsero i primi reparti automobilistici dell’Esercito, che, trasportando al fronte in tempi brevi una grande quantità di uomini e materiali, segnarono una svolta decisiva per le sorti del conflitto.

Articoli correlati:

Il TRAMAT in Paola Casoli il Blog

Fonte: stato maggiore Esercito

Foto: stato maggiore Esercito