bando di concorso

CME Abruzzo: bando per reclutamento di 7.000 VFP1 dell’Esercito

Per il 2020 – informa il Comando Militare Esercito (CME) Abruzzo – è indetto il bando di concorso per il reclutamento di 7.000 VFP1 dell’Esercito, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 4ª s.s. n. 90 del 15 novembre 2019, ripartiti nei seguenti quattro blocchi di incorporamento:

1° Blocco:

  • presentazione domande: dal 19 novembre 2019 al 18 dicembre 2019;
  • convocazioni alle prove di efficienza fisica e accertamenti psico-fisici e attitudinali: inizio 24 febbraio 2020, termine 15 maggio 2020
  • incorporazione vincitori: 9 giugno 2020.

2° Blocco:

  • presentazione domande: dal 24 febbraio 2020 al 24 marzo 2020;
  • convocazioni alle prove di efficienza fisica e accertamenti psico-fisici e attitudinali: inizio 19 maggio 2020, termine 28 luglio 2020
  • incorporazione vincitori: 9 settembre 2020.

3° Blocco:

  • presentazione domande: dal 19 maggio 2020 al 17 giugno 2020;
  • convocazioni alle prove di efficienza fisica e accertamenti psico-fisici e attitudinali: inizio 8 settembre 2020, termine 17 novembre 2020
  • incorporazione vincitori: 9 dicembre 2020.

4°Blocco:

  • presentazione domande: dal 2 settembre 2020 al 1° ottobre 2020;
  • convocazioni alle prove di efficienza fisica e accertamenti psico-fisici e attitudinali: inizio 24 novembre 2020, termine 16 febbraio 2020
  • incorporazione vincitori: 9 marzo 2020.

Per info: www.esercito.difesa.it; CME Abruzzo – Ufficio Reclutamento e Comunicazione Caserma “Campomizzi” Strada Statale Ottanta, n. 5 – 67100 L’Aquila; telefono 0862/25345 – 0862/412552, interno 0211; e-mail casezpipr@cmeaq.esercito.difesa.it infoconcorsi@cmeaq.esercito.difesa.it

Fonte e foto: CME Abruzzo

Marina, Accademia Navale: prorogata la scadenza del bando di concorso

“È stato prorogato fino al 4 febbraio 2019 (come da prossima pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale 4^ Serie Speciale, del 25 gennaio 2019) il termine per presentare le domande al bando di concorso per accedere all’Accademia Navale di Livorno e diventare futuri ufficiali della Marina Militare, ha fatto sapere la stessa Forza Armata con un comunicato stampa di ieri, 23 gennaio.

Sono 110 i posti disponibili per la 1^ classe dei corsi normali dell’Università del Mare che offre un’opportunità formativa esclusiva e avvincente per ragazzi e ragazze che vogliono investire da subito sul proprio futuro, per diventare veri professionisti del mare attraverso variegati percorsi di studio e indirizzi professionali a seconda del Corpo di appartenenza.

Inoltre, sabato 26 gennaio l’Accademia Navale di Livorno aprirà nuovamente le porte a tutti coloro che vorranno conoscere da vicino la vita degli Allievi Ufficiali della Marina Militare, offrendo un’ulteriore opportunità ai giovani studenti, alle loro famiglie e a tutti coloro che vorranno essere presenti, di visitare lo storico Istituto di formazione nel pieno della sua attività, conoscere la “via del mare” e proseguire l’iter di studi universitari diventando un vero professionista del mare.

L’ingresso dal Varco di San Jacopodalle 09.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 18.00– segna l’inizio di un “percorso affascinante che si sviluppa lungo il Viale dei Pini passando per il complesso di Palazzo Allievi con il suo piazzale e lo storico Brigantino, Palazzo Studi con il simulatore di plancia e il planetario, le aree dedicate alle scienze nautiche e le strutture sportive di Villa Chayes”, si legge dal comunicato.

In questa occasione, gli Ufficiali dell’Accademia Navale risponderanno direttamente alle domande dei visitatori.

Questo concorso costituisce un’occasione importante per i giovani che vogliono intraprendere una carriera ad alta specializzazione in un “ambiente lavorativo in cui ogni persona è un elemento imprescindibile di un ingranaggio perfetto, partendo comunque da un patrimonio unico di tradizioni, storia e valori etici e morali fondamentali per formare i leader del futuro, capaci di operare con professionalità e spirito di sacrificio in molteplici contesti per la sicurezza e la salvaguardia del Paese e a beneficio della collettività con una naturale propensione alla tutela dell’ambiente marino”.

Approfondimento (fonte Marina Militare):

Gli Ufficiali conseguono lauree diverse a seconda del corpo di appartenenza: in Scienze Marittime e Navali per il Corpo di Stato Maggiore; in Ingegneria Navale, Ingegneria civile ed ambientale ed Ingegneria delle Telecomunicazioni per il Corpo del Genio della Marina; in Medicina e Chirurgia per il Corpo Sanitario Militare Marittimo; in Giurisprudenza per il Corpo di Commissariato Militare Marittimo ed in Scienze dell’Amministrazione e Governo del Mare per il Corpo delle Capitanerie di Porto.

Fonte e foto: Marina Militare

Marina, al via le domande online per il primo blocco dei VFP1: 2.225 i posti, accesso a Forze Speciali, Componenti specialistiche e Capitanerie

“A partire da oggi e fino al 27 settembre 2018 – scrive la Marina Militare in un comunicato stampa odierno – è possibile presentare le domande per la partecipazione al primo blocco di reclutamento per 2.225 Volontario in Ferma Prefissata annuale (VFP1) visitando direttamente l’apposita area concorsi del sito della Difesa”. 

Da qui l’ACCESSO DIRETTO CON UN CLICK

L’iter di reclutamento si è aperto con la pubblicazione sulla 4ª serie speciale della Gazzetta Ufficiale (nr. 61 del 03.08.2018) del bando di concorso che permetterà ai ragazzi tra i 18 e i 25 anni di potersi arruolare nella Marina Militare e diventare uno dei #professionistidelmare, come dall’hashtag che la Forza Armata ha scelto per parlarne sui social.

“La Marina Militare rappresenta una straordinaria opportunità per i giovani di oggi – continua il comunicato – che vogliono investire da subito sul proprio futuro. L’ambiente marittimo è la chiave di volta del domani dell’Italia, dell’Europa e di tutto il Pianeta”.

Le strutture di formazione e addestramento della Marina Militare rappresentano una “palestra di vita” con codici comportamentali basati su valori imprescindibili, sullo spirito di squadra, sul rispetto dell’ambiente, sull’assistenza al prossimo e alla collettività, dove si impara ad assumere delle precise responsabilità.

“Diventare VFP1 della Marina Militare è il primo passo verso una carriera ricca di soddisfazioni”, spiega la Marina.

Il servizio prestato per un anno permette, infatti, di poter partecipare, successivamente, alle selezioni per ulteriori due rafferme, ciascuna della durata di un anno, oppure di partecipare ai concorsi per VFP4 delle Forze Armate e contare su una percentuale di posti riservati nei concorsi delle Forze di Polizia. Inoltre, il servizio prestato in Marina Militare costituisce titolo di merito in altri concorsi della Forza Armata.

Anche quest’anno i VFP1 potranno accedere alle Forze Speciali (incursori), alle Componenti Specialistiche (anfibi, palombari, sommergibilisti e componente aeromobili) o al Corpo delle Capitanerie di Porto (CP).

Un secondo blocco di reclutamento per VFP1 è previsto dal 7 gennaio al 5 febbraio 2019.

Approfondimenti (fonte Marina Militare):

I Volontari della Ferma Prefissata annuale, al termine della breve esperienza, hanno la possibilità di partecipare all’arruolamento nei Volontari in Ferma Prefissata Quadriennale (VFP4), che prevede una fase di formazione professionale teorica, della durata di circa 6 mesi, presso le Scuole Sottufficiali di Taranto e La Maddalena oppure presso i reparti operativi, avvicendata da un tirocinio pratico di addestramento a bordo delle navi. I volontari della ferma prefissata sono impiegati in attività operative e addestrative della Marina e del Corpo della Capitaneria di Porto, nonché negli enti interforze, sia sul territorio nazionale sia all’estero.

Al termine della Ferma Prefissata Quadriennale i volontari possono proseguire la carriera in Marina transitando nel Servizio Permanente nel ruolo dei volontari di truppa.

Gli hashtag per parlarne sui social sono: #ProfessionistiDelMare #IlTuoFuturoèilmare

Articoli correlati:

Marina Militare: pubblicato il bando di concorso per 2.225 VFP1 con accesso a Forze Speciali, Componenti specialistiche e Capitanerie (9 agosto 2018)

Fonte e foto: Marina Militare

Marina Militare: pubblicato il bando di concorso per 2.225 VFP1 con accesso a Forze Speciali, Componenti specialistiche e Capitanerie

Con la pubblicazione sulla 4^ serie speciale della Gazzetta Ufficiale (nr. 61 del 03.08.2018), è iniziato l’iter che permetterà a 2.225 ragazzi tra i 18 e i 25 anni di potersi arruolare nella Marina Militare come Volontari in Ferma Prefissata annuale (VFP1), ha fatto sapere la stessa Forza Armata con un comunicato stampa del 7 agosto.

Le domande per la partecipazione al primo blocco di reclutamento, spiega la Marina, dovranno essere presentate dal 29 agosto al 27 settembre 2018; dal 7 gennaio al 5 febbraio 2019 per i giovani che intendono partecipare al secondo blocco.

“La Marina Militare rappresenta una straordinaria opportunità per i giovani di oggi, che vogliono investire da subito sul proprio futuro per diventare ‘veri professionisti del mare’. L’ambiente marittimo è la chiave di volta del domani dell’Italia, dell’Europa e di tutto il Pianeta”, scrive la Marina nel suo comunciato.

Le strutture di formazione e addestramento della Marina Militare rappresentano la “palestra di vita” con codici comportamentali basati su valori imprescindibili, sullo spirito di squadra, sul rispetto dell’ambiente, sull’assistenza al prossimo e alla collettività, dove si impara ad assumere delle precise responsabilità.

Diventare VFP1 della Marina Militare è il primo passo verso una carriera da professionista del mare, spiega la Forza Armata.

Il servizio prestato per un anno permette, infatti, di poter partecipare, successivamente, alle selezioni per ulteriori due rafferme, ciascuna della durata di un anno, oppure di partecipare ai concorsi per VFP4 delle Forze Armate e contare su una percentuale di posti riservati nei concorsi delle Forze di Polizia.

Inoltre, il servizio prestato in Marina Militare costituisce titolo di merito in altri concorsi della Forza Armata.

Anche quest’anno i VFP1 potranno accedere alle Forze Speciali (incursori), alle Componenti Specialistiche (anfibi, palombari, sommergibilisti e componente aeromobili) o al Corpo delle Capitanerie di Porto (CP).

Gli hashtag per parlarne sono: #ProfessionistiDelMare #ilTuoFuturoèilMare

Clicca QUI per la sezione concorsi sul sito web istitutuzionale della Marina Militare

Approfondimenti (fonte Marina Militare):

I Volontari della Ferma Prefissata annuale, al termine della breve esperienza, hanno la possibilità di partecipare all’arruolamento nei Volontari in Ferma Prefissata Quadriennale (VFP4), che prevede una fase di formazione professionale teorica, della durata di circa 6 mesi, presso le Scuole Sottufficiali di Taranto e La Maddalena oppure presso i reparti operativi, avvicendata da un tirocinio pratico di addestramento a bordo delle navi. I volontari della ferma prefissata sono impiegati in attività operative e addestrative della Marina e del Corpo della Capitaneria di Porto, nonché negli enti interforze, sia sul territorio nazionale sia all’estero.

Al termine della Ferma Prefissata Quadriennale i volontari possono proseguire la carriera in Marina transitando nel Servizio Permanente nel ruolo dei volontari di truppa.

Fonte e foto: Marina Militare

CME Abruzzo: al via il concorso AUFP Esercito, c’è tempo fino al 21 settembre per la domanda di partecipazione

“E’ pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 4ª s.s. n. 63  del 22 agosto 2017 il concorso per l’ammissione di 43 (quarantatré) Allievi al 9° corso Allievi Ufficiali in Ferma Prefissata (A.U.F.P.) dell’Esercito per il conseguimento della nomina a Tenente in Ferma Prefissata, ausiliario del ruolo normale del Corpo degli Ingegneri, del Corpo di Commissariato  del Corpo Sanitario dell’Esercito, ha fatto sapere il Comando Militare Esercito (CME) Abruzzo con un comunicato stampa del 24 agosto.

Possono partecipare al concorso i concorrenti con cittadinanza italiana di entrambi i sessi che non abbiano superato il 38° anno di età e in possesso della laurea magistrale.

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente on-line dal 23 agosto 2017 al 21 settembre 2017 accedendo al sito www.esercito.difesa.it, spiega il comunicato del CME Abruzzo.

Per ulteriori informazioni gli interessati possono rivolgersi al Comando Militare Esercito “Abruzzo” – Ufficio Reclutamento e Comunicazione Caserma “Campomizzi” S.S.80 n. 5 L’Aquila, telefonando ai numeri 0862/25345, 0862/412552, interno 0211, oppure inviando una e-mail agli indirizzi infoconcorsi@cmeaq.esercito.difesa.it  , fabio.caretta@esercito.difesa.it, informa il comunicato.

Articoli correlati:

Il CME Abruzzo in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto di repertorio: CME Abruzzo

Esercito: concorso per la nomina di tenenti in servizio permanente nei ruoli normali dei Corpi Ingegneri, Sanitario e Commissariato

“È stato Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 4a Serie Speciale n. 8 del 31 gennaio 2017 – Concorso, per titoli ed esami, per la nomina di Tenenti in servizio permanente nei ruoli normali del Corpo degli Ingegneri, del Corpo Sanitario e di Commissariato dell’Esercito, ha fatto sapere ieri, 2 febbraio, con un comunicato stampa, il Comando Militare Esercito (CME) Abruzzo.

Alla domanda possono concorrere tutti i cittadini di entrambi i sessi dal 1° febbraio 2017 al 2 marzo 2017 che non abbiano superato il giorno del compimento del:

1) 40° anno di età, se Ufficiali in ferma prefissata dell’Esercito, della Marina Militare o dell’Aeronautica Militare che hanno completato un anno di servizio o se Ufficiali inferiori delle Forze di completamento;

 2) 34° anno di età, se Ufficiali in ferma prefissata dell’Arma dei Carabinieri che hanno completato un anno di servizio o se Ufficiali inferiori delle Forze di completamento;

3) 32° anno di età, se non appartenenti alle predette categorie che siano in possesso di uno dei seguenti titoli di studio e degli ulteriori requisiti culturali specificamente indicati:

–  laurea magistrale in Ingegneria per l’ambiente e il territorio (LM 35) con

   abilitazione all’esercizio della professione;

–  laurea magistrale in Scienza e ingegneria dei materiali (LM 53);

–  laurea magistrale in Ingegneria delle telecomunicazioni (LM 27);

–  laurea magistrale in Ingegneria elettronica (LM 29);

–  laurea magistrale in Ingegneria informatica (LM 32);

–  laurea magistrale in Scienze chimiche (LM 54);

–  laurea magistrale in Medicina e chirurgia (LM 41) con abilitazione

   all’esercizio della professione;

–  laurea magistrale in Medicina veterinaria (LM 42) con abilitazione

   all’esercizio della professione;

–  laurea magistrale in Scienze dell’economia (LM 56);

–  laurea magistrale in Giurisprudenza (LMG/01).

Saranno ritenuti validi anche i titoli di laurea conseguiti secondo i precedenti ordinamenti, in virtù delle corrispondenze indicate dal Decreto Interministeriale 9 luglio 2009, specifica il CME Abruzzo.

Saranno, infine, ritenute valide le lauree conseguite all’estero, riconosciute dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ovvero le sole lauree magistrali conseguite in territorio nazionale, riconosciute per legge o per decreto ministeriale equipollenti a una di quelle prescritte per la partecipazione al concorso indetto con il presente decreto. In entrambi i casi, i concorrenti dovranno produrre e allegare alla domanda di candidatura la relativa documentazione probante.

Le domande di partecipazione ai concorsi, dovranno essere compilate necessariamente on-line sul sito www.esercito.difesa.it.

Per maggiori informazioni gli interessati possono rivolgersi all’Ufficio Reclutamento e Comunicazione del CME Abruzzo presso la Caserma G. Pasquali, SS.80 n. 5, L’Aquila.

Questi i recapiti per le informazioni sui concorsi: (centralino) 086225345 o 0862412552, interno 0211, e-mail: infoconcorsi@cmeaq.esercito.difesa.it

Articoli correlati:

Il CME Abruzzo in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: CME Abruzzo

Marina: con il Museo Explora la cultura del mare a portata di bambino

È stata firmata venerdì 27 gennaio, a Roma, nella storica biblioteca di Palazzo Marina, una convenzione tra la Marina Militare e il Museo dei Bambini S.C.S. Onlus di Roma Explora, fa sapere la stessa Forza Armata con un comunicato stampa.

La convenzione prevede una collaborazione nel campo dell’educazione e la formazione dei bambini in visita al museo, tutta incentrata sull’importanza che il mare riveste per l’Italia.

Nello specifico, si apprende, la Marina e il Museo Explora realizzeranno delle giornate dedicate al mare con attività promozionali e dimostrative all’interno del Museo e visite guidate a Palazzo Marina durante i previsti Open Day. L’iniziativa è senza alcun fine di lucro.

La Marina Militare, da sempre impegnata nella formazione dei propri equipaggi, incoraggia il desiderio di apprendimento delle nuove generazioni intersecando sulla propria rotta la “missione” fondante del Museo Explora, struttura privata non a scopo di lucro che non riceve finanziamenti pubblici se non dai bandi a cui partecipa.

“Questo è uno dei tanti esempi dell’impegno della Marina Militare volto alla diffusione della cultura marittima tra i più giovani perché consapevole dell’importanza del mare per il futuro dell’Italia cosi come per quello globale”, ha dichiarato alla firma dell’accordo il Capo Ufficio Pubblica Informazione e comunicazione della Marina, ammiraglio Fabio Agostini, che ha sottolineato quanto il concetto sia “riconosciuto anche da diversi scienziati e studiosi che hanno indicato quello attuale come il Blue Century – il secolo blu – per la rilevanza che l’ambiente marittimo avrà per lo sviluppo sociale ed economico del pianeta.”

La firma di questo accordo cade in un periodo dell’anno fondamentale per la Marina Militare e la sua attività istituzionale di formazione: è ancora aperto il Bando di concorso per la Prima Classe dell’Accademia Navale di Livorno (in scadenza il 9 febbraio, link articolo in calce), istituto di formazione d’eccellenza per i futuri ufficiali della Marina Militare, ricorda il comunicato stampa.

Articoli correlati:

Marina: Open Day dell’Accademia Navale di Livorno, il bando di concorso scade il 9 febbraio (20 gennaio 2017)

Il “secolo blu” in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Marina Militare

 

Due nuovi bandi della Marina Militare: per maresciallo o per ufficiale a nomina diretta

locandina MARESCIALLILa Marina Militare ha pubblicato due bandi di concorso per entrare a far parte della Forza Armata: il concorso per l’ammissione di 34 allievi marescialli alle Scuole sottufficiali della Marina Militare e il concorso, per titoli ed esami, per la nomina di 20 ufficiali in servizio permanente del ruolo normale dei Corpi della Marina Militare e del Corpo delle Capitanerie di Porto – Anno 2015.

Tutte le indicazioni per partecipare alle selezioni e per presentare online la domanda di partecipazione sono sul sito della stessa Forza Armata (www.marina.difesa.it – sezione “arruolamento e concorsi”). Maggiori informazioni al numero verde 800 862032.

I bandi di concorso scadono il 9 aprile prossimo.

Locandina Nomina DirettaArticoli correlati:

I bandi di concorso della Marina Militare in Paola Casoli il Blog

La Marina Militare in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Marina Militare