Domenico d’Isa

Libano, UNIFIL: TOA tra il 7° reggimento Bersaglieri, cedente, e il 32° reggimento Carri. Via il colonnello D’Isa, subentra il colonnello Frigo

Si è svolto la scorsa settimana, il 24 aprile, nella sede del comando di ITALBATT ad Al Mansouri, nell’area di responsabilità italiana della missione UNIFIL nel Libano del sud, il cambio di comando (TOA) tra il 7° reggimento Bersaglieri con sede a Bari e il 32° reggimento Carri  con sede a Tauriano di Spilimbergo, in provincia di Pordenone.

Il comandante cedente, colonnello Domenico d’Isa, nel suo discorso di commiato ha ringraziato gli uomini e le donne della sua unità per l’intenso lavoro effettuato a favore delle forze di UNIFIL per l’assolvimento dei compiti dettati dalla risoluzione 1701.

Al termine, come si apprende dal comunicato stampa del Sector West di UNIFIL su base brigata Pinerolo al comando del generale Carlo Lamanna, al cospetto delle due Bandiere di Guerra è avvenuto il passaggio della bandiera dell’ONU dalle mani del colonnello d’Isa  a quelle del colonnello Ferdinando Frigo, subentrante. Un atto che ha simboleggiato l’avvenuto trasferimento di autorità tra i due reparti, segnando l’inizio della nuova missione all’estero per il 32° reggimento Carri.

Il generale Lamanna ha presieduto la cerimonia che ha visto la partecipazione di alti ufficiali delle Forze Armate Libanesi e delle autorità civili locali.

Articoli correlati:

Il Sector West di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Fonte: Sector West UNIFIL

Foto: Sector West UNIFIL

Libano, i caschi blu italiani donano un laboratorio alla scuola pubblica di Naqoura

Un laboratorio scientifico per le lezioni di biologia, chimica e fisica è stato donato nei giorni scorsi alla scuola pubblica di Naqoura, nel Libano del sud, dai caschi blu italiani.

Si è trattato di un evento importante sia per gli studenti che per la municipalità. Il direttore della scuola, Jamal Hamzeh, ha espresso parole di ringraziamento e apprezzamento per il costante supporto garantito dal contingente italiano di UNIFIL.

All’evento hanno partecipato il comandante di ITALBATT, colonnello Domenico d’Isa, il sindaco di Naqoura Hussein Iwada, il mukhtar, ovvero l’Anziano, di Naqoura, Moussa M.Taher, e rappresentanze del consiglio comunale, della cittadinanza e della stessa scuola di Naqoura, oltre a una numerosa rappresentanza di militari appartenenti alla forza UNIFIL.

La consegna del laboratorio scientifico alla scuola rientra negli obiettivi fissati dalla Risoluzione ONU 1701, per il miglioramento delle condizioni di vita della popolazione del Libano del sud.

Articoli correlati:

Il Sector West di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Fonte: Sector West UNIFIL

Foto: Sector West UNIFIL

Libano, il contingente italiano del Sector West dona materiale sanitario alla Croce Rossa

Una importante donazione di materiale sanitario, ortopedico e di vestiario alla popolazione libanese organizzata dai caschi blu italiani nella municipalità di Tiro, nel Libano del sud, è stata possibile grazie all’interesse umanitario delle associazioni di volontariato pugliesi UNITALIS, ANT, AVIS, ANSI, e della Protezione Civile, che in Puglia hanno raccolto il materiale da donare nel Paese dei Cedri.

Il progetto, ha fatto sapere il Sector West di UNIFIL, trova ragione nell’ambito delle attività di cooperazione civile e militare rivolte al conseguimento degli obiettivi fissati dalla risoluzione Onu 1701, per il miglioramento delle condizioni di vita della popolazione nel sud del Libano.

Il colonnello Domenico d’Isa, comandante della Task Force ITALBATT, ha ringraziato tutte le autorità civili e militari presenti sul luogo della cerimonia per le costanti manifestazioni di vicinanza al contingente italiano impegnato nella missione di stabilizzazione e sicurezza nel contesto del contingente UNIFIL al comando del generale Paolo Serra.

Articoli correlati:

Il Sector West di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Il generale Paolo Serra in Paola Casoli il Blog

Fonte: Sector West UNIFIL

Foto: Sector West UNIFIL

Natale in Libano con l’ITALBATT di UNIFIL: bambini futuro di pace, ha commentato il generale Lamanna

La distribuzione dei regali di Natale nella scuola elementare pubblica di Shama, nel sud del Libano, avvenuta lo scorso 19 dicembre, ha sottolineato la vicinanza alla cittadinanza locale dei militari italiani di UNIFIL, i Baschi blu dispiegati in Libano per il futuro del Paese dei Cedri.

L’attività di consegna dei doni è stata  organizzata da ITALBATT, su base del 7° reggimento Bersaglieri e comandata dal colonnello Domenico d’Isa.

Vi ha partecipato il generale Carlo Lamanna, comandante del settore Ovest di UNIFIL su base brigata meccanizzata Pinerolo, che ha affermato: “Stringere la mano a questi bambini è stato come stringere la mano al futuro del Libano, spetta a noi genitori assicurare a questi bambini un mondo migliore con una pace stabile su cui costruire il nostro futuro”.

Al preside della scuola è stato donato un crest in ricordo della missione Leonte XI, realizzato da manodopera locale. L’evento è stato accompagnato dall’esibizione della fanfara dei Bersaglieri.

Fonte: Sector West UNIFIL

Foto: Sector West UNIFIL