Ott 10, 2012
47 Views
0 0

Turchia-Siria: più violenza se occorre. Con la NATO pronta a difendere militarmente la Turchia

Written by

Se continueranno i colpi di mortaio della Siria verso il territorio turco, la Turchia risponderà “con più violenza”, assicurano i vertici dell’Esercito turco. La dichiarazione del Capo di stato maggiore dell’Esercito turco, il generale Necdet Ozel, arriva in seguito a due giorni di perlustrazione della infuocata linea di confine.

Dopo i primi sconfinamenti a fuoco risalenti al 3 ottobre scorso, che hanno portato a una riunione di emergenza della NATO sotto articolo 4 del Trattato atlantico, la Turchia non rassicura più la Siria sulla sua intenzione di evitare una guerra, ma ribadisce la volontà di difendere il proprio territorio.

Di più. A difendere la Turchia, in caso i bombardamenti siriani verso il suolo turco sudorientale continuino, ci penserà la NATO, che avrebbe dei piani militari già pronti. Ad affermarlo sono proprio fonti atlantiche, secondo quanto riportato ieri, martedì 9 ottobre, da Associated Press via Washington Post.

Il supporto della NATO al paese membro era già stato ribadito nel corso della riunione del 3 ottobre a Bruxelles, così come l’intenzione di non esporsi per il momento su un altro fronte di guerra proprio quando la missione a guida NATO in Afghanistan sta affrontando la sua trasformazione.

Eppure rimane la notizia dell’agenzia turca Dogan di lunedì scorso – a cui il segretario generale dell’Alleanza Anders Fogh Rasmussen continua a opporre la speranza in una risoluzione politica della crisi – di ulteriori 25 caccia F-16 pronti a intervenire dall’aeroporto turco di Diyarbakir, città spesso al centro di disordini tra turchi e curdi.

La situazione incandescente è in continua evoluzione e impone di tenere in considerazione anche la questione turca del popolo curdo, che proprio nel sudest della Turchia e nel nord dell’Iraq ha il suo insediamento più massiccio.

Proprio domenica si sono verificati due raid di jet turchi oltre il confine nord-iracheno nonostante gli ammonimenti di Baghdad.

Articoli correlati:

Pieno sostegno NATO alla Turchia, la Siria rispetti il diritto internazionale (3 ottobre 2012)

La NATO si riunisce stasera in seguito al fuoco siriano sulla Turchia (3 ottobre 2012)

I rapporti tra Turchia e Siria in Paola Casoli il Blog

I curdi in Paola Casoli il Blog

Diyarbakir in Paola Casoli il Blog

Turchia: dichiarazione di autonomia per i curdi e ondate di scontri. La NATO condanna l’uccisione di 13 militari turchi (15 luglio 2011)

Fonte: AP/Washington Post, Dogan, Ansa

Foto: la mappa della Turchia è di BBC

Article Categories:
Forze Armate · Sicurezza