Fiamme Gialle

European Championships 2018: l’augurio del CaSMD gen Graziano agli atleti militari

“Sono numerose le circostanze in cui avete onorato il nostro Paese grazie alle vostre capacità, all’impegno e alla costanza che quotidianamente dimostrate. Nel mondo militare l’elemento umano è centrale e voi avete dato prova, in più occasioni, di essere una grande squadra che mette in luce il valore dei militari. Sono certo che, anche questa volta, il Tricolore verrà onorato”.

Così il Capo di Stato Maggiore della Difesa (CaSMD), Generale Claudio Graziano, agli atleti e le atlete con le stellette che parteciperanno agli European Championships 2018 in programma dal 2 al 12 agosto, riferisce il comunicato stampa dello stato maggiore della Difesa.

In tutto, si apprende, sono 86 gli atleti con le stellette che saranno impegnati tra Glasgow e Berlino, dove si svolgerà la competizione sportiva: 25 dell’Esercito, 8 della Marina Militare, 12 dell’Aeronautica, 16 dell’Arma dei Carabinieri, 25 delle Fiamme Gialle.

“Sport e mondo militare sono accomunati da molti valori – ha sottolineato il gen Graziano – basti pensare a valori quali il sacrificio, il coraggio, la generosità, la lealtà, la voglia di emergere e lo spirito di squadra che rappresentano le fondamenta morali di tutti gli uomini e le donne delle Forze Armate.”

Nel dettaglio, si legge dal comunicato, a Glasgow 34 atleti militari si cimenteranno nelle discipline tuffi, nuoto, nuoto di fondo, nuoto sincronizzato, 200 e 400 stile libero, mentre a Berlino, dove si disputeranno tutte le gare di atletica, scenderanno in campo 52 atleti.

Fonte e foto: PI SMD

“Un altro calcio è possibile”: la 5^ edizione del quadrangolare amichevole di calcio etico va alla Guardia di Finanza, argento all’Esercito e bronzo a Top Cup, quarto posto per l’Aeronautica

Ieri, 15 novembre, sul campo del Centro sportivo olimpico dell’Esercito Italiano a Roma, le rappresentative di calcio dell’Esercito Italiano, delle Fiamme Gialle, dell’Aeronautica Militare e una rappresentativa dei collegi e delle università pontificie (TOP C.U.P.) si sono affrontate nella quinta edizione del torneo amichevole di calcio a 11 “Un altro calcio è possibile”, che è stata vinta dalla rappresentativa della Guardia di Finanza.

L’evento ha visto scendere in campo, per il quadrangolare amichevole all’insegna dello sport “eticamente corretto”, rappresentative allenate da glorie calcistiche come Delio Rossi, Vincent Candela, Emiliano Mondonico e Felice Pulici, alla guida, rispettivamente, di Esercito Italiano, Guardia di Finanza, Aeronautica Militare e Top C.U.P.

La giornata, dedicata ai valori dell’etica e della solidarietà, aveva l’obiettivo di promuovere lo sport come scuola di vita, incoraggiando tutti al rispetto per le regole, per i compagni di squadra, per gli avversari, per il proprio corpo, mirando a riportare l’attenzione su quei valori etico-sportivi insiti nello sport.

Monsignor Giorgio Corbellini, presidente dell’Autorità di informazione finanziaria della Santa Sede, nel corso della conferenza stampa ha sottolineato come “mediante la loro partecipazione al torneo, i giocatori e gli allenatori riconoscono che di certi valori etici c’è bisogno non solo nel mondo del calcio, ma nello sport in genere”.

“Qui – ha concluso monsignor Corbellini, da sempre al fianco della TOP C.U.P. –  siamo tutti testimoni in favore di uno sport che non è ‘solo spettacolo’ o ‘solo passatempo’, ma si configura come capace di educare bravi uomini e buoni cittadini”.

La finale ha visto la squadra dell’Esercito e quella della Guardia di Finanza affrontarsi con grande agonismo. Entrambe le squadre hanno dimostrato di possedere le potenzialità e credenziali per vincere il torneo.
Alla fine, l’ambito titolo è stato conquistato dai finanzieri allenati da Vincent Candela, al suo esordio in panchina; mentre alla squadra dell’Esercito è andata la medaglia d’argento. Terzo e quarto posto guadagnati rispettivamente da TOP CUP e Aeronautica Militare.

Fonte e foto: Esercito Italiano

CISM, inaugurata la 2^ edizione dei Giochi mondiali militari invernali. Le foto

Si è svolta ieri, 25 marzo, nella cittadina francese di Annecy, la cerimonia di inaugurazione della 2^ edizione dei Giochi mondiali militari invernali del CISM, il Consiglio Internazionale Sport Militare. All’evento, accompagnato dall’esibizione della pattuglia acrobatica francese, da alcune bande musicali e dalla splendida cornice creata dai fuochi artificiali, erano presenti circa un migliaio di atleti militari appartenenti a 40 nazioni, oltre a un numeroso e festoso pubblico.

L’Italia partecipa con una squadra nazionale militare composta da 38 atleti appartenenti ai Gruppi sportivi dell’Esercito, dell’Arma dei Carabinieri e delle Fiamme Gialle. La squadra italiana, in particolare, parteciperà a 5 discipline: sci alpino, sci alpinismo, biathlon, cross country skiing e short track.

“I nostri atleti militari – ha sottolineato il Capo Ufficio sport dello stato maggiore della Difesa, colonnello Max André Barbacini – si sono allenati duramente in questi mesi. Sono sicuro che sapranno replicare quanto fatto ai Mondiali di Aosta 2010, quando conquistarono il primo posto nel medagliere generale, lasciandosi alle spalle Francia, Cina, Russia e Norvegia”.

I giochi hanno luogo sotto l’egida del CISM, l’organizzazione multidisciplinare fondata il 18 febbraio 1948, cui aderiscono 133 paesi, avente lo scopo finale di contribuire alla pace nel mondo unendo le forze armate attraverso lo sport. Il motto con cui opera è infatti “amicizia attraverso lo sport”.

“È un onore essere l’alfiere della nazionale militare italiana – ha dichiarato il finanziere Arianna Fontana, due medaglie di bronzo alle olimpiadi di Torino 2006 e Vancouver 2010, due medaglie di bronzo ai Mondiali di Sheffield, in Gran Bretagna, nel 2011 e di Shangai 2012, cinque volte campionessa europea short track – È stata una vera emozione ricevere la bandiera italiana dal Sottosegretario alla Difesa, il dottor Gianluigi Magri. È sicuramente uno stimolo in più per fare bene in questa prestigiosa competizione. Vorrei, inoltre, ringraziare il Centro sportivo della Guardia di Finanza per quanto mi ha dato al fine di preparami al meglio ad affrontare questi mondiali”.

Oggi hanno avuto inizio le gare. Gli atleti militari italiani saranno impegnati nello sci alpinismo. Il colonnello Marco Mosso, comandante del Reparto attività sportive del Centro addestramento alpino e responsabile della squadra militare italiana impegnata nello sci alpinismo, ha auspicato “un buon risultato, su un percorso che si preannuncia impegnativo e selettivo, da parte dei nostri atleti, i quali sono attualmente tra i protagonisti della coppa del mondo che si concluderà il prossimo 14 aprile”.

Articoli correlati:

Il CISM in Paola Casoli il Blog

CISM: oggi la presentazione della 2^ edizione dei Giochi mondiali militari invernali (19 gennaio 2013)

Fonte: stato maggiore della Difesa

Foto: stato maggiore della Difesa

La Guardia di Finanza festeggia oggi i 235 anni dalla fondazione

guardia di finanzaE’ con un ordine del giorno speciale leggibile dal sito della Guardia di Finanza (GdF) che il comandante delle Fiamme Gialle, generale di corpo d’armata Cosimo D’Arrigo, ricorda oggi 23 giugno la festa del Corpo.

Le origini della GdF datano al 1° ottobre 1774, quando venne costituita la Legione truppe leggere per volere del re di Sardegna Vittorio Amedeo III. Risale dunque a 235 anni fa la nascita di un corpo speciale destinato alla vigilanza finanziaria sui confini e alla difesa militare delle frontiere.

Da allora leggi, decreti, unificazioni e riorganizzazioni sono intervenuti fino a dare alla GdF l’attuale configurazione di “una organizzazione complessa di uomini e donne fortemente motivati, al servizio dello Stato e dei cittadini, diuturnamente impegnati nel garantire la sicurezza economico-finanziaria del nostro Paese, esigenza avvertita da più parti”, come si legge nell’ordine del giorno dedicato alla festa.

Nel ricordare uomini e imprese, il comandante generale D’Arrigo fa un riferimento particolare agli impegni delle Fiamme Gialle:

Celebrare il 235° anniversario di Fondazione del Corpo ci rende ancor più consapevoli della nostra tradizione e della nostra identità per affrontare gli impegni che ci attendono, sia nella lotta all’evasione fiscale che nel contrasto alla criminalità economica, sia nella tutela delle regole del mercato che nelle missioni di pace e di assistenza specialistica all’estero.

La celebrazione militare in onore della GdF sta per svolgersi allo Stadio dei Marmi di Roma, dove inizierà dalle 18.30 alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, del ministro dell’Economia e delle Finanze Giulio Tremonti e del comandante generale del Corpo, generale di corpo d’armata Cosimo D’Arrigo.

Fonte: Guardia di Finanza

Foto: Guardia di Finanza