HH139A

Difesa: gli equipaggi del soccorso aereo di Italia e Malta insieme in addestramento

Nell’ambito del Piano di Cooperazione Bilaterale tra Italia e Malta siglato per l’anno 2018, promosso dalla Missione Italiana di Collaborazione nel Campo della Difesa (MICCD), un equipaggio del soccorso aereo delle Forze Armate maltesi ha effettuato dal 23 al 27 luglio un’attività addestrativa congiunta con gli equipaggi dell’82° Centro C.S.A.R. (Combat Search and Rescue) di Trapani Birgi, uno dei reparti dell’Aeronautica Militare deputati alla ricerca e al soccorso aereo, per una reciproca condivisione delle rispettive esperienze e procedure operative.

Lo ha reso noto lo stato maggiore della Difesa con un comunicato stampa del 27 luglio.

Il programma di addestramento, che ha visto italiani e maltesi volare in equipaggi misti sui rispettivi elicotteri, nelle due versioni AW-139 maltese e HH-139 italiano, è stato articolato in diverse missioni di volo, sia diurne che notturne, con esercitazioni al recupero svolte in modo particolare su terra e in zone montagnose.

Durante le missioni notturne gli equipaggi maltesi hanno avuto modo di apprezzare l’utilità e il potenziale offerto dall’utilizzo degli speciali visori notturni – Night Vision Goggles (NVGs) – con i quali gli equipaggi dei Centri SAR dell’Aeronautica Militare operano abitualmente sia su terra che su mare.

La cooperazione tra le Forze Armate Italiane e la Repubblica Maltese ebbe inizio già nel 1973 su richiesta del governo Maltese, ricorda il comunicato, con la costituzione della MICTM (Missione Italiana di Cooperazione Tecnica e Militare), ritirata sei anni più tardi.

Tra i suoi compiti, l’addestramento del “Pioneer Corps” per lavori di pubblica utilità. A quella prima cooperazione ne seguirono altre, rispettivamente, nel 1981, nel 1988, nel 2009 e nel 2011 quando fu costituita la Missione Italiana di Collaborazione nel Campo della Difesa (MICCD). Il servizio SAR è stato svolto ininterrottamente durante questi anni.

Il 15° Stormo dell’Aeronautica Militare, da cui dipendono diversi Centri S.A.R. dislocati sul territorio nazionale, tra cui appunto quello di Trapani-Birgi, garantisce 24 ore su 24, 365 giorni l’anno, la ricerca e il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, concorrendo inoltre ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di malati in imminente pericolo di vita e il soccorso di traumatizzati gravi, operando in qualsiasi condizione meteorologica.

“Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato più di 7.200 persone in pericolo di vita”, fa sapere la Difesa.

Fonte e foto: PI SMD

Ex Canale 13: conclusa l’esercitazione joint e combined pianificata e condotta dal COI con il supporto di COMFORPAT

Si è conclusa venerdì 21 giugno, dopo un settimana di intensa attività addestrativa, l’esercitazione multinazionale e interforze italo-maltese Canale 13 condotta nelle acque e nello spazio aereo limitrofo l’isola di Malta.

Pianificata e coordinata dal Comando Operativo di vertice Interforze (COI) e condotta con il supporto del Comando delle Forze da Pattugliamento per la Sorveglianza e la Difesa Costiera (COMFORPAT) di Augusta, la Canale 13 ha visto la partecipazione di assetti e di personale della Marina Militare, dell’Aeronautica Militare, dei Carabinieri e della Guardia Costiera, oltre a unità e personale di paesi del Mediterraneo.

Oltre a rappresentare un momento significativo nell’ambito della cooperazione e dell’accordo bilaterale in atto con le Forze Armate maltesi, l’esercitazione ha costituito un’importante occasione per rafforzare il dialogo e la cooperazione tra i paesi dell’Iniziativa 5+5, accrescendo la fiducia reciproca e l’uso di procedure standard comuni.

L’attività addestrativa è stata intensa e si è sviluppata attraverso operazioni multinazionali (combined) di Ricerca e Soccorso marittimo (Search and Rescue Operations – SAR), di sorveglianza degli spazi marittimi con controllo e ispezione di mercantili sospettati di svolgere traffici illeciti, scorta a convogli e pratica di Explosive and Ordnance Disposal (EOD) navali.

Per l’occasione è stato costituito l’Exercise Command and Control Centre (ECC), avente il compito di coordinare le attività e incrementare i contenuti addestrativi ed esercitare le funzioni di Comando e Controllo degli assetti impiegati.

Non solo. Particolare enfasi è stata data all’attività di sorveglianza degli spazi marittimi e controllo dei traffici mercantili (Maritime Law Enforcement Operations) per il contrasto alle attività illecite e criminali, oltre naturalmente al soccorso di navi in situazioni di pericolo ed emergenza.

L’esercitazione ha avuto come obiettivo principale il miglioramento della cooperazione e interoperabilità delle capacità operative delle forze aero-navali nelle operazioni di peace-support, per questo si è sviluppata in una serie di fasi distinte finalizzate esclusivamente al mantenimento della sicurezza.

Tali attività hanno consentito di accrescere lo scambio di esperienze attraverso l’addestramento del personale nell’uso di procedure standard comuni, di allerta e il corretto uso delle tecniche di SAR. Con queste finalità in questa edizione è stato tenuto a battesimo, per la prima volta in un contesto internazionale, il nuovo elicottero HH139A in dotazione al 15° stormo dell’Aeronautica Militare e dislocato presso l’82° Centro CSAR di Trapani.

Specifica attenzione è stata rivolta all’addestramento di team EOD (Explosives Ordinance Disposal – Bonifica Ordigni Esplosivi) in attività subacquee e di unità nella condotta di operazioni di ispezione a bordo di navi mercantili. Così favorendo e incoraggiando anche la cooperazione e integrazione tra le forze partecipanti nelle operazioni di controllo di naviglio mercantile sospettato di svolgere attività illegali, e che ha visto la partecipazione dei palombari della Marina Militare e dei fucilieri della brigata marina San Marco.

Inoltre, per sviluppare una situazione condivisa sul traffico mercantile, è stato utilizzato il Virtual – Regional Maritime Traffic Centre (V-RMTC), la rete virtuale sviluppata dalla Marina Militare per la condivisione delle informazioni relative al traffico mercantile.

Il VIP e Media Day si è tenuto il 21 giugno a bordo della nave italiana Cigala Fulgosi della Marina Militare, nel porto Grand Harbour di Malta, alla presenza di autorità militari italiane, maltesi e delle nazioni partecipanti.

Articoli correlati:

Al via l’esercitazione interforze italo-maltese Canale 13 (17 giugno 2013)

L’esercitazione Canale in Paola Casoli il Blog



Fonte: stato maggiore Difesa

Foto: stato maggiore Difesa