Michele Cittadella

CME Lombardia: il gen Cittadella al convegno sulla cooperazione internazionale dell’UNIMI

Convegno Università di Milano facoltà di Agraria Gen. Michele CITTADELLA (22)Il generale Michele Cittadella, Comandante Militare Esercito Lombardia (CME Lombardia), è intervenuto al DISAA CO-OPEN DAY, il convegno sulla cooperazione internazionale del Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali, Produzione, Territorio e Agro – energia dell’Università di Milano, affrontando il tema “Una ‘Finestra sulla Cooperazione’”.

Il DISAA CO-OPEN DAY 2016 era infatti costituito da una giornata di convegni e laboratori attorno al tema della cooperazione allo sviluppo agroalimentare. Si è tenuto il 9 giugno nel Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali dell’Università Statale di Milano, fa sapere il comunicato stampa del CME Lombardia datato 10 giugno.

Il convegno – moderato dai professori Guido Sali, Stefano Bocchi, Claudia Sorlini e dalla giornalista Michela Coricelli, attraverso gli interventi del Magnifico Rettore di UNIMI, prof Gianluca Vago, e di una moltitudine di illustri rappresentanti delle istituzioni nazionali e Locali, ONGs, organizzazioni internazionali e associazioni di produttori – ha focalizzato l’attenzione sul ruolo del mondo della ricerca nel settore della cooperazione allo sviluppo in campo agroalimentare.

Convegno Università di Milano facoltà di Agraria Gen. Michele CITTADELLA (1)“L’obiettivo del mio intervento – ha esordito il gen Cittadella – è spiegare l’importanza della “Cooperazione a monte della Cooperazione”, parlando di un compito fondamentale dell’Esercito Italiano e far vedere, in questo modo, quanto il mondo militare e quello accademico non siano poi così distanti”.

Il gen Cittadella ha poi aggiunto che “in tale contesto è imprescindibile il ruolo della Riserva Selezionata, un bacino di ufficiali, uomini e donne, in possesso di un background culturale e professionale di interesse per la Forza Armata, i quali, dopo un ciclo formativo di cinque settimane, sono impiegati in territorio nazionale o internazionale per soddisfare esigenze operative, addestrative e logistiche dell’Esercito”.

I lavori sono stati suddivisi in 4 sessioni: un primo livello di analisi è stato fornito dal panel istituzionale, nel quale le autorità locali e nazionali hanno fornito una cornice generale dell’azione nel campo della cooperazione internazionale.

Convegno Università di Milano facoltà di Agraria Gen. Michele CITTADELLA (17)Il ruolo universitario è stato analizzato attraverso il dialogo con ONGs, organizzazioni internazionali, autorità locali e associazioni di produttori che si sono confrontate; nel secondo panel, sulla visione e sulle competenze specifiche di ciascun attore.

Nel terzo panel la discussione è stata incentrata su alcune esperienze di collaborazione del DISAA con altri dipartimenti dell’Università Statale e altre organizzazioni nel campo dello sviluppo agroalimentare; elemento qualificante di questo panel è stato costituito dagli interventi di controparti locali che hanno descritto, dal loro punto di vista, il ruolo del mondo universitario nella cooperazione.

Infine, con il quarto e ultimo panel è stato affrontato il tema della cooperazione internazionale e agroalimentare alla luce di un tema di attualità, le “Migrazioni o Sustainable Development Goals – SDGs”, in modo da darne una lettura trasversale e coinvolgente.

Articoli correlati:

Il CME Lombardia in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: CME Lombardia

Convegno Università di Milano facoltà di Agraria Gen. Michele CITTADELLA (14)

Convegno Università di Milano facoltà di Agraria Gen. Michele CITTADELLA (1)

Convegno Università di Milano facoltà di Agraria Gen. Michele CITTADELLA (12)

CME Lombardia, cambio comando: il gen Cittadella è il nuovo comandante, subentra al gen Pennino

20151029_CME Lombardia_Avvicendamento tra il Gen.B. Michele Cittadella e il Gen.B. Antonio Pennino_1Il generale Michele Cittadella è da ieri, 29 ottobre, il nuovo comandante del Comando Militare Esercito (CME) Lombardia.

Nel corso di una cerimonia militare svoltasi ieri a Palazzo Cusani, a Milano, il generale Michele Cittadella ha avvicendato, al CME Lombardia, il generale Antonio Pennino, destinato ad altro importante incarico alla Scuola d’Applicazione di Torino.

All’evento, cui ha partecipato il generale Giovanni Petrosino, comandante della Regione Militare Nord, erano presenti numerose autorità civili e militari, a dimostrazione del profondo legame che unisce l’Esercito con la città di Milano.

Ai suoi collaboratori il comandante cedente ha rivolto parole di ringraziamento per l’impegno profuso in tutte le attività istituzionali che hanno coinvolto lo staff del CME Lombardia. Il generale Pennino ha anche ringraziato le autorità civili e militari presenti per la cooperazione e l’apporto profuso nelle importanti attività che hanno impegnato l’Esercito a favore dei cittadini e del territorio lombardo, in particolare nell’operazione Strade Sicure e per la sicurezza del sito di EXPO 2015.

Il generale Michele Cittadella, subentrante, proviene dal Comando NATO di Reazione Rapida (NRDC-ITA) di Solbiate Olona, in provincia di Varese, dove è stato comandante della brigata di Supporto e poi Chief of Central Staff.

Il generale Cittadella ha maturato una grande esperienza operativa fuori dal territorio nazionale. In particolare, fa sapere il comunicato stampa del CME Lombardia, ha comandato la Task Force nel sud del Libano, meritando una Croce d’Argento al Merito dell’Esercito, e ha diretto, nell’ambito della Kosovo Force, la divisione internazionale che si è occupata della ricostituzione della Forza di Sicurezza Kosovara.

Articoli correlati:

Il CME Lombardia in Paola Casoli il Blog

NRDC-ITA in Paola Casoli il Blog

Il gen Michele Cittadella in Paola Casoli il Blog

Il gen Antonio Pennino in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: CME Lombardia

NRDC-ITA: cambio al vertice della brigata di supporto, al gen Cittadella succede il gen Poccia

Si è svolta venerdì 31 ottobre, nella caserma Ugo Mara a Solbiate Olona, in provincia di Varese, la cerimonia di cambio del comandante della brigata di supporto al NATO Rapid Deployable Corps-Italy (NRDC-ITA) tra il generale Michele Cittadella, cedente, e il generale Giuseppe Poccia, subentrante.

Alla presenza del generale Giorgio Battisti, comandante di NRDC-ITA, i due ufficiali generali si sono passati le consegne dell’unità di supporto al Comando NATO di stanza in Solbiate Olona.

Tra le attività svolte recentemente dalla brigata è da segnalare il supporto logistico e operativo realizzato durante l’esercitazione Eagle Joker 14 che si è svolta nel mese di ottobre nell’area addestrativa di Torre Veneri, in provincia di Lecce, e che ha visto impegnati più di 1.700 militari schierati a oltre 1.200 chilometri dalla sede di servizio.

Il generale Battisti, al termine della cerimonia in cui sono stati resi gli onori ai Medaglieri e Labari delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, ai Gonfaloni dei Comuni limitrofi e alla bandiera di Guerra del Reggimento di Supporto Tattico Logistico al NRDC-ITA, oltre alle autorità presenti, ha ringraziato il generale Cittadella per l’eccellente lavoro svolto durante i due anni di comando, e ha espresso al generale Poccia i migliori voti augurali per i futuri impegni che lo attendono alla guida della grande unità di supporto al NRDC-ITA in vista della prossima importante validazione NATO come Comando Joint in programma per il prossimo mese di aprile presso il NATO Joint Warfare Centre di Stavanger, in Norvegia.

Articoli correlati:

La brigata di supporto a NRDC-ITA in Paola Casoli il Blog

L’esercitazione Eagle Joker 14 in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: NRDC-ITA PAO

NRDC-ITA, esercitazione Eagle Joker 14: inizia la fase di dispiegamento a Torre Veneri, in Puglia

E’ ormai imminente la fase di dispiegamento verso Torre Veneri, in provincia di Lecce, del personale e dei mezzi del NATO Rapid Deployable Corps Italy (NRDC-ITA), di Solbiate Olona, in vista della condotta dell’esercitazione Eagle Joker 14 che vedrà la propria fase conclusiva fra il 5 e il 24 ottobre prossimi.

La Eagle Joker 14 rappresenta un importante passaggio del processo che consentirà a NRDC-ITA di assumere responsabilità di livello superiore a quelle attualmente affidategli e di diventare uno dei primi comandi a soddisfare i requisiti richiesti dalla nuova struttura delle forze NATO (link articoli in calce).

Le autocolonne composte da mezzi militari partiranno dalla caserma Ugo Mara, sede del comando, e percorreranno le autostrade di Lombardia e Liguria per poi raggiungere via mare il porto di Brindisi, esercitando così le capacità di dispiegamento rapido del corpo d’armata.

Articoli correlati:

NRDC-ITA: il comandante del LANDCOM turco, gen Hodges, in visita a Solbiate Olona parla di trasformaizone della NATO Force Structure e di Collective Defence, con uno sguardo all’est Europa (5 maggio 2014) – Intervista di Paola Casoli il Blog

NRDC-ITA: visita del comandante dell’Allied Land Command turco di Izmir, gen Hodges. Soddisfazione sulla riorganizzazione del comando in JTF (5 maggio 2014)

NRDC-ITA: visita del comandante delle forze alleate di Izmir, gen Hodges, per aggiornamento sulla riorganizzazione di NRDC-ITA in JTF HQ (28 aprile 2014)

Fonte: PAO NRDC-ITA

KFOR, cambio dell’Italian Senior Representative e Capo della Military Civil Advisory Division: il generale Diella cede al collega Cittadella

Ha avuto luogo lo scorso 19 giugno, con valore ufficiale il 21, presso il comando della Kosovo Force (KFOR) di Film City a Pristina l’avvicendamento dell’Italian Senior Representative e Capo della Military Civil Advisory Division (MCAD): il generale Francesco Diella ha ceduto la responsabilità al collega Michele Cittadella.

Il generale Diella è stato per oltre nove mesi la più alta autorità militare italiana in Kosovo e ha diretto le attività della MCAD, unità di KFOR impegnata nel mentoring e nel training della Kosovo Security Force (KSF) per  incrementare le capacità addestrative, operative e logistiche della predetta organizzazione preposta a intervenire in situazioni di emergenza su tutto il territorio kosovaro.

Alla cerimonia, presieduta dal Capo di stato maggiore di KFOR, il generale statunitense Rex Spitler, ha presenziato anche il comandante della KFOR, generale tedesco Erhard Drews, che ha consegnato la medaglia NATO per la partecipazione a operazioni non-article 5 nei Balcani.

Articoli correlati:

La KFOR in Paola Casoli il Blog

La Kosovo Security Force (KSF) in Paola Casoli il Blog

Fonte: stato maggiore Difesa

Foto: stato maggiore Difesa