ospedale da campo

COMLOG: l’Ospedale Veterinario Militare al Milano Vet Expo 2018 mostra le tecnologie di cura dei quadrupedi dell’Esercito e l’ambulanza per i cavalli

L’Ospedale Veterinario Militare del Comando Sanità e Veterinaria dell’Esercito ha partecipato il 10 e l’11 marzo scorsi al Milano Vet Expo 2018, evento fieristico e congressuale internazionale a cadenza biennale realizzato dalla Società Eventi Veterinari in collaborazione con le principali e importanti società scientifiche italiane del settore.

È il Comando Logistico dell’Esercito (COMLOG) a darne comunicazione con una nota stampa del 13 marzo.

La manifestazione ha lo scopo di creare e incentivare rapporti di interazione tra medici veterinari impiegati nei vari settori della clinica, sia privati che istituzionali, nonché varie aziende specializzate del comparto, che hanno presentato tutte le più recenti innovazioni della veterinaria e hanno organizzato diversi eventi di carattere scientifico con numerose sessioni a carattere dimostrativo.

In particolare, fa sapere il COMLOG, l’Ospedale ha allestito uno stand espositivo nel quale sono state presentate le più moderne e avanzate tecnologie utilizzate dal nosocomio per la diagnosi, la cura e la riabilitazione dei quadrupedi della Forza Armata, con particolare riferimento a quelle attrezzature impiegate per il supporto veterinario in attività operative in Patria e all’estero.

È stata inoltre esposta l’ambulanza veterinaria, unico mezzo nel suo genere nell’ambito Difesa realizzato su un progetto del nosocomio stesso e impiegato per il soccorso e il trasporto in sicurezza di cavalli infortunati.

L’evento ha costituito l’occasione per presentare le capacità esprimibili dall’Ospedale militare con dimostrazioni risultate di notevole interesse per i visitatori, oltre che per rinsaldare i rapporti tra il Servizio Veterinario dell’Esercito e vari interlocutori istituzionali, quali università e società scientifiche, in funzione di possibili futuri sviluppi per forme di collaborazione nel settore.

L’Ospedale Veterinario Militare di Montelibretti, Roma, è l’unico organo specialistico di ricovero e cura dei quadrupedi della Forza Armata impegnati in attività operative in Patria e all’estero.

Articoli correlati:

Sanità e Veterinaria dell’Esercito in Paola Casoli il Blog

Il COMLOG Esercito in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG Esercito

COMLOG Esercito: il gen De Leverano in visita al Celio, videoconferenza con l’ospedale da campo di Misurata, in Libia

“Il Comandante Logistico dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Luigi Francesco De Leverano, si è recato in visita lunedì scorso [12 marzo, ndr] al Policlinico Militare di Roma Celio, ha fatto sapere il Comando Logistico (COMLOG) con una nota stampa di oggi 14 marzo.

Dopo il saluto di benvenuto rivolto dal Direttore del Policlinico, gen Francesco Diella, il gen De Leverano ha visitato il Dipartimento Scientifico, dove ha preso parte a un briefing di presentazione tenuto dal Capo Dipartimento, gen Antonio Battistini.

In seguito, il gen De Leverano ha visitato le infrastrutture del nosocomio e ha salutato il personale delle unità organizzative all’opera.

Nel corso della visita, il Comandante Logistico, accompagnato dal gen Diella, dal Direttore del Dipartimento Scientifico, dal Direttore Ospedaliero, dal Direttore Sanitario e dai Capi Dipartimento, si è recato presso il servizio di Telemedicina del Policlinico militare, dove si è intrattenuto in videoconferenza con il personale dell’ospedale da campo attualmente schierato a Misurata (Libia).

Durante il collegamento il gen De Leverano ha rivolto un messaggio di augurio di buon lavoro a tutto il personale medico e sanitario attualmente impegnato in quella missione.

Il Policlinico Militare di Roma è la struttura sanitaria per il ricovero e la cura del personale delle Forze Armate in servizio in Patria e all’estero che, oltre a svolgere attività clinico-assistenziali, espleta anche attività di formazione del personale medico, infermieristico e tecnico-sanitario, nonché fornisce personale altamente qualificato per il soddisfacimento delle esigenze sanitarie che si profilano nelle missioni internazionali.

Articoli correlati:

Il COMLOG dell’Esercito in Paola Casoli il Blog

L’ospedale militare del Celio in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG Esercito

 

NRDC-ITA, concluso il seminario medico Eagle Care 2011 per una perfetta logistica sanitaria militare a vantaggio dei civili

Organizzato dal medical branch in stretta collaborazione con il comparto logistica della Combat Service Support Division del Nato Rapid Deployable Corps Italy (NRDC-ITA) di Solbiate Olona, il seminario sanitario Eagle Care 2011 ha convocato all’headquarter della caserma Ugo Mara rappresentanti militari di nove nazioni oltre all’Italia: Francia, Germania, Grecia, Inghilterra, Norvegia, Olanda, Spagna, Stati Uniti e Turchia.

In due giorni, oggi 29 settembre e ieri 28, il seminario ha offerto la possibilità di mettere a confronto le diverse esperienze dei vari paesi nell’allestimento e organizzazione degli ospedali da campo.

“E’ stata la prima volta che sono state messe a confronto in modo chiaro le diverse soluzioni nazionali in relazione agli ospedali da campo”, ha spiegato al riguardo il tenente colonnello Francesco Gaeta del Combat Service Support Division – Medical Branch. “Questo confronto di esperienze ha consentito di arrivare a un quadro preciso in termini di soluzioni per i cosiddetti ROLE 2, ovvero gli ospedali da campo, sia nella configurazione definita leggera, o Light Manoeuvre, sia potenziata, o Enhanced”.

Il programma del seminario ha infatti affrontato elementi di discussione molto dettagliati, quali la struttura degli ospedali da campo, le loro caratteristiche nelle due possibili configurazioni, i tempi di schieramento e la mobilità, il rifornimento di materiali sanitari e le trasfusioni, con la relativa legislazione in merito, la produzione di ossigeno, la farmacopea, gli aspetti di pianificazione per la protezione dal rischio chimico, batteriologico e nucleare, l’organizzazione del piano intraospedaliero per la gestione degli incidenti maggiori (Major Incidents) e quelli di massa (MASCAL).

Tra i punti di approfondimento più discussi la rotazione del personale civile e militare e il mantenimento delle capacità dei professionisti civili tramite l’impiego periodico in ospedali militari in tempo di pace.

“Si è trattato di un discorso ad ampio spettro – ha concluso Gaeta – nato dall’esigenza dei medical planners di confrontare i diversi aspetti medici e logistici dei ROLE 2 della Nato a tutto beneficio della pianificazione del supporto sanitario”.

A conclusione del seminario sono state analizzate le lezioni apprese dai più recenti schieramenti di ospedali da campo nazionali nell’ambito di operazioni militari internazionali, quali quelle in Ciad, in Afghanistan e in Iraq.

Il comandante di NRDC-ITA, generale Giorgio Battisti, ha sottolineato l’importanza e l’utilità dell’attività, precisando che “Il seminario Eagle Care 2011 ha fornito un pacchetto di informazioni vitali per medici e logisti del Comando NATO nel perfezionare il complesso processo di pianificazione del supporto sanitario. Un’area di evidente importanza non soltanto nell’ambito delle operazioni militari, ma anche dell’intervento a favore delle popolazioni civili”.

Fonte: PAO NRDC-ITA

Foto: PAO NRDC-ITA, army-technology.com