Sebastiano Favero

Meteomont: nuova stazione automatica per i dati meteonivologici a Campo Imperatore

Il Comandante delle Truppe Alpine (COMALP), gen Federico Bonato, ha presentato ieri mattina, 24 ottobre, una nuova stazione automatica per il rilevamento dei dati meteonivologici installata dal servizio Meteomont dell’Esercito a Campo Imperatore, in provincia dell’Aquila, ha fatto sapere con un comunicato stampa il COMALP.

La cerimonia di inaugurazione si è tenuta alla presenza del Sottosegretario della Regione Abruzzo con delega alla Protezione Civile, dott Mario Mazzocca, del Sindaco de L’Aquila, dott Luigi Biondi, del Presidente nazionale dell’Associazione Nazionale Alpini, ing Sebastiano Favero, e di autorità militari e civili.

La stazione, che è situata in una zona significativa per lo studio e il monitoraggio dei principali fenomeni meteonivologici, consentirà di potenziare in modo significativo la locale rete di monitoraggio e con essa la capacità di prevenzione e previsione valanghe di tutta l’area.

“L’installazione di una nuova stazione automatica per il rilevamento e il monitoraggio delle condizioni meteonivologiche a Campo Imperatore – sottolinea il COMALP – rappresenta, assieme alla recente costituzione di un Battaglione Alpino di pronto intervento (link articolo in calce), la risposta concreta dell’Esercito ai catastrofici fenomeni naturali che si sono recentemente abbattuti in Centro Italia”.

Grazie al contributo ingegneristico e tecnologico del Centro Elettrotecnico Sperimentale Italiano (CESI S.p.A.), leader mondiale nel campo dell’ingegneria civile e ambientale e della consulenza per il settore elettrico, la stazione è stata potenziata con una videocamera, un sensore per la radiazione solare netta e un nuovissimo sistema di acquisizione dati, strumenti che consentiranno una migliore e più completa acquisizione delle informazioni, che in tempo reale saranno rese disponibili alla collettività e alla comunità scientifica sul sito www.meteomont.org.

L’iniziativa, che fa seguito a una richiesta di collaborazione avanzata dalla Regione Abruzzo e finalizzata alla realizzazione di un profilo climatico regionale, si inquadra tra le molteplici attività duali al servizio del Paese messe in atto dall’Esercito che, già nello scorso mese di maggio, avevano portato alla creazione in seno al 9° reggimento Alpini di un battaglione “multifunzione” specializzato per intervenire, in maniera rapida e in supporto alla Protezione Civile, in situazioni di emergenza e di pubbliche calamità – come peraltro recentemente fatto nell’ambito delle operazioni di contenimento e spegnimento degli incendi divampati nell’area del Monte Morrone.

Articoli correlati:

Emergenza incendi: il nuovo battaglione Vicenza del 9° rgt Alpini in azione sul Monte Morrone in Abruzzo (29 agosto 2017)

Sisma: encomio solenne alle Forze Armate dalla Regione Abruzzo, “nasce un battaglione alpini multifunzione” fa sapere il CaSMD gen Graziano (3 luglio 2017)

COMALP in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMALP; Esercito Italiano

Alpini: si conclude oggi all’Aquila con il ministro Pinotti l’88^ adunata nazionale

20150517_L'Aquila_Giornata CONCLUSIVA DELL’88MA ADUNATA NAZIONALE DEGLI ALPINI (1)È con il tradizionale sfilamento degli Alpini per le vie dell’Aquila che si è conclusa oggi, domenica 17 maggio 2015, l’88esima adunata nazionale ospitata dal capoluogo abruzzese.

Alla giornata conclusiva ha presenziato il Ministro della Difesa, senatrice Roberta Pinotti, insieme con il Capo di stato maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, e con il Capo di stato maggiore dell’Esercito, generale Danilo Errico.

In testa alla sfilata hanno marciato gli Alpini del 9° reggimento di stanza all’Aquila, comandati dal colonnello Massimo Iacobucci, preceduti dalla Fanfara della brigata alpina Taurinense, e, a seguire, dalle migliaia di sezioni e gruppi dell’Associazione Nazionale Alpini.

20150517_L'Aquila_Giornata CONCLUSIVA DELL’88MA ADUNATA NAZIONALE DEGLI ALPINI (12)Nel proprio messaggio di saluto rivolto a tutti gli Alpini d’Italia, il Ministro della Difesa ha evidenziato l’importanza della scelta della cittadina abruzzese per il raduno, una scelta non casuale considerato il forte legame tra L’Aquila e gli Alpini, che, dopo il sisma del 2009, hanno soccorso la popolazione e aiutato a ricostruire la città, rassicurando e riportando la normalità dopo un evento così tragicamente eccezionale.

Il minsitro Pinotti ha ricordato l’impegno degli Alpini in armi e in congedo in tutte le gravi emergenze conosciute dal paese: Vajont, Friuli, Irpinia e, più recentemente, Emilia e Liguria, senza contare gli interventi all’estero, in Afghanistan come in Centrafrica, in soccorso di milioni di persone attraverso la realizzazione di migliaia di progetti.

20150517_L'Aquila_Giornata CONCLUSIVA DELL’88MA ADUNATA NAZIONALE DEGLI ALPINI (13)Nella tre giorni dell’Adunata, le Truppe Alpine dell’Esercito – in collaborazione con l’Associazione Nazionale Alpini – hanno allestito la Cittadella: un’area espositiva nel Parco del Castello, dove è stata presentata a oltre 70.000 visitatori la realtà degli Alpini in armi, risorsa per il paese e per la montagna, attraverso la mostra di mezzi, sistemi d’arma ed equipaggiamenti di ultima generazione.

Uno spazio particolare della Cittadella degli Alpini è stato dedicato alle battaglie combattute in quota dagli Alpini durante la Grande Guerra, grazie a un allestimento del Museo Nazionale degli Alpini di Trento realizzato in occasione del centenario del primo conflitto mondiale.

20150517_L'Aquila_Giornata CONCLUSIVA DELL’88MA ADUNATA NAZIONALE DEGLI ALPINI (9)Il tema della solidarietà e del soccorso è stato infine oggetto di un’originale mostra fotografica intitolata “Gli Alpini ci sono sempre”, inaugurata venerdì 15 dal generale Federico Bonato, comandante delle Truppe Alpine, insieme con il Presidente dell’Associazione Nazionale Alpini Sebastiano Favero.

Articoli correlati:

Alpini: all’Aquila l’88^ adunata nazionale. Cittadella, Centenario Grande Guerra e riproduzione avamposto Afghanistan (15 maggio 2015)

Gli Alpini in Paola Casoli il Blog

La brigata Taurinense in Paola Casoli il Blog

Il 9° reggimento Alpini in Paola Casoli il Blog

Il COMALP in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMALP

20150517_L'Aquila_Giornata CONCLUSIVA DELL’88MA ADUNATA NAZIONALE DEGLI ALPINI (10)

20150517_L'Aquila_Giornata CONCLUSIVA DELL’88MA ADUNATA NAZIONALE DEGLI ALPINI (4)

20150517_L'Aquila_Giornata CONCLUSIVA DELL’88MA ADUNATA NAZIONALE DEGLI ALPINI (14)

20150517_L'Aquila_Giornata CONCLUSIVA DELL’88MA ADUNATA NAZIONALE DEGLI ALPINI (15)

20150517_L'Aquila_Giornata CONCLUSIVA DELL’88MA ADUNATA NAZIONALE DEGLI ALPINI (5)

20150517_L'Aquila_Giornata CONCLUSIVA DELL’88MA ADUNATA NAZIONALE DEGLI ALPINI (6)

20150517_L'Aquila_Giornata CONCLUSIVA DELL’88MA ADUNATA NAZIONALE DEGLI ALPINI (7)

20150517_L'Aquila_Giornata CONCLUSIVA DELL’88MA ADUNATA NAZIONALE DEGLI ALPINI (8)

20150517_L'Aquila_Giornata CONCLUSIVA DELL’88MA ADUNATA NAZIONALE DEGLI ALPINI (16)

20150517_L'Aquila_Giornata CONCLUSIVA DELL’88MA ADUNATA NAZIONALE DEGLI ALPINI (11)

Alpini: all’Aquila l’88^ adunata nazionale. Cittadella, Centenario Grande Guerra e riproduzione avamposto Afghanistan

CMC Paolo MASSARDI

CMC Paolo MASSARDI

Con l’Alzabandiera e l’inaugurazione della Cittadella degli Alpini al Parco del Castello è iniziata questa mattina, 15 maggio, la tre giorni dell’ 88^ Adunata Nazionale degli Alpini nella città de L’Aquila.

È stata infatti aperta oggi ufficialmente al pubblico la Cittadella degli Alpini, lo spazio all’interno del Parco del Castello, all’Aquila, che le Truppe Alpine dell’Esercito hanno allestito per presentare al pubblico dell’Adunata mezzi, armi ed equipaggiamenti di ultima generazione.

Dopo l’alzabandiera, a cui hanno partecipato centinaia di persone e molti bambini, fa sapere il Comando Truppe Alpine (COMALP), il generale Federico Bonato, comandante COMALP, ha tagliato il nastro inaugurale insieme al Presidente dell’Associazione Nazionale Alpini (ANA), Sebastiano Favero, e a Massimo Cialente, sindaco della città abruzzese.

CMC Paolo MASSARDI

CMC Paolo MASSARDI

Molto frequentati già nella prima giornata di apertura gli stand della Cittadella, dedicati alle diverse specialità delle Truppe Alpine e illustrati da militari delle brigate Julia e Taurinense e del Centro Addestramento Alpino.

Di particolare interesse sono risultati gli stand del genio, con la simulazione della bonifica di un campo minato, l’esposizione dei blindati Lince e la riproduzione di un avamposto del 9° reggimento Alpini in Afghanistan.

La rievocazione del centenario della Grande Guerra ha attirato molte persone presso l’area del Museo degli Alpini di Trento, dove viene proposta un’originale mostra sulle battaglie in quota.

Uno spazio importante sarà infatti dedicato alla missione in Afghanistan, con la riproduzione dettagliata di un avamposto che consentirà ai visitatori di conoscere da vicino la realtà quotidiana dei militari italiani che operano nel paese asiatico.

CMC Paolo MASSARDI

CMC Paolo MASSARDI

Appassionati e curiosi potranno salire a bordo dei modernissimi automezzi Lince e dell’autoblindo Centauro (realizzazioni made in Italy!), oltre che dei cingolati da neve BV206, potranno imbracciare il fucile Beretta ARX recentemente adottato dall’Esercito, osservare le manovre di puntamento dei mortai Thomson da 120 in dotazione alla fanteria e all’artiglieria e provare gli apparati radio che metteranno in collegamento l’Adunata aquilana con tutto il mondo, grazie alla collaborazione con l’Associazione Radioamatori.

Anche quest’anno gli alpini paracadutisti metteranno in scena la liberazione di un ostaggio, un’esperienza che verrà proposta a chi vorrà provare un’esperienza forte.

CMC Paolo MASSARDI

CMC Paolo MASSARDI

Insieme ai genieri alpini si potrà bonificare un campo minato (rigorosamente simulato!) e conoscere da vicino le tecniche con cui vengono disinnescate le centinaia di residuati bellici che ogni anno l’Esercito viene chiamato a neutralizzare in tutta Italia.

Sempre nell’area del Genio sarà presentata la missione europea nella Repubblica Centrafricana, recentemente conclusasi con successo anche grazie al contributo italiano.

L’aviazione dell’Esercito (AVES), che collabora sistematicamente con le Truppe Alpine in operazione e in esercitazione, sarà presente con un proprio stand dove saranno esposti materiali a elevato contenuto tecnologico.

CMC Paolo MASSARDI

CMC Paolo MASSARDI

Al centro della Cittadella sarà inoltre disponibile un Info-Point dove chi aspira alla carriera militare nell’Esercito potrà ricevere da un team specializzato tutte le informazioni sul reclutamento.

Ai più giovani sarà rivolta l’area incentrata sulla montagna, gestita dal Centro Addestramento Alpino di Aosta insieme all’Associazione Nazionale Alpini, dove si troveranno un muro di arrampicata, un ponte tibetano e una pista artificiale da sci di fondo a disposizione di bambini e ragazzi con la supervisione di istruttori di sci e di alpinismo. Sempre in tema di montagna non mancherà la tenda del servizio meteorologico METEOMONT, che grazie a rilevamenti quotidiani su tutto l’arco alpino fornisce quotidianamente le previsioni sul rischio valanghe, in collaborazione col Corpo Forestale dello Stato e l’Aeronautica Militare.

CMC Paolo MASSARDI

CMC Paolo MASSARDI

L’88^ Adunata coincide con il centenario dell’ingresso italiano nella Grande Guerra: per l’occasione il Museo Nazionale degli Alpini di Trento ha preparato un’originale mostra fotografica sulle battaglie che hanno visto alpini e fanti combattere in quota nel ’15-’18, oltre a esporre una ricca selezione di cimeli che rievocheranno la storia del Corpo, fondato nel 1872.

Sempre in tema di 100° anniversario, il gruppo storico ‘Militaria’ allestirà uno spazio in cui sarà fedelmente riprodotta l’atmosfera di una trincea italiana della Prima Guerra Mondiale, grazie a figuranti in uniformi d’epoca che presenteranno al pubblico una serie di scenette di vita militare di un secolo fa.

CMC Paolo MASSARDI

CMC Paolo MASSARDI

I soccorsi alla popolazione colpita dal sisma del 2009 – e più in generale tutti gli interventi degli alpini in armi e in congedo per salvare e ricostruire – saranno oggetto di una mostra fotografica organizzata presso la Cittadella dall’Associazione Nazionale Alpini in collaborazione con le Truppe Alpine. Intitolata ‘Gli Alpini ci sono sempre’, la galleria di immagini di archivio testimonierà l’impegno solidale delle Penne Nere in Italia e all’estero: Vajont, Friuli, Irpinia, Abruzzo, Liguria, ma anche Afghanistan e Centrafrica, sempre in prima linea dove c’è bisogno.

Al battaglione L’Aquila del 9° reggimento, di stanza nella cittadina abruzzese, sarà dedicato uno spazio speciale, con l’esposizione di fotografie, oggetti e memorabilia che raccontano la storia passata e recente di una delle unità alpine più decorate dell’Esercito.

CMC Paolo MASSARDI

CMC Paolo MASSARDI

Due alpini del 9° presenteranno infine all’interno della Cittadella la serie di scatti da loro realizzati nel centro storico dell’Aquila cinque anni dopo il terremoto: la mostra si intitola ‘Lavori in corso’ ed è l’omaggio di due penne nere alla città che dal 1975 ospita il reggimento e quest’anno, per la prima volta, l’Adunata Nazionale.

La Bandiera di Guerra del 9° reggimento Alpini ha sfilato stamane per le vie dell’Aquila, partendo dalla basilica di Collemaggio per giungere in piazza del Duomo, salutata da decine di migliaia di Alpini e di cittadini aquilani.

La sfilata del vessillo di un reggimento di Alpini in armi è uno degli appuntamenti tradizionali di ciascuna Adunata Nazionale Alpini, apertasi con la cerimonia dell’alzabandiera sulle note dell’inno di Mameli, eseguito dalla Fanfara della brigata alpina Taurinense.

CMC Paolo MASSARDI

CMC Paolo MASSARDI

La cittadina abruzzese che ospita l’88^ Adunata è dal 1975 la sede del 9° reggimento alpini, che inquadra il celebre battaglione L’Aquila, il cui motto “D’Aquila Penne, ugne di Leonessa” fu coniato da Gabriele D’Annunzio a partire da tre località considerate bacino di reclutamento degli Alpini d’Abruzzo.

Articoli correlati:

Le precedenti edizioni delle adunate nazionali degli Alpini in Paola Casoli il Blog

Gli Alpini in Paola Casoli il Blog

Il Centenario Grande Guerra in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMALP

CMC Paolo MASSARDI

CMC Paolo MASSARDI

CMC Paolo MASSARDI

CMC Paolo MASSARDI

NRDC-ITA firma intesa con ANA Varese-Milano-Como per divulgazione conoscenze storico-culturali militari

Nel pomeriggio dello scorso 15 settembre, nella caserma Ugo Mara di Solbiate Olona, sede del Nato Rapid Deployable Corps – Italy (NRDC-ITA), è stato siglato un memorandum d’intesa con l’Associazione Nazione Alpini (ANA) delle sezioni di Varese, Milano e Como.

Il documento è stato firmato dal comandante di NRDC-ITA, generale Giorgio Battisti, dal presidente ANA della sezione di Varese, Luigi Bertoglio, dal presidente ANA della sezione di Milano, Luigi Boffi, e dal presidente ANA della sezione di Como, Enrico Gaffuri, alla presenza del consigliere nazionale Vincenzo Cordiglia, delegato del Presidente Nazionale ANA Sebastiano Favero.

Oggetto dell’intesa la cooperazione per la divulgazione di conoscenze e di informazioni e per il reciproco scambio di esperienze storiche, culturali e militari.

Il documento  favorirà l’interscambio per l’organizzazione di studi, analisi, conferenze, che abbiano come focus la NATO e il territorio della Lombardia. Sono previste anche una serie di escursioni e visite guidate ai siti di maggiore rilevanza storica e socio-culturale.

Il generale Battisti ha espresso tutta la sua soddisfazione per la raggiunta intesa, che può considerarsi elemento di continuità tra passato, presente e futuro.

“I valori universali di amor patrio e scarificio di cui gli alpini sono storicamente testimoni – sottolinea il comunicato stampa di NRDC-ITA – si tramandano tra le generazioni e sono testimoniati oggi dalla presenza del reduce della battaglia di Nikolaevka, Antonio “Pierino” Gilardoni, classe 1918. Questa collaborazione è una ulteriore dimostrazione di come NRDC-ITA non voglia essere “ospite” del territorio, ma sua parte attiva e integrata”.

Anche il presidente Boffi, della sezione di Milano, esalta i valori sui quali si fonda lo spirito alpino e sottolinea l’importanza del protocollo d’intesa che deve essere considerato il filo conduttore che tiene uniti militari in servizio e in congedo.

Nel corso della cerimonia si è esibito il coro degli alpini della sezione di Varese.

Una corona commemorativa è stata posta presso il monumento dedicato agli alpini situato all’interno della caserma Mara.

Articoli correlati:

NRDC-ITA in Paola Casoli il Blog

Gli alpini in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: PAO NRDC-ITA

Alpini, il CaSME, gen Graziano, alla sfilata dell’87^ adunata nazionale a Pordenone: “importante messaggio di collaborazione tra civili ed Esercito Italiano”

Ieri mattina, domenica 11 maggio, ha avuto luogo a Pordenone lo sfilamento delle Penne nere nel corso dell’ 87^ adunata nazionale degli alpini.

Ad aprire la sfilata la Bandiera di Guerra del 3° reggimento artiglieria da montagna, seguita dal vessillo dell’Associazione nazionale alpini (Ana), accompagnato dal Capo di stato maggiore dell’Esercito (CaSME), generale Claudio Graziano, dal presidente dell’Ana, ingegner Sebastiano Favero, e dal comandante delle Truppe Alpine, generale Albero Primicerj.

Il generale Graziano, rispondendo alle domande dei media, ha sottolineato che “da Pordenone parte un messaggio importante di solidarietà intesa come collaborazione tra le organizzazioni civili e l’Esercito che è sempre più stretta, in particolare in questo momento di crisi per il Paese”.

Parlando delle peculiarità delle truppe alpine, il CaSME ha sottolineato che “l’addestramento é importante, bisogna svolgerlo nei contesti più difficili e la montagna é una palestra eccezionale. In Afghanistan i nostri militari hanno operato a oltre i 5mila metri di altezza e se non fossero stati abituati al freddo e alle condizioni estreme non avrebbero avuto successo”.

“L’Esercito Italiano e in particolar modo gli alpini- ha concluso il generale Graziano – hanno maturato una capacità e una flessibilità che li rende idonei a intervenire dove il paese ritiene necessario.”

Articoli correlati:

L’87^ adunata nazionale degli alpini a Pordenone in Paola Casoli il Blog

Gli alpini in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: stato maggiore Esercito