Ott 6, 2013
36 Views
0 0

Il CaSMD in Libia per nuova mix MIL e per intesa sull’addestramento dei militari libici in ambito G8 Compact

Written by

Ha avuto luogo lo scorso 1° ottobre, a Tripoli, in Libia, l’incontro tra il Capo di stato maggiore della Difesa (CaSMD), ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, e il suo omologo libico, generale Abdulsalam Jadallah Alsalhin Alobaidi.

L’incontro, teso ad approfondire i termini della cooperazione da tempo in atto tra i due Paesi, ha in particolare trattato l’intesa tecnica per l’addestramento del personale militare libico nell’ambito del G8 Compact (un ampio contributo addestrativo e formativo che l’Italia fornirà, su richiesta del governo di Tripoli, alle Forze Armate libiche), gli aspetti a essa strumentali e, su un piano generale, i temi di maggiore attualità nel campo della cooperazione militare.

A conclusione del meeting, svoltosi in un’atmosfera di fattiva cordialità, l’ammiraglio Binelli Mantelli – il primo CaSMD a incontrare il neo-nominato generale Jadallah Alobaidi, fa sapere lo stato maggiore della Difesa nel comunicato stampa – ha voluto rimarcare “il comune interesse per un Mediterraneo sicuro e stabile, nonché la volontà di voler supportare con concretezza le Forze Armate libiche nel processo di ricostruzione delle proprie capacità operative”.

Dal canto suo, il Capo delle Forze Armate libiche, generale Alobaidi, ha ringraziato l’Italia “per il supporto assicurato fin dai primi momenti della crisi”.

Nel corso della visita l’ammiraglio Binelli Mantelli ha voluto incontrare i militari italiani impegnati in quella che, da oggi, assume la denominazione di Missione militare Italiana in Libia (MIL).

Evoluzione dell’Operazione Cyrene, lanciata nel 2011 allo scopo di supportare il Consiglio Nazionale di Transizione nella ricostruzione delle Forze armate e di sicurezza libiche, la MIL si inserisce nel quadro della cooperazione militare tra i due paesi sancita col memorandum d’intesa firmato a Roma il 28 maggio 2012.

La MIL, che ha lo scopo di organizzare, condurre e coordinare le attività addestrative, di assistenza e consulenza nel settore della Difesa, si articola in una componente core interforze a carattere permanente, e in una componente ad hoc, costituita da mobile team formativi, addestrativi e di supporto in base alle esigenze di volta in volta individuate dalle Forze Armate libiche.

Articoli correlati:

Visita del CaSMD libico gen Mangush al collega italiano amm Binelli Mantelli: focus su Op Cyrene ed EUBAM. Più posti per ufficiali libici in accademie militari italiane (25 aprile 2013)

Fonte e foto: stato maggiore della Difesa

Article Categories:
Forze Armate