Aosta

Esercito Italiano e Valle d’Aosta: si concretizza l’accordo di programma sugli immobili, inaugurati base addestrativa ed eliporto di Pollein

Sono stati inaugurati il 24 luglio scorso, ad Aosta, alla presenza del Capo di stato maggiore dell’Esercito, generale Claudio Graziano, e del Presidente della Regione, Augusto Rollandin, la base logistico-addestrativa e l’eliporto di Pollein.

L’inaugurazione rappresenta un passo importante nella concretizzazione dell’accordo di programma sugli immobili sottoscritto il 30 luglio 2008 tra l’Esercito e la Regione Valle d’Aosta. In cambio della proprietà della storica caserma Testa Fochi, la regione ha provveduto a riqualificare e ristrutturare la base logistico addestrativa di Pollein e l’eliporto più alcune palazzine delle caserme Battisti e Ramires.  La regione Valle d’Aosta ha interamente finanziato i lavori per un ammontare di circa 28 milioni di euro.

Il generale Graziano, nel corso del suo intervento, ricordando di aver prestato servizio in Valle d’Aosta, ha affermato che “occasioni come questa servono a consolidare un rapporto di fratellanza tra l’Esercito e la comunità locale che non si è mai spento”.

“In un periodo di razionalizzazione – ha continuato il generale Graziano – l’Esercito può continuare a perseguire l’efficienza, l’addestramento e la sicurezza dei propri uomini e donne anche grazie alla collaborazione con gli Enti locali. In quest’ottica -ha concluso il Capo di stato maggiore – da Aosta parte un messaggio di ottimismo e un esempio da seguire per tutto il Paese”.

Gli interventi presso la base logistico addestrativa di Pollein hanno permesso di realizzare strutture fondamentali per garantire l’addestramento delle unità dell’Esercito. Oltre a un nuovo percorso fuoristrada per l’addestramento alla guida dei mezzi tattici e una area addestrativa contro gli ordigni esplosivi improvvisati è stato anche installato un nuovo simulatore per il combattimento individuale e di squadra.  Il nuovo eliporto, inoltre, risponde ai requisiti richiesti dall’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile e potrà quindi essere utiizzato anche dai velivoli delle unità di soccorso.

La cerimonia è proseguita con l’ultimo ammainabandiera nella storica caserma Testa Fochi che passa alla Regione Valle d’Aosta. Dopo la ristrutturazione l’immobile sarà convertito in polo universitario. A ricordare il glorioso passato della più antica caserma della città, da 128 anni sinonimo di presidio militare e degli Alpini, sede storica del glorioso battaglione Aosta, rimarranno il monumento ai Caduti e il Sacrario del battaglione Aosta e del 4° alpini.

Nel maggio scorso, esattamente due mesi fa, lo stato di avanzamento dei lavori nelle caserme Battisti e Ramires, e nella base di Pollein, erano stati valutati direttamente dal Comandante delle Forze Terrestri, generale Roberto Bernardini, nel corso di una visita nel comprensorio (link articolo in calce).

I lavori nelle strutture interessate, a compensazione della cessione della caserma Testa Fochi alla Regione Val d’Aosta, erano cominciati il 6 settembre 2012.

Articoli correlati:

COMFOTER: il gen Bernardini visita il Centro addestramento alpino dell’Esercito, prestigiosa scuola militare per il combattimento in montagna (29 maggio 2014)

Fonte e foto: Esercito Italiano

COMFOTER: il gen Bernardini visita il Centro addestramento alpino dell’Esercito, prestigiosa scuola militare per il combattimento in montagna

Il Comandante delle Forze Operative Terrestri (COMFOTER), generale Roberto Bernardini, ha reso oggi visita al Centro Addestramento Alpino-Scuola Militare di Aosta.

L’alto ufficiale, accolto dal comandante del centro, generale Antonio Maggi, ha reso omaggio alla Bandiera dell’Istituto, insignita di medaglia d’argento al Valor Civile, per poi assistere a un briefing durante il quale sono state illustrate le potenzialità del centro, unico ente in ambito Forze Armate deputato all’addestramento al movimento e combattimento in montagna che gode di elevato prestigio anche all’estero.

La visita è proseguita con un tour informativo alle infrastrutture, fa sapere il comunicato di COMFOTER, e con un incontro con il personale militare e civile, nei confronti del quale il generale Bernardini si è espresso con parole di grande soddisfazione per la elevata professionalità ed efficacia con cui viene svolta la complessa attività addestrativa devoluta al centro.

Lo scopo della visita alle infrastrutture era valutare lo stato di avanzamento degli estesi lavori che a partire dal 6 settembre 2012 stanno interessando il comprensorio Battisti-Ramires in Aosta e la base logistica di Pollein, a compensazione della cessione della Caserma Testa Fochi alla Regione Valle d’Aosta.

Si tratta del primo esempio a livello nazionale di permuta Stato – Regione che sta andando a buon fine a seguito dell’accordo di programma stipulato tra le parti il 31 luglio 2008.

Articoli correlati:

Il Centro addestramento alpino di Aosta in Paola Casoli il Blog

Il COMFOTER in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMFOTER

Sochi, Giochi olimpici invernali: bronzo nel biathlon per i due atleti militari del Centro addestramento alpino di Aosta, Karin Oberhofer e Dominik Windish

Sono alla loro prima esperienza olimpica e fanno parte del team più giovane tra le maggiori squadre partecipanti alla XXII edizione dei giochi olimpici invernali a Sochi.

Sono il caporal maggiore scelto Karin Oberhofer e il 1° caporal maggiore Dominik Windish, entrambi atleti del Centro Sportivo dell’Esercito, che hanno conquistato ieri la medaglia di bronzo nella staffetta mista del biathlon.

Il Capo di stato maggiore dell’Esercito, generale Claudio Graziano, si è complimentato con gli atleti “per il costante impegno profuso e i sacrifici che hanno dovuto sostenere per raggiungere questo bel traguardo”. I militari, entrambi alla prima esperienza olimpica, appartengono alla sezione sport invernali del Centro addestramento alpino di Aosta.

La squadra, composta dai due militari e da Dorothea Wierer e Lukas Hofer, è il team più giovane tra i maggiori partecipanti.

La sezione sport invernali del Centro Sportivo dell’Esercito in più di 70 anni di storia ha ottenuto numerosi successi in ambito nazionale e internazionale: 17 medaglie ai Giochi Olimpici, 26 titoli mondiali, 216 podi in competizioni di Coppa del Mondo, 10 Coppe del Mondo assolute, 97 podi in Coppa Europa, 13 titoli europei, oltre 140 titoli italiani.

Il caporal maggiore scelto Karin Oberhofer è nata il 3 novembre 1985 a Bressanone, in provincia di Bolzano, ed è in servizio dal 21 novembre 2006 presso il Centro Sportivo dell’Esercito sezione sport invernali.

Il 1° caporal maggiore Dominik Windish, nato il 6 novembre 1989 a Brunico, Bolzano, è in servizio dal 22 dicembre 2008 presso il Centro Sportivo dell’Esercito sezione sport invernali.

Articoli correlati:

Gli atleti militari in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: stato maggiore Esercito

Muore guida alpina militare del Centro Addestramento Alpino di Aosta, caporal maggiore scelto Simona Hosquet: prima donna soldato a ottenere il brevetto di guida

Simona Hosquet, 30 anni, originaria di Aosta, dal 2002 in servizio presso il Centro Addestramento Alpino dell’Esercito di Aosta, era guida alpina militare e istruttore militare di sci. È deceduta ieri travolta da una valanga di grandi dimensioni che si è staccata verso le 12.30 a 2.600 metri di quota dal Monte Rosetta, in Valtournenche. Estratta in gravissime condizioni dalla neve, è poi spirata ieri pomeriggio all’ospedale Parini di Aosta.

Già atleta della squadra nazionale italiana juniores, nelle stagioni 2003 e 2004 ha conquistato il titolo di campionessa italiana di staffetta e una medaglia d’argento tricolore nella prova individuale sui 5 km a tecnica classica.

Terminata la carriera agonistica, è stata impiegata nella Sezione Sci Alpinistica del Reparto Attività Sportive occupandosi della formazione in montagna a favore di tutti i reparti della Forza Armata e degli Eserciti Esteri.

Nel 2007 è diventata la prima donna soldato a conseguire la qualifica di istruttore militare scelto di sci e alpinismo.

Fonte e foto: stato maggiore Esercito, repubblica.it

CISM, partita da Aosta la fiaccola della 2^ edizione dei Giochi mondiali militari invernali

È stata accesa ieri, 19 marzo, con una breve ma significativa cerimonia svoltasi nella centrale piazza Chanoux di Aosta alla presenza delle massime autorità civili e militari regionali, la fiaccola della 2^ edizione dei Giochi mondiali militari invernali del Consiglio Internazionale dello Sport Militare (CISM), che si svolgeranno dal 25 al 29 marzo ad Annecy (Francia).

La fiaccola toccherà varie località della Valle d’Aosta per poi raggiungere, il 21 marzo, il Col Flambeau sul massiccio del Monte Bianco, dove il testimone passerà ai colleghi francesi.

La cerimonia è stata preceduta dalla conferenza stampa di presentazione, svoltasi nei saloni del Castello generale Cantore, sede del comando del Centro addestramento alpino, alla presenza delle massime autorità, di qualificati membri del Comitato organizzatore di Annecy 2013, dei sindaci dei comuni francesi sedi di gara, e di alcuni ex atleti di spicco quali il campione olimpico Marco Albarello e il campione mondiale Vincent Vittoz.

La cerimonia in piazza, cui hanno assistito festose anche alcune classi delle scuole primarie di Aosta, è stata allietata e condotta sulle note della Fanfara della brigata alpina Taurinense, la quale, mentre la fiaccola lasciava Aosta, ha eseguito il suo spettacolare carosello a coronamento della splendida giornata di amicizia e vicinanza tra due nazioni nel segno dello sport.

Articoli correlati:

CISM, seconda edizione dei Giochi mondiali militari invernali: la fiaccola parte domani da Aosta (18 marzo 2013)

CISM, presentata la delegazione italiana alla 2^ edizione dei Giochi mondiali militari invernali (23 gennaio 2013)

CISM: oggi la presentazione della seconda edizione dei Giochi mondiali invernali militari (19 gennaio 2013)

Il CISM in Paola Casoli il Blog

Gli atleti militari in Paola Casoli il Blog

Fonte: stato maggiore della Difesa

Foto: stato maggiore della Difesa

CISM, seconda edizione dei Giochi mondiali militari invernali: la fiaccola parte domani da Aosta

Si terrà domattina 19 marzo, alle 10, nel Castello Generale Cantore, sede del Comando del Centro Addestramento Alpino, la conferenza stampa di presentazione del programma del trasferimento della fiaccola della 2^ Edizione dei Giochi Mondiali Militari Invernali del Consiglio Internazionale dello Sport Militare (CISM), di previsto svolgimento dal 25 al 29 marzo 2013 nella cittadina francese di Annecy.

Al termine della conferenza stampa, in Piazza Chanoux verrà accesa la fiaccola che sarà portata dagli atleti militari italiani lungo un percorso che toccherà varie località della Valle d’Aosta, raggiungendo, il 21 marzo, il Col Flambeau sul massiccio del Monte Bianco, dove il testimone passerà ai colleghi francesi, per poi proseguire il suo cammino verso la sede dei Giochi.

All’evento, che si svolge con il patrocinio dello stato maggiore della Difesa, della Regione Autonoma della Valle d’Aosta e del Comune di Aosta, saranno presenti autorità civili, militari, membri del Comitato organizzatore dei Giochi precedenti e di quelli del Comitato attualmente in carica, oltre ad atleti ed ex atleti militari, quali il campione olimpico Marco Albarello e il plurimedagliato mondiale francese Vincent Vittoz.

Articoli correlati:

CISM, presentata la delegazione italiana alla 2^ edizione dei Giochi mondiali militari invernali (23 gennaio 2013)

CISM: oggi la presentazione della 2^ edizione dei Giochi mondiali militari invernali (19 gennaio 2013)

I giochi militari CISM in Paola Casoli il Blog

Fonte: stato maggiore della Difesa

Logo del CISM dal sito dello stato maggiore della Difesa

Visita del CaSME generale Graziano ai prossimi mentor degli afgani: il Centro addestramento alpino di Aosta

Il Capo di stato maggiore dell’Esercito, generale Claudio Graziano, ha fatto visita ieri 6 settembre ai militari del Centro addestramento alpino di Aosta, che a breve saranno in Afghanistan in qualità di mentor delle forze di sicurezza afgane.

Ricevuto dal comandante del centro, generale  Antonio Maggi, e accompagnato dal comandante delle Truppe alpine, generale Alberto Primicerj, il generale Graziano ha potuto verificare personalmente l’addestramento del personale in partenza per il teatro operativo afgano.

Incontrando il personale del Centro addestramento alpino, il generale Graziano si è complimentato per la professionalità e la qualità del training condotto e ha spronato il personale a continuare a operare con lo stesso impegno, serietà e determinazione.

Il Centro addestramento alpino è l’ente deputato alla formazione allo sci e all’alpinismo del personale delle Truppe alpine, delle forze speciali dell’Esercito e delle altre Forze Armate. Il centro è anche polo di eccellenza per l’addestramento del personale di previsto impiego in teatro operativo afgano.

Articoli correlati:

Il CaSME generale Claudio Graziano in Paola Casoli il Blog

Il Centro addestramento alpino in Paola Casoli il Blog

Fonte: stato maggiore dell’Esercito

Foto: lo stemma del Centro addestramento alpino è di esercito.difesa.it