cavalleria militare

L’Autocarro Fiat 18 BL – 1918 con l’Esercito a Cavalli a Roma nel Centenario Grande Guerra

CAVALLI A ROMA - BLINDO CENTAUROL’Esercito Italiano torna alla Fiera Cavalli a Roma dopo il successo dell’edizione 2014. Dal 13 al 15 febbraio, fa sapere il comunicato stampa del Comando Militare della Capitale, la Forza Armata sarà al padiglione 5 della Nuova Fiera di Roma con uno stand promozionale organizzato dallo stesso Comando Militare della Capitale.

Quest’anno ampia parte dello spazio espositivo dell’Esercito Italiano sarà dedicato alla Grande Guerra. Un “Angolo della memoria”, allestito in occasione delle commemorazioni europee per il centenario della Prima Guerra CAVALLI A ROMA - INFOPOINT ESERCITOMondiale, dove i visitatori potranno ammirare l’Autocarro Fiat 18 BL – 1918, il mezzo di trasporto logistico più impiegato durante il conflitto e custodito dal Museo storico della motorizzazione militare di Roma.

Sarà anche presentata una mostra fotografica composta da 15 immagini provenienti dall’Archivio storico dello stato maggiore dell’Esercito che raccontano il ruolo della Cavalleria Italiana durante uno dei periodi che ha segnato profondamente la storia, la società e l’immaginario delle popolazioni di tutta l’Europa.

CAVALLI A ROMA - TENENTE COLONNELLO EMANUELE PATALANO COMANDANTE GRUPPO SQUADRONE A CAVALLO DEL REGGIMENTO LANCIERI DI MONTEBELLOMa la moderna Cavalleria è soprattutto ricerca e innovazione tecnologica rappresentate alla Nuova Fiera di Roma da una blindo Centauro, uno dei veicoli utilizzati dai reggimenti di Cavalleria e Lancieri dell’Esercito Italiano nei moderni scenari operativi, in appoggio alla Fanteria o come mezzi da esplorazione.

Da non perdere, anche per questa edizione, la partecipazione del reggimento Lancieri di Montebello (8°) al Gala serale durante il quale la fanfara, i cavalieri e le amazzoni militari entusiasmeranno appassionati, famiglie e CAVALLI A ROMA - FANFARA A CAVALLO RGT LANCIERI DI MONTEBELLO (8°)bambini con l’affascinante Carosello di Lance e la storica Carica dello squadrone a cavallo.

Esercito a Cavalli a Roma sarà anche l’occasione per parlare dei concorsi per ufficiali, sottufficiali o per conoscere l’iter per diventare volontario in ferma prefissata di 1 anno.

Articoli correlati:

Esercito Italiano protagonista di Cavalli a Roma, la fiera dedicata all’equitazione (27 aprile 2014)

La Cavalleria militare in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Comando Militare della Capitale

CAVALLI A ROMA - STAND ESERCITO

AUTOCARRO FIAT 18 BL

Cambio al vertice del reggimento Artiglieria a cavallo: il col Vignocchi cede lo stendardo delle Voloire al collega Franchini

Domani, venerdì 10 ottobre, alle 10.30, nella storica caserma Santa Barbara a Milano, avrà luogo la cerimonia per il passaggio di consegne tra il 77° Comandante, colonnello Sergio Vignocchi, e il subentrante, colonnello Luca Franchini.

Dopo un periodo di circa tre anni al comando del reggimento Artiglieria a cavallo e fino al mese di giugno del 2013 del Raggruppamento Lombardia, impegnato in città per l’operazione Strade Sicure in collaborazione con le Forze dell’Ordine, il colonnello Sergio Vignocchi cederà lo Stendardo delle Volòire al suo successore.

Interverranno alla cerimonia autorità civili, religiose e militari, tra cui il generale Domenico Pace, Comandante della brigata di Cavalleria Pozzuolo del Friuli, da cui le Batterie a cavallo dipendono.

Articoli correlati:

Il reggimento Artiglieria a cavallo in Paola Casoli il Blog

L’operazione Strade Sicure in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: reggimento Artiglieria a cavallo

Cambio di comando alla brigata di Cavalleria Pozzuolo del Friuli: al gen Angelotti subentra il collega Pace

Si è svolta il 12 settembre, a Gorizia, la cerimonia di cambio di comando al vertice della brigata di Cavalleria Pozzuolo del Friuli che ha visto il generale Vasco Angelotti cedere il comando al collega Domenico Pace, che diventa così il 78° comandante della grande unità.

La cerimonia si è svolta a palazzo Guella, sede del Comando Pozzuolo del Friuli, in piazza Cesare Battisti a Gorizia. All’evento, cui ha presenziato il generale Flaviano Godio, Comandante della divisione Friuli, da cui la Pozzuolo dipende, erano presenti numerose autorità religiose, civili e militari tra cui il sindaco di Gorizia, Ettore Romoli.

Con il generale Angelotti la Pozzuolo del Friuli è stata impegnata nell’operazione Leonte 14 in Libano al Comando del Settore Ovest di UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon) da aprile a novembre 2013, nell’Operazione ISAF (International Security Assistance Force) in Afganistan con alcune unità e reparti (in particolare il reggimento Lagunari e 3° reggimento Genio Guastatori) e nell’Operazione Strade Sicure.

Il generale Angelotti andrà a ricoprire l’incarico di vice capo reparto allo stato maggiore dell’Esercito., mentre il generale Pace proviene dall’Ambasciata d’Italia in Giappone dove ha ricoperto l’incarico di Addetto per la Difesa.

La Pozzuolo del Friuli ha alle proprie dipendenze il reggimento Lagunari Serenissima di Venezia, il Piemonte Cavalleria (2°) di Villa Opicina, il Genova Cavalleria (4°) di Palmanova, il 3° Genio Guastatori di Udine, il reggimento Artiglieria a cavallo Voloire di Milano e il Reparto Comando e Supporti Tattici di Gorizia. Alle dipendenze della Pozzuolo anche il Museo Storico Militare di Palmanova.

Articoli correlati:

La brigata di Cavalleria Pozzuolo del Friuli in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: PIO brigata Pozzuolo del Friuli

L’Esercito Italiano al Polo del sorriso, giornata di solidarietà a sostegno di Operation Smile Italia. Carosello di lance e partita di polo contro gli Stati Uniti

I Lancieri di Montebello, storico reggimento di Cavalleria dell’Esercito Italiano, hanno partecipato sabato 7 giugno al  Polo del sorriso, manifestazione a sostegno della Fondazione Operation Smile Italia Onlus. L’evento  si è svolto all’Acquedotto Romano Polo Club di Montecompatri, Roma,  a favore del Progetto Smile House di Milano.

Durante la  giornata, all’insegna dello sport e della solidarietà,  lo squadrone a Cavallo dei Lancieri di Montebello,  accompagnato dalla fanfara a cavallo dello stesso reggimento, ha esibito il tradizionale “carosello di lance”, una coordinata serie di figure effettuate in uniforme storica che riproducono i movimenti in ordine chiuso di un reparto di cavalleria montato. Al termine del carosello, agli ordini del comandante di squadrone, i lancieri hanno effettuato  una tradizionale carica di cavalleria.

A seguire si è svolta una partita di polo tra due squadre di prestigio, capitanate rispettivamente da Cataldo d’Andria e da Bruce Colley: Italia contro Stati Uniti.

Centinaia sono stati i partecipanti,  tra cui numerosi vip e amanti dello sport equestre che, attraverso il pagamento del biglietto, hanno aiutato a sostenere il progetto di Fondazione Operation Smile Italia Onlus.

La Operation Smile è una organizzazione umanitaria internazionale che opera in ambito sanitario, dal 1982 in America, attiva in Italia dal 2000 (Operation Smile Italia Onlus).

Alla Operation Smile prestano la loro opera volontari medici, infermieri e operatori sanitari che realizzano missioni umanitarie in più di 60 paesi nel mondo. Dal 1982 sono più di 5mila i volontari che hanno collaborato a effettuare oltre 200mila interventi chirurgici su bambini affetti da labiopalatoschisi, anche noto come labbro leporino.

Articoli correlati:

L’Esercito Italiano con i Lancieri di Montebello al Polo del sorriso in favore di Operation Smile Italia (7 giugno 2014)

Il reggimento Lancieri di Montebello (8°) in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: stato maggiore Esercito

L’Esercito Italiano con i Lancieri di Montebello al Polo del sorriso in favore di Operation Smile Italia

I Lancieri di Montebello, storico Reggimento dell’Esercito Italiano, saranno presenti al  Polo del sorriso, la manifestazione a sostegno della Fondazione Operation Smile Italia Onlus.

L’evento, che si svolgerà a partire dalle 12 di oggi, sabato 7 giugno, presso l’Acquedotto romano Polo Club di Montecompatri (Roma),  è a favore del Progetto Smile House di Milano.

Il  ricavato dell’evento  sarà destinato ai piccoli pazienti della Smile House e ha ottenuto per questa nuova edizione il patrocinio della Regione Lazio, dell’Assessorato alla qualità della vita, sport e benessere di Roma Capitale, del Comune di Monte Compatri, di CONI, FIP (Federation of International Polo), USPA (United States Polo Association), Federazione Italiana Sport Equestri (Fise) e Fise – Lazio.

Durante la  giornata, all’insegna dello sport e della solidarietà,  lo squadrone a cavallo dei Lancieri di Montebello,  accompagnato dalla fanfara a cavallo dello stesso reggimento, esibirà il tradizionale “carosello di lance”,  una coordinata serie di figure effettuate in uniforme storica che riproducono i movimenti in ordine chiuso di un reparto di cavalleria montato. Al termine del carosello, agli ordini del comandante di squadrone, i Lancieri effettueranno  una tradizionale carica di cavalleria.

Il ricavato del costo dei biglietti andrà a favore del progetto della Fondazione Operation Smile Italia Onlus.

La Operation Smile è una organizzazione umanitaria internazionale che opera in ambito sanitario, dal 1982 in America e attiva in Italia dal 2000 (Operation Smile Italia Onlus). In Operation Smile prestano la loro opera volontari medici, infermieri e operatori sanitari che realizzano missioni umanitarie in più di 60 paesi nel mondo. Dal 1982 sono più di 5.000 i volontari che hanno collaborato a effettuare più di 200mila interventi chirurgici su bambini affetti da labio‐palatoschisi (la labio‐palatoschisi è nota come labbro leporino).

Articoli correlati:

Operation Smile in Paola Casoli il Blog

I Lancieri di Montebello (8°) in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Esercito Italiano; brigata Granatieri di Sardegna

Esercito Italiano protagonista di Cavalli a Roma, la fiera dedicata all’equitazione

Si conclude oggi, domenica 27 aprile, alla Nuova fiera di Roma, la fiera dedicata all’equitazione e all’ippica a cui l’Esercito Italiano, per tradizione legato alla cultura del cavallo, ha partecipato con un proprio stand al padiglione 4 mostrando al pubblico le rappresentanze di alcune realtà molto rilevanti che collegano cavalli e militari in Italia.

Il capo ufficio comunicazione del Comando Militare della Capitale, colonnello Marco Marini, dopo il taglio del nastro di venerdì mattina, 25 aprile, avvenuto alla presenza dell’onorevole Giorgia Meloni, ha ricordato che “la partecipazione dell’Esercito a Cavalli a Roma vede rappresentate tutte le componenti della Forza Armata affini al mondo dell’equitazione ed è stata possibile grazie alle sinergie attuate con Fiera di Roma”.

Il colonnello Marini ha sottolineato come l’evento “sia un appuntamento a cui non si può rinunciare in considerazione della storia che lega l’Esercito Italiano alla cultura del cavallo”.

Il Gran Gala di ieri sera ha visto impegnati la fanfara e lo squadrone a cavallo del reggimento Lancieri di Montebello (8°).

I cavalieri e le amazzoni dell’Esercito si sono esibiti in una rievocazione storica della cavalleria militare e in particolari esercizi, eseguiti governando il cavallo con una mano mentre l’altra sostiene la lancia. Lo spettacolo si è concluso con la travolgente carica di cavalleria, preceduta dagli squilli di tromba della fanfara a cavallo.

L’obiettivo è stato ed è quello di raccontare al pubblico, in un modo diverso dal solito, la storia e le tradizioni dell’Esercito, rinsaldando il vincolo unico che lega il popolo italiano alla nostra Forza Armata.

Articolo correlato:

L’Esercito Italiano porta la cavalleria militare italiana al Salone dell’equitazione e dell’ippica a Roma, dal 25 al 27 aprile (18 aprile 2014)

Fonte e foto: Comando Militare della Capitale