Giu 11, 2013
82 Views
0 0

Afghanistan, i ribelli ci riprovano: attaccato con bomba a mano Lince italiano a Farah

Written by

Nella mattinata di oggi, riferisce il Regional Command-West (RC-W) di ISAF, nei pressi di Farah un “individuo adulto non meglio identificato” ha lanciato un ordigno esplosivo contro un convoglio di militari italiani della Transition Support Unit South (TSUS), appartenenti all’8° reggimento alpini, e di militari afgani dell’Afghan National Army (ANA), impegnati in un’operazione congiunta.

L’ordigno, dopo aver colpito un veicolo Lince, come quello su cui ha perso la vita sabato scorso il capitano Giuseppe La Rosa, è caduto a terra esplodendo e causando il ferimento non grave di alcuni civili afgani.

Nessuna conseguenza per personale e mezzi del convoglio, che si è messo in sicurezza allontanandosi dall’area dell’attacco.

Il presunto attentatore risulterebbe fermato dalle forze di sicurezza afgane.

Articoli correlati:

La Transition Support Unit South in Paola Casoli il Blog

Il capitano Giuseppe La Rosa in Paola Casoli il Blog

Fonte: RC-W ISAF

Foto: veicolo Lince (archivio)

Article Categories:
Afghanistan · Forze Armate