comando logistico di proiezione

TRAMAT, “espressione di modernità” afferma il CaSME gen Graziano nel 97° della Battaglia degli altipiani

Si è celebrato il 22 maggio scorso il 97° anniversario della Battaglia degli altipiani che, per tradizione, coincide con la festa dell’Arma dei Trasporti e Materiali dell’Esercito (TRAMAT).

Il Capo di stato maggiore dell’Esercito (CaSME), generale Claudio Graziano, nel Comando Logistico di Proiezione dell’Esercito, ha rivolto un pensiero commosso ai caduti “che con supremo coraggio, hanno tenuto fede al giuramento prestato, fino all’estremo sacrificio” ed espresso “sentimenti di affettuosa vicinanza” ai feriti in operazione, dopo aver ringraziato le autorità e gli ospiti intervenuti “a questa significativa ricorrenza, celebrata all’insegna della massima sobrietà, come si conviene in un momento di grave crisi economica”.

Nel suo intervento, il generale Graziano, rivolgendosi al generale Vincenzo Porrazzo, decano dell’Arma dei Trasporti e Materiali, e a tutti gli autieri ha sottolineato che “senza il fondamentale apporto dell’Arma dei Trasporti e Materiali, le operazioni di trasporto di personale e mezzi, di rifornimento, di mantenimento in efficienza di sistemi d’arma sempre più sofisticati, non sarebbero possibili. L’Arma dei Trasporti e Materiali riveste un ruolo fondamentale per l’intera Forza Armata, nell’ambito della quale rappresenta una delle più efficaci espressioni di modernità, capacità di trasformazione e propensione all’innovazione”.

Nella sala polifunzionale del Comando logistico di proiezione, che ha sede nella città militare della Cecchignola, erano schierati la Bandiera di guerra dell’Arma dei Trasporti e Materiali, il Labaro e il Medagliere dell’Associazione Nazionale Autieri d’Italia.

Nell’ambito della cerimonia militare il generale Graziano ha consegnato la Croce di Bronzo al Merito dell’Esercito al tenente colonnello Santo Saitta, per aver pianificato e condotto, nel 2010, una rischiosa operazione di recupero in Afghanistan.

La ricorrenza celebra la Battaglia degli altipiani di Asiago che fu combattuta, nel corso della Prima Guerra Mondiale, tra il 19 e il 22 maggio 1916. In quell’occasione si distinsero i primi reparti automobilistici dell’Esercito, che, trasportando al fronte in tempi brevi una grande quantità di uomini e materiali, segnarono una svolta decisiva per le sorti del conflitto.

Articoli correlati:

Il TRAMAT in Paola Casoli il Blog

Fonte: stato maggiore Esercito

Foto: stato maggiore Esercito

Banda dell’Esercito Italiano per il match Italia-Galles del torneo Sei nazioni di rugby all’Olimpico di Roma. Le foto

La Banda del Comando logistico di proiezione dell’Esercito Italiano ha dato inizio, nel pomeriggio di ieri 23 febbraio, allo stadio Olimpico di Roma, al match di rugby Italia-Galles nell’ambito del torneo Sei Nazioni.

La banda, composta da 32 elementi, diretti dal primo maresciallo dell’Esercito Fioravante Santaniello, ha suonato gli inni nazionali dell’Italia e del Galles in apertura dell’importante incontro di rugby, conclusosi con la vittoria del Galles per 26 mete a 9.

Costituita nel 1980, la Banda del Comando logistico di proiezione opera in ambito nazionale nell’ambito di cerimonie militari, civili e religiose, nonché al cambio della guardia al Palazzo del Quirinale,  e in ambito internazionale.

Fonte: stato maggiore dell’Esercito

Foto: stato maggiore dell’Esercito