conferenza stampa

NATO CMRE presenta euRathlon 15, la competizione europea di robotica che si terrà in Italia

euRathlon_CMRE (1)È in programma domani, 4 settembre, a Firenze, la conferenza stampa di presentazione della competizione robotica europea euRathlon.

Nella sala stampa della Regione Toscana, a Palazzo Strozzi Sacrati, a Firenze, a partire dalle 12, Monica Barni, assessore a Cultura e Universitá della Regione Toscana, Massimo Giuliani, sindaco di Piombino, Gabriele Ferri, direttore tecnico euRathlon ’15, e Jean-Guy Fontaine, responsabile del progetto per il Centre for Maritime Research and Experimentation (NATO STO CMRE), introdurranno pubblicamente la più grande gara per droni e robot europea che avrà luogo interamente in Italia.

euRathlon_CMRE (2)Oltre alle autorità e alle figure istituzionali, all’evento saranno presenti rappresentanti delle varie realtà coinvolte nell’iniziativa, che interessa studiosi e accademici di tutto il mondo e che sarà ospitata in Toscana, a Piombino, dal 17 al 25 settembre prossimi.

La competizione internazionale di robotica avrà come scenario la centrale atomica di Fukushima, che nel 2011 ha subìto un incidente dalle conseguenze planetarie.

L’evento è realizzato con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, della Regione Toscana e del Comune di Piombino, mentre l’organizzatore per l’Italia è proprio il NATO STO CMRE della Spezia.

euRathlon_CMRE (3)EuRathlon è un progetto triennale finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Settimo Programma Quadro (7PQ – accordo di sovvenzione n.601205).

Articoli correlati:

Il NATO CMRE in Paola Casoli il Blog

Fonte: NATO CMRE

Foto: NATO CMRE; euRathlon

Basket Italia-Svezia under 18 a bordo di nave Cavour per i terremotati dell’Emilia. Oggi la presentazione a Roma

La Marina Militare Italiana e la sua unità nave Cavour torneranno a fianco della Fondazione Francesca Rava come ai tempi dell’operazione White Crane ad Haiti nel 2010. Stavolta i destinatari dell’aiuto umanitario saranno i terremotati dell’Emilia, colpiti da un devastante sisma a partire dallo scorso 20 maggio 2012.

L’iniziativa benefica è costituita da una partita amichevole di basket a bordo della portaerei Cavour tra le Nazionali maschili Under 18 di Italia e Svezia che si disputerà il prossimo 12 luglio alle 20.30 sul ponte di volo dell’unità della Marina per l’occasione ormeggiata a Taranto, presso la base navale.

L’evento viene presentato oggi 9 luglio a Roma, nella sala Giunta del CONI, a partire dalle 11.00, dove il comandante in capo della squadra navale, ammiraglio Giuseppe De Giorgi, e il presidente della Federazione Italiana Pallacanestro (FIP), Dino Meneghin, saranno presenti alla conferenza stampa che vede per la prima volta la Federazione Italiana Pallacanestro e la Marina Militare unire le proprie competenze per dare vita a un evento unico nel suo genere e senza precedenti in Italia.

I proventi della serata saranno devoluti alla Fondazione Rava NPH Italia Onlus.

Già attiva sul fronte della raccolta fondi a favore delle popolazioni colpite dal sisma in Emilia, come sottolinea il comunicato sul sito della Marina, la FIP ha colto con grandissimo piacere l’invito della Marina Militare per portare la Maglia Azzurra a bordo di un’eccellenza italiana, che per l’occasione si trasformerà in un vero e proprio palazzetto con un colpo d’occhio a dir poco suggestivo. Solidarietà, gioco di squadra, rispetto per l’avversario e per le regole: emozioni e sentimenti che accomunano FIP e Marina Militare, insieme per il sociale e per provare a uscire, in maniera originale e inconsueta, dai soliti schemi che le contraddistinguono.

Articoli correlati:

L’operazione White Crane in Paola Casoli il Blog

Nave Cavour in Paola Casoli il Blog

Fonte: Marina Militare

Il logo dell’evento è della Marina Militare

Nato e Libia, operazione Unified Protector: 16 navi nel Mediterraneo al comando del vice ammiraglio italiano Veri

E’ il vice ammiraglio Rinaldo Veri (foto) il comandante italiano che guida l’operazione Unified Protector per l’attuazione dell’embargo ai danni della Libia stabilito dalla Nato.

Stamane 24 marzo il vice ammiraglio Veri, che comanda l’Allied Maritime Command Naples con sede sull’isola di Nisida a Napoli, ha tenuto una conferenza stampa per presentare l’operazione Nato Unified Protector, finalizzata a ridurre il flusso di armi e mercenari dalle acque costiere libiche con il supporto aereo.

I paesi partecipanti all’operazione sono il Canada, l’Italia, la Grecia, la Spagna, il Regno Unito e gli Stati Uniti.

Le unità navali che compongono la forza sono in tutto sedici, così ripartite: dieci fregate (quattro turche, una canadese, una spagnola, una greca, una britannica, una statunitense e l’italiana Euro) e due navi ausiliarie (una turca e l’italiana Etna), tutte già nelle acque del Mediterraneo.

Sono stati inoltre designati tre sottomarini (uno spagnolo, uno turco e uno italiano), non ancora partiti, da quanto si apprende, e una nave sede del comando, che potrebbe essere individuata nell’italiana nave Garibaldi.

Articoli correlati:

Emergenza Libia in Paola Casoli il Blog

Fonti proprie

Foto: Nato Maritime Command Naples

Attentato in Afghanistan, il ministro della Difesa Ignazio La Russa ora in conferenza stampa a Milano per ribadire impegno italiano

E’ appena iniziata a Milano presso la sede della Prefettura la conferenza stampa del ministro della Difesa Ignazio La Russa in seguito all’attentato che ha colpito i militari italiani in Afghanistan.

Alle 9.15 ora locale di questa mattina 17 maggio un blindato Lince (foto) in autocolonna da Herat a Bala Murghab è stato colpito dallo scoppio di un ordigno. Nell’attentato hanno perso la vita il sergente Massimiliano Ramadù, di 33 anni, e il caporalmaggiore Luigi Pascazio, 25. Sono rimasti feriti e hanno riscontrato fratture agli arti inferiori il primo caporalmaggiore Gianfranco Scirè e il caporale Cristina Buonacucina, che non versano in pericolo di vita. Tutti i militari appartengono al 32° reggimento genio guastatori Torino, di stanza a Torino, della brigata alpina Taurinense.

Il ministro La Russa presenterà nel corso della conferenza stampa la dinamica dell’attentato e ribadirà l’immutato impegno italiano in Afghanistan. Da giugno è infatti previsto un incremento di circa 1.000 militari per arrivare a circa 4.000 in ottobre.

Attualmente in Afghanistan sono dispiegati circa 3.300 militari nell’ambito della missione Isaf concentrati soprattutto a Herat, mentre ne rimangono un centinaio circa nella capitale Kabul.

Fonte: ministero della Difesa

Foto: LaStampa