Slovenia

Clever Ferret 2014 in dirittura d’arrivo. Visita del gen Primicerj e Service Medal of Alliance al gen Gamba, comandante brigata Julia ed MLF, da parte del CaSMD ungherese gen Benko

Il generale Alberto Primicerj, comandante delle Truppe alpine (COMALP), ha fatto visita lo scorso giovedì 3 luglio al quartier generale della Multinational Land Force (MLF) allestito a Maribor, in Slovenia, nell’ambito della Clever Ferret 2014 che vede impegnati circa 1.300 militari – italiani, sloveni e ungheresi – dallo scorso 27 giugno e fino a metà luglio.

Davanti al personale del comando schierato, il generale Primicerj ha manifestato il suo apprezzamento per il lavoro svolto, ha ripercorso le tappe che hanno portato alla costituzione dell’unità multinazionale e, ribadendo l’importanza della collaborazione tra i tre paesi, ha espresso il suo augurio per il futuro della MLF.

Nella medesima occasione il Capo di stato maggiore della Difesa ungherese, gen Tibor Benko, presente a Maribor per la Defence Cooperation Initiative tra i vertici della Difesa di Italia, Slovenia, Ungheria, Austria e Croazia, ha conferito al generale Ignazio Gamba, comandante della brigata alpina Julia e della MLF, la Service Medal of Alliance, come riconoscimento per il lavoro svolto in ambito internazionale che ha portato beneficio alle Forze Armate Ungheresi.

Articolo correlato:

Ex Clever Ferret 2014: per la prima volta i missili anticarro Spike. Italia, Ungheria e Slovenia nella MLF esercitano procedure operative (3 luglio 2014)

La MLF in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMALP

NRDC-ITA celebra la festa nazionale degli Stati Uniti e della Slovenia. Legion of Merit al suo comandante gen Giorgio Battisti

Questa mattina, 3 luglio, nella caserma Ugo Mara di Solbiate Olona, sono stati celebrati il 238° anniversario della dichiarazione d’indipendenza degli Stati Uniti d’America, il 23° anniversario dell’indipendenza della Slovenia e il 10° anniversario dell’entrata della stessa Slovenia nella NATO.

Nell’occasione, il console generale americano a Milano, Mr. Kyle Scott, ha consegnato al comandante del NATO Rapid Deployable Corps Italy (NRDC-ITA), generale Giorgio Battisti, la Legion of Merit, la più alta decorazione militare che gli Stati Uniti d’America concedono a personale di paesi amici e alleati.

Il colonnello Brian Foster, il più alto in grado dei militari USA a NRDC-ITA, ha salutato e ringraziato gli intervenuti e, dopo l’esecuzione degli inni italiano, americano e sloveno, ha sottolineato come, per il loro carattere di multietnicità, gli Stati Uniti d’America riflettano il mondo intero in un’unica nazione e di come la costante ricerca della novità e del progresso rappresenti la loro caratteristica principale. I vari popoli che hanno contribuito a formare gli Stati Uniti d’America hanno imparato negli anni a essere uniti, soprattutto quando si tratta di difendere valori in cui si crede: patria, amici e alleati. Da qui il loro motto nazionale E pluribus unum.

In seguito, il tenente colonnello Alec Marič dell’ Esercito Sloveno ha ripercorso gli eventi che hanno portato la Slovenia alla dichiarazione d’indipendenza e al successivo conflitto con la Federazione Jugoslava, fino ai vari riconoscimenti internazionali che permettono oggi alla Slovenia di svolgere il suo importante ruolo, sia nell’Unione Europea sia nella NATO, come nazione indipendente.

Al generale Battisti è stata poi consegnata da parte del console generale la Legion of Merit, decorazione conferita dal Presidente degli Stati Uniti d’America per “l’eccezionale comportamento dimostrato durante il servizio prestato presso il quartier generale dell’International Security Assistance Force (ISAF) in Afghanistan in qualità di Capo di stato maggiore” nel 2013. Il ministro consigliere Scott ha ricordato poi come i principi di libertà e di ricerca della felicità accomunino le nostre nazioni, e si è detto onorato di festeggiare questa importante ricorrenza tra coloro che proteggono quotidianamente questi ideali.

Il generale Battisti ha sottolineato da parte sua come l’NRDC-ITA rappresenti una grande famiglia composta da personale di 15 nazioni diverse, con una comune radice culturale. Gli Stati Uniti e la Slovenia forniscono un importante apporto di professionalità, impegno e dedizione a questo quartier generale. Come uUfficiale proveniente dalle truppe alpine, ha infine rivelato il generale Battisti, nutre una simpatia particolare per la Slovenia, che contribuisce insieme all’Ungheria e alla Brigata alpina Julia alla costituzione della Multinational Land Force (MLF).

Articoli correlati:

NRDC-ITA celebra la Festa di indipendenza americana e la Festa nazionale slovena. Legion of Merit al comandante gen Battisti dal console US (3 luglio 2014)

NRDC-ITA in Paola Casoli il Blog

La MLF in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: NRDC-ITA

Defence Cooperation Initiative (DECI): ieri a Udine, nella sede della Julia, i Capi di stato maggiore della Difesa dei paesi aderenti per un battle group europeo e più training

Si è tenuto ieri 18 luglio, a Udine, nella sede della brigata alpina Julia, il secondo Meeting internazionale dei Capi di stato maggiore della Difesa dei paesi che aderiscono alla Defence Cooperation Initiative (DECI).

L’iniziativa, promossa dall’Italia, vede partecipare l’Austria, la Croazia, la Slovenia e l’Ungheria. L’obiettivo è la promozione su base regionale, e tra nazioni europee che condividono gli stessi interessi nel campo della difesa, di un progetto di cooperazione finalizzato a incrementare la stabilità della regione attraverso la partecipazione comune a operazioni internazionali, ovvero ad attività addestrative e formative, da sviluppare nel prossimo futuro.

L’ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, Capo di stato maggiore della Difesa italiana, dopo aver dato il benvenuto alle altre delegazioni, e dopo aver rivolto un messaggio augurale a quella croata per il recentissimo ingresso nell’Unione Europea, ha sottolineato come l’attuale momento di recessione economica imponga una razionalizzazione delle risorse e un’esigenza sempre più stringente di cooperazione internazionale finalizzata alla condivisione delle capacità e delle strutture.

Nel corso dell’incontro, i rappresentanti dei citati paesi hanno manifestato la volontà di supportare pienamente, anche in futuro, la DECI e di esplorare da subito gli ulteriori margini di crescita dell’iniziativa stessa, sottolineando il reciproco interesse a condividere le capacità delle rispettive Forze Armate ed evidenziando l’opportunità di continuare assieme a favorire ogni progetto ritenuto utile ai fini della sicurezza e dello sviluppo regionale, nel più ampio contesto della dimensione continentale europea.

È stato raggiunto il pieno accordo sulle principali questioni in agenda, tra tutte la possibilità di offrire all’Unione Europea un battle group nel 2017 a framework DECI e la necessità di aumentare il numero degli eventi addestrativi congiunti.

A termine dei lavori, è stata quindi sottoscritta dai Capi di stato maggiore una dichiarazione congiunta con cui si suggellano gli impegni assunti in tale circostanza e si creano le premesse per le prossime attività e iniziative.

Articoli correlati:

European Union Battle Group (EUBG) in pronto impiego da fine luglio: ufficializzata la sua capacità operativa (1° luglio 2012)

La Defence Cooperation Initiative in Paola Casoli il Blog

Fonte: stato maggiore della Difesa

Foto: stato maggiore della Difesa

Afghanistan, RC-W ISAF: la Julia festeggia 15° anniversario della Multinational Land Force. Auguri dal comandante di UNIFIL gen Serra

Ieri, 18 aprile, il personale italiano, sloveno e ungherese inserito nel Regional Command-West (RC-W) di Herat, il comando di ISAF nell’Afghanistan occidentale su base brigata Julia al comando del generale Ignazio Gamba, ha festeggiato il 15° anniversario della costituzione della Multinational Land Force (MLF), l’ unità multinazionale di cui la Julia costituisce la struttura portante.

Esattamente quindici anni fa, era infatti il 18 aprile del 1998, i ministri della Difesa di Italia, Slovenia e Ungheria si riunirono a Udine per firmare il memorandum of understanding che prevedeva la costituzione di una forza terrestre trinazionale a livello di brigata, di cui la Julia avrebbe assunto la guida.

Negli anni a seguire, la brigata friulana è stata potenziata in termini di personale e di unità dipendenti per poter assolvere al meglio i propri compiti in ambito internazionale. Il 10 settembre 2001, infine, con l’arrivo di ufficiali e sottufficiali sloveni e ungheresi, la Julia ha assunto definitivamente la sua configurazione trinazionale di Multinational Land Force.

La MLF è una formazione multinazionale italo-sloveno-ungherese a livello brigata che riceve disposizioni da un Comitato politico-militare trinazionale e può essere impiegata da NATO, ONU, UE e OSCE.

Costituita sull’intelaiatura della brigata alpina Julia, è integrata da un battaglione più supporti fornito da ciascuna delle altre due nazioni, non permanentemente assegnati ma pronti su chiamata.

Dalla sua costituzione, la Julia/MLF è stata impiegata in Kosovo nell’ambito delle operazioni Joint Guardian (2003) e Joint Enterprise (2005), nonché due volte in Afghanistan nell’ambito della missione ISAF (2008 e 2010).

Nel corso del 2007 la MLF è stata validata quale primo European Battle Group messo a disposizione dell’Unione Europea per eventuali interventi in situazioni di crisi.

Dal 24 marzo scorso, sempre in configurazione MLF, la Julia con due unità di manovra a livello reggimento (7° e 8° alpini), unitamente ad assetti di altri suoi reparti, ha assunto per la terza volta la guida dell’RC-W di Herat, nell’ovest dell’Afghanistan, nell’ambito della missione ISAF.

Nell’occasione sono giunti anche gli auguri del comandante della missione UNIFIL in Libano, il generale Paolo Serra, già comandante della Julia/MLF in teatro afgano nel periodo ottobre 2008 – aprile 2009.

Articoli correlati:

La MLF e la brigata Julia in Paola Casoli il Blog

L’RC-W ISAF in Paola Casoli il Blog

Fonte: RC-W ISAF

Foto: RC-W ISAF