Verona

Giorno della Memoria: il COMFOTER, gen Primicerj, nella commemorazione dell’Olocausto a Verona

Shoah-27-01-2015_0016Questa mattina, 27 gennaio, il Comandante delle Forze Operative Terrestri (COMFOTER), generale Alberto Primicerj, ha partecipato al Giorno della Memoria, ricorrenza voluta dal Parlamento Italiano per commemorare le vittime dell’Olocausto.

La commemorazione è cominciata in Piazza Bra con la deposizione di una corona d’alloro al Monumento ai deportati e, a seguire, nel Salone della Gran Guardia, le massime autorità cittadine, il sindaco Flavio Tosi, e il Prefetto, dottoressa Perla Stancari, hanno consegnato le onorificenze del governo e le medaglie della città.

Shoah-27-01-2015_0018La scelta della data intende ricordare lo stesso giorno del 1945, quando le truppe dell’Armata Rossa, durante la loro avanzata verso Berlino, arrivarono nella cittadina polacca di Oswiecim (Auschwitz) dove scoprirono il campo di sterminio e liberarono i pochi superstiti, rivelando al mondo l’orrore del genocidio.

Nel Giorno della Memoria si ricordano anche i Giusti tra le Nazioni, tutti i non ebrei che, a rischio della propria vita, hanno salvato gli ebrei dalla Shoah.

Articoli correlati:

Il COMFOTER in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMFOTER

Shoah-27-01-2015_0026 mod

CalendEsercito 2015: domani la presentazione al COMFOTER di Verona con un bilancio dell’attività delle FOTER da parte del comandante gen Primicerj

Domani, venerdì 12 dicembre, alle 10.30, nella sala degli Arazzi del Comune di Verona, in piazza Bra, il Comando delle Forze Operative Terrestri (COMFOTER) presenterà il CalendEsercito 2015.

L’evento rappresenta anche l’occasione per tracciare un bilancio delle attività operative e addestrative delle Forze Operative Terrestri da parte del generale Alberto Primicerj,  comandante  del COMFOTER.

Il CalendEsercito 2015, progettato, realizzato e stampato in proprio dalla Forza Armata, ha come tema la commemorazione dell’ingresso dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale.

Articoli correlati:

 

Il CalendEsercito 2015 in Paola Casoli il Blog

 

Centenario Grande Guerra in Paola Casoli il Blog

Fonte: COMFOTER

Difesa: alla 24esima edizione di Job&Orienta 2014 il tema è “Garanzia futuro: imparare lavorando”

Stato maggiore della Difesa (SMD) e Job&Orienta confermano il connubio vincente anche quest’anno in Fiera a Verona dal 20 al 22 novembre, nell’ambito del tradizionale appuntamento di tre giornate dedicate all’orientamento lavorativo dove i giovani potranno apprezzare il fascino del mondo con le stellette e avvicinarsi alla “#culturadellaDifesa”.

Nel Padiglione 6 (percorso Argento, dedicato alla Formazione professionale), militari dell’Esercito, della Marina, dell’Aeronautica e dei Carabinieri accoglieranno i giovani visitatori e illustreranno loro alcune delle attività istituzionali a favore della sicurezza, della stabilità e della pace, in patria e all’estero.

Allo stand interattivo di SMD saranno presenti mezzi e materiali che, quotidianamente, vengono impiegati dai militari in operazioni e si potrà navigare attraverso il portale www.difesa.it , le sue App e i profili social della Difesa  (Facebook, YouTube, Twitter), anche con un QRcode personalizzato, leggibile da qualsiasi tablet e smartphone: una vetrina virtuale alla quale i visitatori potranno accedere per visualizzare  i servizi presentati e per continuare ad approfondire, anche a casa, la #culturadellaDifesa, la vita e l’impegno delle Forze Armate.

Tutti i giovani che parteciperanno all’evento potranno iscriversi alla newsletter della Difesa, per essere giornalmente aggiornati sulle varie iniziative delle Forze Armate.

Articoli correlati:

La Difesa in un QRcode al salone Job&Orienta 2013 a Verona (21 novembre 2013)

Fonte: stato maggiore Difesa

Foto: Job&Orienta

Costituito il Comando Supporti a Verona: il generale Rondano è il primo comandante

Si è svolta ieri, 6 ottobre, a Palazzo Carli a Verona, la cerimonia di costituzione del Comando Supporti, alla presenza del Comandante delle Forze Operative Terrestri (COMFOTER), generale Alberto Primicerj.

Alla guida del comando, che ha sede nella caserma Dalla Bona, è stato posto il generale Claudio Rondano, che vanta una lunga esperienza nel settore logistico e operativo.

La costituzione del Comando Supporti, posto alle dirette dipendenze del COMFOTER, è prevista nel Piano di Revisione dello Strumento Militare Terrestre allo scopo di dotare le Forze Operative Terrestri di uno strumento in grado di svolgere una gamma vasta e diversificata di attività logistiche specialistiche sia in operazioni che in esercitazioni, tanto sul territorio nazionale quanto all’estero.

Il Comando Supporti assumerà alle dipendenze alcuni reparti logistici di varie tipologie.

Articoli correlati:

Il COMFOTER in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMFOTER

COMFOTER, cambio al vertice: il gen Primicerj subentra al gen Bernardini. Il CaSME, gen Graziano: non si può risparmiare sull’addestramento. Foto

Il Capo di stato maggiore dell’Esercito, generale Claudio Graziano, ha presieduto oggi, nel Palazzo della Gran Guardia di Verona, la cerimonia di avvicendamento alla guida del Comando delle Forze Operative Terrestri (COMFOTER).

Dopo circa due anni e mezzo, il generale Roberto Bernardini ha ceduto la guida del comando veronese al generale Alberto Primicerj, già comandante delle Truppe Alpine.

Alla cerimonia erano presenti tutti i comandanti dei reparti dipendenti del COMFOTER e numerose autorità civili  e religiose, a dimostrazione dei profondi legami e sinergie con le comunità locali.

Il generale Graziano, nel suo intervento, ha sottolineato come “in un momento di razionalizzazione è importante concentrarsi sulle forze operative con l’ammodernamento dei mezzi e con l’addestramento, perché è un aspetto sul quale non si può risparmiare”.

A margine della cerimonia, inoltre, rispondendo alle domande dei giornalisti sull’attuale situazione internazionale e su un possibile impiego di assetti dell’Esercito, ha precisato che si tratta di “valutazioni e decisioni che spettano evidentemente all’autorità politica e al parlamento. L’Esercito, al pari delle altre Forze Armate, si prepara per far fronte alle missioni che ci vengono assegnate dal Paese come abbiamo fatto negli ultimi 30 anni di impegni all’estero. Resta fondamentale – ha aggiunto il Capo di stato maggiore – dare la giusta attenzione all’addestramento perché bisogna fornire gli strumenti al personale affinché sia preparato e non corra rischi inutili”.

Il Comando delle forze operative terrestri (COMFOTER) ha sede a Verona ed è il comando responsabile della preparazione, dell’addestramento e approntamento delle forze operative dell’Esercito impiegate in operazioni sul territorio nazionale e nelle missioni internazionali. Da questo comando dipendono oltre 70.000 unità, pari a circa il 70% del totale dell’intera Forza Armata.

Articoli correlati:

Il COMFOTER in Paola Casoli il Blog

Il gen Alberto Primicerj in Paola Casoli il Blog

Il gen Roberto Bernardini in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Esercito Italiano; COMFOTER

Cambio di comando al COMFOTER: al gen Bernardini, che lascia oggi il servizio attivo, subentra il gen Primicerj

È in corso a Verona, nell’auditorium del Palazzo della Gran Guardia, la cerimonia di cambio di comando del COMFOTER, il Comando delle Forze Operative Terrestri.

Il generale Roberto Bernardini (nella foto Comfoter con il Presidente Regione Veneto Luca Zaia in un recente incontro) cede il comando al parigrado Alberto Primicerj e lascia oggi il servizio attivo.

Il generale Primicerj arriva dal COMALP, il Comando Truppe Alpine, che ha lasciato venerdì scorso, 12 settembre, al generale Federico Bonato (link articolo in calce). Quella cerimonia, tenutasi al Teatro Cristallo di Bolzano, ha rappresentato l’ultimo impegno istituzionale del generale Bernardini.

L’evento odierno è presieduto dal Capo di stato maggiore dell’Esercito (CaSME), generale Claudio Graziano.

Articoli correlati:

Cambio comando al COMALP: al gen Primicerj subentra il gen Bonato, presente alla cerimonia il COMFOTER gen Bernardini che lunedì lascia il servizio attivo (13 settembre 2014)

Il generale Roberto Bernardini in Paola Casoli il Blog

Il COMFOTER in Paola Casoli il Blog

Il generale Alberto Primicerj in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto (d’archivio): COMFOTER

25 aprile, il 69° anniversario della liberazione a Verona con il COMFOTER. Ricordati i 12mila caduti e i 60mila internati nei campi di concentramento

Si sono svolte venerdì 25 aprile, a Verona,  le celebrazioni ufficiali per il 69° Anniversario della Liberazione a cui ha partecipato, con le autorità istituzionali locali, il generale Roberto Bernardini, Comandante delle Forze Operative Terrestri (COMFOTER), unitamente a una rappresentanza di militari dell’Esercito Italiano.

Gli eventi, iniziati alle 10.15 con l’alzabandiera in Piazza Brà e con la deposizione di una corona alla lapide dei Caduti in Piazza Viviani, sono poi culminati nella cerimonia ufficiale.

Il Comando delle Forze Operative Terrestri ha garantito la resa degli onori militari nei vari momenti commemorativi con unità alle proprie dipendenze. Le celebrazioni si sono concluse con l’ammainabandiera alle 18.

Il contributo dell’Esercito Italiano alla Guerra di Liberazione è stato determinante. Rilevante è stato l’impegno dei militari italiani che a vario titolo hanno preso parte alle operazioni. Circa 12.000 i caduti e oltre 60.000 gli internati militari morti nei campi di concentramento.

Articoli correlati:

Il 25 aprile in Paola Casoli il Blog

Il COMFOTER in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMFOTER

COMFOTER: celebrato stamane a Verona il Precetto pasquale militare interforze

Si è svolta questa mattina, 9 aprile, nella Chiesa di San Bernardino, la celebrazione del Precetto pasquale militare interforze per tutto il personale delle Forze Armate e i Corpi armati dello stato.

La funzione religiosa è stata officiata da monsignor Giuseppe Zenti, vescovo della diocesi di Verona, e da alcuni cappellani militari coordinati da don Maurizio Ferri, cappellano militare del Comando delle Forze Operative Terrestri (COMFOTER).

All’evento, presieduto dal comandante delle Forze operative terrestri, generale Roberto Bernardini, erano presenti le autorità civili e militari scaligere, i rappresentanti delle Forze Armate, delle Forze dell’Ordine e le Associazioni combattentistiche e d’Arma.

Al termine della cerimonia, nel formulare a tutti i presenti gli auguri di Pasqua, il generale Bernardini ha voluto estendere il suo saluto ai cittadini di Verona, ringraziandoli per la vicinanza e l’affetto mostrato alle Forze Armate in ogni circostanza, e ha rivolto un commosso pensiero ai caduti e ai feriti nell’adempimento del dovere in Patria e in teatro operativo e ai loro familiari che dignitosamente sopportano un immenso dolore.

Articoli correlati:

Celebrato il Precetto pasquale al REMADIFE dall’ordinario militare mons Pelvi (30 marzo 2013)

Il COMFOTER in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMFOTER

La Difesa in un QRcode al salone JOB&Orienta 2013 di Verona

Da oggi, 21 novembre, e fino al prossimo 23 novembre, lo stato maggiore della Difesa (SMD) torna con uno stand interforze al JOB&Orienta 2013 a Verona, tradizionale appuntamento interamente dedicato all’orientamento nel mondo del lavoro dei giovani, all’interno del Padiglione 6 del quartiere fieristico.

Agli studenti visitatori viene data la possibilità di incontrare direttamente personale dell’Esercito, Marina Aeronautica e Carabinieri, che illustrerà il mondo della Difesa anche attraverso la navigazione del sito www.difesa.it e dei social network Facebook, YouTube, Twitter.

Per i visitatori sarà l’occasione di familiarizzare con i mezzi e materiali utilizzati dai militari nelle attività svolte a supporto del paese, in patria e nelle missioni all’estero, in favore della pace, della sicurezza e della stabilità internazionale. Presso lo stand sarà possibile iscriversi alla newsletter della Difesa, fa sapere SMD, per assicurarsi un costante e tempestivo contatto con il mondo delle Forze Armate, sempre in continua evoluzione.

La Difesa, all’insegna dell’informatizzazione e della tecnologia, esporrà presso il suo stand un QR code personalizzato che, potendo essere letto e interpretato da qualsiasi tablet e smartphone, darà ai giovani visitatori la possibilità di accedere a una vetrina virtuale per conoscere tutte le potenzialità delle Forze Armate e di approfondimento delle proposte presentate a JOB&Orienta.

Articoli correlati:

La Difesa per i giovani in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: stato maggiore Difesa

Giuramento dei volontari all’Arena di Verona: cittadinanza onoraria all’85° reggimento Addestramento volontari. “Garantire fondi addestramento”, insiste CaSME gen Graziano

Si è svolto nel pomeriggio di venerdì, 18 ottobre, nell’anfiteatro Arena di Verona, alla presenza del ministro della Difesa Mario Mauro e del Capo di stato maggiore dell’Esercito, generale Claudio Graziano, il giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana dei volontari in ferma prefissata di un anno dell’85° reggimento addestramento volontari.

Il generale Graziano, dopo aver ringraziato il ministro Mauro, “la cui presenza rappresenta un messaggio forte di affetto e vicinanza per tutti i militari dell’Esercito in Italia e all’estero”, e i rappresentanti del Parlamento, la senatrice Bonfrisco, gli onorevoli D’Arienzo e Fantinati, ha rivolto un sentito ringraziamento al sindaco, Flavio Tosi, e all’amministrazione comunale di Verona, per aver concesso la cittadinanza onoraria all’85° reggimento addestramento volontari.

“Dovrete tenere fede al giuramento del valore, del coraggio, dell’altruismo, del senso dello stato e della collettività – ha detto il generale Graziano rivolgendosi ai volontari – questa è la base dell’Esercito, l’uomo con il suo coraggio affronta il rischio e rappresenta il centro di gravità della forza armata”.

“Siamo impegnati in un delicato processo di razionalizzazione e trasformazione intesa a concentrare le risorse sulla componente operativa – ha proseguito il generale Graziano – l’addestramento significa sicurezza del personale impiegato nei teatri di operazioni”.

L’Esercito Italiano da più di vent’anni opera nei contesti internazionali, in Afghanistan, in Libano, in Kosovo, ha sottolineato il generale Graziano, “per fare bene, è importante che continuino a essere garantiti i fondi per l’addestramento e la preparazione dei nostri militari, perché non si possono fare sconti sulla preparazione, l’addestramento e la capacità di operare in sicurezza”.

Fonte e foto: stato maggiore Esercito