Antonio Battistini

COMLOG Esercito: il 186° anniversario del Corpo Sanitario, con il nuovo prestigioso M2JTC

“Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, ha presenziato ieri a Roma alla cerimonia di commemorazione del 186° anniversario del Corpo Sanitario dell’Esercito, istituito con Regio Decreto nel 1833”, ha fatto sapere con una nota stampa di oggi, 5 giugno, il Comando Logistico (COMLOG) dell’Esercito.

Alla cerimonia, che ha avuto luogo nell’Auditorium Valerio Nobili dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, alla presenza della Bandiera di guerra del Corpo Sanitario dell’Esercito, sono intervenuti il Comandante Logistico dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Francesco Paolo Figliuolo, l’Ispettore Generale della Sanità Militare, Maggior Generale Nicola Sebastiani, il Comandante di Sanità e Veterinaria dell’Esercito, Maggior Generale Antonio Battistini, e la Presidente del Bambino Gesù, Dottoressa Mariella Enoc, oltre a numerose alte autorità militari, civili e religiose.

Presenti anche il medagliere dell’Associazione Nazionale della Sanità Militare e i labari e gli stendardi delle associazioni combattentistiche e d’arma.

La cerimonia militare è stata preceduta dalla conferenza scientifica sul tema “I bambini futuro del mondo: la pediatria nei contesti non permissivi”, in cui è emerso come la cura dei bambini e delle fasce più deboli rappresenti un elemento centrale della presenza della Sanità Militare nei teatri operativi.

“Con l’Ospedale Bambino Gesù – evidenzia la nota stampa – l’Esercito è dunque accomunato dalla stessa dedizione e cura al mondo dell’infanzia”.

Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito nel suo intervento ha sottolineato con orgoglio il ruolo strategico svolto con impegno e professionalità dalla Sanità Militare, sempre in prima linea nel salvare vite umane e nel limitare al minimo le conseguenze dei traumi e delle ferite nei Paesi in cui operano le Forze Armate Italiane.

Ha poi proseguito citando la recente costituzione presso la Scuola di Sanità del Multinational Medical Joint Training Center (M2JTC), unità volta a testare l’efficienza operativa e la prontezza degli assetti sanitari militari della NATO e delle nazioni partner.

Altrettanto importanti le innovazioni introdotte dall’Autorità di Vertice dell’Esercito con i recenti indirizzi volti a migliorare il comparto sanitario, quali, ad esempio: l’incremento del reclutamento, la valorizzazione dei Sottufficiali e Graduati con i nuovi iter formativi conformi ai profili del Servizio Sanitario Nazionale, l’aderenza a favore dei reparti operativi e al contempo il potenziamento del Policlinico Militare Celio, del CMO di Milano e dei Poliambulatori.

Riguardo al Policlinico Celio, in particolare, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito ha posto come obiettivo il raggiungimento entro fine anno di 40 posti letto nei settori clinici d’urgenza e la possibilità per tutti i cittadini di accedere alle capacità diagnostiche di tale ente.

Il Comandante Logistico dell’Esercito, nel suo intervento, ha illustrato tutte le collaborazioni in corso con il servizio sanitario nazionale e il mondo accademico, evidenziando come “il processo in atto per il rafforzamento strutturato di sinergie sui temi della salute rappresenti non solo un esempio di virtuosa cooperazione interministeriale e interagenzia, ma anche un’imprescindibile prospettiva di sviluppo della sanità militare, in previsione di accrescere le proprie competenze e capacità di intervento, specialmente in contesti di strategica valenza operativa”.

Nel corso della cerimonia è stata consegnata la Croce d’argento al Merito dell’Esercito alla Scuola di Sanità e Veterinaria Militare, per essersi particolarmente distinta nelle attività svolte in contesti operativi all’estero, e la Croce di bronzo al Merito dell’Esercito al Colonnello medico Florigio Lista, per gli eccellenti risultanti conseguiti nel campo della ricerca scientifica.

“La Sanità dell’Esercito, parte integrante della logistica militare, è un elemento centrale dell’organizzazione militare, perché assicura sia in Patria sia all’estero l’efficienza e l’efficacia della risorsa principale dell’Istituzione, quella umana”, conclude il COMLOG.

Fonte e foto: COMLOG Esercito

Esercito, COMLOG: la XX edizione della Race for the cure al Circo Massimo dal 16 al 19 maggio

Anche quest’anno l’Esercito Italiano parteciperà della “Race for the cure”, manifestazione di solidarietà che ha lo scopo di promuovere la salute delle donne e di raccogliere fondi per la lotta ai tumori al seno, ha fatto sapere il Comando Logistico (COMLOG) dell’Esercito con una nota stampa del 3 maggio.

La Race for the cure di quest’anno si svolgerà dal 16 al 19 maggio nella suggestiva cornice del Circo Massimo a Roma.

Lo ha confermato la mattina del 3 maggio, nella conferenza stampa di presentazione dell’evento presso il Salone d’onore del CONI, il Comandante di Sanità e Veterinaria dell’Esercito, Maggior Generale Antonio Battistini, evidenziando come la Forza Armata sia da sempre attenta alla tutela della salute delle proprie donne e dei propri uomini.

L’Esercito, che partecipa a questa iniziativa fin dalla seconda edizione dell’evento, anche quest’anno fornirà assetti logistici e sanitari. In particolare, la Forza Armata renderà disponibile la tribuna centrale, a cura del Comando Genio, un Posto di Medicazione Avanzato e alcune ambulanze dotate di defibrillatori, a cura del Policlinico Militare di Roma, per concorrere a garantire l’assistenza sanitaria per l’intero svolgimento della manifestazione.

Articoli correlati:

La Race for the cure in Paola Casoli il Blog

Il COMLOG in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG Esercito

Corpo Sanitario Esercito: 185 anni in prima linea

È stato celebrato ieri, 7 giugno, nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Roma Sapienza, il 185° anniversario del Corpo Sanitario dell’Esercito, istituito con Regio Decreto nel 1833, fa sapere con una nota stampa il Comando Logistico (COMLOG) dell’Esercito.

A dar lustro alla commemorazione, alla presenza della Bandiera di Guerra del Corpo Sanitario dell’Esercito e del Gonfalone di Roma Capitale, decorato di medaglia d’oro al valore militare, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito (CaSME), Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina.

Durante la cerimonia, fa sapere il COMLOG, sono state consegnate due croci di bronzo al merito dell’Esercito a medici militari che si sono particolarmente distinti nelle attività svolte in contesti operativi all’estero.

Al suo arrivo all’Ateneo, il Capo di SME è stato accolto dal Magnifico Rettore dell’Università Sapienza, Professor Eugenio Gaudio, dal Comandante Logistico dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Luigi Francesco De Leverano, e dal Comandante di Sanità e Veterinaria dell’Esercito, Maggior Generale Antonio Battistini, oltre che da numerose autorità militari civili e religiose accorse per l’evento.

Il gen Farina, nel suo intervento a chiusura della celebrazione, ha ringraziato tutti gli appartenenti alla sanità militare per il loro operato in Italia e all’estero; lavoro basato su principi e valori racchiusi nei due impegni che ogni medico militare assume nei confronti della Patria e della professione medica con il giuramento d’Ippocrate.

Ha poi sottolineato come la sanità militare stia vivendo un processo di integrazione con il Sistema Paese in chiave interforze e come l’Esercito Italiano sia in prima linea in questo processo. Infine ha ricordato i tanti progetti già realizzati e quelli in via di realizzazione grazie agli sforzi sinergici e concreti da parte di tutti i soggetti istituzionali, “per fare sempre di più insieme”.

La sinergia con la sanità pubblica e il mondo accademico è stato un tema affrontato anche nell’intervento del gen Battistini, che ha evidenziato inoltre come le esperienze vissute dal personale della sanità militare, in Italia e nelle missioni all’estero, siano occasioni formative uniche.

Il Magnifico Rettore, durante la sua lectio magistralis, dopo aver ringraziato il gen Farina per aver deciso di celebrare questa ricorrenza presso il prestigioso ateneo, ha voluto evidenziare quanto la collaborazione tra Esercito e università sia fondamentale per affrontare le nuove sfide a cui la sanità dovrà rispondere: “passare dall’insegnare la medicina a insegnare come si fa il medico nel rispetto del motto ‘sapere, saper fare saper essere!’”.

L’evento si è concluso con la conferenza sul tema “Le sfide internazionali della Sanità Militare”.

Articoli correlati:

COMLOG: 185° anniversario del Corpo Sanitario dell’Esercito, eccellenza in ambito Esercito e Difesa (5 giugno 2018)

Il Corpo Sanitario dell’Esercito in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG

COMLOG: 185° anniversario del Corpo Sanitario dell’Esercito, eccellenza in ambito Esercito e Difesa

Verrà celebrato il prossimo 7 giugno il 185° anniversario della costituzione del Corpo Sanitario dell’Esercito, istituito con Regio Decreto nel 1833.

Ne dà notizia il Comando Logistico (COMLOG) dell’Esercito, nel ricordare che “sempre, in ogni epoca e luogo, il personale medico, gli infermieri e gli aiutanti di sanità militari hanno affrontato rischi e dimostrato sprezzo del pericolo operando anche in prima linea a supporto e assistenza dei Soldati italiani in battaglia”.

Il personale sanitario dell’Esercito, continuamente impiegato sia in Patria sia nell’ambito di numerose missioni internazionali, dà costante prova di indiscusse qualità professionali, competenza e altissimo senso del dovere, sottolinea il COMLOG, e si proietta verso nuovi ambiziosi traguardi in stretta sinergia con le altre Forze Armate e con il Sistema Sanitario Nazionale, pronti a confermare, anche nel futuro, il Corpo Sanitario quale assoluta eccellenza in ambito Esercito e del comparto della Difesa.

Tenuto conto dell’importanza della ricorrenza, il Comando di Sanità e Veterinaria dell’Esercito, guidato dal Maggior Generale Antonio Battistini, ha organizzato la cerimonia che avrà luogo alla presenza di alte autorità accademiche, civili e militari, presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza con inizio alle 9.30 di dopodomani, giovedì 7 giugno.

Il programma prevede, dopo gli Onori alla Bandiera di Guerra della Sanità militare a alla Massima Autorità, l’intervento del Comandante di Sanità e Veterinaria, dell’Ispettore Generale della Sanità militare, una lectio magistralis del Magnifico Rettore, prof Eugenio Gaudio, l’intervento del Massima Autorità, la consegna delle onorificenze e, a conclusione, una conferenza dal titolo “Le sfide internazionali della Sanità militare”.

Articoli correlati:

Il Corpo Sanitario dell’Esercito in Paola Casoli il Blog

Il COMLOG Esercito in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG Esercito