COMLOG Esercito, progetto Veterani: siglato accordo con il DMML di Messina e l’IRCCS Bonino Pulejo

Il 6 febbraio scorso, alla presenza del Comandante Logistico dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Francesco Paolo Figliuolo, e del Comandante di Sanità e Veterinaria dell’Esercito, Tenente Generale Antonio Battistini, è stato firmato a Messina, nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, sede del Comune, l’accordo di collaborazione tra il Dipartimento Militare di Medicina Legale (DMML) di Messina e l’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Centro Neurolesi “Bonino Pulejo”.

È stato il Comando Logistico (COMLOG) dell’Esercito a darne comunicazione con una nota stampa del giorno stesso.

Questa collaborazione, alla stregua di quella siglata lo scorso settembre a Roma tra il Policlinico Militare Celio e la Fondazione Santa Lucia, si inserisce appieno nel progetto del “Centro Veterani della Difesa” e costituisce un altro importante passo nel percorso di graduale integrazione della Sanità militare con il Sistema sanitario pubblico, l’Università, l’Accademia e il mondo della Ricerca, spiega il COMLOG.

In particolare, i termini dell’intesa prevedono che presso l’Istituto potranno essere ricoverati (in via ordinaria o day hospital) i pazienti neuro-traumatizzati dismessi dai presidi sanitari militari, per assicurare loro quella continuità terapeutica indispensabile alla migliore riabilitazione e reinserimento nel tessuto sociale e lavorativo.

L’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Bonino Pulejo, fa sapere il COMOLOG, è una struttura di eccellenza nel panorama internazionale in ambito neurologico e riabilitativo, autorizzata e accreditata con il Servizio Sanitario pubblico per la neuro-riabilitazione, con specifiche competenze ed esperienze nel trattamento di pazienti con cerebrolesioni vascolari, con o senza disturbi dello stato di coscienza, lesioni del midollo spinale, malattie neurodegenerative del sistema nervoso, nonché nello specifico settore della ricerca del disturbo da stress post traumatico (Post Traumatic Stress Disorder), tema di massima priorità per le Forze Armate e la Difesa.

Tra le innovazioni tecnologiche di cui l’Istituto dispone, si apprende dalla nota stampa, vi è un particolare programma che riesce a creare situazioni di realtà virtuale immersiva, in cui i pazienti si impegnano e interagiscono con un ambiente creato artificialmente e con i suoi contenuti.

In questo modo i ricercatori e i medici ottengono importanti dati diagnostici in tempo reale sull’attività neuromuscolare e sui movimenti dei pazienti, consentendo loro di raggiungere obiettivi che sarebbero quasi impossibili con la riabilitazione tradizionale.

Il Comandante Logistico, nel suo intervento, dopo aver ringraziato il vicesindaco di Messina per l’ospitalità ricevuta e tutte le Autorità locali per essere intervenute, ha evidenziato come altre iniziative, sul modello della collaborazione stabilita dal Dipartimento Militare di Medicina Legale di Messina con il Bonino-Pulejo, saranno avviate su tutto il territorio nazionale, “perché l’obiettivo del Comando Logistico e della Forza Armata è quello di non lasciare indietro nessuno – conclude la nota – superando i vincoli delle distanze e le difficoltà degli spostamenti”.

Fonte e foto: COMLOG Esercito