CeMISS

Difesa: il SSSD on Tofalo al CASD, “nicchia di eccellenza dove interagiscono esperti militari e civili”

“Un vero e proprio laboratorio di studi, una nicchia d’eccellenza dove interagiscono esperti militari e civili”, ha affermato il Sottosegretario di Stato alla Difesa (SSSD) on Angelo Tofalo, che ieri ha visitato il Centro Alti Studi della Difesa (CASD).

A riceverlo nella sede di Palazzo Salviati a Roma, , ha fatto sapere ieri, 17 ottobre, il suo addetto stampa, è stato il Presidente del CASD, Generale di Corpo d’Armata Massimiliano Del Casale, che in un briefing dettagliato assieme al suo staff ha illustrato le attività del Centro.

Il sottosegretario Tofalo ha sottolineato “l’importante compito e la responsabilità” del CASD nel migliorare il background professionale e culturale degli ufficiali di alto rango e dei funzionari civili della Difesa, nel perfezionare la formazione professionale e la preparazione culturale degli ufficiali in uno spirito interforze, nell’elaborare studi relativi alle problematiche inerenti all’organizzazione della difesa nazionale e la preparazione dello strumento militare.

“È stata questa l’ultima tappa di un percorso che sto seguendo per far conoscere il mondo della Difesa, la sua struttura e le risorse a favore del Paese”, ha detto il Sottosegretario Tofalo al termine della visita.

Organicamente il CASD è strutturato in una Presidenza e in uno Stato Maggiore che coordina le attività dei quattro istituti: IASD (Istituto Alti Studi per la Difesa), ISSMI (Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze), CeMiSS (Centro Militare di Studi Strategici) e Ce.FLI (Centro per la Formazione Logistica Interforze), ricorda il comunicato stampa.

Lo IASD persegue obiettivi di alta formazione e professionalizzazione della dirigenza militare e civile della Difesa e del Corpo della Guardia di Finanza, di Ufficiali (colonnelli e generali) di Paesi alleati e amici nonché di esponenti delle istituzioni, delle diverse realtà economiche, sociali e industriali, delle università, dell’informazione, delle libere professioni e di enti/organismi privati nazionali.

L’ISSMI è nato nel luglio del 1994 in seno al Centro Alti Studi per la Difesa con il compito di sviluppare e migliorare l’addestramento professionale e la conoscenza culturale del personale militare e civile delle Forze Armate e della Guardia di Finanza, destinati ad assumere incarichi di particolare rilievo negli Stati Maggiori, in ambiti Forza Armata, interforze e internazionale.

C’è poi il CeMISS, ricorda il comunicato, che svolge attività di studio e ricerca a carattere strategico-politico-militare, per le esigenze del Ministero della Difesa, contribuendo allo sviluppo della cultura e della conoscenza, a favore della collettività nazionale.

Infine, il Ce.FLI è un’articolazione organizzativa del Centro Alti Studi per la Difesa, unitamente all’Istituto Alti Studi per la Difesa, all’Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze e al Centro Militare di Studi Strategici.

Fonte e foto: Cap Massimiliano Rizzo Addetto Stampa del Sottosegretario di Stato alla Difesa, On Angelo Tofalo

Cemiss-Università di Trieste: una convenzione per ricerca e studi su Difesa e Sicurezza. Per lavorare insieme, scientificamente

Oggi, 11 giugno, presso l’Università di Trieste, il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi, professor Maurizio Fermeglia, e il direttore del Centro Militare di Studi Strategici (Ce.Mi.S.S.) di Roma, generale Nicola Gelao, firmano una convenzione tra i due enti, volta a creare sinergie nell’ambito degli studi e della ricerca scientifica sulla Difesa e la Sicurezza, con riguardo alle scienze geopolitiche e geostrategiche. I due istituti svilupperanno in comune programmi di ricerca, seminari, conferenze e workshop.

La convenzione rafforza una già radicata collaborazione tra il Ce.Mi.S.S. e l’Università di Trieste, scelta dal centro militare tra molti istituti in ambito internazionale per l’alta produttività scientifica e la tradizione accademica dei suoi docenti e ricercatori in materia di geopolitica.

Beneficiari della convenzione saranno docenti e giovani neo laureati in scienze internazionali e in scienze politiche: molti di questi hanno già svolto degli stage formativi presso il Ce.Mi.S.S., dove hanno avuto la possibilità di rapportarsi con i più prestigiosi istituti di studi geostrategici di tutto il mondo.

Al momento è attiva un’unità di ricerca coordinata dal professor Igor Jelen e dal professor Sergio Zilli, con la collaborazione di uno staff di giovani dottori di ricerca, sul tema della Politica Europea di Sicurezza e di Difesa (PESD).

Articoli correlati:

Il Cemiss in Paola Casoli il Blog

Fonte: stato maggiore Difesa

CASD, cerimonia di chiusura Anno Accademico 2012/2013

A partire dalle 15 di oggi 17 giugno, a Palazzo Salviati a Roma, sede del Centro Alti Studi per la Difesa (CASD), avrà luogo la cerimonia di chiusura dell’Anno Accademico 2012/2013. Alla cerimonia, presieduta dall’ammiraglio Rinaldo Veri, presidente del CASD, interverranno il ministro della Difesa, senatore Mario Mauro, e il Capo di stato maggiore della Difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli.

Il CASD chiude l’anno con 239 frequentatori, tra i quali 26 civili e 49 stranieri provenienti da 30 diversi paesi amici e alleati. Nell’Anno Accademico 2012/2013, in collaborazione con l’Università La Sapienza di Roma, è stato attivato un master interfacoltà di 2° livello in Strategia globale e sicurezza per i frequentatori dell’Istituto Alti Studi per la Difesa (IASD). Nello stesso anno è stato attivato anche il master in Studi internazionali strategico-militari con l’Università degli Studi Roma Tre per i frequentatori del Corso Superiore di Stato Maggiore Interforze (ISSMI).

Accanto agli istituti di formazione opera il Centro Militare di Studi Strategici (Ce.Mi.SS) responsabile della ricerca interforze nei settori delle relazioni internazionali, della sociologia militare e dell’alta tecnologia, in collaborazione con centri omologhi di ricerca italiani ed esteri.

Il CASD è il massimo organismo interforze nel campo della formazione avanzata, degli studi e delle ricerche riguardanti la Difesa e la sicurezza nazionale e internazionale. Opera in stretto collegamento con le università, con gli istituti paritetici stranieri e con autorità di rilievo nei settori della cultura, delle professioni, delle scienze e della politica.

Articoli correlati:

Il CASD in Paola Casoli il Blog

Fonte: stato maggiore Difesa

Loghi dal sito della Difesa

Alla presidenza del CASD passaggio di consegne tra l’ammiraglio Trevisani e il generale Panato

La cerimonia di passaggio delle consegne alla presidenza del Centro Alti Studi per la Difesa (CASD) a Roma si terrà alle 11 di stamane 7 settembre presso la sede di Palazzo Salviati, in piazza della Rovere.

L’ammiraglio di squadra Marcantonio Trevisani, da tre anni alla presidenza del CASD, passerà le consegne al generale di squadra aerea Orazio Stefano Panato.

Alla cerimonia presenzieranno il sottosegretario alla Difesa, onorevole Giuseppe Cossiga, e il Capo di stato maggiore della Difesa, generale Biagio Abrate.

Il CASD è “l’organismo di studio di piu’ alto livello nel campo della formazione dirigenziale e degli studi di sicurezza e di difesa” e si compone di tre istituti autonomi: l’Istituto Alti Studi per la Difesa (IASD), l’Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze (ISSMI) e il Centro Militare di Studi Strategici (CeMiSS).

L’obiettivo del CASD è quello di elevare il livello di cultura della Difesa non solo all’interno della struttura militare di più alto grado, ma anche tra le professionalità civili. La missione è quella di affrontare la discussione di problematiche inerenti l’organizzazione della difesa nazionale e la preparazione dello strumento militare, stimolando l’analisi e l’approfondimento in una cornice interforze e internazionale.

Il presidente del CASD dipende direttamente dal Capo di stato maggiore della Difesa. Ad assisterlo nell’incarico un consiglio direttivo da lui stesso presieduto e composto dai direttori coadiutori militari e civili dello IASD, dal direttore dell’ISSMI, dal direttore del CeMISS.

Fonte: stato maggiore della Difesa

Foto: logo CASD da difesa.it