CME Puglia

CME Puglia: 1.000 screening sanitari a Bari con l’evento “#Salute – Prevenzione in piazza”

“Grande successo di pubblico per la 4^ tappa della manifestazione “#Salute” che dopo Pescara, Roma e Napoli è approdata nella città di Bari, dove nella centralissima Piazza Libertà è stato allestito il Villaggio della salute”, scrive il Comando Militare Esercito (CME) Puglia in un comunicato stampa del 21 luglio.

La manifestazione, che ha come scopo quello di promuovere la cultura della prevenzione sanitaria, ha consentito a oltre 1.000 visitatori di fruire di screening sanitari gratuiti, ciò grazie all’ausilio dei 20 ambulatori specialistici aperti al pubblico fino alle ore 23 di sabato e domenica, spiega il CME Puglia.

Tra i patrocinanti l’evento anche l’Esercito Italiano, che per l’occasione ha allestito una mostra statica di mezzi e materiali e un infopoint costituito da personale specializzato in grado di illustrare i compiti, le funzioni e le varie prospettive di carriera offerte dalla Forza Armata.

L’attività dell’Esercito svolta dal CME Puglia in stretta collaborazione con la Brigata Meccanizzata Pinerolo ha visto alternarsi al desk informativo oltre 300 giovani desiderosi di conoscere meglio e più da vicino l’Esercito e i suoi uomini e donne.

Special guest dell’evento un M400 e un M300 (autogru in dotazione al Reggimento Logistico Pinerolo) che sostenevano una bandiera tricolore.

Soddisfazione per la riuscita dell’evento è stata espressa dal Generale Giorgio Rainò, Comandante del CME Puglia, che ha fortemente apprezzato la sinergia instaurata tra le varie Istituzioni, gli enti e le associazioni sottolineando che “…il fare rete è il modo vincente per affrontare qualunque tipo di sfida”.

“L’Esercito con la partecipazione al Villaggio della Salute consolida l’impegno a favore del sociale restando aderente al motto: “Noi ci siamo sempre – e di più insieme” anche a #Salute”, conclude il comunicato.

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia: in fase conclusiva l’attività promozionale sulle spiagge pugliesi

Si concluderà domani, 18 luglio, l’intensa attività promozionale e di orientamento condotta, dagli uomini e donne delle unità dell’Esercito, nella splendida cornice naturale offerta dalle spiagge della costa pugliese, ricorda il Comando Militare Esercito (CME) Puglia con un comunicato stampa.

L’iniziativa, coordinata per la Regione dal Generale di Brigata Giorgio Rainò Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia (CME), toccherà diverse località ove gli Infoteam, della Brigata Meccanizzata Pinerolo e del CME Puglia, hanno il compito di portare a conoscenza dei giovani le possibilità di studio e gli sbocchi professionali che offre l’Esercito Italiano, una risorsa per il Paese.

Oltre alle diverse opportunità concorsuali per diventare Ufficiale e Sottufficiale, il team informa i giovani bagnanti circa la figura del Volontario in Ferma Prefissata di 1 anno (VFP1) e di quello per l’accesso al Centro Sportivo dell’Esercito in qualità di atleta militare.

“L’attività – scrive il CME Puglia – continua ad essere riproposta dell’Esercito Italiano visto il significativo interesse e l’entusiasmo suscitato nei ragazzi e ragazze negli anni passati, che hanno accolto favorevolmente l’iniziativa”.

Il tour pugliese è iniziato il 10 luglio dal Lido Colonna di Trani è proseguito nella città di Barletta, per concludersi, il 18 luglio con due tappe contemporanee: nel Lido di Siponto, nello Stabilimento Balneare dell’Esercito “G. Lamorgese” con un Infoteam costituito da personale del 21° Reggimento artiglieria di Foggia, e nella spiaggia barese di “pane e pomodoro”, a cura di un infoteam del CME Puglia.

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia: “Una stoccata per la vita” al Centro Polivalente per Diversamente Abili il Sorriso di San Severo

L’Amministrazione Comunale, il Centro Polivalente per Diversamente Abili “Il Sorriso”, in sinergia con il Comando Militare Esercito (CME) Puglia i prossimi 8 e 9 luglio organizzano l’evento “L’Esercito abbraccia il sorriso. L’educazione con e verso l’alterità: una stoccata per la vita”, che si terrà con inizio alle 18.00 di entrambe le giornate presso il Centro Polivalente per Diversamente Abili Il Sorriso, in via Tanaro 2 a San Severo (Foggia), ha fatto sapere il CME Puglia con un comunicato stampa.

“Il Centro ha come obiettivo – dichiarano il Sindaco, avv. Francesco Miglio, e la dott.ssa Sacco l’inclusione del diversabile nella società, intesa come partecipazione alla vita sociale e come apertura alla vita quotidiana. La cultura e l’informazione sono importanti per poter stare al passo con i tempi. I nostri ragazzi potranno beneficiare appieno di questa esperienza, nella misura tale da non pregiudicare significativi sviluppi delle autonomie personali, sociali e relazionali, ma loro hanno il diritto al Sapere. Nel corso degli anni passati abbiamo seguito le autorevoli azioni dell’Esercito impegnato nel mondo del sociale della Regione Puglia, pertanto con lo spirito di dinamismo che ci contraddistingue ci auguriamo che i nostri ragazzi possano raccogliere anche grazie all’Esercito la partecipazione alla vita sociale e apertura alla vita quotidiana”.

Il Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante dell’Esercito in Puglia, nell’assicurare la sua presenza per la giornata di martedì 9 luglio, e quella di personale specializzato per la giornata dell’8, ha ricordato come l’iniziativa nasca per contribuire alla diffusione dei valori dello sport, quale fenomeno culturale ed educativo di grande rilevanza sociale e veicolo di convivenza civile, opportunità in termini di salute, elemento di integrazione ed inclusione sociale.

“In Puglia – ha dichiarato – dopo essere stati nelle città di Bari, Lecce, Brindisi e Manduria, saremo in capitanata, a San Severo, anche grazie all’immancabile supporto della Federazione italiana Scherma Puglia e del suo presidente Matteo Starace”.

In particolare, il progetto afferisce all’introduzione della pratica della scherma nelle scuole primarie e secondarie di primo grado, a favore dei giovanissimi delle città pugliesi, presso associazioni, ONLUS, oratori e organizzazioni sportive ecclesiastiche anche in favore delle giovanissime persone con disabilità., conclude il comunicato.

Fonte e foto: CME Puglia

Il CME Puglia “richiama” nella Caserma Picca il Sottufficiale Vasti, di 107 anni, per l’inaugurazione di un monumento

Si è svolta oggi a Bari, nella Caserma Domenico Picca, sede del Comando Militare Esercito (CME) Puglia, l’inaugurazione del Monumento scultoreo rappresentante lo stemma araldico della Forza Armata, dedicato a tutti i militari italiani, operatori di pace nel mondo, fa sapere con un comunicato stampa odierno lo stesso Comando territoriale.

L’opera, frutto delle mani dei maestri scalpellini Pasquale Patruno e Nunzio Leone, è alta un metro e ottanta centimetri e larga circa un metro e mezzo ed è interamente realizzata in tufo canosino.

Si compone di tre parti: in alto, la corona simbolo dell’appartenenza alle Forze Armate, al centro lo scudo araldico con la rappresentazione di una corazza da centurione romano in cui confluiscono tutti gli elementi figurativi che caratterizzano le varie Armi dell’Esercito, e infine, in basso, il motto: “Salus Rei Publicae Suprema Lex Esto”. “Tale massima, propria dell’antico Diritto romano, pone al primo posto su tutto, la salvaguardia e l’incolumità dello Stato”, sottolinea il comunicato.

Il monumento è stato inaugurato dal Comandante Militare territoriale dell’Esercito in Puglia, Generale di Brigata Giorgio Rainò, e dal Maresciallo Maggiore Aiutante di Battaglia Vitantonio Vasti, classe 1912, reduce della Seconda Guerra Mondiale e sottufficiale dell’Esercito vivente più anziano d’Italia.

“La presenza del Cavalier Vasti, originario di Polignano a Mare, – si legge dal comunicato – è stata fortemente voluta dal Generale Rainò, per sottolineare l’univocità dei valori che contraddistinguono le Forze Armate di ieri e di oggi. Valori fondamentali, come lealtà, dovere, esempio, onore, coraggio, amor Patrio, di cui l’Esercito si sente custode”.

A rendere ancor più suggestiva la sobria cerimonia l’intervento della Banda della Brigata Meccanizzata Pinerolo, magistralmente diretta dal Maresciallo Carlo Resta, che al termine dell’inaugurazione ha eseguito un concerto intonando brani della tradizione militare, folcloristica e pop.

All’evento hanno partecipato i Sindaci e le rappresentanze delle città di Bari, Candela, Canosa di Puglia, Corato, Maglie, Mola di Bari e Polignano a Mare, tutte località in cui di recente sono state sviluppate sinergiche attività, spiega il CME Puglia, e una folta rappresentanza delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.

Il Generale Rainò, esprimendo grande soddisfazione per la riuscita dell’evento, ha ringraziato tutti i presenti e in particolare i Sindaci, gli scultori Pasquale Patruno e Nunzio Leone, nonché l’Associazione Nazionale Bersaglieri di Canosa di Puglia, per aver fattivamente contribuito alla realizzazione dell’evento, lasciando, nella storica Caserma Picca, un tangibile segno dello stretto legame esistente tra l’Esercito, le Associazioni Combattentistiche e d’Arma e la società civile.

Articolo correlato:

CME Puglia: sarà il Maresciallo Vasti, classe 1912, a inaugurare il nuovo monumento con lo stemma araldico dell’Esercito alla Caserma Picca (28 giugno 2019)

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia: sarà il Maresciallo Vasti, classe 1912, a inaugurare il nuovo monumento con lo stemma araldico dell’Esercito alla Caserma Picca

La storica caserma barese intitolata a Domenico Picca, sede del Comando Militare Esercito (CME) Puglia, il prossimo 3 luglio si arricchirà di un nuovo monumento scultoreo rappresentante lo stemma araldico dell’Esercito Italiano, si apprende da un comunicato stampa dello stesso CME Puglia.

L’opera, frutto delle mani esperte dei maestri canosini Pasquale Patruno e Nunzio Leone, rappresenta lo stemma della Forza Armata, concesso con Decreto del Presidente della Repubblica del 22 luglio 1991 e modificato nel 2014 nella sua attuale forma.

Nell’araldico sono inseriti tutti gli elementi figurativi che caratterizzano le varie armi dell’Esercito, spiega il comunicato: i fucili con baionetta innestata per la Fanteria, le lance per la Cavalleria, i cannoni per l’Artiglieria, le asce per il Genio e infine le saette per l’Arma delle Trasmissioni.

“Tutti gli elementi – spiega il CME Puglia – confluiscono in una lorica, (corazza degli antichi legionari romani), a rappresentare la complementarietà delle armi e dei corpi che caratterizzano la Forza Armata. La lorica è sormontata da un elmo piumato, mentre sotto di essa compare il motto “Salus Rei Publicae Suprema Lex Esto”. Tale massima, propria dell’antico Diritto romano (Cicerone, De Leg., IV), stabilisce che il bene e l’incolumità dello Stato sono primari rispetto a tutto, compreso l’individuo stesso”.

Il Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia, ha voluto che a inaugurare l’opera ci fosse anche il Cav. Vitantonio Vasti, classe 1912, sottufficiale dell’Esercito reduce della Seconda Guerra Mondiale.

Una vita, quella del Cav. Vitantonio Vasti, Maresciallo Maggiore Aiutante di Battaglia, che, ancor oggi, alla veneranda età di 107 anni, è improntata sull’attaccamento a quei valori che contraddistinguono l’Esercito, primo tra tutti l’amor Patrio, sottolinea il comunicato.

Il monumento, donato interamente dagli stessi scultori, sarà inaugurato il 3 luglio alle 10.30 presso la Caserma Picca alla presenza delle più alte autorità locali, dei sindaci di alcune città pugliesi e di una folta rappresentanza delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, conclude il comunicato.

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia: alla Stramaglie l’Esercito ha portato in campo la squadra istituzionale più numerosa

“Sono stati gli atleti del Comando Militare Esercito Puglia ad aprire la Stramaglie – 7° Trofeo Salvatore Rizzo a cui hanno partecipato 62 società sportive e oltre 990 atleti, di tutte le fasce d’età”, scrive il Comando Militare dell’Esercito (CME) Puglia con un comunicato stampa di ieri, 9 giugno.

La competizione, organizzata dall’ASD Podistica Magliese, in collaborazione con la Proloco e la Fondazione Capece, si è articolata in vari tracciati, tra cui il tradizionale percorso competitivo su una distanza di 9,100 Km.

“Una gara condotta nelle strade di un assolato centro cittadino con centinaia di spettatori che hanno trasformato la gara in una vera festa dello sport”, scrive il CME Puglia a proposito dell’evento podistico che ha interessato la città pugliese di Maglie, in provincia di Lecce.

Tra i premiati l’Esercito, che con i suoi 9 atleti partecipanti ha portato in campo la più numerosa squadra istituzionale. Inoltre, all’interno del villaggio sportivo, allestito in Piazza Aldo Moro, un Infopoint dell’Esercito ha permesso ad atleti e cittadini di conoscere le varie attività svolte dalla Forza Armata e le varie possibilità professionale offerte.

Il Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante Territoriale Esercito In Puglia, ha sottolineato come lo sport rappresenti uno spaccato della vita di ogni soldato e la presenza alla “Stramaglie” costituisca un’occasione per creare sinergia tra Esercito e società civile, aderenti sempre il motto “noi ci siamo sempre – e di più insieme”.

Al termine della gara il Sindaco di Maglie, Ernesto Toma, nel premiare l’Esercito ha ringraziato per la significativa presenza della Forza Armata, non solo in attività culturali o sportive come in questo caso, ma per il servizio reso al Paese in termini di sicurezza e vicinanza alle Istituzioni, conclude il comunicato del CME Puglia.

Fonte e foto: CME Puglia

Il CME Puglia partecipa con i suoi runner alla Stramaglie 7° Trofeo Salvatore Rizzo

Una squadra di atleti del Comando Militare Esercito (CME) Puglia parteciperà il prossimo 9 giugno alla “Stramaglie” – 7° Trofeo Salvatore Rizzo, sulla distanza di 9,100 Km. inserita nel calendario provinciale Fidal di Lecce, quale quinta tappa del campionato provinciale su strada “Salento Tour”.

Ne ha dato notizia lo stesso Comando con un comunicato stampa.

La gara, organizzata dall’Asd Podistica Magliese in collaborazione con Proloco e la Fondazione Capece, è patrocinata dal Comune di Maglie ed è aperta ad atleti agonisti e non di tutte le fasce d’età, si apprende.

Il Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia, magliese di adozione, ha sottolineato come l’Esercito aderisce con slancio a tutti gli eventi sportivi e comunicativi in cui ci siano risvolti di tipo sociale culturale o sportivo.

“Abbiamo recentemente partecipato con una squadra costituita da militari in servizio nelle Unità pugliesi alla Race for the Cure, dove siamo riusciti a conquistare il podio nella gara competitiva, ma anche, durante il 2018, alla Bari Half Maraton e alla Bari Race Run, sempre conseguendo ottimi risultati e veicolando un positivo messaggio della Forza Armata. Inoltre, abbiamo firmato un protocollo d’intesa per introdurre la scherma nelle scuole, che ci vedrà prossimamente coinvolti a San Severo in provincia di Foggia, cogliendo un’altra occasione per essere vicini ai giovani e diffondere i valori insiti nella Forza Armata e nello sport”, ha sottolineato il Comandante.

Per l’occasione sarà allestito un Infopoint, per consentire ai giovani cittadini di informarsi circa le possibilità professionali offerte dalla Forza Armata e le modalità di accesso ai vari concorsi.

“La presenza dell’Esercito alle più significative manifestazioni sportive della regione Puglia consolida l’immagine di un’Istituzione impegnata nella divulgazione di tutti quei valori insiti nello sport e rappresenta un efficace veicolo per la divulgazione della Cultura della Difesa, conclude il comunicato.

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia: alla Race for the Cure 2019 con la Pinerolo e l’ANPdI di Bari

Una squadra organizzata dal Comando Militare Esercito (CME) Puglia, in sinergia con la Brigata Meccanizzata Pinerolo e l’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia sezione di Bari, ha partecipato all’edizione 2019 della Race fo the Cure, ha fatto sapere con un comunicato stampa di ieri lo stesso CME Puglia.

La tradizionale gara, organizzata dalla “Susan Komen Italia” per la lotta ai tumori del seno, è iniziata con una festosa competizione tra formazioni musicali militari dove le bande, della Brigata Meccanizzata Pinerolo e del Comando Scuole della 3^ Regione Aerea, hanno duellato a suon di musica, eseguendo brani della tradizione militare, popolare e pop, scrive il CME Puglia.

I vincitori della gara podistica competitiva di 5 Km hanno visto, anche quest’anno, primeggiare gli atleti dell’Esercito, Caporal Maggiore Capo Scelto Giovanni Auciello, del 7° Reggimento Bersaglieri, e il Caporal Maggiore Capo Vincenzo Trentadue, del 9° Reggimento Fanteria Bari, classificatosi al primo e al quinto posto.

“Un’occasione unica per rafforzare l’indissolubile rapporto tra Esercito e società e confermare il ruolo dell’Esercito quale risorsa per il Paese, difatti poniamo particolare attenzione alla partecipazione ad attività sportive, soprattutto quando esse hanno un risvolto di tipo sociale come nella Race [for the Cure]”, ha sottolineato il Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia, evidenziando l’importanza che lo sport riveste per la Forza Armata non solo per i lusinghieri risultati ottenuti in campo nazionale e internazionale dai suoi atleti, ma come indispensabile veicolo per il mantenimento delle capacità operative del personale militare.

Un successo a tutto campo che ha visto tra i premiati il Generale Rainò, a cui è stata consegnata una targa di riconoscenza da parte della “Susan Komen Italia” per l’attiva e sentita partecipazione dell’Esercito ad un’attività dall’alto valore sociale e benefico.

Ma anche per quest’anno, si apprende dal CME Puglia, Special Guest della manifestazione è stata la mascotte dell’Esercito, Lupetto Vittorio, che per la gioia dei più piccoli ha fatto bella mostra di sé nel villaggio rosa.

L’organizzazione e l’adesione ad attività finalizzate alla divulgazione dello sport consolida l’impegno dell’Esercito nella diffusione dei fondamentali valori etici e di solidarietà insiti nella Forza Armata, restando coerente con il suo slogan: “Noi ci siamo sempre- e di più insieme” anche nel sociale, conclude il comunicato.

Fonte e foto: CME Puglia

 

CME Puglia: un convegno sulle tecnologie militari di Leonardo da Vinci con una balestra lignea gigante in dimensioni originali

Si è svolta ieri mattina, 15 aprile, nel Molo Borbonico del porto di Bari, la conferenza dal tema “Leonardo da Vinci e la Puglia, tra passato e futuro organizzata dall’Accademia Pugliese delle Scienze in collaborazione con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale e il Circolo della Vela.

Ne ha dato notizia con un comunicato stampa il Comando Militare dell’Esercito (CME) Puglia.

Il Professor Eugenio Scandale, Presidente dell’Accademia Pugliese delle Scienze, nell’accogliere i relatori, ha evidenziato l’importanza del genio leonardesco in tutte le sue molteplici sfaccettature, ringraziando l’Esercito, e in particolare il Gen Giorgio Rainò, Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia, per aver accolto con entusiasmo l’invito a partecipare al convegno.

Nella sezione dedicata alle tecnologie militari, si sono susseguiti gli interventi del Professor Nicola Neri, docente dell’Ateneo Aldo Moro di Bari, e del Maggiore Mauro Lastella, Capo Sezione Pubblica Informazione del Comando Militare Esercito Puglia.

Durante gli interventi è emersa l’importanza di Leonardo da Vinci, relativa allo sviluppo delle tecnologie militari, e si è sottolineato come l’Esercito abbia voluto celebrare il cinquecentenario Leonardesco, dedicandogli il calendario storico di Forza Armata.

Il Calendesercito 2019, “L’Uomo e la Tecnologia – omaggio al Genio Universale”, vuole infatti ricordare il contributo che Leonardo ha dato al progresso scientifico, artistico e culturale nel mondo.

Il Gen Rainò, durante il suo intervento, ha ribadito quanto oggi come ieri il fattore umano prevalga sulla componente tecnologica. La copertina del calendario dell’Esercito 2019, che rappresenta l’Uomo vitruviano su cui è inserita la stella a cinque punte, simbolo dell’Esercito, vuole difatti rappresentare il legame simbolico e inscindibile tra uomo e tecnologia e la centralità che l’uomo – operatore militare – ha su di essa.

Al convegno sono intervenuti inoltre, il Magnifico Rettore dell’Università Aldo Moro di Bari, Antonio Felice Uricchio, la dottoressa Maria De Filippo del Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, il Contrammiraglio Cristiano Nervi, Direttore dell’Arsenale Militare Marittimo di Taranto, e il Presidente del Circolo della Vela di Bari, Simonetta Lorusso.

Al termine del convegno l’Ingegner Giuseppe Manisco, del Museo Leonardesco di Galatone (Lecce) ha presentato, sul Molo borbonico, in anteprima mondiale, la fedele riproduzione della balestra lignea gigante (24 x 21 x 1,5 metri), progettata dal genio del Rinascimento italiano.

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia: il gen Rainò riceve il neoquestore di Bari nella Caserma Picca

Ieri mattina, 4 aprile, il Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante Militare dell’Esercito in Puglia, ha accolto, nella storica Caserma Domenico Picca di Bari, il neo Questore di Bari, Dirigente Generale Giuseppe Bisogno, ha fatto sapere il Comando Militare Esercito (CME) Puglia con un comunicato stampa del 4 aprile.

Il colloquio tra le due autorità, avvenuto nelle sale del Comando territoriale dell’Esercito, si è svolto in un clima di serena amicizia e comune condivisione d’intenti, scrive il CME Puglia.

Durante l’incontro, contraddistinto da viva e reciproca cordialità, il dott Bisogno, che ha assunto la direzione della Questura di Bari lo scorso 26 marzo, ha ringraziato il gen Rainò per la fattiva collaborazione istituzionale tra la Forza Armata e le forze dell’ordine.

Collaborazione che si estrinseca con i circa 7.000 uomini della Forza Armata impiegati in ambito nazionale in concorso al comparto sicurezza.

L’incontro si è concluso con l’auspicio di una sempre maggiore sinergia e interoperabilità tra le unità dell’Esercito e le Forze di Polizia, impegnate nel controllo del territorio.

Fonte e foto: CME Puglia