CME Puglia

CME Puglia: alla Stramaglie l’Esercito ha portato in campo la squadra istituzionale più numerosa

“Sono stati gli atleti del Comando Militare Esercito Puglia ad aprire la Stramaglie – 7° Trofeo Salvatore Rizzo a cui hanno partecipato 62 società sportive e oltre 990 atleti, di tutte le fasce d’età”, scrive il Comando Militare dell’Esercito (CME) Puglia con un comunicato stampa di ieri, 9 giugno.

La competizione, organizzata dall’ASD Podistica Magliese, in collaborazione con la Proloco e la Fondazione Capece, si è articolata in vari tracciati, tra cui il tradizionale percorso competitivo su una distanza di 9,100 Km.

“Una gara condotta nelle strade di un assolato centro cittadino con centinaia di spettatori che hanno trasformato la gara in una vera festa dello sport”, scrive il CME Puglia a proposito dell’evento podistico che ha interessato la città pugliese di Maglie, in provincia di Lecce.

Tra i premiati l’Esercito, che con i suoi 9 atleti partecipanti ha portato in campo la più numerosa squadra istituzionale. Inoltre, all’interno del villaggio sportivo, allestito in Piazza Aldo Moro, un Infopoint dell’Esercito ha permesso ad atleti e cittadini di conoscere le varie attività svolte dalla Forza Armata e le varie possibilità professionale offerte.

Il Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante Territoriale Esercito In Puglia, ha sottolineato come lo sport rappresenti uno spaccato della vita di ogni soldato e la presenza alla “Stramaglie” costituisca un’occasione per creare sinergia tra Esercito e società civile, aderenti sempre il motto “noi ci siamo sempre – e di più insieme”.

Al termine della gara il Sindaco di Maglie, Ernesto Toma, nel premiare l’Esercito ha ringraziato per la significativa presenza della Forza Armata, non solo in attività culturali o sportive come in questo caso, ma per il servizio reso al Paese in termini di sicurezza e vicinanza alle Istituzioni, conclude il comunicato del CME Puglia.

Fonte e foto: CME Puglia

Il CME Puglia partecipa con i suoi runner alla Stramaglie 7° Trofeo Salvatore Rizzo

Una squadra di atleti del Comando Militare Esercito (CME) Puglia parteciperà il prossimo 9 giugno alla “Stramaglie” – 7° Trofeo Salvatore Rizzo, sulla distanza di 9,100 Km. inserita nel calendario provinciale Fidal di Lecce, quale quinta tappa del campionato provinciale su strada “Salento Tour”.

Ne ha dato notizia lo stesso Comando con un comunicato stampa.

La gara, organizzata dall’Asd Podistica Magliese in collaborazione con Proloco e la Fondazione Capece, è patrocinata dal Comune di Maglie ed è aperta ad atleti agonisti e non di tutte le fasce d’età, si apprende.

Il Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia, magliese di adozione, ha sottolineato come l’Esercito aderisce con slancio a tutti gli eventi sportivi e comunicativi in cui ci siano risvolti di tipo sociale culturale o sportivo.

“Abbiamo recentemente partecipato con una squadra costituita da militari in servizio nelle Unità pugliesi alla Race for the Cure, dove siamo riusciti a conquistare il podio nella gara competitiva, ma anche, durante il 2018, alla Bari Half Maraton e alla Bari Race Run, sempre conseguendo ottimi risultati e veicolando un positivo messaggio della Forza Armata. Inoltre, abbiamo firmato un protocollo d’intesa per introdurre la scherma nelle scuole, che ci vedrà prossimamente coinvolti a San Severo in provincia di Foggia, cogliendo un’altra occasione per essere vicini ai giovani e diffondere i valori insiti nella Forza Armata e nello sport”, ha sottolineato il Comandante.

Per l’occasione sarà allestito un Infopoint, per consentire ai giovani cittadini di informarsi circa le possibilità professionali offerte dalla Forza Armata e le modalità di accesso ai vari concorsi.

“La presenza dell’Esercito alle più significative manifestazioni sportive della regione Puglia consolida l’immagine di un’Istituzione impegnata nella divulgazione di tutti quei valori insiti nello sport e rappresenta un efficace veicolo per la divulgazione della Cultura della Difesa, conclude il comunicato.

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia: alla Race for the Cure 2019 con la Pinerolo e l’ANPdI di Bari

Una squadra organizzata dal Comando Militare Esercito (CME) Puglia, in sinergia con la Brigata Meccanizzata Pinerolo e l’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia sezione di Bari, ha partecipato all’edizione 2019 della Race fo the Cure, ha fatto sapere con un comunicato stampa di ieri lo stesso CME Puglia.

La tradizionale gara, organizzata dalla “Susan Komen Italia” per la lotta ai tumori del seno, è iniziata con una festosa competizione tra formazioni musicali militari dove le bande, della Brigata Meccanizzata Pinerolo e del Comando Scuole della 3^ Regione Aerea, hanno duellato a suon di musica, eseguendo brani della tradizione militare, popolare e pop, scrive il CME Puglia.

I vincitori della gara podistica competitiva di 5 Km hanno visto, anche quest’anno, primeggiare gli atleti dell’Esercito, Caporal Maggiore Capo Scelto Giovanni Auciello, del 7° Reggimento Bersaglieri, e il Caporal Maggiore Capo Vincenzo Trentadue, del 9° Reggimento Fanteria Bari, classificatosi al primo e al quinto posto.

“Un’occasione unica per rafforzare l’indissolubile rapporto tra Esercito e società e confermare il ruolo dell’Esercito quale risorsa per il Paese, difatti poniamo particolare attenzione alla partecipazione ad attività sportive, soprattutto quando esse hanno un risvolto di tipo sociale come nella Race [for the Cure]”, ha sottolineato il Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia, evidenziando l’importanza che lo sport riveste per la Forza Armata non solo per i lusinghieri risultati ottenuti in campo nazionale e internazionale dai suoi atleti, ma come indispensabile veicolo per il mantenimento delle capacità operative del personale militare.

Un successo a tutto campo che ha visto tra i premiati il Generale Rainò, a cui è stata consegnata una targa di riconoscenza da parte della “Susan Komen Italia” per l’attiva e sentita partecipazione dell’Esercito ad un’attività dall’alto valore sociale e benefico.

Ma anche per quest’anno, si apprende dal CME Puglia, Special Guest della manifestazione è stata la mascotte dell’Esercito, Lupetto Vittorio, che per la gioia dei più piccoli ha fatto bella mostra di sé nel villaggio rosa.

L’organizzazione e l’adesione ad attività finalizzate alla divulgazione dello sport consolida l’impegno dell’Esercito nella diffusione dei fondamentali valori etici e di solidarietà insiti nella Forza Armata, restando coerente con il suo slogan: “Noi ci siamo sempre- e di più insieme” anche nel sociale, conclude il comunicato.

Fonte e foto: CME Puglia

 

CME Puglia: un convegno sulle tecnologie militari di Leonardo da Vinci con una balestra lignea gigante in dimensioni originali

Si è svolta ieri mattina, 15 aprile, nel Molo Borbonico del porto di Bari, la conferenza dal tema “Leonardo da Vinci e la Puglia, tra passato e futuro organizzata dall’Accademia Pugliese delle Scienze in collaborazione con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale e il Circolo della Vela.

Ne ha dato notizia con un comunicato stampa il Comando Militare dell’Esercito (CME) Puglia.

Il Professor Eugenio Scandale, Presidente dell’Accademia Pugliese delle Scienze, nell’accogliere i relatori, ha evidenziato l’importanza del genio leonardesco in tutte le sue molteplici sfaccettature, ringraziando l’Esercito, e in particolare il Gen Giorgio Rainò, Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia, per aver accolto con entusiasmo l’invito a partecipare al convegno.

Nella sezione dedicata alle tecnologie militari, si sono susseguiti gli interventi del Professor Nicola Neri, docente dell’Ateneo Aldo Moro di Bari, e del Maggiore Mauro Lastella, Capo Sezione Pubblica Informazione del Comando Militare Esercito Puglia.

Durante gli interventi è emersa l’importanza di Leonardo da Vinci, relativa allo sviluppo delle tecnologie militari, e si è sottolineato come l’Esercito abbia voluto celebrare il cinquecentenario Leonardesco, dedicandogli il calendario storico di Forza Armata.

Il Calendesercito 2019, “L’Uomo e la Tecnologia – omaggio al Genio Universale”, vuole infatti ricordare il contributo che Leonardo ha dato al progresso scientifico, artistico e culturale nel mondo.

Il Gen Rainò, durante il suo intervento, ha ribadito quanto oggi come ieri il fattore umano prevalga sulla componente tecnologica. La copertina del calendario dell’Esercito 2019, che rappresenta l’Uomo vitruviano su cui è inserita la stella a cinque punte, simbolo dell’Esercito, vuole difatti rappresentare il legame simbolico e inscindibile tra uomo e tecnologia e la centralità che l’uomo – operatore militare – ha su di essa.

Al convegno sono intervenuti inoltre, il Magnifico Rettore dell’Università Aldo Moro di Bari, Antonio Felice Uricchio, la dottoressa Maria De Filippo del Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, il Contrammiraglio Cristiano Nervi, Direttore dell’Arsenale Militare Marittimo di Taranto, e il Presidente del Circolo della Vela di Bari, Simonetta Lorusso.

Al termine del convegno l’Ingegner Giuseppe Manisco, del Museo Leonardesco di Galatone (Lecce) ha presentato, sul Molo borbonico, in anteprima mondiale, la fedele riproduzione della balestra lignea gigante (24 x 21 x 1,5 metri), progettata dal genio del Rinascimento italiano.

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia: il gen Rainò riceve il neoquestore di Bari nella Caserma Picca

Ieri mattina, 4 aprile, il Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante Militare dell’Esercito in Puglia, ha accolto, nella storica Caserma Domenico Picca di Bari, il neo Questore di Bari, Dirigente Generale Giuseppe Bisogno, ha fatto sapere il Comando Militare Esercito (CME) Puglia con un comunicato stampa del 4 aprile.

Il colloquio tra le due autorità, avvenuto nelle sale del Comando territoriale dell’Esercito, si è svolto in un clima di serena amicizia e comune condivisione d’intenti, scrive il CME Puglia.

Durante l’incontro, contraddistinto da viva e reciproca cordialità, il dott Bisogno, che ha assunto la direzione della Questura di Bari lo scorso 26 marzo, ha ringraziato il gen Rainò per la fattiva collaborazione istituzionale tra la Forza Armata e le forze dell’ordine.

Collaborazione che si estrinseca con i circa 7.000 uomini della Forza Armata impiegati in ambito nazionale in concorso al comparto sicurezza.

L’incontro si è concluso con l’auspicio di una sempre maggiore sinergia e interoperabilità tra le unità dell’Esercito e le Forze di Polizia, impegnate nel controllo del territorio.

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia, Sbocchi Occupazionali: concluso il corso di operatore amministrativo

Prosegue l’impegno del Comando Militare Esercito (CME) Puglia nel sostegno alla ricollocazione dei militari congedati nel mondo del lavoro, tramite il progetto “Sbocchi occupazionali”.

Come rende noto lo stesso Comando, con un comunicato stampa del 27 marzo, la cerimonia conclusiva del corso di “Operatore per le Attività e le Procedure Amministrative” rivolto al personale delle Forze Armate non più in servizio si è svolta presso la sala conferenze dell’Archivio di Stato di Bari, alla presenza di una folta rappresentanza di militari volontari in servizio e di Autorità civili e militari.

Il corso, organizzato dalla Sezione per il Sostegno alla Ricollocazione Professionale del CME Puglia, ha come finalità quella di offrire sostegno professionale ai militari congedati, nell’ottica del principio europeo della “ricerca attiva del lavoro” e rientra nell’ambito del progetto “Sbocchi Occupazionali”.

Il progetto comprende un ventaglio di attività che spaziano dall’orientamento alla formazione professionalizzante, alla frequenza di stage/tirocini per l’individuazione di chance occupazionali, fino al riconoscimento delle competenze formali/informali acquisite durante la vita militare.

In particolare, gli allievi hanno frequentato presso l’Istituto di formazione “Spegea” di Bari un percorso formativo, finanziato dal Ministero della Difesa –Segretariato Generale, di 280 ore, di cui 100 di stage, svolte in ambito regionale, presso aziende del settore, in cui sono state acquisite le competenze tecnico amministrative utili all’accesso nel mondo del lavoro.

Alla conferenza conclusiva, durante la quale sono stati consegnati gli attestati di “Operatore per le attività e le procedure amministrative” hanno partecipato il Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia, il dott Sebastiano Leo, Assessore Regionale alla Formazione e Lavoro, Diritto allo Studio e Politiche per il Lavoro, la dottoressa Antonella Pompilio, Direttore Archivio di Stato Bari, il dott Cesare De Palma, di Confindustria Bari, e il dott Giovanni Sebastiano, Amministratore Delegato di Spegea.

“Unanime il plauso di tutti gli intervenuti circa il risultato ottenuto dai frequentatori e la validità del progetto”, sottolinea il CME Puglia.

Il gen Rainò, Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia, nel ringraziare tutti i partecipanti ha sottolineato l’importanza dell’utile ricollocamento nel mondo del lavoro del personale appartenuto alle Forze Armate che, “visto l’addestramento e il grado di preparazione raggiunto, frequentando corsi spendibili nel mondo del lavoro diviene una vera risorsa per l’intero sistema Paese”.

Ha concluso il suo intervento auspicando una sempre maggiore interazione tra le Forze Armate con le aziende pubbliche e private, per un utile reinserimento del personale militare congedato.

Fonte e foto: CME Puglia

Esercito, CME Puglia: a Candela la mostra “Grande Guerra. Fede e Valore”

È stata inaugurata ieri mattina, 21 febbraio, nella storica cornice di Palazzo Ripandelli a Candela (Foggia), la mostra “La Grande Guerra. Fede e Valore”, fa sapere il Comando Militare Esercito (CME) Puglia con un comunicato stampa.

Alla cerimonia del taglio del nastro, avvenuta alla presenza del Comandante gen Giorgio Rainò e del Sindaco, Nicola Gatta, era presente una folta rappresentanza della cittadinanza e degli studenti candelesi di ogni ordine e grado.

L’esposizione, accurata e di grande interesse, oltre ai roll up editi dallo Stato Maggiore dell’Esercito, che raccontano in maniera chiara e sintetica i tragici eventi che contraddistinsero l’ntero periodo bellico, propone documenti e cimeli, divise e fotografie d’epoca, riproduzioni in scala dei mezzi impiegati e scritti originali di Combattenti al fronte rivolti alle loro famiglie, fa sapere il comunicato.

All’allestimento della mostra, che è stata realizzata dal CME Puglia in sinergia con il Comune di Candela, hanno contribuito le famiglie candelesi, i collezionisti privati Franco Tria e Piero Violante oltre ai modellisti storici Luigi Ferri e Luigi Iacomino.

“È un’esposizione che fa riflettere e toccare con mano i sacrifici dei nostri avi, i cui nomi abbiamo voluto ricordare nel percorso espositivo”, ha dichiarato il sindaco Gatta durante il suo intervento.

Tra gli intervenuti, il professor Nicola Neri, docente di Storia militare presso l’Università Aldo Moro di Bari, e la professoressa Donata Melchionna, consigliere comunale con delega alla cultura; ha moderato il Maggiore Mauro Lastella, capo sezione pubblica Informazione del CME.

Il Comandante Territoriale dell’Esercito in Puglia, Generale di Brigata Giorgio Rainò, ha espresso grande soddisfazione per la sinergia instaurata con il Comune, auspicando una collaborazione sempre più viva tra Esercito e istituzioni locali.

La cerimonia è stata preceduta con gli onori ai Caduti e con la deposizione di corona d’alloro dinanzi al monumento a Loro dedicato. A rendere ancora più toccante il momento, scrive il comunicato, il Canto del Piave intonato dagli studenti dell’Istituto Comprensivo Papa Giovanni Paolo II di Candela.

La mostra “che ha già superato le 400 richieste di visita di scolaresche e gruppi organizzati”, fa sapere il CME Puglia – sarà aperta dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 20.00 fino a domenica 24 febbraio, con ingresso libero e gratuito.

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia: a Laterza si inaugura la Mostra dell’Esercito “La Grande Guerra. Fede e valore”

Oggi, 28 gennaio, alle 11.00, il Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia, e l’Ing Gianfranco Lopane, Sindaco del Comune di Laterza (Taranto), inaugureranno la mostra di documenti, cartoline e cimeli intitolata “La Grande Guerra. Fede e valore”, edita dallo Stato Maggiore dell’Esercito –Ufficio Storico- e allestita nella “Sala Cavallerizza” di Palazzo Marchesale, fa sapere con un comunicato stampa il Comando Militare Esercito (CME) Puglia.

“Arrivata alla sua 20^ tappa, la mostra, fortemente voluta dall’amministrazione comunale, continua il suo percorso allo scopo di far conoscere, soprattutto ai più giovani, i sacrifici di quanti pugnarono per ideali di Patria, giustizia e libertà”, si legge dal comunicato.

La mostra, curata dal CME Puglia, racconta, attraverso le immagini dei pannelli didattici, i tragici avvenimenti del primo conflitto mondiale, percorrendo un percorso storiografico che va dal 1915 con la presenza del Regio Esercito, la mobilitazione civile e le gravi conseguenze della guerra per la Nazione e arriva al periodo post-bellico con le “memorie di pietra”, quei monumenti edificati in onore ai Caduti, dal più famoso “Altare della Patria” al monumento ai Caduti di Laterza.

L’esposizione, oltre a cimeli, uniformi e stampe, messi generosamente a disposizione dai collezionisti privati Franco Tria e Piero Violante, contiene una collezione esclusiva di trentasei cartoline litografiche, nate da bozzetti che Tommaso Cascella realizzò traendo ispirazione dalla sua esperienza di corrispondente di guerra per la rivista “La Grande Illustrazione” diretta dal padre Basilio Cascella.

Le cartoline, frutto di un percorso di diretta e personale testimonianza dei fatti che sconvolsero l’Europa e l’Italia dal 1914 al 1918, riproducono scene disegnate o dipinte “in diretta” sul fronte delle operazioni belliche.

L’inaugurazione sarà preceduta dal concerto della Banda della Brigata Pinerolo, fa sapere il CME Puglia, che si esibirà alle 10.20 in Piazza del Plebiscito, con una scaletta di brani tratti dalla tradizione militare, da quella popolare e pop.

All’evento inaugurale, oltre al Generale Rainò e al Sindaco Lopane, parteciperà il prof Nicola Neri, docente di “Storia della Guerra e delle Istituzioni Militari” all’università Aldo Moro di Bari, che terrà una lectio magistralis.

La mostra sarà aperta al pubblico dal 28 gennaio al 3 febbraio, con i seguenti orari, comunica il CME Puglia:

dal lunedì al venerdì, dalle 10.00 alle 13.00, il sabato e domenica dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 17,00 alle 20,00. Sono previste visite guidate per gruppi e scolaresche a cura del CME Puglia. L’ingresso è libero e gratuito.

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia, cambio al vertice: il gen Rainò ha avvicendato il gen Prezioso

Nella suggestiva cornice del Cortile d’Onore della storica caserma Damiano Picca si è svolta la cerimonia di avvicendamento del Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia, ha fatto sapere lo stesso Comando Militare Esercito (CME) Puglia con un comunicato stampa del 16 novembre.

Alla presenza del Vice Comandante per il Territorio del Comando delle Forze Operative Sud, Generale di Divisione Gualtiero Mario De Cicco, il Generale di Brigata Mauro Prezioso, che andrà a ricoprire incarichi presso gli organi di vertice della Forza Armata, ha ceduto il comando al Generale di Brigata Giorgio Rainò, proveniente dall’Ambasciata italiana in Pakistan.

Durante il discorso di commiato il gen Prezioso ha evidenziato come il CME Puglia, durante il triennio della sua permanenza, ha cercato di essere tra la gente, nel territorio e a fianco delle istituzioni locali, al fine di creare sinergie e far conoscere le realtà della Forza Armata.

A conferma di tale attività, sottolinea il CME Puglia, le oltre 100 iniziative svolte nel territorio, nelle scuole, nei musei, nelle piazze, al fine di promuovere la cultura della Difesa e suggellare l’indissolubile rapporto tra l’Esercito, le Istituzioni e la società.

Il gen Prezioso nel ringraziare le autorità presenti, e in particolare i Sindaci ha voluto, ancora una volta, salutare i suoi uomini e donne esprimendo tutto l’orgoglio di essere stato il loro Comandante.

Alla cerimonia erano presenti numerose autorità che hanno voluto manifestare, in un momento così solenne, un’affettuosa e sentita vicinanza al CME Puglia.

Il Comandante subentrante, Generale di Brigata Giorgio Rainò, di origini salentine, ha frequentato il 166° Corso Dignità dell’Accademia Militare, il 3° Corso ISSMI presso il Centro Alti Studi della Difesa e ha una lunga esperienza maturata in Patria e all’estero, in incarichi operativi, dirigenziali e diplomatici.

È Laureato in Scienze Strategiche e in Scienze Internazionali e Diplomatiche e ha conseguito i master in Studi Internazionali Strategico-Militari, Scienze Strategiche e Peace Bulding Management.

Fonte e foto: CME Puglia

Il CME Puglia al Festival della Public History di Lecce – Tricase, presentato il volume Non chiamatelo fiume

È iniziata con le note della Banda della brigata Pinerolo la seconda giornata del Festival Internazionale della Public History, dedicato alla Grande Guerra in terra d’Otranto, ha fatto sapere da Lecce il Comando Militare Esercito (CME) Puglia.

L’evento, organizzato dalla Prefettura di Lecce in collaborazione con il Centro Studi Relazioni Atlantico Mediterranee (CESRAM), ha visto tra i componenti del comitato scientifico l’Università del Salento e il CME Puglia.

Dopo l’esibizione della banda, il CME Puglia ha presentato, nella Sala Degli Specchi del Palazzo dei Celestini, il volume grafico, edito dallo Stato Maggiore dell’Esercito, “Non chiamatelo fiume – dal Grappa al Piave, storia di un monumento d’Italia”.

L’opera, realizzata da Federica dal Forno (curatrice) e da GianVinGenzo Beccia, spiega il CME Puglia, è costituita da due volumi e ha la particolarità di essere completamente fumettata.

Essa racconta in maniera nuova e avvincente le vicende del primo conflitto mondiale relative agli ultimi due anni di guerra.

Uno dei due volumi è un unico fumetto che, aperto a fisarmonica, diviene un’opera grafica lunga 7 metri, in cui sono rappresentati i principali conflitti divampati sul fronte italiano tra il 1917 ed il 1918.

A presentare il volume il professor Nicola Neri, docente dell’Università degli Studi Aldo Moro di Bari, e il magg Mauro Lastella, Capo Sezione Pubblica Informazione del CME Puglia, alla presenza degli studenti e di numerose autorità civili e militari tra le quali il Comandante della Scuola di Cavalleria di Lecce, gen Angelo Milelli.

La dottoressa Maria Teresa Cucinotta, Prefetto di Lecce, nell’accogliere i relatori, ha evidenziato l’importanza di aver istituito, proprio nella città di Lecce, il primo festival internazionale della Pubblic History, ringraziando la Forza Armata per l’impegno profuso a favore dell’iniziativa.

A margine della presentazione il conduttore televisivo Gianni Ippoliti ha evidenziato come, la romana via Veneto, sia in realtà via Vittorio Veneto, città nella quale il Generale Diaz diede l’ultima spallata all’impero austro-ungarico.

Al termine della presentazione gli studenti del corso alberghiero dell’Istituto Columella-Presta di Lecce hanno proposto il rancio in trincea, e quelli del corso chimico dell’Istituto De Pace hanno analizzato dei cibi consumati durante il conflitto mondiale.

Nella serata della stessa giornata la presentazione si è ripetuta a Tricase nella sala del trono di Palazzo Gallone.

Grande soddisfazione per la riuscita dell’evento è stata espressa dal gen Mauro Prezioso, Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia, che ha affermato che “oggi come ieri è importante trasmettere, soprattutto ai più giovani, i valori di libertà e di democrazia che caratterizzarono quel momento storico e che tutt’oggi rappresentano i valori fondanti della nostra Italia”.

Fonte e foto: CME Puglia