Ott 25, 2016
134 Views
0 0

COSINT: biancheria, cibo e frutta per i terremotati nei container nel mantovano e a Cremona

Written by

20161022_cosint_aiuti-mantova-e-cremona-1“Vi sono ancora centinaia di persone in grave difficoltà” spiega il gen Claudio Mantovani, comandante per la Regione Lombardia dei Corpi sanitari Croce Rossa Garibaldina COSINT, mentre illustra le ultime attività in ordine di tempo a favore della popolazione colpita dal terremoto tra la Lombardia e l’Emilia nel 2012 e tuttora nei container.

“Come al solito chi è in difficoltà ha un comportamento dignitoso, quasi a vergognarsi della propria non voluta situazione”, continua il gen Mantovani, che di fronte alla ritrosia e alla dignità oppone “fatti, non parole”. Le recenti operazioni congiunte tra il Comando Regione Emilia Romagna, alla guida del magg (r.o.) Lucia Guarnieri, e il Comando Lombardia fanno scuola in termini di concretezza senza clamori.

Il 22 ottobre scorso, a Moglia di Mantova, i COSINT hanno consegnato generi di conforto, non solo alimentari: dalla farina al bagnoschiuma, per entrare più in dettaglio.

A Villimpenta, sempre in provincia di Mantova, è stato consegnato un carico di abiti da uomo, donna e bambino, oltre a biancheria e bagnoschiuma. Qui, si apprende, c’è qualche centinaio di famiglie senza reddito che il Mar. Magg. (r.o.) Nicola Toajar del Comando Lombardia ha raggiunto sabato scorso con il carico di aiuti.

Il COSINT non ha tralasciato nel suo intervento neppure la lombarda Cremona, capoluogo di provincia con 72mila abitanti, dove ogni giorno vengono serviti almeno duecento pasti al giorno per italiani e immigrati in difficoltà.

Articoli correlati:

Il COSINT in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: gen Claudio Mantovani/COSINT Regione Lombardia

20161022_cosint_aiuti-mantova-e-cremona-2

Article Categories:
Forze Armate