CONI

Brigata Ariete: dagli studenti alle autorità, ospiti illustri alla 15^ edizione di “Sport in vetrina”

La 132^ Brigata corazzata Ariete ha ospitato questa mattina, 17 maggio, nel proprio comprensorio sportivo de “La Comina”, la quindicesima edizione di “Sport in vetrina”, manifestazione organizzata dal CONI Friuli-Venezia Giulia, rivolta alle scuole primarie e secondarie di primo grado della provincia di Pordenone per diffondere e promuovere la cultura e la pratica sportiva tra i giovani e diventata ormai un appuntamento tradizionale e attesissimo per il territorio pordenonese, scrive la Brigata Ariete in un comunicato stampa odierno.

La solenne cerimonia dell’alzabandiera, svolta sul terreno del campo di calcio del comprensorio e accompagnata dalla musica della fanfara dell’11° reggimento Bersaglieri, ha suggellato l’apertura ufficiale della manifestazione e ha rappresentato un momento particolarmente emozionante poiché, si legge dal comunicato, “accompagnata dall’unisono canto dell’Inno Nazionale da parte di tutti gli studenti presenti”.

Folta la partecipazione delle autorità locali, si apprende, dai sindaci del territorio ai consiglieri regionali, dai rappresentanti delle istituzioni cittadine ai deputati in carica originari di Pordenone, per finire con i dirigenti scolastici e il corpo insegnanti.

Significativa, poi, la presenza dei massimi vertici del CONI regionale, dal Presidente, Ing. Giorgio Brandolin, al delegato provinciale, dott. Giancarlo Caliman, a cui si deve il merito dell’ideazione e organizzazione della lodevole iniziativa. A dare maggiore lustro alla giornata, l’atleta paralimpico Luca Galimberti e una rappresentanza dei giocatori e dei dirigenti del Pordenone Calcio, neopromosso in serie B.

Nel suo intervento iniziale, il Comandante della Brigata Ariete, generale Enrico Barduani, ha voluto sottolineare che “lo sport è portatore di valori sociali positivi e di una educazione verso se stessi e verso gli altri che, inevitabilmente, lo sportivo riversa anche nella sua vita di tutti i giorni. Lo sport, insomma, ci rende cittadini migliori”.

Il Comandante ha poi voluto ricordare l’importanza dello sport militare, ringraziando il CONI per le forme di collaborazione e cooperazione poste in essere con la Difesa e che hanno permesso ad atleti militari di diventare punti di riferimento per lo sport italiano, come testimoniato dai lusinghieri risultati che hanno conseguito in ambito internazionale, come nel corso delle ultime Olimpiadi di Rio de Janeiro.

Il Presidente regionale del CONI, Ing. Brandolin, ha invece posto l’accento sul “sistema Friuli Venezia Giulia”, che è all’avanguardia nel panorama nazionale per l’insegnamento dello sport nelle scuole, grazie ad accordi specifici tra CONI e mondo scolastico nonché alla presenza di moderni impianti sportivi nella maggior parte dei plessi scolastici della regione.

Nel corso del suo intervento, ha poi ringraziato l’Esercito e, in particolare, la 132^ Brigata corazzata Ariete, per il supporto che, da sempre, viene fornito alla pratica sportiva nel pordenonese, con la possibilità della collettività locale di accedere proprio agli impianti sportivi del comprensorio militare de La Comina.

La kermesse ha quindi preso il via attraverso i 27 stand delle varie Federazioni Nazionali, in cui gli studenti hanno avuto la possibilità di approcciare i diversi sport – dal judo al tiro a segno, dal tiro con l’arco al tennis, dal calcio alla pallavolo, dall’atletica leggera al baseball, dalla pallacanestro al taekwondo, dalla pesistica agli sport invernali, dall’equitazione al ciclismo – apprendendone i rudimenti e potendosi cimentare nella loro pratica sotto l’attenta guida di istruttori e insegnanti federali.

Particolarmente apprezzate le dimostrazioni pratiche, da parte di personale dell’11° reggimento Bersaglieri, del Metodo di Combattimento Militare (MCM), con la possibilità per gli studenti di imparare alcune delle tecniche di base di tale disciplina.

L’evento si è dimostrato, ancora una volta, di pieno successo e molto partecipato, conferma la Brigata. “Gli studenti hanno avuto la possibilità di conoscere più da vicino il mondo dello sport e alcune discipline meno note, con l’auspicio, da parte del CONI e degli organizzatori, che da questa manifestazione possa nascere qualche atleta nazionale del futuro”, conclude il comunicato.

Fonte e foto: 132^ Brigata corazzata Ariete

Esercito, COMLOG: la XX edizione della Race for the cure al Circo Massimo dal 16 al 19 maggio

Anche quest’anno l’Esercito Italiano parteciperà della “Race for the cure”, manifestazione di solidarietà che ha lo scopo di promuovere la salute delle donne e di raccogliere fondi per la lotta ai tumori al seno, ha fatto sapere il Comando Logistico (COMLOG) dell’Esercito con una nota stampa del 3 maggio.

La Race for the cure di quest’anno si svolgerà dal 16 al 19 maggio nella suggestiva cornice del Circo Massimo a Roma.

Lo ha confermato la mattina del 3 maggio, nella conferenza stampa di presentazione dell’evento presso il Salone d’onore del CONI, il Comandante di Sanità e Veterinaria dell’Esercito, Maggior Generale Antonio Battistini, evidenziando come la Forza Armata sia da sempre attenta alla tutela della salute delle proprie donne e dei propri uomini.

L’Esercito, che partecipa a questa iniziativa fin dalla seconda edizione dell’evento, anche quest’anno fornirà assetti logistici e sanitari. In particolare, la Forza Armata renderà disponibile la tribuna centrale, a cura del Comando Genio, un Posto di Medicazione Avanzato e alcune ambulanze dotate di defibrillatori, a cura del Policlinico Militare di Roma, per concorrere a garantire l’assistenza sanitaria per l’intero svolgimento della manifestazione.

Articoli correlati:

La Race for the cure in Paola Casoli il Blog

Il COMLOG in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG Esercito

CSOE: premiati gli atleti dell’Esercito, “accrescono ruolo Italia nel mondo” ha affermato il CaSME gen Errico

20151006_sinergia Esercito-CONI (2)Il Capo di stato maggiore dell’Esercito (CaSME), generale Danilo Errico, alla presenza del Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI), dottor Giovanni Malagò, ha premiato oggi, 6 ottobre, gli sportivi che si sono particolarmente distinti nella stagione agonistica 2014/2015, si apprende da un comunicato stampa odierno dell’Esercito.

Nella circostanza è stata anche inaugurata la nuova Palazzina Atleti all’interno del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito (CSOE), in favore della rappresentativa nazionale femminile di pallamano, che potrà ora allenarsi e alloggiare nella stessa struttura.

Dopo il taglio del nastro, il Capo di stato maggiore dell’Esercito, nel corso del suo intervento, si è rivolto agli atleti con queste parole: “Mi aspetto che portiate con fermezza, decisione, orgoglio e dignità i colori dell’Esercito Italiano al pari degli uomini e delle donne che oggi sono impegnati all’estero e che certamente fanno il tifo per voi…ognuno contribuisce per la sua parte a un grande risultato che è l’accresciuto ruolo dell’Italia nel mondo”.

20151006_sinergia Esercito-CONI (1)Il dottor Malagò, da parte sua, ha espresso ammirazione e profonda gratitudine per il lavoro svolto dal Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito che collabora in modo rilevante a valorizzare la cultura dello sport in Italia.

La nuova palazzina è stata finanziata dal CONI e i lavori sono stati coordinati dalla Forza Armata con l’8° reparto Infrastrutture di Roma, a seguito di una convenzione siglata nel 2011, a testimonianza della collaborazione e della sinergia che rientra nel comune obiettivo di migliorare i risultati e le prestazioni dell’intero sport agonistico nazionale.

20151006_sinergia Esercito-CONI (3)Il CSOE, nato ufficialmente nel 1960, ha collezionato nel corso degli anni una serie sempre maggiore di riconoscimenti, confermandosi anche quest’anno, per la terza volta consecutiva, Società Campione d’Italia con la sua sezione sport invernali. Molti anche i successi mondiali conseguiti dai suoi atleti, tra i quali l’ultimo in ordine di tempo, il titolo mondiale conquistato dal caporale Frank Chamizo Marquez nella categoria 65 kg della lotta libera.

Articoli correlati:

Il Centro Sportivo Esercito in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Esercito Italiano

Torino 2015 capitale dello sport: il programma degli eventi dell’Esercito Italiano

20150430_Torino 2015_Trofeo Scuola di Applicazione_EI corri con noi (2)È stato presentato ufficialmente giovedì scorso 30 aprile, con una conferenza stampa nel Palazzo dell’Arsenale a Torino, sede del Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito, il programma degli eventi sportivi “7° Trofeo Scuola di Applicazione” ed “EI…corri con noi”, inseriti nel calendario di “Torino 2015 capitale europea dello sport”.

Sono intervenuti il Comandante per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito, generale Claudio Berto, l’Assessore allo Sport del Comune di Torino, ingegner Stefano Gallo, il Presidente Regionale del CONI, dottor Gianfranco Porqueddu, e il Capo Dipartimento di Educazione Fisica della Scuola di Applicazione, colonnello Antonio Plescia.

Ecco il programma presentato (fonte Scuola di Applicazione):

Si parte i giorni 8 e 9 maggio con l’ormai tradizionale “Trofeo Scuola di Applicazione” giunto alla settima edizione, che vedrà gli Ufficiali della Scuola di Applicazione confrontarsi con le rappresentative delle Società sportive universitarie e dei Corpi Armati dello Stato in diverse discipline:

20150430_Torino 2015_Trofeo Scuola di Applicazione_EI corri con noi (1)Triathlon (nuoto, mountain bike e corsa), Rugby Seven, Mountain Bike, Scherma, Judo, Pallavolo, Equitazione, Nuoto 16×50, Tiro Sportivo, Staffetta 25×400 e CAGSM (un percorso volto ad addestrare i militari ad operare e muovere in presenza di ostacoli diversi).

Le gare si svolgeranno presso il Centro Sportivo Militare “Cap. Porcelli” di Torino (Piazza d’Armi-Corso G. Ferraris 200), venerdì 8 maggio dalle 09:00 alle 17:00 e sabato 9 maggio dalle ore 09:00 alle ore 14:00.

L’ingresso è gratuito e i più piccoli potranno fruire di un intrattenimento a cura della Sezione Torinese dell’Associazione Nazionale Alpini.

Il 10 maggio 2015 alle ore 09:00 avrà luogo la manifestazione podistica non competitiva “EI…..corri con noi!”. Dieci chilometri di tracciato cittadino con partenza e arrivo presso il Centro Sportivo Militare “Cap. Porcelli”, che vedrà i partecipanti attraversare i cortili di tre storiche Caserme torinesi: la “Morelli di Popolo” sede del Reparto Comando della Scuola di Applicazione dell’Esercito, il cortile dello storico Palazzo Arsenale sede del Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito e la “Monte Grappa” sede della gloriosa Brigata Alpina Taurinense.

Tre giorni con l’Esercito per Torino, Capitale Europea dello Sport.

Articoli correlati:

La Scuola di Applicazione dell’Esercito in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito

Difesa e CONI: un protocollo di intesa rafforza la collaborazione e introduce rappresentanti della Difesa in consiglio e in giunta

CONIUn protocollo d’intesa tra il Ministero della Difesa e il Comitato Olimpico Italiano (CONI) viene firmato oggi, 24 aprile, alle 12.30, nella sede centrale del CONI a Roma.

L’accordo è finalizzato al rafforzamento della collaborazione tra il dicastero e le diverse federazioni sportive e sarà in vigore fino al 31 dicembre 2017. Nella stessa sede sarà anche siglata una convenzione per la realizzazione e manutenzione di infrastrutture sportive militari.

Oltre a confermare la già consolidata collaborazione tra la Difesa e il CONI, l’accordo introduce la possibilità, mai avuta in passato per il personale della Difesa, di partecipare a organi statutari centrali e periferici del CONI.

Tale misura consentirà, per esempio, di poter inserire rappresentanti della Difesa nel consiglio e nella giunta del CONI, massimi organi decisionali dello sport italiano.

Fonte: Ministero della Difesa

Foto: Aeronautica Militare

Sport militari: domani gli Stati Generali dello Sport Militare

Domani, 16 dicembre, alle 9, nella Legione Allievi Carabinieri di Roma, avrà luogo l’evento Stati Generali Sport Militari, presieduto da alte cariche della Difesa, dai vertici del CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) e del CIP (Comitato Italiano Paralimpico).

L’appuntamento ha lo scopo di fare un punto di situazione sui risultati ottenuti dagli atleti militari nelle varie discipline sportive, individuali e di squadra, e tracciare i futuri impegni interistituzionali atti a garantire la crescita non solo dello sport militare, ma dello sport italiano in generale.

Soprattutto per quanto riguarda le discipline olimpiche, il supporto della Difesa, tramite il reclutamento di “atleti  con le stellette”, è determinante per il loro sviluppo e la loro diffusione, tanto da fare dello sport militare un elemento imprescindibile del modello sportivo italiano, e uno dei punti di forza dello sport nazionale di élite.

La Difesa infatti garantisce il supporto in termini di garanzie economiche e per la crescita agonistica degli atleti, favorendo un positivo ritorno d’immagine per l’Italia all’estero.

L’impegno storico delle Forze Armate Italiane trova riscontro nella adesione, sin dal 1949, al Consiglio Internazionale dello Sport Militare (CISM), organizzazione nata nel 1948 con la finalità di sviluppare relazioni amichevoli tra le Forze Armate (FA) delle nazioni aderenti, promuovere l’educazione fisica e le attività sportive, e supportare le nazioni meno privilegiate nel nome dell’amicizia e della solidarietà.

In ambito nazionale invece, la Difesa mantiene costanti rapporti con il CONI, al fine di individuare le migliori sinergie per l’attuazione dei programmi sportivi degli atleti delle FA.

All’inizio di quest’anno, inoltre, la Difesa ha formalizzato un protocollo d’intesa in sinergia con il CIP, dedicandosi anche all’organizzazione e alla crescita dello sport per i militari che hanno riportato lesioni permanenti e invalidanti durante il servizio, ma che sono tuttora effettivi nelle FA  nel ruolo d’onore.

Il connubio Difesa-CIP ha consentito non solo la diffusione delle attività sportive per il personale disabile della Difesa, ma anche la costituzione di un squadra nazionale paralimpica, che nel mese di settembre ha partecipato alla prima edizione dell’evento internazionale paralimpico denominato Invictus Games di Londra, dedicati ai militari affetti da disabilità (foto d’archivio Invictus Games).

Articoli correlati:

Gli Invictus Games in Paola Casoli il Blog

Il CISM in Paola Casoli il Blog

Gli atleti militari in Paola Casoli il Blog

Fonte: stato maggiore Difesa

Foto: Invictus Games (archivio Difesa)

Esercito Italiano: premiata Milena Zanotti, caporalmaggiore scelto campionessa italiana 2012 di paracadutismo nella specialità atterraggio di precisione

Si è svolta il 2 dicembre, nella Sala degli arazzi del comune di Verona, alla presenza del sindaco Flavio Tosi, la consegna al caporal maggiore scelto dell’Esercito Milena Zanotti della Medaglia di bronzo al Valore Atletico.

L’onorificenza, concessa dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) a sportivi che conseguono risultati agonistici di particolare interesse, è stata consegnata all’atleta della Sezione paracadutismo di Pisa del Reparto attività sportive dell’Esercito, in quanto vincitrice nel 2012 del titolo di campionessa italiana di Paracadutismo sportivo nella specialità della precisione in atterraggio.

Milena Zanotti, effettiva al Centro addestramento paracadutismo di Pisa, è un’ atleta veronese di nascita, con oltre 3.000 lanci al suo attivo e già tre titoli italiani individuali conquistati a partire dal 2009.

Articolo correlato:

Parashow 2013: i risultati della Sezione paracadutismo del Centro sportivo Esercito Italiano (20 novembre 2013)

Fonte e foto: COMFOTER

Camera ardente col Piero D’Inzeo: il CaSME gen Graziano e il presidente del CONI accolgono la salma. Lancieri di Montebello in uniforme storica. Foto

Questa mattina, 15 febbraio, nella sede centrale del CONI, il Capo di stato maggiore dell’Esercito (CaSME), generale Claudio Graziano, e il presidente di CONI servizi, avvocato Franco Chimenti, hanno accolto l’arrivo della salma del colonnello dell’arma di Cavalleria dell’Esercito e medaglia olimpica Piero D’Inzeo, che si è spento lo scorso venerdì a Roma all’età di 90 anni.

Erano presenti numerosi esponenti della Cavalleria Italiana e del mondo dell’equitazione, che si sono stretti commossi intorno ai familiari del colonnello D’Inzeo, uno dei massimi esponenti dell’equitazione internazionale e indiscusso punto di riferimento per generazioni di cavalieri.

Il generale Graziano ha ricordato che “il colonnello D’Inzeo rappresentava al meglio i valori dello sport, della militarità e del coraggio, ed è stato un riferimento importante per i cavalieri tanto dello sport quanto del mondo militare”, ringraziando infine “il colonnello D’Inzeo per tutto quello che ha fatto a nome del Paese e dell’Esercito”.

Suggestiva la presenza di binomi a cavallo e di cavalieri in uniforme storica del reggimento Lancieri di Montebello a sottolineare l’affetto dell’Esercito a Piero D’inzeo.

La Camera ardente sarà aperta fino alle ore 18.30 di oggi e domani, domenica 16 febbraio, dalle 10.30 alle 14.00.

I funerali si svolgeranno a Roma lunedì 17 febbraio alle 11 presso l’Ippodromo Militare in Via Tor di Quinto n. 118, dove un picchetto d’onore a cavallo del reggimento Lancieri di Montebello (8°) accoglierà l’arrivo della salma.

Articoli correlati:

Scomparsa del col Piero D’Inzeo, con il fratello Raimondo i due “fratelli invincibili” dell’ippica. Oggi e domani la camera ardente al CONI. Gli orari (14 febbraio 2014)

Scompare uno dei “fratelli invincibili” dell’ippica: cordoglio del CaSMD, amm Binelli Mantelli, per il generale dei Carabinieri Raimondo D’Inzeo (17 novembre 2013)

I “fratelli invincibili” dell’ippica ricevono decorazione da CaSMD: i trionfi dei D’Inzeo simbolo di rinascita dell’Italia nel dopoguerra (9 marzo 2013)

Fonte e foto: stato maggiore dell’Esercito

Scomparsa del col Piero D’Inzeo, con il fratello Raimondo i due “fratelli invincibili” dell’ippica. Oggi e domani la camera ardente al CONI. Gli orari

È allestita oggi, sabato 15 febbraio, dalle ore 10.30 alle 18.30, e domani, domenica 16 febbraio, dalle 10.30 alle 14.00, la camera ardente al Salone d’Onore del CONI per onorare la memoria del colonnello dell’arma di Cavalleria dell’Esercito Piero D’Inzeo, uno dei massimi esponenti dell’equitazione italiana che si è spento nella serata di giovedì 13 a Roma.

Ad accogliere l’arrivo della salma, previsto intorno alle 10.30, oltre ai familiari, ci sarà il Capo di stato maggiore dell’Esercito, generale Claudio Graziano.

Grande commozione nella Cavalleria per la perdita di un Ufficiale che è stato un punto di riferimento per generazioni di giovani cavalieri che si sono ispirati a un uomo che coniugava i più alti valori dell’Esercito e sportivi.

Il fratello Raimondo D’Inzeo, generale dei Carabinieri, è morto il 16 novembre scorso: con Piero, dopo i tanti successi nell’ippica, era stato decorato nel marzo 2013 con la Decorazione d’Onore Interforze dello stato maggiore della Difesa.

I funerali del colonnello Piero D’Inzeo si svolgeranno a Roma lunedì 17 febbraio alle 11.00 presso l’Ippodromo Militare in Via Tor di Quinto n. 118.

Il Capo di stato maggiore della Difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, appresa la notizia del decesso del  colonnello Piero D’Inzeo, ha fatto recapitare alla famiglia il proprio messaggio di cordoglio: “Appresa la triste notizia della scomparsa del Colonnello dell’Arma di Cavalleria e cavaliere italiano Piero D’Inzeo, fedele servitore delle Istituzioni e impareggiabile atleta che ha accresciuto  con le sue vittorie nell’equitazione il prestigio della nostra Patria nel mondo, formulo a nome delle Forze Armate e mio personale le espressioni del più profondo cordoglio e della solidale vicinanza”.

Allo stesso modo il Capo di stato maggiore dell’Esercito, generale Claudio Graziano, ha espresso a nome suo e di tutta la Forza Armata, profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia.

Il Colonnello Piero D’Inzeo, nato a Roma nel 1923, è stato una splendida figura di ufficiale e di cavaliere; nella sua lunga carriera sportiva ha partecipato a ben otto Olimpiadi (dal 1948 al 1976), vincendo due medaglie d’argento (1956 e 1960) e quattro di bronzo (1956, 1960, 1964, 1972). Nei Giochi Olimpici di Roma 1960 arrivò secondo, alle spalle del fratello Raimondo, nel gran premio di salto ostacoli individuale. Numerose le partecipazioni a tutte le competizioni internazionali, europee e mondiali con piazzamenti di assoluto prestigio. Il Colonnello Piero D’Inzeo è il cavaliere che vanta il maggior numero di successi, sette, al Concorso Ippico Internazionale “Piazza di Siena”. Già Comandante della Scuola militare di equitazione, nel 2001 il comune di Montelibretti gli ha concesso la “Cittadinanza Onoraria”. Il 4 marzo del 2013, al compimento del 90° compleanno, aveva ricevuto dal capo di stato maggiore della Difesa la decorazione d’onore interforze (link articolo in calce).

Articoli correlati:

Scompare uno dei “fratelli invincibili” dell’ippica: cordoglio del CaSMD, amm Binelli Mantelli, per il generale dei Carabinieri Raimondo D’Inzeo (17 novembre 2013)

I “fratelli invincibili” dell’ippica ricevono decorazione da CaSMD: i trionfi dei D’Inzeo simbolo di rinascita dell’Italia nel dopoguerra (9 marzo 2013)

Fonte e foto: stato maggiore della Difesa

La Marina Militare al Salone nautico di Genova. Oggi dibattito sullo sport e celebrazione sport del mare

Il mare come luogo d’amicizia tra tutti i popoli del Mediterraneo. Lo sport come veicolo di valori sociali e come propellente per lo sviluppo del territorio.

Questi i concetti che l’associazione di promozione sociale Learn To Be Free Onlus (LTBF) e Marina Militare Italiana discuteranno insieme oggi al 52° Salone Nautico Internazionale di Genova per celebrare il mare come luogo d’amicizia tra tutti i popoli del Mediterraneo.

Alle ore 15.30, nella sala stampa del quartiere fieristico del salone nautico, si svolgerà il dibattito sullo sport come veicolo di valori positivi e di crescita territoriale e come potente mezzo di inclusione sociale.

Verranno presentate, in tale occasione, iniziative di sviluppo quali la presentazione del futuro Centro sportivo di Tirana, la promozione delle attività sportive, il coinvolgimento dei giovani con un occhio sempre vigile verso la valorizzazione e la difesa delle identità proprio di ogni popolo e territorio. Inoltre verrà consegnato un riconoscimento da parte del Comitato regionale Liguria del Coni nella persona del presidente Vittorio Ottonello all’atleta Massimo Voltolina.

Presenzieranno al dibattito il Presidente della LTBF Onlus, Irene Pivetti, e il realizzatore del futuro Centro sportivo di Tirana nonché gestore del centro sportivo modello di Parma, Raffaele Quarantelli.

Alle 17.00, nella nave scuola Amerigo Vespucci ormeggiata nel Porto Antico di Genova, si terrà la celebrazione degli sport del mare, ricordando le imprese dell’equipaggio della Marina Militare, vincitore del Campionato nazionale ed europeo della classe J24, e la prima traversata a nuoto no-stop del Mare Adriatico, compiuta da Massimo Voltolina. Il triatleta riceverà una targa donata dalla Marina Militare.

Presenzieranno alla cerimonia il Capo di stato maggiore della Marina, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, e il presidente della LTBF Onlus, Irene Pivetti.

Articoli correlati:

La Marina Militare in Paola Casoli il Blog

Fonte: Marina Militare Italiana

Foto: 52° Salone nautico internazionale di Genova