Manuel Fiorito

COMFOTER SPT, esercitazione Atlante 2018: la presentazione oggi a Verona da parte del Comandante, gen Tota

Oggi, giovedì 6 dicembre, con una conferenza stampa alle 12.00, al Centro Polifunzionale Manuel Fiorito, in Via Golino 41, Borgo Roma – Verona, il Comandante delle Forze Operative Terrestri di Supporto (COMFOTER SPT), Generale di Corpo d’Armata Giuseppenicola Tota, presenta l’esercitazione Atlante 2018.

È lo stesso COMFOTER SPT a darne notizia.

La Atlante 2018 vede impegnati circa 1.800 militari dipendenti dal COMFOTER di Supporto di Verona, dispiegati in diverse regioni italiane, esercitati su una situazione militare convenzionale e una situazione di emergenza civile.

Le componenti dipendenti dal COMFOTER di Supporto di Verona (Artiglieria, Genio, Artiglieria Controaerei, Trasmissioni, Informazioni tattiche, Trasporti e Materiali) sviluppano la capacità di cooperare tra di loro e con le istituzioni civili, conclude il COMFOTER SPT nel suo comunicato.

Fonte: COMFOTER SPT

Foto: Esercito Italiano

COMFOTER SUPPORTO e Amia: innovazione green al Centro Manuel Fiorito a vantaggio dei veronesi e dell’ambiente

Il 10 maggio scorso, nella Sala Radetzki di Palazzo Carli, sede del Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto (COMFOTER SUPPORTO), il gen Amedeo Sperotto, Comandante COMFOTER SUPPORTO, e il Presidente dell’Azienda Multiservizi di Igiene Ambientale (AMIA) di Verona, dott Andrea Miglioranzi, hanno siglato un “accordo quadro per stabilire ambiti di collaborazione sinergici per il conseguimento di obiettivi comuni”, fa sapere lo stesso Comando con un comunicato stampa.

In particolare, si apprende, la convenzione disciplina l’utilizzo delle strutture di proprietà del Demanio Militare – Centro Polifunzionale Logistico Addestrativo Manuel Fiorito – che si trovano a Borgo Roma a Verona, al fine di favorire, unitamente ad altre strutture militari di competenza, lo sviluppo di attività di ricerca, formazione ambientale e gestione del verde pubblico e prevenzione biologica.

“Il rispetto delle tematiche ambientali riveste, da tempo, grande importanza nell’Esercito Italiano – ha detto il Comandante, gen Sperotto – insieme alla consapevolezza di costituire una comunità, integrata nella realtà del Paese, all’interno della quale collaborare per porre le premesse per la creazione di una sentita coscienza ambientale. Il concorso al bene della collettività nazionale è previsto nelle missioni delle Forze Armate”.

Con le sue capacità dual use l’Esercito rappresenta indubbiamente una risorsa per il Paese, sottolinea il comunicato citando ad esempio le attività di bonifica del territorio da ordigni esplosivi, ovvero i concorsi forniti per affrontare problematiche di natura ambientale come le emergenze “Strade pulite” e “Terra dei fuochi”.

“È un privilegio per noi – afferma il presidente di Amia, Andrea Miglioranzi – collaborare con il COMFOTER di Supporto e dare inizio a questa sinergia che ci vede in prima linea nella realizzazione di comuni strategie nel settore dell’igiene ambientale, della formazione, dell’educazione e della prevenzione biologica.

AMIA si è sempre distinta per l’eccezionale sensibilità a tematiche di innovazione e rispetto dei cittadini e siamo certi che questo accordo porterà, a entrambi i protagonisti, ulteriori vantaggi di cui beneficeranno sia i veronesi che gli operatori e l’ambiente.

Tengo a precisare che Verona si distingue proprio per la cura del patrimonio verde di proprietà pubblica e per il rispetto delle regole di una sana gestione imprenditoriale che mira ad innalzare la qualità dei servizi e a migliorare la convenienza di prezzi e tariffe.

Il nostro impegno principale è proprio quello di interpretare e sostenere le esigenze del territorio. Sono fermamente convinto che si debba proseguire con l’innovazione del futuro: una partnership dinamica ed efficace per l’eccellenza nella gestione dell’igiene pubblica e del verde”.

L’accordo si inserisce nell’ambito delle collaborazioni già avviate dal Comando con varie istituzioni preposte alla salute, alla sicurezza e alla prevenzione, a conferma dell’importanza attribuita dall’ Esercito Italiano alle tematiche ambientali.

“La Forza Armata – conclude il comunicato stampa – pone la massima attenzione nell’utilizzo in forma eco-sostenibile di tutte le aree addestrative, riducendo l’inquinamento acustico e l’impatto ambientale in genere”.

Articoli correlati:

Il COMFOTER SUPPORTO in Paola Casoli il Blog

Il Centro Sportivo Manuel Fiorito in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMFOTER SUPPORTO

Il COMFOTER SUPPORTO commemora il cap Manuel Fiorito, caduto in Afghanistan nel 2006

Si è celebrata nella mattinata del 5 maggio scorso, nella chiesa di San Domenico Savio, a Verona, una messa in suffragio del cap Manuel Fiorito, caduto in Afghanistan a seguito di un attentato terroristico il 5 maggio 2006,  lo stesso in cui ha perso la propria vita anche maresciallo Luca Polsinelli.

È il COMFOTER SUPPORTO, ovvero il Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto, con sede a Verona, a darne notizia con un comunicato stampa del 5 maggio.

Alla funzione erano presenti i genitori del Capitano, autorità civili e militari locali, il generale Amedeo Sperotto – Comandante del Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto – e una folta rappresentanza di militari colleghi dell’Ufficiale e di cittadini veronesi.  I presenti si sono poi riuniti al cimitero di San Massimo per un momento di preghiera sulla tomba del Capitano.

Il cap Manuel Fiorito è stato insignito della Medaglia d’Argento al Valor Militare alla memoria, in quanto:

“Giovane ufficiale comandante di pattuglia interveniva sul luogo ove poco prima si era verificato un grave attentato ai danni di un drappello dell’Afghan National Police. Durante l’intervento l’unità veniva a sua volta fatta oggetto di attacco terroristico mediante un ordigno esplosivo comandato a distanza, che procurava il decesso immediato di un militare e il ferimento di altri cinque. L’ufficiale, nonostante le gravissime ferite riportate, spronava i suoi uomini a mantenere la calma, rassicurandoli sul prossimo arrivo dei soccorsi. Notato un componente della pattuglia ferito seriamente al capo, in un atto di estrema generosità, si trascinava verso di lui nel tentativo di portargli soccorso. L’ufficiale spirava poco dopo l’arrivo dei rinforzi. Fulgida figura di comandante che ha saputo infondere, fino all’estremo sacrificio, la forza necessaria per reagire nell’animo dei propri uomini, costituendo ammirevole esempio di coraggio e dedizione ispirato alle migliori tradizioni dell’Esercito e della Patria.”

Articoli correlati:

Il cap Manuel Fiorito in Paola Casoli il Blog

Il COMFOTER SUPPORTO in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMFOTER SUPPORTO