mobile

La Difesa a portata di smartphone

Dopo il lancio dei social network, la Difesa fa il suo ingresso anche sui dispositivi mobili, si apprende dal ministero della Difesa.

Da ieri, infatti, risulta scaricabile dagli store di Apple e di Google l’App NewsDifesa, grazie alla quale tutte le notizie e le informazioni principali, presenti sul portale www.difesa.it, saranno ora disponibili anche per smartphone e tablet con sistema operativo iOS e Android.

L’iniziativa è stata studiata per valorizzare e diffondere le informazioni e le attività del ministero, oltre che per offrire a un numero crescente di utenti di smartphone e tablet la possibilità di entrare nel mondo della Difesa mediante un’interfaccia grafica che consenta una navigazione intuitiva e veloce.

In particolare, all’accesso verranno  visualizzate le notizie relative alle sezioni Primo Piano, News, Notizie dai Teatri e Concorsi.

Per ogni sezione, l’App mostrerà le ultime 50 notizie e avvertirà l’utente, tramite un messaggio, dell’avvenuto inserimento di nuove notizie, cancellando automaticamente le più datate.

Le notizie e le immagini a esse correlate potranno essere visualizzate nel dettaglio, e postate sui social network, come Facebook e Twitter, oppure segnalate tramite email.

Fonte: ministero della Difesa

Foto: www.difesa.it

Afghanistan, la scuola per le donne afgane è sul cellulare grazie all’Ustad Mobile

È un progetto innovativo che tende a raggiungere il maggior numero possibile di donne attraverso la telefonia mobile. Si tratta di Ustad Mobile, una sorta di Maestro telefonino, ed è un vero e proprio programma scolastico per le donne afgane basato sui programmi scolastici nazionali di lingua dari, di pashto e di matematica.

Tutte le lezioni, audio e video, con esercizi di scrittura e di pronuncia, sono installate nei telefonini Ustad Mobile e distribuiti gratuitamente.

Il programma, supportato da un provider commerciale e dal ministero per l’Istruzione, è finanziato dagli Stati Uniti. Il software è stato sviluppato da una società di information technology afgana, la Paiwastoon, con 80mila dollari donati dagli Stati Uniti. L’obiettivo è l’abbattimento del livello di analfabetismo, che in Afghanistan è uno dei più alti al mondo, tramite l’incremento dell’utilizzo del telefono cellulare.

Attualmente la percentuale di donne afgane alfabetizzate si attesta sul 12,5%, contro il 39,3% degli uomini, secondo i dati forniti dalle Nazioni Unite e richiamati dal Pakistan News Service che riferisce dell’innovativo programma di istruzione.

Fonte: Pakistan News Service

Foto: photoblog.nbcnews.com