Naqoura

UNIFIL: instabilità, strategic dialogue e tripartite meeting nei colloqui tra il comandante gen Portolano e il commissario europeo Hahn

20150624_UNIFIL_Il Generale Portolano riceve il Commissario Europeo HahnIl commissario europeo per la Politica di vicinato e i negoziati per l’allargamento, Johannes Hahn, è giunto il 24 giugno in visita a Naqoura per incontrare il generale Luciano Portolano, Capo della missione e Comandante delle Forze di UNIFIL nel Libano Meridionale, fa sapere la stessa UNIFIL.

Al Commissario è stato presentato un aggiornamento sulle attività operative condotte nell’area di operazione di UNIFIL e sulle iniziative intraprese per favorire il dialogo tra le parti con particolare riferimento al “tavolo tripartito”, o tripartite meeting.

Il generale Portolano nel corso dell’incontro ha richiamato l’attenzione sulla spiccata sinergia esistente tra UNIFIL e le Forze Armate Libanesi (LAF), che si sviluppa anche attraverso il meccanismo dello Strategic Dialogue, teso allo sviluppo mirato delle capacità delle unità libanesi in termini di personale, armamenti e mezzi necessari per la completa attuazione della risoluzione 1701.

20150624_UNIFIL gen Portolano_EU commissario pol allargamento Hahn_Firma dell'Albo d'OnoreL’incontro ha rappresentato l’occasione per un approfondimento sull’attuale periodo di forte incertezza e instabilità politica che caratterizza lo scacchiere mediorientale, sul vicino conflitto siriano e sulle pesanti conseguenze economiche e sociali che esso ha, non solo in Libano ma in tutta la regione euro-atlantica.

Tra i presenti al meeting anche Michael Koehler, capo della direzione generale della Politica di vicinato e dei negoziati di allargamento dell’Unione Europea (DG NEAR); Fabienne Bessonne, responsabile della DG NEAR in Libano; Colin Scicluna, membro del Gabinetto per la Politica Europea di vicinato e negoziati di allargamento, e Maciej Golubiewski, vice capo della delegazione dell’Unione Europea in Libano.

Articoli correlati:

Lo Strategic Dialogue di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Il tripartite meeting in Paola Casoli il Blog

UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: UNIFIL MPIO

Libano, Sector West UNIFIL: addestramento speciale in poligono per i team di close protection

20150323_SW UNFIL_CPT libanoLa settimana scorsa i contingenti del Settore Ovest (Sector West- SW) di UNIFIL, comando multinazionale a guida italiana su base brigata Pinerolo, sono stati impegnati in una attività addestrativa organizzata per uno scambio di esperienze tra i comandanti e i team specializzati nella protezione di autorità (Close Protection Team- CPT) in lezioni di tiro con armi individuali.

I team finlandese, irlandese, sud coreano, ghanese, malese, sloveno e italiano si sono incrociati all’interno del poligono di Naqoura in uno scambio addestrativo con una spontanea e sana competizione sul tiro alle varie distanze, trasformando un’attività di routine di lezioni di tiro di mantenimento in una giornata di addestramento speciale per lo scambio di informazioni ed esperienze.

20150322_SW UNIFIL_CPT LibanoL’addestramento rientra tra le numerose attività organizzate dal Comando del Sector West, con lo scopo di mantenere, accrescere e consolidare la preparazione tecnico professionale del personale militare che opera nel contesto della missione nel sud del Libano sulla base della risoluzione delle Nazioni Unite 1701 del 2006.

Articoli correlati:

Il Sector West di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: SW UNIFIL

UNIFIL, Libano: visita del ministro della Difesa della Serbia, Bratislav Gasic, al comandante, gen Luciano Portolano

Il ministro della Difesa della Repubblica di Serbia, Bratislav Gasic, ha incontrato oggi, 23 agosto, il Force Commander e Head of Mission di UNIFIL, generale Luciano Portolano.

Nel corso dell’incontro, il generale Portolano ha fornito un aggiornamento del quadro operativo, illustrando le molteplici attività giornaliere condotte dai caschi blu nel pieno rispetto del mandato contenuto nella risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Risoluzione che legittima la presenza di UNIFIL in questa porzione di territorio dagli equilibri precari, ma stabilmente garantiti dalla presenza delle 38 nazioni che contribuiscono alla missione.

In particolare, il comandante di UNIFIL ha sottolineato l’importanza strategica del tripartite meeting, unico momento di confronto tra Libano e Israele nel corso del quale UNIFIL svolge, nella completa trasparenza e assoluta imparzialitá, il delicato ruolo di mediatore e trait d’union tra due Paesi che, di fatto, non hanno relazioni diplomatiche.

Nel corso dell’incontro il Ministro ha espresso parole di apprezzamento per la meritoria opera svolta dal personale civile e militare della missione UNIFIL nel contesto del delicato momento storico, evidenziando l’elevato profilo della missione.

Attualmente, la Repubblica di Serbia partecipa alla missione con circa 140 soldati impiegati nel Settore Est dell’area di operazione di UNIFIL.

Articoli correlati:

UNIFIL in Paola Casoli il Blog

I tripartite meeting in Paola Casoli il Blog

Fonte  e foto: UNIFIL

UNIFIL, Libano: incontro tra il sottosegretario generale delle operazioni peacekeeping all’ONU, Mr.Ladsous, e il comandante di UNIFIL, gen Serra

Nei due giorni scorsi, il 23 e 24 giugno 2014, Mr. Hervé Ladsous, United Nations Under Secretary General for Peacekeeping Operations,  é giunto in visita ufficiale a UNIFIL, accolto dal Head of Mission e Force Commander,  generale Paolo Serra.

Nel corso dell’incontro che il Force Commander ha tenuto presso la UNIFIL House a Beirut, alla presenza degli ambasciatori dei paesi membri permanenti del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite  (Cina, Francia e Gran Bretagna) a Beirut, Mr Ladsous ha espresso parole di vivissimo   apprezzamento per la meritoria opera svolta dal personale civile e militare di UNIFIL impegnato nell’attuazione del delicato mandato della Risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza dell’ONU, sottolineando l’elevato profilo della missione, fa sapere il comunicato stampa di UNIFIL.

Al termine di un aggiornamento informativo sulla situazione operativa, il generale Serra ha espresso a Mr.Ladsous  la propria gratitudine per il concreto sostegno offerto nella prosecuzione dell’impegno teso a garantire l’armonico svolgimento delle operazioni della missione UNIFIL in questo momento estremamente delicato per gli equilibri regionali.

Nel prosieguo della visita, Mr. Ladsous, accompagnato dal Force Commander, ha incontrato il primo ministro libanese, Mr.Tammam Salam; lo speaker del Parlamento, Mr.Nabih Berri; e  il comandante delle Forze Armate Libanesi (LAF), generale Jean Kahwagi, che unanimemente hanno sottolineato l’efficacia degli sforzi congiunti e il consenso delle istituzioni e della popolazione libanese  a testimonianza del successo che la missione ONU sta conseguendo nell’adempimento del mandato.

Di seguito, l’alta autorità delle Nazioni Unite é giunta nella base di Naqoura, dove ha incontrato il personale civile e militare della missione per estendere parole di ringraziamento e apprezzamento per gli eccellenti risultati conseguiti nell’esecuzione del delicato mandato, sottolineando l’efficacia delle operazioni sul terreno in stretto coordinamento con le LAF (Lebanese Armed Forces) quale prova concreta di una situazione stabile nel sud del Libano in un periodo di peculiare fragilità per il Medio Oriente.

UNIFIL si compone circa 12.000 militari provenienti da 38 nazioni e 1.000 dipendenti civili, di cui 700 locali e 300 internazionali. Il dato fornito comprende anche la componente navale forte di 8 navi e di 1.000 marinai, costituenti la Maritime Task Force operante lungo le coste libanesi, e ITALAIR,  costituita da 6 elicotteri.

Articoli correlati:

UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Il gen Paolo Serra in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: UNIFIL MPIO

UNIFIL, Libano: visita del ministro degli Affari Esteri, Federica Mogherini, alla missione ONU e al contingente italiano

Il ministro degli Affari Esteri, Federica Mogherini, accompagnato dall’ambasciatore Giuseppe Morabito, è giunto oggi, 8 giugno, nel Libano del Sud in visita ufficiale alla missione UNIFIL e al contingente italiano.

Il ministro è stato accolto al quartier generale di Naqoura dal comandante di UNIFIL, generale Paolo Serra, e nel corso della sua visita è giunto presso la base avanzata 1-32A, dove è stato accolto dal comandante del Sector West a guida italiana, generale Fabio Polli, ed é stato aggiornato sulla situazione operativa.

La base 1-32A é presidiata dal reggimento Lancieri di Novara (5°) ed é la sede dove mensilmente si svolgono gli incontri tripartito tra UNIFIL e alti rappresentanti militari libanesi e israeliani.

Nella base Millevoi di Shama, il ministro ha incontrato i militari del contingente nazionale italiano in Libano, a guida 132ˆ brigata corazzata Ariete, rivolgendo loro l’indirizzo di saluto del governo e sottolineando l’importanza della missione ONU nella delicata regione mediorientale.

Il ministro Mogherini, infine, ha espresso sentite parole di compiacimento per il costante impegno profuso, i risultati ottenuti e per quanto l’attività sia apprezzata dalla popolazione e dalle massime autorità  libanesi.

UNIFIL opera in un contesto molto delicato che dal 1978 a oggi é in continuo mutamento. Gli obiettivi della missione si sviluppano lungo tre linee direttrici: monitoraggio della cessazione delle ostilità tra Libano e Israele; supporto alle Forze Armate Libanesi (LAF) e assistenza alla popolazione civile attraverso la realizzazione di progetti atti a facilitare un miglioramento della qualità della vita per gli abitanti nel sud del Libano.

Articoli correlati:

UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Il Sector West di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

La 132^ brigata corazzata Ariete in Paola Casoli il Blog

Il reggimento Lancieri di Novara (5°) in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: UNIFIL MPIO

UNIFIL, Libano: visita del sottosegretario alla Difesa, on Rossi, al contingente italiano nel 355° anniversario della specialità Granatieri, attuale base della JTF-L

Il sottosegretario di stato alla Difesa, onorevole Domenico Rossi, accompagnato dal Comandante Operativo di vertice Interforze (COMCOI), generale Marco Bertolini, é giunto ieri 18 aprile in visita al contingente nazionale di UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon) nel sud del Libano.

Il sottosegretario è stato accolto nella base militare di Naqoura dal comandante di UNIFIL, il generale Paolo Serra, che gli ha presentato un’analisi sulle linee evolutive della missione evidenziandone gli elementi più delicati discendenti dallo sviluppo regionale e dal cruciale contesto operativo.

Nel prosieguo della visita, il sottosegretario Rossi ha incontrato una rappresentanza di soldati, aviatori, marinai e carabinieri italiani del Comando di UNIFIL rivolgendo loro il messaggio di ringraziamento e di augurio per le prossime festività pasquali a nome del Governo italiano.

Di seguito, il sottosegretario é stato accolto nella base avanzata 1-32A lungo la Blue Line  dal comandante del Sector West, generale Maurizio Riccò, ed é stato aggiornato sulla situazione nell’area di operazione del contingente italiano nel sud del Libano impegnato nell’assolvimento del mandato contenuto nella risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

L’onorevole Rossi si è poi trasferito alla base militare italiana di Shama, dove ha incontrato gli uomini e le donne del contingente nazionale e ha espresso a nome del Governo italiano parole di stima e apprezzamento per l’opera svolta dai caschi blu su base Granatieri di Sardegna.

Ai militari impiegati il sottosegretario ha rivolto gli auguri per le prossime festività e per l’anniversario dei 355 anni dalla fondazione della specialità Granatieri, la cui brigata è stata comandata nel biennio 2000-2001 proprio dall’allora generale Rossi.

L’Italia contribuisce alla missione UNIFIL con circa 1.100 soldati e fornisce 6 elicotteri per il supporto aereo. Complessivamente UNIFIL si compone di circa 12.000 peacekeeper  provenienti da 37 differenti nazioni.

Articoli correlati:

UNIFIL in Paola Casoli il Blog

La JTF-L in Paola Casoli il Blog

La Blue Line in Paola Casoli il Blog

Fonte: UNIFIL MPIO

Foto: CMC Fabio Baccello

UNIFIL, Libano: passaggio di responsabilità al comando del task group ITALAIR nel corso della Medal Parade

Ieri, 16 aprile, nel quartier generale della missione delle Nazioni Unite in Libano, a Naqoura, il tenente colonnello pilota Pier Luigi Verdecchia ha ceduto il comando del 41° task group ITALAIR al collega Maurizio Sabbi, comandante subentrante del 42° task group.

Una rappresentanza di peacekeeper delle 37 nazioni della missione UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon) ha assistito al passaggio di consegne tra i due comandanti sulla linea di volo della task force (TF) ITALAIR, alla presenza dell’Head of Mission e Force Commander, generale Paolo Serra, e del comandante della TF ITALAIR, colonnello Giacomo Lipari.

La cerimonia militare si é svolta nell’ambito della Medal Parade per il conferimento della medaglia UNIFIL al personale del 41° task group ITALAIR, in riconoscimento dell’eccellente contributo fornito alla pace e alla stabilità del sud del Libano nei sei mesi del mandato.

Nel corso della cerimonia, il generale Serra, dopo aver ricordato i caduti che nel 1997 persero la vita nell’adempimento di una missione di volo nei cieli del Libano, ha espresso parole di profondo apprezzamento per la meritoria opera svolta dagli equipaggi e dal personale di supporto della task force, impegnati con grandissima professionalità nel quadro del delicato mandato contenuto nella risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Nei sei mesi di missione il personale del 41° task group ITALAIR ha fornito supporto elicotteri a UNIFIL svolgendo un ampio spettro di missioni, garantendo un continuo servizio di trasporto sanitario di emergenze, per un totale di 7 missioni. Nel corso del mandato sono state effettuate oltre 480 ore di volo e numerose missioni di ricognizione e di collegamento.

La task force ITALAIR è l’unità di volo interforze che opera in Libano dal lontano 1979 e impiega elicotteri AB-212 dell’Aviazione dell’Esercito (AVES), su base 2° reggimento Aviazione Esercito Sirio, ed equipaggi di volo dell’Esercito Italiano, della Marina Militare e dell’Aeronautica Militare.

Articoli correlati:

La TF ITALAIR di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Il TG ITALAIR di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Fonte: UNIFIL MPIO

Foto: ITALAIR PIO/Cap. Giuseppe Marino

UNIFIL: i comandanti delle missioni UNDOF, UNTSO e UNFICYP dell’ONU in conferenza per confermare determinazione alla pace

Si è svolta venerdì, nel quartier generale di UNIFIL (United Nations Interim Forces In Lebanon) di Naqoura in Libano, la Force Commanders’ Conference, attività mirata a consentire reciproci aggiornamenti operativi delle varie missioni ONU dislocate nella delicata Regione mediorientale.
La conferenza, coordinata dal comando di UNIFIL, ha visto la partecipazione dei capi missione/force commanders, alti rappresentanti civili e militari di UNDOF (United Nations Disengagement Observer Force dislocata fra Siria e Israele), di UNTSO (United Nations Truce Supervision Organization schierata a Gerusalemme) e di UNFICYP (United Nations Peacekeeping Force in Cyprus).
Il comandante di UNIFIL, generale Paolo Serra, ha sottolineato, anche nel particolare momento di tensione nel Medio Oriente, la sua convinta determinazione nel continuare nell’attuazione della risoluzione 1701, che ha definito il mandato e i compiti della missione UNIFIL tesi a garantire il mantenimento del cessate il fuoco nel sud del Libano dopo il conflitto del 2006, ad assistere le Forze Armate Libanesi e a supportare la popolazione civile.
La missione UNIFIL, al momento si compone di circa 12.000 militari provenienti da 37 Nazioni e di circa 1.000 dipendenti civili, di cui 700 locali e 300 internazionali. Il dato fornito comprende anche la componente navale forte di 7 navi e di circa 1.000 marinai, costituenti la Maritime Task Force operante lungo le coste libanesi e la Task Force ITALAIR composta da 6 elicotteri.
Articoli correlati:

UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: UNIFIL MPIO

UNIFIL, Libano: tripartite meeting di emergenza ieri dopo uccisione soldato israeliano sulla Blue Line. Gen Serra: “adottare concrete misure di sicurezza”

È stato convocato con urgenza ieri pomeriggio, 16 dicembre, nel quartier generale UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon) di Naqoura, da parte del comandante di UNIFIL, generale Paolo Serra, un incontro tripartito tra gli alti rappresentanti delle Forze Armate Libanesi e delle Forze Armate Israeliane.

Motivo dell’emergenza l’uccisione di un soldato israeliano avvenuta il giorno precedente.  Nella tarda serata, un soldato libanese aveva infatti sparato e ucciso un militare israeliano nell’area di Ras-Naqoura lungo la Blue Line, linea di demarcazione fra Libano e Israele.

L’incontro tripartito convocato con urgenza dal generale Serra, Head of Mission e Force Commander di UNIFIL, è avvenuto alla presenza del Coordinatore speciale per il Libano della Nazioni Unite (UNSCOL), Mr. Derek Plumbly, in rappresentanza del Segretario Generale delle Nazioni Unite.

Nel corso del meeting, l’Head of Mission e Force Commander di UNIFIL ha svolto una delicata opera di mediazione per far convergere le parti  sulla necessità di investigare su quanto accaduto, di moderare eventuali tensioni e di attuare tutte le misure di sicurezza ritenute opportune per mantenere l’attuale situazione di calma.

“Sia le Forze Armate Libanesi sia quelle Israeliane hanno condiviso con UNIFIL gli obiettivi e i dettagli tecnici di alcune concrete misure di sicurezza e di controllo da adottare per prevenire violazioni isolate – ha fatto sapere il generale Serra – si auspica che gli sforzi attuati possano continuare a garantire stabilità nell’area”.

In un momento di peculiare delicatezza per gli equilibri in Medio Oriente, l’incontro tripartito, unico strumento di dialogo tra Libano e Israele, rappresenta un’azione concreta di UNIFIL, condivisa dalle parti contrapposte, tesa al consolidamento della stabilità nel sud del Libano, area di operazione della missione ONU.

Articoli correlati:

UNIFIL in Paola Casoli il Blog

I meeting tripartito di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

La Blue Line in Paola Casoli il Blog

Fonte: UNIFIL MPIO

Foto: gen Paolo Serra (archivio)

UNIFIL, Libano, il Presidente del Consiglio Letta ai militari italiani a Naqoura: “siete i migliori ambasciatori del nostro paese”

Il Presidente del Consiglio dei ministri, onorevole Enrico Letta, si è recato ieri, 14 dicembre, nel Libano del sud in visita alla missione UNIFIL (United Nations Interim Force In Lebanon) e al contingente italiano.

Nel quartier generale di Naqoura, l’onorevole Letta è stato accolto dal generale Paolo Serra, Head of Mission e Force Commander di UNIFIL, che, insieme al comandante del Settore Ovest, generale Maurizio Riccò, lo ha successivamente accompagnato nella base avanzata 1-32A dove mensilmente si svolgono gli incontri tripartito tra UNIFIL e alti rappresentanti militari libanesi e israeliani. In tale contesto il Presidente del Consiglio dei ministri è stato aggiornato sulla situazione operativa della missione.

A Shama, nella base Millevoi, il Presidente Letta ha poi incontrato i militari del contingente nazionale italiano in Libano, a guida brigata meccanizzata Granatieri di Sardegna, dove ha avuto modo di ricevere gli aggiornamenti sull’attività del contingente italiano e sulla situazione dell’area di responsabilità. Nell’occasione il Presidente ha sottolineato l’importanza della missione e a quanto posto in essere dal contingente nazionale in uno scenario complesso e delicato come quello libanese e in un periodo particolarmente delicato per tutto il Medio Oriente.

“Siete i migliori ambasciatori del nostro paese anche in momenti difficili”, ha dichiarato l’onorevole Letta ai militari dispiegati, esprimendo ringraziamento per il costante impegno profuso e riferendo quanto l’attività sia apprezzata dal popolo italiano e riconosciuta a livello internazionale.

Articoli correlati:

UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Il Sector West di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

La brigata meccanizzata Granatieri di Sardegna in Paola Casoli il Blog

Gli incontri tripartito di UNIFIL in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Sector West UNIFIL