Nassiriyah

COMFOTER SPT: La battaglia dei ponti di Nassiriyah in un libro del gen Scollo con prefazione del gen Chiarini

Nel salone d’onore di Palazzo Carli di Verona, sede del Comando delle Forze Operative Terrestri di Supporto (COMFOTER SPT), ha avuto luogo la presentazione del libro “La battaglia dei ponti”, scritto dal Generale di Divisione, in ausiliaria, Luigi Scollo, ha fatto sapere lo stesso Comando con un comunicato stampa del 25 settembre.

L’evento, organizzato dal Comandante delle Forze Operative Terrestri di Supporto, Generale di Corpo d’Armata Giuseppenicola Tota, ha visto presenti e numerose autorità civili e militari della città di Verona.

L’opera racconta gli eventi svoltisi il 6 aprile del 2004 a Nasiriyah, in Iraq, ricordati come la “Battaglia dei Ponti”.

L’autore all’epoca dei fatti, nel grado di Colonnello, era al comando della Task Force 11, unità di punta del dispositivo militare che, oltre all’11° reggimento Bersaglieri, comprendeva anche molti altri reparti delle Forze Armate Italiane, ricorda il comunicato stampa.

Il volume non si limita a una semplice analisi a livello strategico, si apprende, ma ripercorre nel dettaglio le operazioni, le comunicazioni tra le pattuglie e l’evolversi delle azioni attraverso il punto di vista di un comandante sul campo, “in circostanze in cui ogni ordine è essenziale e ogni decisione importante”.

La narrazione dei fatti si basa sui diari e gli appunti che l’autore prese nell’immediatezza degli eventi, accompagnati dalle mappe delle operazioni e da immagini inedite.

La prefazione, fa sapere il COMFPTER SPT, è stata curata dal Generale di Corpo d’Armata, in ausiliaria, Gian Marco Chiarini all’epoca dei fatti Comandante della brigata corazzata Ariete, in cui era inserito l’11° reggimento Bersaglieri di cui il col Scollo faceva parte.

Fonte e foto: COMFOTER SPT

 

NRDC-ITA alla Milano City Marathon 2012 per i Bambini cardiopatici nel mondo

Otto staffette e tre maratoneti del NATO Rapid Deployable Corps-Italy (NRDC-ITA), il corpo di reazione rapida della Nato di Solbiate Olona comandato dal generale Giorgio Battisti, hanno corso i 42 chilometri e 195 metri della Milano City Marathon con i colori dell’Esercito Italiano.

L’edizione di quest’anno ha avuto luogo ieri, domenica 15 aprile, a Milano e ha visto NRDC-ITA vincere la coppa per il gruppo di partecipanti militari più numeroso del Trofeo intitolato al capitano dell’Esercito Italiano Massimo Ficuciello, milanese d’adozione, vittima di un vile attentato a Nassiriya, in Iraq, il 12 novembre 2003.

Anche quest’anno come per l’edizione passata, si apprende dal comunicato stampa di NRDC-ITA, i runners del corpo di reazione rapida hanno aderito al Charity program associato all’evento podistico, che consentiva ai partecipanti di correre per un’associazione no profit e aiutarla nel raccogliere fondi, devolvendo il ricavato a favore della Onlus Bambini cardiopatici nel mondo.

La coppa del Trofeo Ficuciello è stata consegnata al comandante del 1° reggimento Trasmissioni, colonnello Giancarlo Micheletti, dal direttore della Gazzetta dello Sport, Andrea Monti (foto PAO NRDC-ITA).

Articoli correlati:

NRDC-ITA in Paola Casoli il Blog

Fonte: PAO NRDC-ITA

Foto: PAO NRDC-ITA