sport militari

Esercito Italiano: il 2014 un anno di sport con tanti successi

Si è conclusa all’insegna di importanti successi la stagione agonistica per il Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito, fa sapere la stessa Forza Armata in un suo comunicato stampa di ieri.

Tante le medaglie, i titoli e i riconoscimenti che sono stati conquistati dagli atleti dell’Esercito e che hanno arricchito il palmares della Forza Armata di 11 medaglie mondiali, 41 europee, oltre 200 medaglie italiane, 26 conquistate tra prove di coppa del mondo e d’Europa, 150 conquistate in manifestazioni di minore rilievo.

Dal caporale Sara Cardin, che si è laureata a novembre campionessa del mondo di karate, al caporal maggiore scelto Mara Navarria, bronzo ai campionati mondiali di scherma in Russia a luglio scorso.

Dal primo caporal maggiore Erika Ferraioli che in 54 secondi e 30 ha stabilito, nei campionati invernali di nuoto di Riccione, la migliore prestazione mai nuotata nei 100 metri stile libero, al caporale Davide Gasperini e al caporal maggiore Agostino Lodde, atleti della sezione di tiro a volo del Centro Sportivo dell’Esercito, che hanno conquistato l’oro mondiale a squadre in Spagna.

Tra gli altri campioni dell’Esercito che hanno contribuito a portare lustro al tricolore italiano nel mondo anche il primo caporal maggiore Vanessa Ferrari, il caporal maggiore scelto Francesca Dallapè, il primo caporal maggiore Daniele Meucci.

Questi importanti risultati costituiscono motivo di grande orgoglio per l’Esercito e rappresentano la miglior ricompensa per lo sforzo profuso dalla Forza Armata nel promuovere la pratica sportiva e supportare l’attività agonistica dei suoi atleti.

L’essere soldato comporta la condivisione dei valori propri dello sport, come la disciplina, l’onestà, il coraggio e il rispetto per l’avversario, sottolinea l’Esercito.

Articoli correlati:

 

Gli atleti militari in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Esercito Italiano

Sport militari: domani gli Stati Generali dello Sport Militare

Domani, 16 dicembre, alle 9, nella Legione Allievi Carabinieri di Roma, avrà luogo l’evento Stati Generali Sport Militari, presieduto da alte cariche della Difesa, dai vertici del CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) e del CIP (Comitato Italiano Paralimpico).

L’appuntamento ha lo scopo di fare un punto di situazione sui risultati ottenuti dagli atleti militari nelle varie discipline sportive, individuali e di squadra, e tracciare i futuri impegni interistituzionali atti a garantire la crescita non solo dello sport militare, ma dello sport italiano in generale.

Soprattutto per quanto riguarda le discipline olimpiche, il supporto della Difesa, tramite il reclutamento di “atleti  con le stellette”, è determinante per il loro sviluppo e la loro diffusione, tanto da fare dello sport militare un elemento imprescindibile del modello sportivo italiano, e uno dei punti di forza dello sport nazionale di élite.

La Difesa infatti garantisce il supporto in termini di garanzie economiche e per la crescita agonistica degli atleti, favorendo un positivo ritorno d’immagine per l’Italia all’estero.

L’impegno storico delle Forze Armate Italiane trova riscontro nella adesione, sin dal 1949, al Consiglio Internazionale dello Sport Militare (CISM), organizzazione nata nel 1948 con la finalità di sviluppare relazioni amichevoli tra le Forze Armate (FA) delle nazioni aderenti, promuovere l’educazione fisica e le attività sportive, e supportare le nazioni meno privilegiate nel nome dell’amicizia e della solidarietà.

In ambito nazionale invece, la Difesa mantiene costanti rapporti con il CONI, al fine di individuare le migliori sinergie per l’attuazione dei programmi sportivi degli atleti delle FA.

All’inizio di quest’anno, inoltre, la Difesa ha formalizzato un protocollo d’intesa in sinergia con il CIP, dedicandosi anche all’organizzazione e alla crescita dello sport per i militari che hanno riportato lesioni permanenti e invalidanti durante il servizio, ma che sono tuttora effettivi nelle FA  nel ruolo d’onore.

Il connubio Difesa-CIP ha consentito non solo la diffusione delle attività sportive per il personale disabile della Difesa, ma anche la costituzione di un squadra nazionale paralimpica, che nel mese di settembre ha partecipato alla prima edizione dell’evento internazionale paralimpico denominato Invictus Games di Londra, dedicati ai militari affetti da disabilità (foto d’archivio Invictus Games).

Articoli correlati:

Gli Invictus Games in Paola Casoli il Blog

Il CISM in Paola Casoli il Blog

Gli atleti militari in Paola Casoli il Blog

Fonte: stato maggiore Difesa

Foto: Invictus Games (archivio Difesa)

CISM, saluto agli atleti dei Giochi mondiali militari invernali

Oggi, 22 aprile 2013, alle 15, nella Sala del Trono di Palazzo Barberini a Roma, il sottosegretario di Stato alla Difesa, Filippo Milone, alla presenza del Capo di stato maggiore della Difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, saluterà gli atleti militari che hanno partecipato alla 2^ edizione dei Giochi mondiali militari invernali del Consiglio Internazionale dello Sport Militare (CISM).

L’Italia ha preso parte alla competizione, che si è svolta dal 25 al 29 marzo ad Annecy in Francia, con una delegazione composta da 56 militari, che hanno gareggiato in cinque discipline conquistando 24 medaglie (11 ori, 10 argenti e 3 bronzi) e classificandosi seconda nel medagliere generale.

Articoli correlati:

I Giochi del CISM in Paola Casoli il Blog

Fonte: stato maggiore della Difesa

Foto: Photo Elvis/SMD

CISM, partita da Aosta la fiaccola della 2^ edizione dei Giochi mondiali militari invernali

È stata accesa ieri, 19 marzo, con una breve ma significativa cerimonia svoltasi nella centrale piazza Chanoux di Aosta alla presenza delle massime autorità civili e militari regionali, la fiaccola della 2^ edizione dei Giochi mondiali militari invernali del Consiglio Internazionale dello Sport Militare (CISM), che si svolgeranno dal 25 al 29 marzo ad Annecy (Francia).

La fiaccola toccherà varie località della Valle d’Aosta per poi raggiungere, il 21 marzo, il Col Flambeau sul massiccio del Monte Bianco, dove il testimone passerà ai colleghi francesi.

La cerimonia è stata preceduta dalla conferenza stampa di presentazione, svoltasi nei saloni del Castello generale Cantore, sede del comando del Centro addestramento alpino, alla presenza delle massime autorità, di qualificati membri del Comitato organizzatore di Annecy 2013, dei sindaci dei comuni francesi sedi di gara, e di alcuni ex atleti di spicco quali il campione olimpico Marco Albarello e il campione mondiale Vincent Vittoz.

La cerimonia in piazza, cui hanno assistito festose anche alcune classi delle scuole primarie di Aosta, è stata allietata e condotta sulle note della Fanfara della brigata alpina Taurinense, la quale, mentre la fiaccola lasciava Aosta, ha eseguito il suo spettacolare carosello a coronamento della splendida giornata di amicizia e vicinanza tra due nazioni nel segno dello sport.

Articoli correlati:

CISM, seconda edizione dei Giochi mondiali militari invernali: la fiaccola parte domani da Aosta (18 marzo 2013)

CISM, presentata la delegazione italiana alla 2^ edizione dei Giochi mondiali militari invernali (23 gennaio 2013)

CISM: oggi la presentazione della seconda edizione dei Giochi mondiali invernali militari (19 gennaio 2013)

Il CISM in Paola Casoli il Blog

Gli atleti militari in Paola Casoli il Blog

Fonte: stato maggiore della Difesa

Foto: stato maggiore della Difesa

I “fratelli invincibili” dell’ippica ricevono decorazione da CaSMD: i trionfi dei D’Inzeo simbolo di rinascita dell’Italia nel dopoguerra

Nella mattina del 4 marzo scorso, alla presenza del ministro della Difesa, Giampaolo Di Paola, il Capo di stato maggiore della Difesa (CaSMD), ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, ha conferito la Decorazione d’Onore Interforze dello stato maggiore della Difesa a Piero e Raimondo D’Inzeo, i due leggendari “fratelli invincibili” che, con i trionfi conseguiti in Italia e all’estero nell’arco di oltre un ventennio, hanno contribuito a consolidare il nome dell’ippica nazionale nel mondo.

La cerimonia si è svolta presso la Sala degli specchi di Palazzo Caprara, sede dello stato maggiore della Difesa.

Ufficiali rispettivamente nell’Arma di Cavalleria e dei Carabinieri, Piero e Raimondo D’Inzeo hanno partecipato a ben otto edizioni consecutive dei Giochi olimpici, dal 1948 al 1976, riportando, in particolare, un autentico trionfo ai Giochi Olimpici del 1960 a Roma, quando Raimondo conquistò la medaglia d’oro e Piero la medaglia d’argento nel Gran Premio di salto ostacoli.

Nel conferire la decorazione, “un segnale attraverso il quale ricordando il passato si acquisisce la forza per affrontare il futuro”, l’ammiraglio Binelli Mantelli ha ringraziato i fratelli D’Inzeo per aver rappresentato la rinascita dell’Italia nel secondo dopoguerra con la loro maestria e signorilità, esattamente come oggi fanno i nostri uomini e donne impiegati nelle missioni internazionali.

A chiusura dell’incontro il ringraziamento di Piero D’Inzeo, il maggiore dei “fratelli invincibili”, sempre a disposizione del Tricolore, oggi come nel 1948.

La decorazione d’Onore Interforze dello stato maggiore della Difesa è un riconoscimento ad honorem che viene conferita a personale sia militare (in servizio o in quiescenza) sia civile, nazionale o straniero, che abbia contribuito ad accrescere il prestigio dell’Istituzione militare.

Articoli correlati:

Atleti militari in Paola Casoli il Blog

Fonte: stato maggiore della Difesa

Foto: stato maggiore della Difesa

CISM: oggi la presentazione della 2^ edizione dei Giochi mondiali militari invernali

Nel primo pomeriggio di oggi, 19 gennaio 2013, alle 14.00, nella sala stampa del Comitato organizzatore della gara di Coppa del mondo femminile, a Cortina d’Ampezzo, il capo Ufficio sport dello stato maggiore della Difesa, colonnello Max André Barbacini, presenterà la 2^ edizione dei Giochi mondiali militari invernali del Consiglio Internazionale dello Sport Militare (CISM), che si svolgeranno ad Annecy, in Francia, dal 25 al 29 marzo 2013.

Alla conferenza stampa prenderanno parte alcuni degli atleti della nazionale militare italiana, tra cui Elena Curtoni, Francesca Marsaglia, Michael Gufler, Camilla Borsotti, Nadia Fanchini e Fulvio Scola.

Articoli correlati:

Giochi militari CISM in Paola Casoli il Blog

Fonte: stato maggiore della Difesa

Foto: stato maggiore della Difesa

La Marina Militare al Salone nautico di Genova. Oggi dibattito sullo sport e celebrazione sport del mare

Il mare come luogo d’amicizia tra tutti i popoli del Mediterraneo. Lo sport come veicolo di valori sociali e come propellente per lo sviluppo del territorio.

Questi i concetti che l’associazione di promozione sociale Learn To Be Free Onlus (LTBF) e Marina Militare Italiana discuteranno insieme oggi al 52° Salone Nautico Internazionale di Genova per celebrare il mare come luogo d’amicizia tra tutti i popoli del Mediterraneo.

Alle ore 15.30, nella sala stampa del quartiere fieristico del salone nautico, si svolgerà il dibattito sullo sport come veicolo di valori positivi e di crescita territoriale e come potente mezzo di inclusione sociale.

Verranno presentate, in tale occasione, iniziative di sviluppo quali la presentazione del futuro Centro sportivo di Tirana, la promozione delle attività sportive, il coinvolgimento dei giovani con un occhio sempre vigile verso la valorizzazione e la difesa delle identità proprio di ogni popolo e territorio. Inoltre verrà consegnato un riconoscimento da parte del Comitato regionale Liguria del Coni nella persona del presidente Vittorio Ottonello all’atleta Massimo Voltolina.

Presenzieranno al dibattito il Presidente della LTBF Onlus, Irene Pivetti, e il realizzatore del futuro Centro sportivo di Tirana nonché gestore del centro sportivo modello di Parma, Raffaele Quarantelli.

Alle 17.00, nella nave scuola Amerigo Vespucci ormeggiata nel Porto Antico di Genova, si terrà la celebrazione degli sport del mare, ricordando le imprese dell’equipaggio della Marina Militare, vincitore del Campionato nazionale ed europeo della classe J24, e la prima traversata a nuoto no-stop del Mare Adriatico, compiuta da Massimo Voltolina. Il triatleta riceverà una targa donata dalla Marina Militare.

Presenzieranno alla cerimonia il Capo di stato maggiore della Marina, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, e il presidente della LTBF Onlus, Irene Pivetti.

Articoli correlati:

La Marina Militare in Paola Casoli il Blog

Fonte: Marina Militare Italiana

Foto: 52° Salone nautico internazionale di Genova

Campionato militare interforze di salto a ostacoli 2012: individuale all’Esercito, prima squadra l’Aeronautica

Si è concluso il 15 luglio scorso negli impianti dell’Arezzo Equestrian Centre il Campionato interforze di salto ostacoli edizione 2012.

L’evento, associato al Campionato Italiano Assoluto Seniores della Federazione Italiana Sport Equestri, ha visto una qualificata partecipazione di atleti delle Forze Armate e dei Corpi Armati e non dello Stato, che si sono contesi i due titoli in palio: l’individuale e quello a squadre.

Nella classifica individuale ha trionfato il caporale Lucia Vizzini su Loro Piana Quinta Roo. L’atleta dell’Esercito, salita anche sul secondo gradino del podio nel campionato assoluto e premiata quale migliore amazzone militare della manifestazione, ha preceduto nell’ordine l’aviere scelto Luca Marziani su Wivina (6° nell’assoluto) e il caporale Simone Coata su  Mirage de Levaux (7° nell’assoluto).

Il campionato a squadre, che ha visto la partecipazione di 29 binomi in rappresentanza di 5 Forze Armate e Corpi Armati, ha laureato campione italiano interforze 2012 la compagine dell’Aeronautica Militare (aviere scelto Luca Marziani, aviere scelto Francesca Arioldi, aviere capo Giulia Martinengo, 1° aviere capo Paolo Mencolini), che ha preceduto il team dell’Esercito (caporale Lucia Vizzini, caporale Simone Coata, caporale Alberto Zorzi, caporale maggiore scelto Filippo Martini di Cigala).

Terza la squadra dei Carabinieri (carabiniere Anna Giugno, appuntato Scelto Bruno Chimirri, appuntato Massimo Grossato, carabiniere Filippo Bologni), quarte le Fiamme Oro e, a chiudere, la rappresentativa del Corpo Forestale dello Stato.

Il premio speciale dell’Associazione Nazionale Arma di Cavalleria per il miglior cavaliere del Campionato Militare Interforze è stato assegnato al Caporale Simone Coata.

Fonte: stato maggiore Difesa

Foto: stato maggiore Difesa