sversamento

Strade Sicure – Terra dei Fuochi: una Cabina di Regia per una operazione straordinaria contro lo smaltimento abusivo dei rifiuti. Il bilancio

“L’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi di rifiuti nella regione Campania, Gerlando Iorio, coordinatore della Sezione operativa della Cabina di Regia, integrata nell’occasione con il Sindaco di Castel Volturno, Dimitri Russo, ha disposto un’operazione straordinaria di contrasto al trasporto e allo smaltimento abusivo di rifiuti sul territorio di quel Comune”, si apprende dal comunicato stampa dello stesso ufficio. L’operazione ha avuto inizio lo scorso 14 dicembre.

Il dispositivo predisposto nel corso di una riunione operativa presso il Commissariato di Pubblica Sicurezza (P.S.) di Castel Volturno, in provincia di Caserta, ha previsto il coinvolgimento congiunto di tutti i soggetti tenuti alla specifica attività di controllo: nel dettaglio, si apprende,  “con il coordinamento del Dirigente del Commissariato di P.S. di Castel Volturno, hanno effettuato mirati servizi sul territorio 24 pattuglie del Raggruppamento Campania dell’Esercito Italiano (con l’impiego di 92 militari); volanti dello stesso Commissariato di P.S. e due equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania (per un totale di 10 unità); pattuglie della Compagnia Carabinieri di Mondragone – Stazione di Castel Volturno (per un totale di 10 unità), del Comando provinciale della Guardia di Finanza – Compagnia di Mondragone ( per un totale di 6 militari)e del  Reparto Operativo Aeronavale Guardia di Finanza di Napoli (per un totale di 13 militari); Funzionari dell’Arpac e dell’A.S.L., nonché tre pattuglie del Comando Polizia Locale di Castel Volturno (con 14 unità) e una della Polizia Provinciale di Caserta (con 5 unità)”.

“La nuova modalità operativa – spiega il comunicato stampa dell’incaricato per la Regione Campania – adottata dalla Cabina di Regia per assicurare maggior incisività e massima concentrazione delle risorse addette ai controlli, ma soprattutto per il contestuale e più diretto coinvolgimento della Polizia locale, è stata adottata, in via sperimentale, e sarà replicata in altre realtà della cosiddetta Terra dei Fuochi”.

La perlustrazione congiunta e coordinata di vaste aree del territorio comunale ha consentito l’identificazione e il fermo di persone sospettate di abbandono illecito di rifiuti.

È stato possibile inoltre il controllo di attività produttive e artigianali che smaltiscono abusivamente materiale nocivo, quali officine meccaniche, carrozzerie, gommisti ed elettrauti, spiega il comunicato.

Particolare attenzione è stata dedicata al fenomeno, molto diffuso, dell’abbandono o stoccaggio di rifiuti all’interno di case private, perlopiù abbandonate. Il recupero di tali rifiuti e il successivo smaltimento riduce evidentemente l’innesco di eventuali roghi futuri.

“In via Caltanissetta – fa sapere il comunicato in dettaglio – sono stati posti sotto sequestro locali di civili abitazioni trasformati abusivamente in opifici illegali per la gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi e non da destinare a paesi extracomunitari. Nella circostanza sono stati sottoposti a fermo i mezzi pesanti dove erano collocati parte degli stessi rifiuti”.

Di più: “In viale Raverti è stato rinvenuto un opificio dedito alla demolizione abusiva di veicoli e alla gestione illecita di RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche), i cui scarti vengono abbandonati sul territorio”.

Il Comune di Castel Volturno, che ha partecipato attivamente alle operazioni, è stato invitato ad adottare provvedimenti d’urgenza per vietare l’utilizzo di siti pubblici o privati dove insistono cumuli di rifiuti che potrebbero costituire fonti di pericolo per la salute dei cittadini e per l’ambiente, si legge dal comunicato stampa.

I dati relativi ai risultati conseguiti, seppur limitati ai soli controlli effettuati nella giornata del 14 dicembre, evidenziano l’efficacia del dispositivo adottato in sinergia con tutti gli uffici ed enti interessati, assicura l’incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi di rifiuti in Campania.

Questo il bilancio dell’attività del 14 dicembre (fonte Incaricato per la Regione Campania):

  • Persone controllate  –  nr. 62 di cui 12 pregiudicati
  • Auto/moto controllate  –  nr.  33
  • Contravvenzioni al C.d.S.  –  nr. 5
  • Contravvenzioni amministrative in materia di rifiuti  –  nr. 44 per un totale euro 77042,00
  • Siti invasi di rifiuti controllati  –  nr. 15
  • Siti sottoposti a sequestro  – nr. 7
  • Siti bonificati  – nr. 3
  • persone denunciate all’A.G. per reati ambientali  – nr. 3
  • sequestri di aree private per sversamento rifiuti  – nr. 3
  • sequestri di rifiuti ed aree asservite ad attività economiche  – nr. 1
  • controllata 1 carrozzeria senza autorizzazione con sversamenti abusivi di rifiuti provenienti dai lavori di carrozzeria;
  • controllata officina meccanica risultata priva di formulari per lo smaltimento dei rifiuti;
  • Sequestro di 2 immobili invasi da rifiuti speciali;
  • Sequestro di un container pieno di rifiuti speciali;
  • Sequestro di 2 veicoli pieni di rifiuti speciali.

Articoli correlati:

Strade Sicure – Terra dei Fuochi in Paola Casoli il Blog

Il Raggruppamento Campania dell’Esercito in Paola Casoli il Blog

Fonte: Ufficio dell’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi di rifiuti nella Regione Campania (d.M.I. del 20 novembre 2017) via Raggruppamento Campania

Foto d’archivio: Strade Sicure Esercito

Strade Sicure Terra dei Fuochi: un consistente sversamento di rifiuti bloccato dai militari del Raggruppamento Campania

Nel pomeriggio dell’8 dicembre una pattuglia dell’Esercito del Raggruppamento Campania, che opera nell’ambito dell’operazione Strade Sicure-Terra dei Fuochi, ha colto due individui in flagranza di un consistente sversamento illecito di rifiuti, fa sapere lo stesso Raggruppamento con un comunicato stampa.

I militari dell’Esercito Italiano, appartenenti al 1° reggimento Bersaglieri, durante il controllo di un’area a ridosso del campo rom di Scampia, a Napoli, hanno notato il movimento sospetto di un camioncino su cui era stato steso un telo con l’obiettivo di coprirne il carico.

Una volta raggiunto l’autocarro i militari hanno constatato che i due individui volevano scaricare illegalmente rifiuti consistenti in scarti di mobilia, si apprende.

“I militari – si legge dal comunicato stampa – hanno bloccato immediatamente le persone e contattato le forze dell’ordine. La polizia, giunta sul posto, ha disposto il fermo del mezzo”.

L’attività svolta dall’Esercito Italiano con il Raggruppamento Campania nella Terra dei Fuochi sta conseguendo importanti risultati nella prevenzione e nel contrasto ai reati ambientali, fa sapere il Raggruppamento, inoltre funge anche da deterrente per la criminalità comune.

Articoli correlati:

Strade Sicure in Paola Casoli il Blog

Il Raggruppamento Campania in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Raggruppamento Campania Esercito Italiano