trapianti d’organo

Difesa e salute: al Celio il 3° seminario “I trapianti d’organo e la cultura della donazione” nell’ambito della campagna Difendi la Patria – Dai valore alla vita

Il 3° Seminario “I trapianti d’organo e la cultura della donazione” si terrà dopodomani,  13 marzo, presso la Sala Lisai del Policlinico Militare Celio di Roma.

Organizzato dall’Ispettorato Generale della Sanità Militare in collaborazione con il Centro Nazionale Trapianti e l’Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule, l’evento fa parte della campagna “Difendi la Patria. Dai Valore alla Vita”, originata da un protocollo d’intesa tra i ministeri della Difesa e della Salute per promuovere iniziative per la diffusione della cultura della donazione e del trapianto d’organi, tessuti e cellule tra il personale militare.

Il seminario è riservato a personale sanitario militare medico e infermieristico delle quattro Forze Armate e, per la prima volta, alle infermiere volontarie della Croce Rossa Italiana. L’incontro si pone come obiettivo la sensibilizzazione e la formazione degli specialisti che, a loro volta, promuoveranno  tra i militari e le loro famiglie la cultura della donazione.

Al personale sanitario partecipante, vista l’alta rilevanza scientifica e formativa dell’evento, saranno accreditati crediti formativi utili al fine di soddisfare gli obblighi di aggiornamento previsti per legge per tutte le professioni sanitarie (Educazione Continua in Medicina – ECM).

Le autorità promotrici dell’iniziativa – il generale Federico Marmo, Ispettore Generale della Sanità Militare, il dottor Alessandro Nanni Costa, direttore generale del Centro Nazionale Trapianti, e il dottor Vincenzo Passarelli, presidente nazionale dell’Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule – saranno a disposizione dei media presenti all’evento e, compatibilmente con lo sviluppo dei lavori e insieme ad altri specialisti del settore, nel corso del seminario.

Articoli correlati:

Al Celio seminario sui trapianti d’organo nell’ambito della campagna Difendi la Patria, dai valore alla vita (23 gennaio 2013)

Fonte e foto d’archivio: stato maggiore Difesa

Al Celio seminario sui trapianti d’organo nell’ambito della campagna “Difendi la Patria. Dai valore alla vita”. Foto

Si è tenuto ieri, 22 gennaio, nella Sala Lisai del policlinico militare del Celio a Roma, il seminario “I trapianti d’organo e la cultura della donazione”, organizzato dall’Ispettorato Generale della Sanità Militare (IGESAN) in collaborazione con il Centro Nazionale Trapianti (CNT) e l’Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule (AIDO).

L’evento, alla sua seconda edizione, è parte della campagna “Difendi la Patria. Dai Valore alla Vita”, nata da un protocollo d’intesa tra i ministeri della Difesa e della Salute e mirata a promuovere la cultura della donazione e del trapianto d’organi.

Riservato a personale medico delle quattro Forze Armate selezionato per promuovere l’informazione sui trapianti in ambito Difesa, l’evento si è articolato in una sessione di interventi da parte delle autorità di settore e in un workshop dedicato ai frequentatori.

A premessa dei lavori, l’indirizzo di saluto delle autorità promotrici del convegno: l’Ispettore Generale della Sanità Militare, generale Federico Marmo, che, nel definire la donazione come “un atto di generosità, un dare di sé che, in buona sostanza, definisce l’essenza del militare”, ha evidenziato il traguardo delle 3mila adesioni raggiunte dalla campagna nei suoi tre anni di vita; e il dottor Alessandro Nanni Costa, direttore generale del Centro Nazionale Trapianti, che ha ringraziato le Forze Armate per aver voluto condividere l’iniziativa e per il loro quotidiano impegno nelle attività di trasporto degli organi.

Nel corso dei lavori, il dottor Vincenzo Passarelli, Presidente nazionale dell’Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule, nel ricordare i 40 anni di attività dell’associazione in piena sinergia con le istituzioni, ha ringraziato le Forze Armate, “corpi che hanno sempre dato, e che continuano a dare, anche in questo campo”.

A chiusura del seminario, la consegna degli attestati ai frequentatori, prossimi ambasciatori della cultura della donazione nel mondo militare.

Articolo correlato:

Al Celio seminario sui trapianti d’organo nell’ambito della campagna “Difendi la Patria. Dai valore alla vita” (22 gennaio 2013)

Fonte: stato maggiore della Difesa

Foto: stato maggiore della Difesa

Al Celio seminario sui trapianti d’organo nell’ambito della campagna “Difendi la Patria. Dai valore alla vita”

È in corso oggi, nella sala Lisai del policlinico militare del Celio, il seminario “I trapianti d’organo e la cultura della donazione”.

Organizzato dall’Ispettorato generale della Sanità militare in collaborazione con il Centro nazionale trapianti e l’Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule, l’evento – alla sua seconda edizione – si inserisce nell’ambito della campagna “Difendi la Patria. Dai Valore alla Vita”, originata da un protocollo d’intesa tra i ministeri della Difesa e della Salute e mirata a promuovere la cultura della donazione e del trapianto d’organi.

Il seminario, riservato a 40 militari appartenenti al personale medico delle quattro Forze Armate, si pone come obiettivo la formazione degli specialisti che, in ambito Difesa, promuoveranno la cultura e l’informazione sui trapianti di organi, tessuti e cellule.

Autorità promotrici dell’iniziativa sono il generale Federico Marmo, ispettore generale della Sanità militare, il dottor Alessandro Nanni Costa, direttore generale del Centro nazionale trapianti, e il dottor Vincenzo Passarelli, presidente nazionale dell’Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule.

Fonte: stato maggiore della Difesa

Foto: il logo è dell’Aido