Mag 5, 2009
48 Views
0 0

Cyber-guerra: gli Usa vogliono una digital warfare force

Written by

cyberwarfare

Dopo la violazione dei segreti del cacciabombardiere alleato F35 e delle difese dell’elicottero presidenziale Marine One, gli Usa temono sempre di più gli attacchi informatici.

Negli ultimi sei mesi, si legge in un articolo pubblicato da BBC News oggi 5 maggio 2009, il Pentagono ha speso più di cento milioni di dollari per difendersi da cyber attacchi e altri problemi sulla rete. Ora il vertice della National Security Agency (Nsa), l’agenzia statunitense che si occupa della sicurezza nazionale, ritiene che sia arrivato il momento per gli Stati Uniti di dotarsi di una digital warfare force.

Che servano maggiori risorse e più addestramento è chiaramente sottolineato nella sua relazione all’House Armed Services subcommittee dal capo della Nsa, il generale di corpo d’armata Keith Alexander, che è già alla guida anche del nuovo Cyber Command del Pentagono con prossima sede a Fort Meade, nel Maryland.

Il nuovo comando del generale Alexander sarà operativo da ottobre ed entrerà a regime nel corso del 2010, al momento però la politica statunitense in tema di cyber-guerra non sembra tenere il passo con le continue minacce che corrono sulla rete.

Immagine: spacedaily.com

Article Categories:
Forze Armate · Sicurezza

Comments to Cyber-guerra: gli Usa vogliono una digital warfare force