Gen 7, 2016
23 Views
0 0

Centenario Grande Guerra, il presidente dei Giovani Alpini Alto Adige: “raccontare la guerra vissuta, non quella dei libri di storia”

Written by

Coordinamento Giovani Alpini BolzanoSi chiama Progetto Centenario Grande Guerra ed è una mostra allestita a Bolzano dai Giovani Alpini Alto Adige, soci della Sezione ANA Alto Adige: “un gruppo non di storici, ma di ragazzi che hanno famiglia e tanti altri impegni e che hanno dedicato il loro tempo libero a questa iniziativa”, come spiega lo stesso presidente Ferdinando Scafariello.

L’idea, si apprende, è nata dall’intenzione di utilizzare il materiale presente nel piccolo museo da poco allestito nella sede del Gruppo Acciaierie Valbruna per cercare di coinvolgere gli studenti delle scuole medie, in particolare delle terze classi, in un percorso informativo in occasione del Centenario della Grande Guerra.

Gli studenti vengono accompagnati nella visita della mostra, che è allestita nella Sala della Protezione Civile a Bolzano, dai rispettivi insegnanti. Il percorso prevede la visita di un baraccamento e l’illustrazione di dodici roll-up, realizzati dal Centro Studi dell’Associazione Nazionale Alpini, dei momenti più salienti del periodo storico.

Coordinamento Giovani Alpini BolzanoQuesto concetto di mostra permette di riproporre l’epopea dei soldati italiani in guerra in circa due ore, nell’intento di “toccare i giovani nel profondo dell’animo costringendoli a ragionare davanti alle testimonianze di un passato che è anche monito per le nuove generazioni”.

Il presidente dei Giovani Alpini Alto Adige, commentando l’iniziativa, ha sottolineato l’intenso impegno profuso dal gruppo, desideroso di “rendere omaggio ai nostri soldati e ai tanti civili caduti in uno dei conflitti più distruttivi della storia; un evento che ha segnato indelebilmente anche il destino del nostro territorio”.

Coordinamento Giovani Alpini Bolzano

“Si tratta di un progetto semplice – sottolinea Scafariello – ma che vuole raccontare ai giovani d’oggi non la Guerra che si trova sui libri di storia, ma quella vissuta dai soldati al fronte all’interno di un baraccamento dove trova posto comunque tutto il necessario: cucina, dormitorio, infermeria, wc dell’epoca e, naturalmente, la postazione di difesa”.

Un progetto molto concreto che oltre a banner e roll-up offre anche i “rumori della guerra” grazie a un sottofondo audio che accompagna il tour. Il contributo dei gruppi di alpini e di privati, oltre che dell’Associazione Amici della Storia e dei Donatori di sangue di Bolzano, è stato fondamentale per la realizzazione del percorso museale.

Le prime visite di studenti si sono avute nel dicembre scorso (link articoli in calce).

La mostra è aperta al pubblico in gennaio dalle 18.00 alle 20.00 nelle seguenti date: martedì 12, giovedì 21 e martedì 26. In febbraio: giovedì 4, martedì 9, giovedì 18, martedì 23.

Domenica 24 e domenica 21 febbraio anche dalle 9.00 alle 12.00

Coordinamento Giovani Alpini Bolzano

Articoli correlati:

I Giovani Alpini Alto Adige in Paola Casoli il Blog

Il Centenario Grande Guerra in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Giovani Alpini Alto Adige

Coordinamento Giovani Alpini Bolzano

Coordinamento Giovani Alpini Bolzano

Coordinamento Giovani Alpini Bolzano

Coordinamento Giovani Alpini Bolzano

Coordinamento Giovani Alpini Bolzano

Coordinamento Giovani Alpini Bolzano

Article Categories:
Forze Armate