Mag 8, 2013
23 Views
0 0

Genova, incidente porto: intervengono i palombari della Marina Militare

Written by

Un team di palombari del Comando subacquei incursori della Marina Militare (COMSUBIN), fa sapere la stessa Marina Militare in un comunicato, sta collaborando con i Vigili del Fuoco e personale della Capitaneria di Porto nella ricerca dei dispersi a seguito dell’incidente occorso ieri in tarda serata.

Per il supporto sanitario nelle operazioni subacquee e per i feriti della tragedia sono presenti a Genova anche Ufficiali medici e psicologi della Marina Militare.

Attualmente si contano 7 vittime accertate, 4 feriti e si stimano 2 dispersi, il sergente Gianni Jacoviello, 33 anni, della Spezia, e il maresciallo Francesco Cetrola, 38 anni, di Santa Marina in provincia di Salerno, riporta l’agenzia Ansa.

Sempre l’Ansa comunica i nomi delle 7 vittime accertate: Daniele Fratantonio, 30 anni, di Rapallo; Davide Morella, 33 anni, di Biella; Marco De Candussio, 40 anni, di Lavagna, originario di Barga (Lucca); Giuseppe Tusa, 25 anni, di Milazzo, tutti e quattro militari della Guardia Costiera; il pilota Michele Robazza, 31 anni, di Livorno; l’operatore radio dei rimorchiatori Sergio Basso, 50 anni, di Genova; l’operatore radio dei piloti Maurizio Potenza, 50 anni, di Genova.

E quelli dei 4 feriti: i due ricoverati all’ospedale Galliera sono Enea Pecchi, 40 anni, di Pavia, in prognosi riservata; e Raffaele Chiarlone, 36 anni, di Cuneo. I due ricoverati al Villa Scassi di Sampierdarena sono Gabriele Russo, 32 anni, di Messina; e Giorgio Meo, 35 anni, di Taranto, ritrovato sotto le macerie della torre.

Fonti: Ansa, Marina Militare

Foto: Ansa

Article Categories:
Forze Armate