accordo

Accordo di collaborazione tra il NATO CMRE e Promostudi per la ricerca

20150313_accordo NATO CMRE-Promostudi_Hank Ort-Dino NascettiÈ finalizzato all’innovazione e alla ricerca nel settore dell’ambiente marittimo l’accordo siglato tra il NATO Centre for Maritime Research & Experimentation di La Spezia e Promostudi, fondazione di partecipazione per la promozione degli studi universitari alla Spezia che opera in modo indipendente nell’ambito della ricerca applicata sviluppando progetti per i settori navale, nautico e offshore.

Il Centro NATO e Promostudi opereranno d’intesa, e per i prossimi tre anni, grazie alla firma del contratto avvenuta lo scorso 13 marzo tra il direttore del CMRE, viceammiraglio Hank Ort, e il presidente di Promostudi, Dino Nascetti.

Alla base della collaborazione nell’innovazione e ricerca c’è lo scambio reciproco di competenze nei settori robotica, acustica sottomarina e sistemi, oltre a tutto ciò che ha a che fare con l’ICT (information and communication technologies). Un’occasione di condivisione e approfondimento nella ricerca sia in ambito nazionale che internazionale, ovvero uno stimolo sia per l’università che per lo stesso centro della NATO, come hanno concordemente confermato i vertici dei due rispettivi enti firmatari.

Nel corso dell’evento sono stati consegnati i premi Ole Hastrup alle migliori tesi nei corsi di Ingegneria Meccanica e Yacht Design del 2014, in memoria dello scienziato danese del CMRE considerato uno dei migliori esperti al mondo in materia di acustica e fisica sottomarine e recentemente scomparso. La sua documentazione scientifica donata dalla signora Hastrup verrà esposta nella nuova sala per ricercatori e docenti di Promostudi, inaugurata con l’occasione.

Fonte: NATO CMRE

Foto: La firma dell’accordo tra Cmre e Promostudi da parte di Hank Ort e Dino Nascetti (foto Archivio CDS, Citta della Spezia)

Marina Militare e Regione Marche: collaborazione per ricerca e sviluppo, biocarburanti e tutela ambiente

20150203_accordo Marina Militare-Regione Marche_Assessore Giorgi_Amm RuzittuUn accordo di collaborazione tra la Marina Militare e la Regione Marche è stato sottoscritto ieri, 3 febbraio, ad Ancona nella sede del Comando delle scuole della Marina Militare dal comandante delle scuole della Marina Militare, ammiraglio Salvatore Ruzittu, e dall’Assessore regionale Paola Giorgi.

Nell’ambito dei compiti e delle funzioni attribuite dalle leggi, Marina Militare e Regione Marche coopereranno per sviluppare temi coerenti con diversi aspetti tra i quali la formazione, l’istruzione, l’educazione digitale, la salvaguardia ambientale, la sicurezza marittima, la tutela del territorio e del mare, incentivando i rapporti con altre realtà regionali, nazionali e internazionali.

Diverse le tematiche di interesse come ad esempio la ricerca e sviluppo di sistemi e infrastrutture portuali per la connettività in campo energetico e terra-mare, per ridurre le emissioni inquinanti, basandosi anche su fonti rinnovabili di energia e di propulsione navale quali i biocarburanti e il Gas Naturale Liquefatto (GNL).

La Marina Militare esprime le proprie capacità e impiega i propri uomini e mezzi su una gamma di attività e operazioni che spaziano dal sociale, all’umanitario, all’ambientale, allo scientifico e in tutti i settori d’interesse della collettività che, unitamente alla funzione prettamente militare, delineano le capacità dual–use in senso più ampio.

Articoli correlati:

I biocarburanti in Paola Casoli il Blog

La Flotta Verde della Marina Militare in Paola Casoli il Blog

La capacità dual-use della Marina Militare in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Marina Militare

Una proposta di cooperazione strategica all’Afghanistan da parte della Polonia

Un accordo di cooperazione strategica è stato proposto giovedì 27 settembre scorso dal presidente polacco Bronislaw Komorowski (foto) al suo omologo afgano Hamid Karzai.

I due capi di stato hanno discusso nei dettagli la proposta di accordo. In argomento anche il tipo di assistenza e supporto all’Afghanistan che verrà dalla Polonia dopo il 2014.

Attualmente sono dispiegati in Afghanistan circa 2.500 militari polacchi, di base nella provincia di Ghazni a sud della capitale Kabul.

Komorowski ha assicurato la continuazione dell’assistenza da parte del suo paese anche oltre il 2014 nel settore dell’addestramento, garantendo il contributo nel training alle forze di sicurezza afgane.

Il presidente Karzai si consulterà ora con il ministro degli Esteri e con il suo Consiglio di sicurezza nazionale, il National Security Council.

Articolo correlato:

La Polonia vuole comperare settanta elicotteri per il suo esercito (26 settembre 2012)

Fonte: PakTribune

Foto: Wall Street Journal

Libia, Schengen e UE: il presidente Napolitano e il suo monito all’Europa sul Time

L’americano Time lo ha messo nelle citazioni della settimana. Oggi 27 aprile, il Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano (foto Time/AFP) è nella home page del  periodico online nella rubrica Quotes of the week.

La sua dichiarazione “Nulla sarebbe più miope , meschino e perdente del ripiegamento su se stesso di ciascuno dei paesi membri dell’Unione Europea” di fronte ai problemi nati dalle rivolte in nord Africa e al ‘‘rischio di flussi migratori disperati e convulsi verso le nostre sponde” (fonte Ansa) è stata riportata dal Time con riferimento alla proposta di riforma dell’accordo di Schengen in risposta all’emergenza migranti, uno degli argomenti di discussione del vertice bilaterale Italia-Francia di ieri 26 aprile.

La scelta della redazione online del Time non è invece caduta sull’altra dichiarazione del nostro Presidente, riguardante la decisione dell’Italia di partecipare ai bombardamenti sul suolo libico, che presenta uguale determinazione e lucidità nel ribadire l’impegno italiano e il peso della figura presidenziale: “L’ulteriore impegno dell’Italia in Libia annunciato ieri sera dal presidente del Consiglio Berlusconi costituisce il naturale sviluppo della scelta compiuta dall’Italia a metà marzo, secondo la linea fissata nel Consiglio supremo di Difesa da me presieduto e quindi confortata da ampio consenso in Parlamento” (fonte Ansa).

Emergenza Libia in Paola Casoli il Blog

Fonte: Ansa, Time online

Foto: Time/AFP – Michal Cizek/AFP/Getty Images