Aeronautica Italiana

Invictus Games Toronto: 9 medaglie per gli italiani del GSPD, “Straordinari!” il commento del CaSMD gen Graziano

Sono 9 le medaglie conquistate dagli atleti del Gruppo Sportivo Paralimpico Difesa (GSPD) all’edizione di Toronto degli Invictus Games, gara sportiva internazionale paralimpica promossa dal Principe Harry.

La sesta e ultima giornata di competizione degli Invictus Games di Toronto è stata segnata dalla quinta medaglia d’argento, siglata dal ten col Marco Iannuzzi, nei 50 metri a stile libero, spiega nel dettaglio la Difesa con un comunicato stampa del 30 settembre.

Il ten col Iannuzzi è un pilota in servizio dell’Aeronautica Militare, che ha avuto una lesione spinale lombare durante un tragico incidente di volo nel 2000.

Sempre nell’ultima giornata di gara il medagliere azzurro si è arricchito di due bronzi conquistati nel tiro con l’arco, il primo dal ten col Fabio Tomasulo, dell’Aeronautica Militare, nella gara individuale, e il secondo sempre dal ten col Tomasulo, inoltre dal ten col Roberto Punzo, dell’Esercito Italiano, e dal maresciallo maggiore Bonaventura Bove, dei Carabinieri, nella gara a squadre, si apprende.

“Il conteggio delle medaglie si ferma così a quota nove di cui un oro, cinque argenti e tre bronzi per l’Italian Invictus Team, dichiara lo stato maggiore della Difesa nel suo comunicato stampa.

Il Capo di Stato Maggiore della Difesa (CaSMD), gen Claudio Graziano, ha espresso il suo compiacimento per quanto ottenuto dal GSPD tramite l’accenno alla poesia “Invictus” del poeta William Ernest Henley: Straordinari! Un traguardo che mi inorgoglisce sia come loro Comandante sia come cittadino italiano, la dimostrazione di quanto lo sport sia terapeutico e di quanto questi atleti siano spinti da una grande motivazione e da una determinazione fuori dal comune, si sono dimostrati veri Capitani della loro anima.”

Il GSPD è stato impegnato dal 23 al 30 di settembre nella terza edizione della gara internazionale paralimpica, il cui promotore e testimonial è il Principe Harry.

I giochi sono dedicati ai militari che hanno contratto disabilità permanenti in servizio o per causa di servizio.

I 550 atleti provenienti da 17 nazioni tra cui Stati Uniti, Inghilterra, Olanda, Afghanistan, Estonia, Canada, Australia, Italia, Romania, Ucraina, Iraq, si sono sfidati in dodici discipline, mentre sette sono quelle in cui si sono cimentati gli atleti del GSPD: uno di squadra (rugby) e sei individuali (nuoto, tiro con l’arco, atletica, ciclismo, golf e rowing).

Articoli correlati:

Il GSPD in Paola Casoli il Blog

Gli Invictus Games in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: stato maggiore Difesa