Apr 22, 2021
27 Views
1 0

Esercito: l’82° rgt Fanteria si è addestrato con i VTLM2 NEC a Torre Veneri

Written by

Si è conclusa nei giorni scorsi nel l’area addestrativa di Torre Veneri (LE), sotto la direzione del Centro di Addestramento Tattico (CAT) di 2° livello, l’esercitazione Centauro 1/2021 che ha visto operare i militari dell’82° Reggimento fanteria Torino, reparto alle dipendenze della Brigata meccanizzata Pinerolo, a bordo dei nuovi VTLM (Veicolo Tattico Leggero Multiruolo) versione 2 NEC (Network Enabled Capabilities).

Lo ha reso noto con un comunicato stampa di ieri, 21 aprile, lo Stato Maggiore dell’Esercito (SME).

L’attività aveva come obiettivo l’addestramento di un plotone di fanteria a operare in un contesto tattico-operativo di Counter Insurgency Operation, ad alta intensità.

L’esercitazione di tipo Livex, ovvero con le truppe sul terreno, si è svolta a partiti contrapposti, con munizionamento a salve e con l’impiego dei sistemi di simulazione live, si apprende.

In particolare, sono state testate le procedure tecnico tattiche proprie di un plotone di fanteria in configurazione leggera digitalizzato, spiega SME, dispiegato in teatro operativo estero, e impegnato in attività di stabilizzazione all’interno di un contesto operativo caratterizzato dalla presenza di una minaccia ibrida.

La particolarità dell’esercitazione Centauro 1/2021 è stata l’impiego simultaneo del sistema di simulazione SIAT (Sistemi Integrati per l’Addestramento Terrestre) e delle piattaforme dotate di sistemi C2 (comando e controllo) digitalizzati: infatti l’opportunità addestrativa, sotto la supervisione della Direzione d’Esercitazione del CAT, ha permesso di attivare tutti i sottosistemi del programma SIAT e di utilizzare contemporaneamente il nuovo VTLM 2 NEC, mezzo all’avanguardia e fiore all’occhiello dell’industria nazionale.

Il VTLM 2 NEC, di recente acquisizione dalla Forza Armata, ha dimostrato di possedere elevate caratteristiche di sicurezza, semplicità, robustezza, durata e affidabilità nelle varie situazioni d’impiego e di sofisticati sistemi di Comando e Controllo, pienamente integrabili in assetti interforze, nei possibili scenari sul territorio nazionale e fuori area, sottolinea il comunicato.

Il VTLM 2, grazie ai più moderni mezzi radio in dotazione, assicura elevate capacità di Comando, Controllo e Navigazione (C2N), assolvendo le funzioni di nodo a livello tattico in grado di scambiare informazioni con i Posti Comando di livello superiore e con le singole Unità dispiegate sul campo, fino ai minori livelli ordinativi.

“Promossi a pieni voti i fanti del Torino – sottolinea SME – che, nei vari scenari simulati, hanno portato a termine con successo e con grande professionalità tutte le attività addestrative sul campo, riscuotendo il plauso del personale della Direzione d’Esercitazione”.

“L’82° Reggimento fanteria Torino, reparto leader del programma Forza NEC, è esempio tangibile, di come l’Esercito si conferma, oggigiorno, faro di tecnologia e innovazione e prosegue nel suo più ampio progetto di razionalizzazione e sviluppo capacitivo di lungo termine, un processo di trasformazione tecnologica che continua a coinvolgere il sistema produttivo nazionale. L’evento esercitativo si è svolto nel pieno rispetto delle norme sanitarie vigenti adottando tutte le misure previste per il contenimento dell’epidemia da COVID-19”, conclude il comunicato.

Fonte: Stato Maggiore Esercito

Article Categories:
Forze Armate