COMLOG

COMLOG: al Celio la tecnologia robotica a comando vocale per interventi mini-invasivi

L’équipe chirurgica multidisciplinare del Policlinico Militare di Roma “Celio” ha eseguito i primi interventi di chirurgia laparoscopica addominale con supporto robotico a comando vocale, ha fatto sapere con una nota stampa del 2 ottobre il Comando Logistico dell’Esercito (COMLOG).

Il team chirurgico composto da personale medico e infermieristico dell’Esercito, guidato dal Direttore Ospedaliero del Celio, ha riscontrato eccellenti risultati operatori e la grande soddisfazione dei pazienti, si apprende.

Questo tipo di nuova tecnica chirurgica all’avanguardia consente di effettuare gli interventi sfruttando la presenza un braccio meccanico che, rispondendo ai comandi vocali dell’operatore, garantisce sia un’elevata precisione che una minore invasività dell’atto chirurgico.

“L’introduzione e la sperimentazione di nuove tecnologie biomediche al passo con l’evoluzione scientifica – scrive il COMLOG nella nota stampa – testimonia ancora una volta come il Policlinico Militare di Roma, principale ente che fornisce il personale sanitario agli ospedali da campo nei teatri operativi, rappresenti un centro di eccellenza nel panorama sanitario italiano e internazionale e di formazione per i giovani Ufficiali medici”.

Articoli correlati:

Il Policlinico militare del Celio in Paola Casoli il Blog

Il COMLOG Esercito in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG Esercito

COMLOG: i cento anni del POLMANTEO

“Dall’antesignana Officina di costruzioni radiotelegrafiche, passando attraverso il 21° Stabilimento Trasmissioni, il Polo di mantenimento dei mezzi di comunicazione, elettronici e optoelettronici, ha celebrato il suo centenario”, ha fatto sapere con una nota stampa di ieri, 24 settembre, il Comando Logistico dell’Esercito (COMLOG).

Il Comandante Logistico dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Luigi Francesco De Leverano, ha presenziato a Roma alle celebrazioni del centenario della costituzione del Polo di mantenimento dei mezzi di comunicazione, elettronici e optoelettronici dell’Esercito (POLMANTEO).

Alla cerimonia, che ha avuto luogo all’interno del POLMANTEO alla presenza della Bandiera di Guerra del 44° Battaglione di Sostegno Telecomunicazioni Penne di Roma, sono intervenuti l’Ordinario militare per l’Italia, Monsignor Santo Marcianò, e alte autorità militari e civili. Presenti anche i Labari dell’Associazione Nazionale Genieri e Trasmettitori e dell’Associazione Nazionale Ufficiali Tecnici dell’Esercito Italiano.

Il Comandante Logistico dell’Esercito, nell’ambito del suo discorso, ha evidenziato come “all’interno del Polo siano presenti eccellenze che costituiscono un complesso di maestranze tra le più qualificate d’Europa in campo elettronico e optoelettronico” e che, come tutti i logisti, “non operano sotto le luci della ribalta, non cercano visibilità e onori ma garantiscono alle unità dell’intera Forza Armata l’assolvimento al meglio del compito, in patria e all’estero”.

Il gen De Leverano ha poi ringraziato “gli uomini e le donne di ogni ordine, ruolo grado e qualifica effettivi al Polo per il fondamentale supporto fornito alle operazioni militari che vedono coinvolta tutta la Forza Armata, vista la strategica importanza dei materiali delle telecomunicazioni, elettronici e optoelettronici e in generale dei sistemi di comando e controllo. Supporto che non viene meno neanche per le operazioni all’estero, grazie alla flessibilità e alla elevata capacità di proiezione possedute”.

L’eventodi ieri si è concluso con lo scoprimento di una targa commemorativa e la visita ai reparti e ai laboratori del POLMANTEO.

Il Polo di mantenimento dei mezzi di telecomunicazione, elettronici e optoelettronici, già Officina di costruzioni radiotelegrafiche ed elettroniche del Genio militare, è stato costituito in Roma nel comprensorio di Viale Angelico nel periodo finale della Grande Guerra, di cui quest’anno ricorre il centenario della vittoria.

L’Ente, posto alle dipendenze del Comando dei Trasporti e Materiali dell’Esercito, spiega il COMLOG, assicura l’efficienza dei materiali di telecomunicazione, elettronici e optoelettronici delle unità dell’Esercito sia in territorio nazionale che fuori area. Fornisce inoltre contributi per la progettazione e realizzazione di soluzioni per esigenze operative successive all’entrata in servizio di mezzi e di materiali in uso alle Forze Armate.

Articoli correlati:

Il POLMANTEO in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG Esercito

COMLOG: al Servizio Sanitario Militare l’esclusiva competenza di verifica e controllo sugli IAA

È stata attribuita dal Ministero della Salute al Servizio Sanitario Militare l’esclusiva competenza per la verifica del possesso dei requisiti e il controllo del mantenimento degli standard operativi nell’ambito delle attività degli Interventi Assistiti con gli Animali (IAA) presso le strutture militari.

Lo ha comunicato il Comando Logistico (COMLOG) dell’Esercito con una nota stampa del 22 agosto.

In ambito Esercito, spiega il COMLOG, sono sede di riabilitazione equestre i Centri Ippici Militari di Lecce, Cagliari, Grosseto, Roma, Torino, Montelibretti e Milano; programmi di Pet Therapy con i cani sono invece condotti presso l’Organizzazione Penitenziaria Militare di Santa Maria Capua Vetere.

Gli interventi assistiti con gli animali sono attività con valenza terapeutica, riabilitativa, educativa e ludico-ricreativa che prevedono l’impiego di animali come protagonisti fondamentali del processo di miglioramento del paziente.

La corretta applicazione degli IAA richiede il coinvolgimento di una équipe multidisciplinare composta, a seconda del tipo di intervento, da figure sanitarie, pedagogiche e tecniche con diversi compiti e responsabilità.

Il Servizio Veterinario dell’Esercito coordina e incoraggia le attività di IAA, cooperando con molteplici enti morali e onlus per sostenere i cittadini in difficoltà o con disabilità, offrendo loro un apporto umano e professionale che li aiuti nel loro percorso di riabilitazione e guarigione.

“La relazione con l’animale riaccende l’interesse verso gli altri, creando un’empatia che induce anche pazienti depressi e in isolamento sociale a reagire e a sentirsi utili. (…) L’impiego degli animali determina, non solo una migliore risposta del paziente, ma spesso concorre alla riduzione dell’uso dei farmaci, con ulteriori vantaggi sia per la qualità della vita, che in termini di costi per la collettività”, ha dichiarato l’On Vito De Filippo, già Sottosegretario di Stato alla Salute, nella prefazione alle vigenti Linee Guida Nazionali IAA, approvate nel 2015 dall’Accordo Stato-Regioni.

Fonte e foto: COMLOG Esercito

COMLOG: più di 30 bombe a mano della Seconda Guerra bonificate a Pistoia dagli artificieri dell’Esercito

Un team di artificieri del 10° Centro Rifornimenti e Mantenimento (CERIMANT) di Napoli, su richiesta della Prefettura di Pistoia, è intervenuto prima di Ferragosto in concorso al 2° reggimento Genio Pontieri di Piacenza, per la bonifica di 25 bombe a mano M36 ad alto esplosivo e di 10 bombe a mano MK2 risalenti alla Seconda Guerra Mondiale rinvenute in località San Marcello Pistoiese-Piteglio, in provincia di Pistoia.

Ne ha dato notizia il Comando Logistico (COMLOG) dell’Esercito con una nota stampa del 14 agosto scorso.

Per lo svolgimento in sicurezza delle operazioni di bonifica, la Prefettura di Pistoia non ha disposto lo sgombero della popolazione residente in quanto il luogo del ritrovamento era isolato e distante da abitazioni civili, si apprende.

Gli artificieri, dopo aver effettuato alcuni accertamenti sugli ordigni, hanno provveduto al loro spostamento presso Tana Termini, in provincia di Pistoia, dove hanno eseguito il brillamento in sicurezza.

Solo nell’ultimo mese, ricorda la nota stampa, il 10° CERIMANT di Napoli, ente dipendente dal Comando Logistico dell’Esercito, ha eseguito in un’ottica dual use ben 21 interventi specialistici di bonifica del territorio in concorso ai Reggimenti Genio della Forza Armata, per un totale di 173 ordigni disinnescati o distrutti.

Articoli correlati:

La bonifica ordigni in Paola Casoli il Blog

Il COMLOG in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG Esercito

COMLOG Esercito: rientra dal Libano la squadra a contatto del 44° Battaglione di Sostegno TLC Penne di Roma

È rientrata nei giorni scorsi dal Libano la squadra a contatto composta da personale del 44° Battaglione di Sostegno TLC Penne di Roma, ha fatto sapere con una nota stampa di ieri, 10 agosto, il Comando Logistico dell’Esercito (COMLOG).

In particolare, si apprende, la squadra di tecnici del Battaglione, formata da sottufficiali specializzati del ruolo sergenti e da graduati esperti, è intervenuta sui materiali campali delle trasmissioni in dotazione al contingente: sulle stazioni radio di tipo AN-PRC152 e su tutte le versioni delle SINCGARS, oltre a ponti radio e centrali necessari ai collegamenti tra i vari siti.

“Il 44° Battaglione Sostegno TLC è un organo esecutivo dipendente dal Comando Logistico dell’Esercito e provvede allo sgombero, rifornimento, mantenimento e alienazione degli apparati delle telecomunicazioni sia in Patria che a favore delle unità operative impegnate nelle operazioni fuori area”, conclude la nota stampa.

Fonte e foto: COMLOG Esercito

COMLOG Esercito: il Policlinico Militare del Celio al 4° ESTROT illustra i vantaggi del gel piastrinico in medicina rigenerativa

Ha avuto luogo dal 16 al 19 luglio a Heidelberg, in Germania, il 4° Congresso internazionale della Società Europea di Rigenerazione Tissutale in Ortopedia e Traumatologia (ESTROT), che ha visto la partecipazione dei più importanti e qualificati esperti internazionali della medicina e chirurgia rigenerativa.

Lo comunica il Comando Logistico dell’Esercito (COMLOG) con una nota stampa del 20 luglio.

Per il Policlinico Militare di Roma Celio, si apprende, ha partecipato il gen medico Marco Liccardo, specialista in Ortopedia e Traumatologia, membro della Faculty congressuale, che ha presentato una relazione dal titolo “Regenerative medicine e surgery: PRP management” in cui ha illustrato le ricerche sulle cellule staminali e sul gel piastrinico (PRP) effettuate presso il nosocomio militare.

Al congresso ha partecipato inoltre il col medico Vincenzo Piccinni, specialista in Ortopedia e Traumatologia, che ha presentato un poster scientifico dal titolo “PRP in knee osteoarthritis: preliminary results looking for stadardization in orthopaedic practice”, illustrando i dati relativi al trattamento della artrosi al ginocchio con gel piastrinico e i promettenti sviluppi dei trattamenti di medicina rigenerativa in tale contesto.

L’evento ha visto inoltre la partecipazione del ten col medico Vincenzo Pipitone, specialista in Radiologia, che ha presentato un poster illustrando i risultati preliminari relativi a una nuova tecnica ecoguidata di infiltrazione con PRP a livello dell’anca per il trattamento della coxartrosi, tecnica che garantisce una notevole precisione nel raggiungere il sito di patologia con l’uso degli ultrasuoni.

La presenza di tre ufficiali medici del Celio, tra i pochi relatori italiani invitati a un così importante evento scientifico internazionale, conferma ancora una volta che il Policlinico Militare di Roma e la sanità militare dell’Esercito sono una realtà di assoluta eccellenza nel panorama della medicina sperimentale e scientifica internazionale.

Articoli correlati:

Il COMLOG in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG Esercito

COMLOG Esercito: il CaSME gen Farina conclude gli Stati generali della logistica militare

Alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito (CaSME), Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, si sono conclusi i lavori degli Stati Generali della Logistica Militare, organizzati dal Comando Logistico (COMLOG) dell’Esercito, che hanno visto impegnati per due giorni, a Napoli, nell’Aula Magna della Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, i rappresentanti delle Forze Armate e dell’industria, ha fatto sapere lo stesso COMLOG con un comunicato stampa del 22 giugno.

Obiettivo dell’attività delineare i possibili sviluppi evolutivi dell’attuale organizzazione logistica militare, al fine di renderla più aderente alla propria missione sia in contesti operativi sia in guarnigione, ricercando anche ogni possibile sinergia con le altre Forze Armate e il mondo industriale della Difesa, nell’ottica di una maggiore integrazione, economicità, dinamicità, ed efficacia.

“Un appuntamento fondato sulla necessità di avviare un coordinamento dell’architettura logistica del Comparto Difesa – afferma il COMLOG – concretamente propositivo per il potenziamento e lo sviluppo del Sistema Paese”.

I lavori dell’ultima giornata sono stati aperti dal Sindaco di Napoli, dott Luigi de Magistris, e dal Comandante Logistico dell’Esercito, gen Luigi Francesco De Leverano, e sono stati caratterizzati da interessanti presentazioni delle aziende che hanno preso parte alla due giorni nella città partenopea.

Unanimi le considerazioni delle aziende sulla necessità del “fare rete” e “fare sistema” con tutti i principali attori che si occupano di logistica, e non solo, nel Paese.

L’interazione tra le Forze Armate, gli altri Dicasteri, le agenzie e industrie della Difesa rappresentano uno straordinario vantaggio competitivo per l’assolvimento dei compiti istituzionali.

L’evento è stato vissuto come grande opportunità di conoscenza, confronto reciproco e condivisione delle “best practices”.

La logistica, ha evidenziato il Comandante Logistico dell’Esercito, gen De Leverano, “deve orientarsi ai concetti tipici dell’industria 4.0 con l’infologistica quale strumento indispensabile per la gestione delle informazioni, il monitoraggio e l’analisi dei processi logistici”.

A concludere i lavori il CaSME, gen Farina, che ha sottolineato quanto sia fondamentale portare avanti nuove tecnologie che diano un ritorno importante al Sistema Paese e indicando la logistica quale componente imprescindibile, senza la quale non c’è comandante che possa esprimere la sua capacità operativa.

Articoli correlati:

Gli Stati generali della logistica militare in Paola Casoli il Blog

Il COMLOG in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG Esercito

COMLOG Esercito, Stati generali della logistica militare: oggi il confronto tra Forze Armate e industria

Dopo la prima delle due giornate di lavori dei primi Stati Generali della Logistica Militare, conclusasi ieri, 20 giugno, proseguono oggi i lavori nell’Aula Magna della Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, fa sapere il Comando Logistico (COMLOG) dell’Esercito.

Nella seconda della due giornate si confronteranno Forze Armate e industria, a partire dalle 9.00, per fare un punto di situazione sugli attuali assetti logistici dell’Esercito, analizzare tutte le capacità esprimibili per ottimizzare le risorse a disposizione, definire responsabilità e competenze e individuare possibili sinergie tra le Forze Armate, con un approccio leale, costruttivo e condiviso.

Un appuntamento, spiega il COMLOG, fondato sulla necessità di avviare un coordinamento dell’architettura logistica del Comparto Difesa concretamente propositivo per il potenziamento e lo sviluppo del “Sistema Paese”.

Ad aprire i lavori della prima giornata il Comandante Logistico dell’Esercito, gen Luigi Francesco De Leverano, che, dopo aver salutato e ringraziato i presenti – in particolare il padrone di casa, il Presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia, Prof. Luigi Califano – ha evidenziato di aver voluto creare gli Stati Generali come “una piattaforma di idee, dialogo, studio, ricerca e sviluppo sul tema della logistica nella sua più ampia accezione, partendo da quella di Forza Armata ma con una visione interforze”.

“L’attività – ha proseguito il gen De Leverano – vuole costituire un continuum con i due seminari organizzati in precedenza dal Comando Logistico dell’Esercito, “Logistica 2.0″ e “Diapason Log 2017”, da cui sono scaturite due importanti pubblicazioni riguardanti il sostegno logistico alle operazioni terrestri”.

Articoli correlati:

Logistica 2.0 in Paola Casoli il blog

Diapason Log 2017 in Paola Casoli il Blog

Il COMLOG in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG Esercito

COMLOG Esercito: gli “Stati generali della logistica militare” alla Federico II di Napoli il 20 e 21 giugno

Domani e dopodomani, 20 e 21 giugno, all’Università degli Studi di Napoli Federico II, si svolgerà il seminario dal titolo “Stati generali della logistica militare”, organizzato dal Comando Logistico (COMLOG) dell’Esercito.

Obiettivo dell’attività, spiega il COMLOG con un comunicato stampa del 18 giugno, sarà quello di “delineare i possibili sviluppi evolutivi dell’attuale organizzazione logistica militare per renderla più aderente alla propria missione sia in contesti operativi sia in guarnigione, ricercando anche ogni possibile sinergia con le altre Forze Armate e il mondo industriale della Difesa, nell’ottica di una maggiore integrazione, economicità, dinamicità, ed efficacia”.

“Un appuntamento fondato sulla necessità di avviare un coordinamento dell’architettura logistica del Comparto Difesa concretamente propositivo per il potenziamento e lo sviluppo del Sistema Paese, sottolinea il COMLOG.

L’attività si terrà nell’Aula Magna della Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, sita in via Pansini n. 5 – Napoli.

Articoli correlati:

La logistica militare in Paola Casoli il Blog

Il COMLOG in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG; il logo COMLOG è di esercito.difesa.it

Comando Logistico dell’Esercito

Corpo Sanitario Esercito: 185 anni in prima linea

È stato celebrato ieri, 7 giugno, nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Roma Sapienza, il 185° anniversario del Corpo Sanitario dell’Esercito, istituito con Regio Decreto nel 1833, fa sapere con una nota stampa il Comando Logistico (COMLOG) dell’Esercito.

A dar lustro alla commemorazione, alla presenza della Bandiera di Guerra del Corpo Sanitario dell’Esercito e del Gonfalone di Roma Capitale, decorato di medaglia d’oro al valore militare, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito (CaSME), Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina.

Durante la cerimonia, fa sapere il COMLOG, sono state consegnate due croci di bronzo al merito dell’Esercito a medici militari che si sono particolarmente distinti nelle attività svolte in contesti operativi all’estero.

Al suo arrivo all’Ateneo, il Capo di SME è stato accolto dal Magnifico Rettore dell’Università Sapienza, Professor Eugenio Gaudio, dal Comandante Logistico dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Luigi Francesco De Leverano, e dal Comandante di Sanità e Veterinaria dell’Esercito, Maggior Generale Antonio Battistini, oltre che da numerose autorità militari civili e religiose accorse per l’evento.

Il gen Farina, nel suo intervento a chiusura della celebrazione, ha ringraziato tutti gli appartenenti alla sanità militare per il loro operato in Italia e all’estero; lavoro basato su principi e valori racchiusi nei due impegni che ogni medico militare assume nei confronti della Patria e della professione medica con il giuramento d’Ippocrate.

Ha poi sottolineato come la sanità militare stia vivendo un processo di integrazione con il Sistema Paese in chiave interforze e come l’Esercito Italiano sia in prima linea in questo processo. Infine ha ricordato i tanti progetti già realizzati e quelli in via di realizzazione grazie agli sforzi sinergici e concreti da parte di tutti i soggetti istituzionali, “per fare sempre di più insieme”.

La sinergia con la sanità pubblica e il mondo accademico è stato un tema affrontato anche nell’intervento del gen Battistini, che ha evidenziato inoltre come le esperienze vissute dal personale della sanità militare, in Italia e nelle missioni all’estero, siano occasioni formative uniche.

Il Magnifico Rettore, durante la sua lectio magistralis, dopo aver ringraziato il gen Farina per aver deciso di celebrare questa ricorrenza presso il prestigioso ateneo, ha voluto evidenziare quanto la collaborazione tra Esercito e università sia fondamentale per affrontare le nuove sfide a cui la sanità dovrà rispondere: “passare dall’insegnare la medicina a insegnare come si fa il medico nel rispetto del motto ‘sapere, saper fare saper essere!’”.

L’evento si è concluso con la conferenza sul tema “Le sfide internazionali della Sanità Militare”.

Articoli correlati:

COMLOG: 185° anniversario del Corpo Sanitario dell’Esercito, eccellenza in ambito Esercito e Difesa (5 giugno 2018)

Il Corpo Sanitario dell’Esercito in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: COMLOG