Genova

Esercito: artificieri all’opera domenica per tre ordigni a Roma, Genova e Avellino

Esercito Italiano_Bomba d'aereo AN-M64 A1 USAGli artificieri del 6° reggimento Genio pionieri di Roma, del 32° reggimento Genio guastatori di Torino e del 21° reggimento Genio guastatori di Caserta saranno impegnati domenica 20 settembre nel disinnesco di ordigni rispettivamente nelle aree di Roma, Genova e Avellino.

Nel dettaglio, personale del 6° reggimento Genio pionieri di Roma eseguirà la bonifica di un ordigno rinvenuto presso un cantiere edile ad Albano Laziale, in località Cecchina. L’attività di sgombero, coordinata dalla Prefettura di Roma, comporterà l’evacuazione di circa 3.000 persone residenti nel raggio di 400 metri dal luogo di ritrovamento della bomba; il brillamento avverrà in una cava di Ciampino.

Esercito Italiano_artificiere controlla spoletta posterioreNella stessa giornata avverrà la bonifica di una bomba d’aereo risalente alla Seconda Guerra Mondiale, rinvenuta alcuni giorni fa a Calata Bettolo, nei pressi del porto di Genova, dagli artificieri del 32° reggimento Genio guastatori di Torino. L’ordigno, un AN-M64 A1 statunitense da 226 chilogrammi, di cui 124 di esplosivo, è dello stesso tipo di quello rinvenuto nel Lazio. I disagi per il capoluogo ligure saranno comunque ridotti, grazie alla costruzione di un’opera di contenimento dell’onda d’urto e delle schegge che ha permesso di ridurre l’area considerata pericolosa a 300 metri.

Infine, a Sant’Angelo dei Lombardi, in provincia di Avellino, dove è stata rinvenuta una bomba d’aereo di fabbricazione inglese da 113 chilogrammi, gli artificieri dell’Esercito, effettivi al 21° reggimento Genio guastatori di Caserta provvederanno su attivazione della Prefettura di Avellino a neutralizzare la bomba che sarà poi distrutta presso la cava di Cipriano.

Esercito Italiano_artificiere ispeziona bomba con robot“L’Esercito, grazie alle esperienze maturate in Italia e all’estero, attraverso le capacità dual-use dei propri reparti Genio, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, è in grado d’intervenire nei casi di pubbliche calamità per garantire la sicurezza della collettività, dimostrandosi sempre una risorsa per il Paese”, sottolinea il comunicato stampa della stessa forza Armata, che dà notizia delle attività di bonifica di domani, 20 settembre.

L’Esercito negli ultimi dieci anni ha svolto oltre 30.000 interventi di bonifica su tutto il territorio nazionale, ed è l’unica Forza Armata preposta alla formazione e all’aggiornamento degli artificieri delle Forze Armate e Corpi Armati dello Stato.

Articoli correlati:

Gli artificieri dell’Esercito in Paola Casoli il Blog

La capacità dual-use dell’Esercito in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Esercito Italiano

Centenario Grande Guerra: il 24° Incontro italo-austriaco per la pace a Genova; l’apprezzamento del Presidente della Repubblica

Ha ricevuto il plauso del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, tramite il suo Consigliere per gli affari militari, generale Roberto Corsini, e l’augurio che possa essere “occasione di profonda riflessione sulle ragioni che lacerarono l’Europa del XX secolo”.

È il “24° Incontro italo-austriaco per la pace – A ricordo dei caduti e delle vittime civili della Grande Guerra”, che si terrà a Genova il 24 maggio prossimo: una serie di eventi, espressamente dedicati al ricordo di tutti i caduti e delle vittime civili della Grande Guerra, ideata e organizzata dal commendatore Mario Eichta, meranese che dalle vicende della sua famiglia ha sviluppato l’interesse per gli avvenimenti della Grande Guerra, soprattutto per quanto riguarda i dimenticati, ossia le vittime civili, come i profughi, gli internati e i confinati.

Proprio le vicissitudini familiari hanno determinato in Eichta la volontà di creare tra Italia e Austria un nuovo e più attuale modo europeistico di reciproca collaborazione e amicizia, raggiungendo questo obbiettivo alla fine degli Anni Ottanta con l’organizzazione nei due paesi di numerose cerimonie italo-austriache.

logo FOLLINA 2013Ed è precisamente a questo aspetto che fa riferimento il generale Corsini nella sua lettera indirizzata al commendatore Eichta: “L’ormai tradizionale appuntamento contribuisce a ribadire la visione comunitaria ed europeista che Austria e Italia hanno condiviso e saputo costruire nell’arco di un secolo dagli eventi bellici che li videro contrapposti”.

L’auspicio del Presidente Mattarella per il buon esito della manifestazione arriva tramite il generale Corsini in prossimità dell’evento, che domenica si svilupperà secondo il programma qui di seguito allegato e che ha come fulcro la cerimonia internazionale nell’Ossario Austro-Ungarico.

Articoli correlati:

Il Centenario Grande Guerra in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Claudio Mantovani – Federazione di Cremona e Provincia Istituto Nastro Azzurro tra Decorati VM

GENOVA  2015  programma in italiano

16_06_2012 - Ossario austro ungarico (61)

Emergenza maltempo: altri 50 militari dell’Esercito in arrivo nelle prossime ore in Liguria. Sono del Genio, arrivano da Piacenza e Torino e si aggiungono ai 90 già in azione

A seguito del forte peggioramento delle condizioni metereologiche, su richiesta della Prefettura di Genova, l’ Esercito ha fornito un ulteriore rinforzo di circa 50 uomini e mezzi del Genio per far fronte all’ emergenza in Liguria.

I militari in afflusso da Piacenza e da Torino, che si aggiungeranno ai 90 già in azione, raggiungeranno nelle prossime ore le zone più critiche.

L’ Esercito, grazie alla sua capacità “dual use”, garantisce costantemente aliquote di personale di pronto intervento in grado di intervenire su tutto il territorio nazionale per le pubbliche calamità.

Articoli correlati:

Emergenza maltempo: l’intervento dell’Esercito Italiano in Liguria. Foto (13 novembre 2014)

Emergenza maltempo: Esercito Italiano impegnato nei soccorsi in provincia di Genova. Chiavari, Cogorno e Carasco le località interessate dall’intervento (12 novembre 2014)

Emergenza maltempo e intervento dell’Esercito in Paola Casoli il Blog

La capacità dual-use dell’Esercito Italiano in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Esercito Italiano

Emergenza maltempo: Esercito Italiano impegnato nei soccorsi in provincia di Genova. Chiavari, Cogorno e Carasco le località interessate dall’intervento

Sono circa 80 gli uomini e le donne dell’Esercito che dal primo pomeriggio di ieri, 11 novembre, fa sapere la stessa Forza Armata, sono all’opera nella provincia di Genova su richiesta della locale Prefettura a seguito dell’ondata di maltempo che ha interessato il territorio ligure.

L’Esercito sta intervenendo nelle località di Chiavari, Cogorno e Carasco con i mezzi speciali del genio, idonei al ripristino della viabilità, con motopompe, e torri d’illuminazione campale.

La Forza Armata ha predisposto un dispositivo di pronto impiego, attivo con continuità in tutte le regioni.

L’Esercito Italiano, sempre più caratterizzato dalla capacità di intervento “dual-use”, ovvero eccellenza sia in ambito operativo ma anche negli interventi a supporto della popolazione in campo della sicurezza e della protezione civile, ha schierato unità molto specializzate quali le unità del Genio.

Questi reparti, grazie all’elevato livello di preparazione dei propri uomini e ai mezzi tecnici e tattici a disposizione, sono stati in grado di svolgere interventi di rilievo e in alcuni casi molto complessi, come recentemente avvenuto già a Genova, Parma, Alessandria e nel grossetano.

Articoli correlati:

L’emergenza maltempo e l’intervento delle Forze Armate in Paola Casoli il Blog

La capacità dual-use dell’Esercito Italiano in Paola Casoli il Blog

Foto (archivio: l’intervento dell’Esercito a Genova e Parma lo scorso mese di ottobre): Esercito Italiano

Marina Militare: celebrazione con gli Incursori del centenario dell’amm Luigi Durand de la Penne. Il programma degli eventi a Genova da domani 14 a domenica 16 febbraio

Da domani 14 febbraio, fino al prossimo 16 febbraio, nel Porto Antico di Genova la Marina Militare celebra il centenario della nascita dell’ammiraglio Luigi Durand de la Penne, decorato di Medaglia d’Oro al Valor Militare per l’eroica azione compiuta il 19 dicembre 1941 durante l’Impresa di Alessandria d’Egitto, una delle più importanti della storia navale.

Un’azione commentata dal noto statista Sir Winston Churchill con queste parole: “Sei italiani equipaggiati con materiale di costo irrisorio, hanno fatto vacillare l’equilibrio militare in Mediterraneo a vantaggio dell’asse”.

Nella notte tra il 18 e il 19 dicembre 1941, sei marinai italiani violarono la base di Alessandria dove la Royal Navy custodiva le sue navi migliori, affondando le corazzate Valiant e Queen Elizabeth, distruggendo la petroliera Sagona e danneggiando gravemente il cacciatorpediniere Jervis.

In occasione dell’evento sarà presente in porto il cacciatorpediniere Durand de la Penne (foto).

Sulla nave della Marina Militare sarà allestita una mostra storica aperta a tutti i cittadini che vorranno approfondire la conoscenza dell’ammiraglio Luigi Durand de la Penne, e quale importanza abbia avuto anche nel periodo post bellico, essendo stato il Comandante dei subacquei militari che hanno condotto le operazioni di bonifica degli ordigni inesplosi rinvenuti in acqua, consentendo così la riattivazione del porto e la conseguente ripresa economica della città.

Il programma degli eventi:

Venerdì 14.02.14

ore 11.00

Genova, nave Durand de la Penne – Cerimonia del centenario della nascita della MOVM Amm. Luigi Durand de la Penne

ore 12.00

Inaugurazione della mostra dedicata all’Impresa di Alessandria d’Egitto del 19 dicembre 1941 e alla MOVM Amm. Luigi Durand de la Penne realizzata a bordo di nave Durand de la Penne

ore 12.15

Evento tattico realizzato dal personale del Gruppo Operativo Incursori

ore 15.00

Visite a bordo dell’unità fino alle ore 19.00 aperte alla cittadinanza

Sabato 15.02.14

ore 09.30/12.30 e 15.00 /19.00

Visite a bordo dell’unità aperte alla cittadinanza

ore 10.00

Genova, nave Durand de la Penne – Conferenza a favore delle scuole della città dal titolo “L’impresa di Alessandria d’Egitto e l’ammiraglio Luigi Durand de la Penne”

Domenica 16.02.14

ore 09.30/12.30 e 15.00/19.00

Visite a bordo dell’unità aperte alla cittadinanza

ore 10.00

Genova, nave Durand de la Penne – Santa Messa domenicale celebrata in suffragio delle vittime del crollo della torre del porto di Genova

ore 18.00

Genova, auditorium dell’Acquario – Conferenza aperta alla cittadinanza dal titolo “L’impresa di Alessandria d’Egitto e l’ammiraglio Luigi Durand de la Penne” tenuta dal contrammiraglio Francesco Chionna, Comandante del Raggruppamento Subacquei e Incursori Teseo Tesei

Fonte e foto: Marina Militare

Esercito Italiano: artificieri del 32° reggimento genio della brigata alpina Taurinense bonificano piccolo arsenale a Genova

È stato rinvenuto nel corso di alcuni lavori di ristrutturazione in uno stabile di via Bolzaneto a Genova il piccolo arsenale bonificato ieri dagli artificieri del 32° reggimento genio della brigata alpina Taurinense.

Chiamati a intervenire con urgenza dalla Prefettura di Genova, gli artificieri dell’Esercito hanno rinvenuto in una intercapedine 5 bombe a mano, 1 bomba incendiaria, 2 mine anti uomo, 1 Carabina Winchester e 1 mitra Thompson , 1 silenziatore, 11 serbatoi, 2 portacaricatori e circa 1.600 cartucce. Il materiale è stato successivamente rimosso e trasportato in una cava a Né, in provincia di Genova, dove è stato distrutto.

Ora i residenti, 8 famiglie evacuate lunedì sera, hanno potuto far ritorno nelle proprie abitazioni.

Gli specialisti dell’Esercito appartenenti al 32° genio sono organizzati in team di pronto intervento denominati EOD ( Explosive Ordnance Disposal) e hanno la competenza per questo tipo di interventi su tutto il territorio del nordovest. Vantano una lunga esperienza nel settore maturata anche grazie alle missioni operative svolte all’estero, in particolare in Afghanistan.

Il 32° reggimento genio guastatori costituisce la risorsa dedicata alla mobilità, contro mobilità, schieramento e supporto al combattimento della brigata alpina Taurinense. Oltre ai compiti operativi, come gli altri reggimenti del genio dell’Esercito, interviene, quando richiesto, in attività a supporto della popolazione in caso di calamità naturali. Il reggimento è una delle 12 unità dell’Arma del Genio che hanno l’incarico esclusivo di bonificare il territorio nazionale dai numerosi residuati bellici ancora esistenti e pericolosi.

Ogni reggimento Genio ha competenza su una parte del territorio nazionale e, nell’anno appena concluso, sono stati eseguiti più di 2.000 interventi specialistici per la bonifica di ordigni in tutta la penisola. Negli ultimi 10 anni gli interventi sono stati oltre 30.000.

La Forza Armata, grazie alla capacità dual-use dei propri reparti genio, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, è in grado d’intervenire nei casi di pubbliche calamità e utilità, in ogni momento, su tutto il territorio italiano a supporto della comunità nazionale come recentemente avvenuto in occasione dell’emergenza maltempo in Sardegna e in queste ultime ore in Emilia.

Articoli correlati:

Il Genio militare in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: stato maggiore Esercito

Genova, incidente porto: il cordoglio del CaSMD ammiraglio Binelli Mantelli

Il Capo di stato maggiore della Difesa (CaSMD) ha inviato un messaggio di cordoglio al Capo di stato maggiore della Marina e al Presidente dell’Autorità Portuale di Genova.

Il CaSMD, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, dopo aver appreso con dolore del gravissimo incidente occorso a Genova nella notte di oggi e che ha interessato un così elevato numero di marinai e operatori del comparto specialistico del porto di Genova, ha espresso, a nome proprio e di tutti gli uomini e le donne delle Forze Armate, i sentimenti di profondo cordoglio per i militari del Corpo delle Capitanerie della Marina Militare e per il personale civile deceduti nella sciagura, affettuosa solidarietà per i feriti e trepidazione per i dispersi.

Al personale civile e militare coinvolto nella triste vicenda, in servizio e nell’adempimento del proprio dovere e ai loro familiari, l’ammiraglio Binelli Mantelli ha rivolto la propria sentita vicinanza e quella di tutte le Forze Armate.

Articolo correlato:

Genova, incidente porto: intervengono i palombari della Marina Militare (8 maggio 2013)

Fonte: stato maggiore Difesa

Logo: stato maggiore Difesa

Al 52° Salone nautico di Genova, il Calendario 2013 della Marina Militare: impegno costante anche nella crisi

Viene presentato oggi 9 ottobre, alle 11.30, a bordo della Nave Scuola Amerigo Vespucci ormeggiata nel Porto Antico di Genova nell’ambito del 52° Salone nautico internazionale di Genova, il Calendario 2013 della Marina Militare Italiana. L’evento avrà luogo in concomitanza della conferenza stampa di presentazione del pre-bando di regata relativo al 30° Trofeo Accademia Navale e Città di Livorno.

Il Calendario della Marina 2013 contiene una selezione delle foto, scelte per il loro forte impatto emozionale, che sottolineano il costante impegno anche in un contesto sociale ed economico mondiale.

Gli scatti illustrano una Marina moderna ed evoluta, capace di operare efficacemente e in maniera credibile sul mare e dal mare. Una Marina in costante aggiornamento ed evoluzione, che accetta anche l’ultima grande sfida imposta dalla situazione contingente: “fare di più con meno risorse”.

Il Capo di stato maggiore della Marina Militare, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, nella prefazione al Calendario ribadisce l’importanza del ruolo della Forza Armata nella sicurezza marittima del mare nostrum, che “pur rappresentando solo l’1% della superficie marina del globo, è vitale per le rotte commerciali e per l’economia mondiale, e la cronica instabilità di alcune sue coste potrebbe mettere a repentaglio questi flussi vitali”.

“La vera sfida a cui è chiamata la Marina Militare, continua l’ammiraglio, è quella di attuare una revisione in chiave efficientista”.

Le immagini del calendario del prossimo anno mostrano la Marina che guarda al futuro, ma sempre con grande attenzione alle proprie radici, mantenendo ben solido il filo che lega tradizione e innovazione, valori e doveri, per adempiere al meglio ai suoi due principali impegni di difesa e sorveglianza marittima integrata e di proiezione di capacità sul mare e dal mare.

Articoli correlati:

La Marina Militare Italiana in Paola Casoli il Blog

Fonte: Marina Militare

Foto: Nave scuola Amerigo Vespucci/Marina Militare

La Marina Militare al Salone nautico di Genova. Oggi dibattito sullo sport e celebrazione sport del mare

Il mare come luogo d’amicizia tra tutti i popoli del Mediterraneo. Lo sport come veicolo di valori sociali e come propellente per lo sviluppo del territorio.

Questi i concetti che l’associazione di promozione sociale Learn To Be Free Onlus (LTBF) e Marina Militare Italiana discuteranno insieme oggi al 52° Salone Nautico Internazionale di Genova per celebrare il mare come luogo d’amicizia tra tutti i popoli del Mediterraneo.

Alle ore 15.30, nella sala stampa del quartiere fieristico del salone nautico, si svolgerà il dibattito sullo sport come veicolo di valori positivi e di crescita territoriale e come potente mezzo di inclusione sociale.

Verranno presentate, in tale occasione, iniziative di sviluppo quali la presentazione del futuro Centro sportivo di Tirana, la promozione delle attività sportive, il coinvolgimento dei giovani con un occhio sempre vigile verso la valorizzazione e la difesa delle identità proprio di ogni popolo e territorio. Inoltre verrà consegnato un riconoscimento da parte del Comitato regionale Liguria del Coni nella persona del presidente Vittorio Ottonello all’atleta Massimo Voltolina.

Presenzieranno al dibattito il Presidente della LTBF Onlus, Irene Pivetti, e il realizzatore del futuro Centro sportivo di Tirana nonché gestore del centro sportivo modello di Parma, Raffaele Quarantelli.

Alle 17.00, nella nave scuola Amerigo Vespucci ormeggiata nel Porto Antico di Genova, si terrà la celebrazione degli sport del mare, ricordando le imprese dell’equipaggio della Marina Militare, vincitore del Campionato nazionale ed europeo della classe J24, e la prima traversata a nuoto no-stop del Mare Adriatico, compiuta da Massimo Voltolina. Il triatleta riceverà una targa donata dalla Marina Militare.

Presenzieranno alla cerimonia il Capo di stato maggiore della Marina, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, e il presidente della LTBF Onlus, Irene Pivetti.

Articoli correlati:

La Marina Militare in Paola Casoli il Blog

Fonte: Marina Militare Italiana

Foto: 52° Salone nautico internazionale di Genova