Mauro Prezioso

CME Puglia: il CaSME gen Farina firma la Carta di Leuca. Il testo del documento, per un Mediterraneo di pace e convivialità

Si è svolta oggi, 10 agosto, alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito (CaSME), Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina, del Vescovo di Ugento- Santa Maria di Leuca, Mons Vito Angiuli, e delle massime autorità civili e interreligiose, la firma della “Carta di Leuca”, una lettera d’intenti nella quale i giovani, appartenenti a diversi paesi del Mediterraneo, proclamano il loro impegno verso la pace e la costruzione di percorsi di convivialità.

È il Comando Militare Esercito (CME) Puglia a darne notizia con un comunicato stampa di oggi, 10 agosto.

I giovani pellegrini hanno stilato la carta durante un percorso durato cinque giorni che si è articolato in tutto il Salento, sostando nelle città di Brindisi, Lecce, Copertino, Otranto, Alessano e Leuca, si apprende.

Per rendere più agevole il cammino, i militari del Reparto Comando e Supporti Tattici Pinerolo hanno allestito bagni, docce, lavabi e hanno coadiuvato in maniera fattiva a tutte le predisposizioni logistiche utili all’accoglienza dei pellegrini, impiegando oltre 50 uomini, e 20 mezzi.

Nella fase conclusiva del cammino, 12 tedofori dell’Esercito, con in testa il gen Farina, affiancato dal Generale di Brigata Mauro Prezioso – coordinatore delle attività condotte per l’occasione dall’Esercito – hanno portato la Fiamma della Pace, accesa dal braciere posto sul sacello di Don Tonino Bello, fino al sagrato della Basilica di Santa Maria Finibus Terrae: “un gesto che vuole simbolicamente sottolineare il ruolo del soldato quale portatore di pace, sottolinea il comunicato stampa.

Il gen Farina, nel salutare i presenti, italiani e stranieri, ha ricordato che quella che si conclude oggi è un’occasione utile a promuovere la pace e la civile convivenza, temi molto cari all’Esercito e alle Forze Armate Italiane.

Ringraziamenti al puntuale e fattivo contributo dell’Esercito sono pervenuti, a nome di tutta la metropolia di Lecce, da Mons Angiuli per il fondamentale supporto logistico e per il gesto altamente simbolico compiuto nel portare la fiamma perpetua della pace, del Servo di Dio, Don Tonino Bello, conclude il CME Puglia.

Il testo della Carta di Leuca (fonte CME Puglia):

#cartadileuca.2

Mediterraneo è convivialità

Step by step, face to face siamo giunti a De finibus terrae per guardare insieme il Mar Mediterraneo e ascoltare la sua fame di Pace!

Abbiamo camminato gli uni accanto agli altri condividendo la fatica della strada. Ci siamo guardati in volto riconoscendoci amici. E oggi vogliamo condividere con il mondo ciò che abbiamo toccato: la gioia della convivialità! Per questo, facendoci interpreti dei desideri e delle speranze di ogni amico e di ogni amica che vive nei Paesi bagnati da questo mare vogliamo dichiarare che il Mediterraneo è convivialità!

Per noi il Mediterraneo è convivialità del creato!

In questi giorni abbiamo contemplato la bellezza di tutto ciò che ci circonda: l’allegria della terra, la profondità del cielo, la danza del mare. Vogliamo dichiarare con forza che il creato va custodito con responsabilità e le risorse della terra, in particolare l’acqua, vanno condivise nella logica della convivialità.

Per noi il Mediterraneo è convivialità dei volti!

In questi giorni abbiamo sperimentato la bellezza del vivere insieme: la preziosità dei volti, la forza incoraggiante delle mani, il suono armonioso delle voci. Vogliamo dichiarare con forza che ogni persona è un dono e deve avere il diritto di esprimere i suoi talenti per il bene di tutti e senza limitazioni né di spazio né di cultura.

Per noi il Mediterraneo è convivialità economica!

In questi giorni abbiamo sperimentato la bellezza del condividere ogni cosa: dal cibo alla casa, dalle storie alla strada. Vogliamo dichiarare con forza che la felicità e il benessere non nascono da un’economia del consumo orientata alla moltiplicazione del profitto nel breve termine, ma da un’economia civica, orientata innanzitutto al bene comune, dove lo scambio ed il profitto sono vincolati al rispetto dei diritti umani e alla cura della casa comune.

Per noi il Mediterraneo è convivialità partecipativa!

In questi giorni abbiamo vissuto la bellezza del costruire un’esperienza insieme, sperimentando una vera e propria svolta di civiltà. Vogliamo dichiarare con forza che non possiamo più subire le scelte di pochi, ma vogliamo realizzare una democrazia collaborativa, in cui diventare protagonisti attivi alla res publica incominciando dal comprendere l’istanza di riconoscimento espressa da ogni persona.

Da De finibus terrae vogliamo far giungere su ogni sponda del Mediterraneo la bellezza del vivere la convivialità delle differenze in un mondo in cui oltre al tempo condividiamo lo spazio: un’unica terra bagnata da un unico mare e abitata da un’unica umanità!

Articoli correlati:

CME Puglia: l’Esercito tra i giovani alla Carta di Leuca per un futuro migliore (6 agosto 2018)

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia: l’Esercito tra i giovani alla Carta di Leuca per un futuro migliore

È partito ieri, 5 agosto, dalla cattedrale di Brindisi La Carta di Leuca, un meeting internazionale che, attraverso un cammino lungo le antiche vie di storia, di cultura e di pellegrinaggio, si propone come grande occasione per sollecitare un maggiore impegno di tutti verso la Pace, ha fatto sapere il Comando Militare Esercito (CME) Puglia con un comunicato stampa del 5 agosto.

A dare il via all’attività, che gode tra gli altri del patrocinio dell’Esercito, il Vescovo di Brindisi, Mons Domenico Caliandro, con il Vescovo di Ugento -Santa Maria di Leuca, Mons Vito Angiuli, alla presenza delle massime autorità religiose, civili e militari locali e di oltre 300 giovani provenienti dalle diocesi salentine e da molti paesi appartenenti alla fascia mediterranea, si apprende.

Il Generale di Brigata Mauro Prezioso, Comandante Territoriale dell’Esercito in Puglia, intervenuto alla partenza, ha affermato che “l’Esercito aderisce con entusiasmo alle attività che riguardano i giovani e il sociale, soprattutto quando esse sono veicolo per la diffusione di valori etici e di solidarietà”.

La Forza Armata, oltre a patrocinare l’evento, ha messo a disposizione dei partecipanti vari assetti logistici: dai trasporti, alle docce, ai bagni. Il tutto per rendere più confortevole il cammino dei pellegrini che partendo da Brindisi raggiungeranno Santa Maria di Leuca.

“L’Esercito – conclude il comunicato – non poteva mancare a un appuntamento così importante: un laboratorio interculturale e interreligioso rivolto ai giovani che vivono nelle diverse sponde del Mediterraneo e che si impegnano vicendevolmente nella realizzazione di un futuro migliore attraverso la costruzione di percorsi di Convivialità”.

Articoli correlati:

Il CME Puglia in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia: al via il Tour promozionale estivo dell’Esercito nelle località balneari. Tutti gli appuntamenti

Ha preso il via, lungo le spiagge del litorale pugliese, il “Tour promozionale estivo” dell’Esercito, ha fatto sapere il Comando Militare Esercito (CME) Puglia con un comunicato stampa del 3 luglio scorso.

Il Tour vedrà personale dell’Esercito illustrare le opportunità professionali e gli sviluppi di carriera offerti dalla Forza Armata.

L’iniziativa, organizzata dal CME Puglia, con al vertice il gen Mauro Prezioso, è condotta in sinergica collaborazione con i reggimenti della brigata Pinerolo e della Scuola di Cavalleria di Lecce.

In particolare, spiega il CME Puglia, in ogni tappa del tour sarà allestito un Infopoint, con personale riconoscibile dall’abbigliamento con marchio “Esercito” disponibile a fornire tutte le informazioni necessarie su come accedere al “mestiere del soldato”, e a raccontare le esperienze e la crescita professionale degli appartenenti alla Forza Armata, siano essi Ufficiali, Sottufficiali o Graduati.

Il tour, iniziato lo scorso 19 giugno dal litorale barese e da Porto Cesareo (Lecce), proseguirà verso il Lido di Siponto (Foggia) e sul litorale Salentino, per poi toccare le altre spiagge della Capitanata e il Tarantino.

Le prossime tappe del tour promozionale estivo dell’Esercito in Puglia saranno: a Barletta, Litoranea di Levante e a Sant’Isidoro, Marina di Nardò (LE) l’11 luglio, il 18 luglio a Santa Maria al Bagno, Nardò (LE), il 26 luglio a Bari, lungomare Perotti – spiaggia “Pane e Pomodoro” e Lido di Porto Cesareo (LE), l’8 e il 22 agosto, a Castellaneta Marina Lido (TA), il 4 settembre Lido di Gallipoli (LE) e l’11 settembre al  Lido di Otranto (LE).

“Un’occasione unica e divertente – conclude il comunicato – per poter acquisire informazioni su una nuova e avvincente prospettiva professionale e di vita”.

Articoli correlati:

Il Tour promozionale dell’Esercito in Paola Casoli il Blog

Il CME Puglia in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia: Bari Night Run, l’Esercito conquista il podio

È terminata questa notte, con il successo della squadra del Comando Militare Esercito (CME) Puglia la “Bari Night Run”, gara podistica sportiva organizzata dalla Fabrica di Corsa in collaborazione con il Comune di Bari, ha fatto sapere oggi, 30 giugno, lo stesso CME Puglia.

La competizione, giunta alla sua quinta edizione, è partita da Largo Giannella e si è sviluppata su un percorso di dieci chilometri, tracciato nell’ambito del centro cittadino e del lungomare.

Bari Night Run, che nel corso del tempo è divenuta una vera festa, ha visto la partecipazione quest’anno di oltre 3.000 iscritti, tra i quali i componenti della squadra organizzata dal CME Puglia in sinergia con l’ASD Fiamme Cremisi.

“A portare la squadra al traguardo – scrive il CME Puglia – il Generale di Brigata Mauro Prezioso, Comandante Territoriale dell’Esercito in Puglia, e runner per passione, che per l’occasione ha anche ricevuto una targa di riconoscimento per l’attività svolta dall’Esercito a favore della promozione dello sport”.

A salire sul gradino più alto del podio il Bersagliere, Caporal Maggiore Scelto, Giovanni Auciello, che ha dominato la gara durante tutto il percorso, insieme al Caporal Maggiore Scelto Vincenzo Trentadue, classificatosi al terzo posto.

Ottimi piazzamenti anche degli altri componenti della squadra, si apprende: tra i primi dieci, oltre ai Caporal Maggiori Scelti Auciello e Trentadue, l’Esercito si piazza al quarto posto con Luca Quarta, al sesto con Antonio Varallo e al settimo con Carmine Salvia.

L’Esercito per l’occasione ha allestito un Infopoint, che ha consentito ai giovani cittadini di informarsi circa le possibilità professionali offerte dalla Forza Armata e le modalità di accesso ai vari concorsi.

Durante il suo intervento il gen Prezioso, nel ringraziare il gen Rosario Castellano, Comandante delle Forze Operative Sud (COMFOPSUD), che ha reso possibile la partecipazione di una squadra dell’Esercito alla manifestazione, ha evidenziato che la Forza Armata pone grande attenzione allo sport, così come confermato dalle 264 medaglie conquistate nel 2017 in competizioni sportive internazionali.

L’evento è stato organizzato dalla Gazzetta del Mezzogiorno e dalla Fabrica di Corsa ed è patrocinato dal CME Puglia, dall’Assessorato allo Sport del Comune di Bari e dalla Federazione Italiana di Atletica Leggera.

Articoli correlati:

Esercito: il CME Puglia stasera alla Bari Night Run, corsa podistica notturna per le vie del centro e sul lungomare (29 giugno 2018)

Il CME Puglia in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: CME Puglia

Esercito: il CME Puglia stasera alla Bari Night Run, corsa podistica notturna per le vie del centro e sul lungomare

L’Esercito partecipa con una propria squadra alla quinta edizione della “Bari Night Run”, che si tiene a Bari stasera, 29 giugno, con partenza da Largo Giannella alle 21.30, ha annunciato il 25 giugno scorso il Comando Militare Esercito (CME) Puglia con un comunicato stampa.

La “Bari Night Run” è una gara podistica sportiva – “una delle poche a svolgersi di notte”, spiega il CME Puglia –  con un percorso che si snoderà tra le vie della città e del lungomare, ravvivando il centro storico.

L’adesione alla gara è stata annunciata dal gen Mauro Prezioso, Comandante Territoriale dell’Esercito in Puglia, durante la conferenza stampa tenutasi nel palazzo di città del Comune di Bari a cui hanno partecipato il Sindaco, Antonio Decaro, l’Assessore allo Sport, Pietro Petruzzelli, il presidente dell’ASD la Fabbrica di Corsa, Pierdavide Losavio, il Presidente del CONI Puglia, Angelo Giliberto, Gaetano Campione, della Gazzetta del Mezzogiorno, e Roberto Catalano, della Volkswagen Zentrum, sponsor della gara.

Una squadra competitiva, costruita dal CME Puglia in sinergia con l’ASD Fiamme Cremisi, che vede tra i suoi componenti i Caporal Maggiore Scelti: Giovanni Auciello, del 7° reggimento Bersaglieri, campione europeo master di mezza maratona, e Vincenzo Trentadue, del 9° reggimento Fanteria Bari, già campione nazionale di maratona militare.

“Ma non solo con una squadra – annuncia il CME nel comunicato stampa –  l’Esercito sarà presente anche con un Infopoint, per consentire ai cittadini di beneficiare di un utile servizio teso a informare i giovani circa le possibilità professionali offerte dalla Forza Armata e le modalità di accesso ai vari concorsi”.

Durante il suo intervento il gen Prezioso ha evidenziato che lo sport non solo è essenziale per l’addestramento dei militari, ma è anche un valido veicolo per favorire la convivenza civile ed è elemento di integrazione e inclusione sociale, oltre che efficace strumento per migliorare il benessere psico-fisico.

Anche la partecipazione dell’Esercito alle grandi manifestazioni sportive, quali ad esempio Olimpiadi, campionati mondiali nei vari sport eccetera, rappresenta il segno tangibile dell’interesse della Forza Armata nei riguardi delle attività sportive, sottolinea il comunicato.

“Qui in Puglia – ha dichiarato il Comandante – la nostra presenza alle più importanti gare organizzate sul territorio è il segno tangibile che quando c’è sport e ci sono valori positivi da veicolare ‘noi ci siamo sempre’“.

L’evento è stato organizzato dalla Gazzetta del Mezzogiorno e dalla Fabrica di Corsa ed è patrocinato dal CME Puglia, dall’Assessorato allo Sport del Comune di Bari e dalla Federazione Italiana di Atletica Leggera.

Articoli correlati:

Il CME Puglia in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia: premiati gli studenti vincitori del concorso Caporetto oltre la sconfitta

Sono stati premiati a Palazzo Mariano, a Canosa di Puglia (BT), gli studenti vincitori del concorso indetto dal Ministero della Difesa in sinergia con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), per le celebrazioni del centenario della Grande Guerra.

Ne dà notizia il Comando Militare Esercito (CME) Puglia con un comunicato stampa del 15 maggio.

Il concorso, bandito nel 2017, aveva come tema: “1917-2017 – Significato, valore, lezione di una sconfitta: quando una Caporetto diventa occasione di rinascita”.

Tantissime le scuole che hanno aderito all’iniziativa, culminata il 15 maggio con la cerimonia di premiazione degli studenti dell’Istituto “Marconi- Carella- Losito”, classificati al secondo posto con il lavoro dal titolo: “Cara guerra…cara Italia”, costituito da un plastico rappresentante la battaglia di Caporetto corredato da una raccolta di foto dell’epoca e da una rielaborazione di diari di guerra.

In Puglia sono solo due gli istituti classificati in posizione di merito, si apprende.

Oltre al “Marconi- Carella- Losito” anche l’Istituto Comprensivo “E. Springer” di Surbo (LE) è riuscito ad aggiudicarsi il terzo premio con il lavoro: “Diario di una crocerossina”.

Il personale del Comando Militare Esercito Puglia, agli ordini del Generale di Brigata Mauro Prezioso, dopo la premiazione degli alunni, ha consegnato al dirigente scolastico dell’istituto, dottoressa Amalia Balducci, una bandiera tricolore, a simbolo dell’unione che lega indissolubilmente i due dicasteri.

Presenti alla cerimonia le autorità civili e militari locali e tantissimi studenti appartenenti agli istituti scolastici canosini.

“Il concorso – scrive il CME Puglia – ha rappresentato lo spunto per una riflessione più generale sulla capacità di imparare a vivere anche una sconfitta come una sfida e un’occasione per reagire positivamente”.

Rientra tra le iniziative organizzate congiuntamente tra il Ministero della Difesa e il MIUR in attuazione del Protocollo d’intesa “Favorire l’approfondimento della Costituzione italiana e dei principi della Dichiarazione universale dei diritti umani, in riferimento all’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione”.

Articoli correlati:

Il CME Puglia in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia: “Grande Guerra. Fede e Valore” e “I volti del ‘900”, attestati di merito per gli studenti del Liceo Oriani di Corato

La consegna degli attestati di merito agli studenti del Liceo Oriani di Corato, Bari, che hanno guidato i visitatori lungo l’esposizione durante la mostra “I volti del 900”, si è svolta nella storica cornice di Palazzo Gioia, ha fatto sapere il Comando Militare Esercito (CME) Puglia con un comunicato stampa del 23 aprile.

In particolare, il gen Mauro Prezioso, Comandante Militare territoriale dell’Esercito in Puglia, ha premiato i giovani che hanno operato nel settore dedicato alla Prima Guerra Mondiale, dove era stata allestita la mostra itinerante, edita dallo Stato Maggiore dell’Esercito, intitolata “La Grande Guerra. Fede e valore”.

“Un connubio vincente quello tra Esercito, scuola e istituzioni”, hanno evidenziato il Sindaco di Corato, dott Massimo Mazzilli, e la dirigente dell’Istituto “Oriani- Tandoi”, professoressa Angela Adduci, riportando il grande entusiasmo che gli studenti hanno mostrato durante tutto il periodo della mostra.

Il gen Prezioso ha espresso viva soddisfazione per l’ottima riuscita dell’evento e, in particolare, per il ruolo attivo svolto dagli studenti, evidenziando come il Comando da lui diretto sia sempre in prima linea per promuovere eventi culturali, sportivi, espositivi con l’obiettivo primario di coinvolgere i giovani.

“Un successo a tutto campo quello della Mostra ‘I volti del 900’”, ha sottolineato la curatrice Annamaria Lamonica, visti gli oltre 7.000 visitatori che si sono avvicendati nelle stanze di Palazzo Gioia.

La mostra itinerante “La Grande Guerra. Fede e valore” allestita dal CME Puglia in occasione del Centenario della Prima Guerra Mondiale continuerà il suo percorso nelle città pugliesi. La prossima tappa, dal 3 maggio, a San Ferdinando di Puglia (Bt), conclude il comunicato stampa.

Articoli correlati:

“Grande Guerra. Fede e Valore” in Paola Casoli il Blog

Il CME Puglia in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: CME Puglia

 

CME Puglia: Grande Guerra, Fede e Valore al Castello di Vieste fino al 16 aprile

È stata inaugurata nella mattina dell’11 aprile scorso, nelle sale del Castello Svevo Aragonese, a Vieste (FG), la mostra itinerante dello Stato Maggiore dell’Esercito – Ufficio Storico, intitolata “La Grande Guerra. Fede e Valore”, allestita dal Comando Militare Esercito Puglia (CME Puglia), in collaborazione con la Marina Militare, il comune di Vieste e l’Associazione Nazionale Bersaglieri pugliese.

La mostra, realizzata in occasione delle commemorazioni del Centenario della Grande Guerra, vuole rendere omaggio agli uomini e alle donne che furono i protagonisti di quel tragico periodo, rinverdendone il ricordo attraverso l’esposizione di pannelli didattici, stampe, illustrazioni, cimeli e divise dell’epoca, scrive il CME Puglia nel comunicato stampa con cui ha dato notizia dell’evento.

Alla cerimonia di apertura, iniziata con il concerto della Fanfara dell’Associazione Nazionale Bersaglieri (ANB) di Vieste, diretta dal Maestro Vincenzo Mastromatteo, hanno preso parte il Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia, gen Mauro Prezioso, l’Assessore alla cultura, Graziamaria Starace, il direttivo dell’ANB regionale e provinciale, i dirigenti degli istituiti scolastici superiori, le associazioni combattentistiche e d’arma, oltre a una folta rappresentanza di studenti appartenenti al liceo scientifico  Fazzini.

Durante la conferenza di apertura, il gen Prezioso ha ringraziato tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione dell’evento, in primis la Marina Militare che ha messo a disposizione il sedime del castello, il Comune e la locale ANB.

Ha poi inquadrato in maniera sintetica ed efficace la Grande Guerra, ponendo l’accento sugli avvenimenti bellici che coinvolsero il territorio pugliese.

Un plauso particolare è stato tributato ai prestatori privati Piero Violante e Francesco Tria, che generosamente hanno messo a disposizione il materiale uniformologico e le stampe esposte, spiega il CME Puglia.

L’assessore Starace ha espresso nel suo intervento viva soddisfazione per la riuscita dell’evento, sottolineando come la presenza della mostra, allestita dall’Esercito, rappresenti “un’occasione unica che permette, soprattutto ai più giovani, di toccare con mano la storia”.

La mostra descrive uno spaccato dell’intera società del periodo, che visse ‘con’ e ‘nell’Esercito’ il primo grande momento di unità nazionale.

L’ingresso alla mostra è libero e gratuito tutti i giorni dalle 10.00 alle 12,00 e dalle 16.00 alle 19.00 fino al 16 aprile.

Articoli correlati:

La mostra La grande Guerra. Fede e Valore in Paola Casoli il Blog

Il CME Puglia in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia: con gli Sbocchi Occupazionali 15 nuovi Addetti alla ristorazione pronti per il mondo del lavoro dopo il servizio attivo

Il Comando Militare Esercito Puglia (CME Puglia) ha organizzato, sul territorio pugliese, vari corsi di formazione nell’ambito del progetto Sbocchi Occupazionali, tra i quali il corso di “Operatore per l’approvvigionamento della cucina, conservazione e trattamento delle materie prime” che si è appena concluso con la consegna ieri, 10 aprile, nella caserma Domenico Picca di Bari, degli attestati di abilitazione a 15 ragazzi e ragazze che hanno superato il corso.

È lo stesso CME Puglia a darne notizia con un comunicato stampa del 10 aprile.

Il progetto Sbocchi Occupazionali è la concretizzazione dell’impegno del Ministero della Difesa nella direzione di agevolare l’inserimento nel mondo del lavoro dei giovani militari congedati.

Il progetto, spiega in dettaglio il CME Puglia, ha il compito di porre i volontari che si congedano, attraverso un percorso strutturato, nelle migliori condizioni per una ricerca attiva di occupazione nel mondo del lavoro.

Il corso per addetti alla ristorazione, da poco conclusosi con il superamento di un esame finale, è stato organizzato a livello interforze dalla Sezione Collocamento al lavoro del CME Puglia e svolto nella sede di Bari dall’Istituto Kronos.

Il gen Mauro Prezioso, Comandante Militare territoriale dell’Esercito in Puglia, ha evidenziato come il Ministero della Difesa si impegni attivamente nel seguire il personale militare anche dopo il servizio attivo.

Alla cerimonia, oltre al gen Prezioso, sono intervenuti il Consigliere Massimo Majorano, in delega del Sindaco di Bari, il prof Sebastiano Leo, Assessore al Diritto allo Studio e alla Formazione della Regione Puglia, la dottoressa Annalisa D’Adamo, in rappresentanza dell’Istituto di formazione Kronos, e il Presidente della SOA Corporate, Oronzo Angiulli, conclude il comunicato stampa del CME Puglia.

Articoli correlati:

Il progetto Sbocchi Occupazionali in Paola Casoli il Blog

Il CME Puglia in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: CME Puglia

CME Puglia: presentato in anteprima regionale il volume Non chiamatelo fiume. Dal Grappa al Piave, storia di un monumento d’Italia

È stata organizzata dal Comando Militare Esercito (CME) Puglia, nell’auditorium dell’Istituto tecnologico Pitagora, di Bari, la presentazione ieri, 27 febbraio, in anteprima regionale, del volume “Non chiamatelo fiume. Dal Grappa al Piave, storia di un monumento d’Italia”, realizzato dallo Stato Maggiore dell’Esercito.

“Non chiamatelo fiume” racconta in maniera innovativa e avvincente le grandi battaglie che hanno contraddistinto gli ultimi due anni della Grande Guerra, fa sapere il CME Puglia nel comunicato stampa con cui dà notizia dell’evento.

“Il volume, realizzato da Federica Dal Forno (curatrice), Vingenzo Beccia (disegnatore), Marco Pascoli e Paolo Pozzato (consulenti storici), grazie alla collaborazione con la Deutsche Bank, si inserisce perfettamente nel contesto delle Commemorazioni per il Centenario della Grande Guerra – spiega il CME Puglia – attraverso un racconto storico-geografico delle principali battaglie che si sono succedute sul fronte italiano a partire dal ripiegamento di Caporetto”.

La particolarità del libro è l’essere costituito da un unico grande fumetto panoramico, una striscia illustrata di 7 metri, che va dal Col Moschin sul monte Grappa fino alla foce del Piave.

Per la realizzazione il disegnatore ha lavorato per oltre un anno sulle foto dell’Archivio storico dell’Esercito affinché il lavoro proposto, seppur fumettato, fosse il più possibile vicino alla realtà, specifica il comunicato stampa.

Il professor Nicola Neri, docente di Storia militare presso l’Università degli Studi Aldo Moro di Bari, durante la presentazione ha evidenziato come il fumetto panoramico permetta, in un colpo d’occhio, di osservare tutta la linea dei combattimenti, leggibile in senso geografico: dall’attraversamento del Ponte della Priula alla partenza delle truppe italiane per l’ultima battaglia di Vittorio Veneto.

Ha apprezzato inoltre il volumetto che correda il libro e che illustra in maniera chiara e sintetica gli episodi descritti graficamente, dandone una consequenzialità storica.

Il magg Mauro Lastella, Capo Sezione Pubblica Informazione del CME Puglia, nel suo intervento ha sottolineato come l’Esercito sia sempre in prima linea per promuovere la cultura, e in particolare la cultura della Difesa.

A dimostrazione di ciò non solo la presentazione del volume “Non chiamatelo fiume”, ma le numerosissime attività organizzate dal CME Puglia come, a titolo d’esempio, la recente inaugurazione a Bari, nella Caserma Picca, di un monumento dedicato ai Caduti in tempo di pace e di Guerra e la mostra itinerante sulla Grande Guerra, che dopo essere stata ospitata in tutti i capoluoghi pugliesi oggi si trova, fino al prossimo 18 marzo, a Corato, per poi raggiungere la città di Margherita di Savoia.

Grande soddisfazione è stata espressa dalla Dirigente scolastica, professoressa Eleonora Matteo, e dal Comandante Militare territoriale dell’Esercito in Puglia, gen Mauro Prezioso, per la riuscita dell’evento, conclude il comunicato stampa.

Fonte e foto: CME Puglia