nave Aliseo

Mare Nostrum, Marina Militare: il bilancio dei soccorsi nel fine settimana. Oltre 1.300 stanno sbarcando a Taranto, domani 227 a Salerno

Durante il fine settimana i mezzi aeronavali della Marina Militare sono stati continuamente impegnati nel soccorso ai numerosi migranti in arrivo dalle coste del nord Africa, fa sapere la stessa Forza Armata in un comunicato stampa odierno.

Tra venerdì 1° agosto e domenica 3 sera sono state assistite oltre 2.500 persone dalle navi impegnate nell’operazione Mare Nostrum, tra cui le fregate Aliseo e Fasan, la corvetta Sfinge e la nave anfibia San Giusto e gli elicotteri imbarcati.

I 1.311 migranti che la fregata Fasan sbarcherà in mattinata nel porto di Taranto provengono dagli interventi effettuati tra venerdì e sabato nel Canale di Sicilia a sud di Lampedusa.

A bordo della nave anfibia San Giusto invece ci sono 1.189 migranti soccorsi da navi della Marina Militare, dalle unità della Capitaneria di Porto Peluso, Dattilo e altre motovedette minori e da alcune imbarcazioni mercantili intervenute in assistenza.

Si è concluso ieri sera, intanto, l’ultimo evento di soccorso da parte della fregata Aliseo: 227 migranti, tra cui 40 donne e 95 minori che saranno trasbordati su nave San Giusto. La nave anfibia sbarcherà domani a Salerno tutti i migranti che ha a bordo.

Articoli correlati:

Mare Nostrum in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Marina Militare

Mare Nostrum. Nave Aliseo impegnata in nuovi soccorsi: l’ultimora della Marina Militare aggiunge 169 migranti ai 1.149 dei due giorni precedenti

“Nave Aliseo ha soccorso169 migranti, tra cui 16 donne e 64 minori. Saranno sbarcati nel porto di Augusta questo pomeriggio”, fa sapere in un’ultimora di stamane la Marina Militare, impegnata massicciamente nell’operazione Mare Nostrum.

Ieri, martedì 22 aprile, la stessa Forza Armata aveva comunicato un bilancio ancora una volta a tre zeri sui soccorsi delle precedenti 48 ore. Ben 1.149 sono infatti i migranti sbarcati nei porti siciliani dalle navi della Marina Militare, supportate dalla nave mercantile Red Sea: la fregata Espero e il pattugliatore Cassiopea ne hanno soccorsi 828 sbarcandoli il giorno di Pasqua a Pozzallo, mentre nave anfibia San Giorgio arrivava ad Augusta con 321 migranti soccorsi lunedì 21 aprile nello Stretto di Sicilia, tra cui 62 donne e 5 bambini.

Sempre lunedì, durante le operazioni di identificazione a bordo della nave anfibia, due migranti sono stati fermati dall’ufficiale di Polizia Giudiziaria imbarcato e dal comandante della nave per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. Il provvedimento è stato disposto dal magistrato di turno presso la Procura di Siracusa.

Articoli correlati:

L’operazione Mare Nostrum in Paola Casoli il Blog

Fonte e foto: Marina Militare

Mare Nostrum: grande soddisfazione del Capo di stato maggiore della Difesa per il sequestro di una nave madre. Finora sono 8mila i migranti soccorsi e 24 gli scafisti fermati

Il Capo di stato maggiore della Difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, ha espresso grande soddisfazione per i risultati conseguiti  dalla Marina Militare con le sue navi Fenice e Aliseo, che nella notte tra il 29 e 30 gennaio hanno portato al salvataggio di 175 migranti e al sequestro di una nave “madre” con il fermo del suo equipaggio in attesa di ulteriori accertamenti.

“Questo è il migliore risultato dell’Operazione Mare Nostrum: il contrasto ai mercanti di morte – ha dichiarato il Capo di stato maggiore della Difesa  – un’attività che ha anche dirette connessioni con le organizzazioni terroristiche e con la sicurezza nostra, europea e internazionale ”.

L’azione è stata condotta con successo dalle unità della Marina anche grazie allo stretto coordinamento con il Centro di intelligence interforze del Reparto informazioni e sicurezza che ha fornito un efficace e tempestivo supporto all’azione in mare.

Fino a oggi l’operazione Mare Nostrum ha portato al salvataggio di più di 8mila migranti e al fermo di 24 scafisti.

Articoli correlati:

L’Operazione Mare Nostrum in Paola Casoli il Blog

Fonte: stato maggiore Difesa

Foto: Marina Militare